Il Sole influenza con la sua maggiore o minore radiazione le forzanti oceaniche: PDO e AMO su tutte…

agu2

( Clicca sopra al grafico per ingrandirlo )

FONTE del grafico: www.wattsupwiththat.com

Il Dr. Easterbrook appartenente all’AGU ( American Geophisical Union ) ha spedito per e-mail al nostro A.Watts l’abstratto della consueta rinunione di fine anno della sua Associazione. Ora non ho tempo di tradurre personalmente il contenuto di tale relazione, alla quale rimando all’apposito sito di Watts. Il grafico di cui sopra mette in evidenza come il nostro clima passi delle fasi di riscaldamento e raffreddamento. Dal 1998 secondo Easterbrook è finita la fase di GW, ed è iniziata quella di Global Cooling. Le linee che vedete nel grafico rappresentano le previsioni future del clima terrestre. Easterbrook nel 2001 riteneva che la prossima fase di raffreddamento globale sarebbe stata più “soft” rispetto a ciò che pensa ora ( la prima linea che mima un cooling pari a quello tra il 1945 ed il 1977 ) e tutto ciò grazie soprattutto a questo eccezionale minimo solare che apre a previsioni di raffreddamento più intense, tipo alle situazioni accadute nel periodo di raffreddamento del 1880-1915, o a situazioni ancor più estreme tipo i periodi della Piccola Era Glaciale ( 1650 e 1800 cooling ) in pieno minimo di Maunder o di Dalton.

Per saperne di più, il link è appunto il solito del sito di A.Watts di cui sopra.

Simon

Hatena Bookmark - Il Sole influenza con la sua maggiore o minore radiazione le forzanti oceaniche: PDO e AMO su tutte…
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

1 pensiero su “Il Sole influenza con la sua maggiore o minore radiazione le forzanti oceaniche: PDO e AMO su tutte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.