Ci risiamo: Catania segnala una macchia all'interno della seconda regione!

http://www.ct.astro.it/sun/draw.jpg

Ma dal continum dello stesso osservatorio siciliano nn si vede niente:

solefFonte: http://www.ct.astro.it/sun/solef.jpg

Non aggiornano i sat soho almeno fino al 15 c.m., quindi difficile giudicare, la sensazione è che nn vi sia niente come le altre volte.

Aspettiamo l’aggiornamento del Noaa stasera, ma francamente al momento sembra una storia già vista e rivista.

Stay tuned, Simon

UPDATE: Intanto per quanto possa valere quando a segnalare le macchie è Catania, gli altri osservatori odierni del Sidc mettono 0 per oggi: http://sidc.oma.be/html/SWAPP/dailyreport/2009/meu133

Update 2: Tanne alcune macchie sul mio schermo, anche dall’osservazione di Big Bear nn si vede nulla:

L’immagine è a metà, ma tanto a noi la parte che interessa è quella presente…

UPDATE3: C.V.D., Noaa mette 0….CATANIA RULEZ!

http://www.swpc.noaa.gov/alerts/solar_indices.html

Hatena Bookmark - Ci risiamo: Catania segnala una macchia all'interno della seconda regione!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

29 pensieri su “Ci risiamo: Catania segnala una macchia all'interno della seconda regione!

  1. Quindi le sensazioni di un medicuccio valgono più delle osservazioni e degli studi di eminenti scienziati…

      (Quote)  (Reply)

  2. A parte il fatto che nn sn scienziati, ma semplii tecnici…

    e poi aspettiamo invece i veri scienziati, cioè quelli del Noaa cosa dicono stasera…

      (Quote)  (Reply)

  3. Quindi un tecnico con anni di esperienza nel settore vale meno di un novello Ippocrate?

    E perchè al NOAA invece ci sarebbero “veri scienziati”?

      (Quote)  (Reply)

  4. ahahaha, Catania rulez, questa poi, avessero almeno la cortese idea di modificare le proprie immagini, da cui si vede come non c’è niente.

      (Quote)  (Reply)

  5. Caro Cip è palese la tua voglia di rompere le scatole per l’unico scopo di avere tutti contro al fine poi di sentirti considerato…

    nn devi stare bene, no no….

    indicami la macchia nellimmagine postata proveniente da Catania, e ti pago 10 cene!

    Ciao

      (Quote)  (Reply)

  6. X Cip: secondo te quanti osservatori al mondo ci sono, sai 1 contro tutti gli altri dovrebbe far ragionare un po’ la testa.

      (Quote)  (Reply)

  7. Da MTG: pare che ad Aprile la media troposfera si sia leggermente raffreddata e cmq ha segnato il valore più basso dall’anno scorso.
    Inoltre, sempre da MTG, forte grandinata in Arabia (mai accaduto in questo periodo) dopo la forte nevicata di Gennaio!

    Certo è che nessuno conosce la verità, ma forse qualcosa sta cambiando…è un periodo molto interessante per appassionati meteo.

    @ Cip: La tua “idea” quale sarebbe?

      (Quote)  (Reply)

  8. Per la verità contano anche a Locarno (“8”).
    E se contano a Locarno, qualcosa di sostanziale dev’esserci, anche se – con tutta la buona volontà – questa volta non mi riesce proprio di vedere alcunché dalle immagini catanesi.
    Spero che sia perché hanno postato una immagine in cui la macchia era già sparita (che distratti)…

    Comunque che il SIDC dia “0” su 5 segnalazioni, nonostante 2 siano sicuramente “macchiate”, compresa quella dell’osservatorio leader, mi suona strano… altre volte andavano giù decisi con ben pochi osservatori a favore…

      (Quote)  (Reply)

  9. Qualcuno mi corregga se sbaglio: ma NOAA e IPCC non sono accomunate dal fatto che entrambe sostengono che il GW sia soltanto di origine antropica? Se è così vuol dire che gli “esimi scienziati” di cui parla il nostro Amico “Cip” riguardo alle tesi AGW non ci capirebbero una beneamata……….. nello specifico, se sono più bravi i “tecnici” di Catania piuttosto che gli “Scienziati” del NOAA…. lascio a Voi le deduzioni che questa affermazione si porta seco!
    Bruno.

      (Quote)  (Reply)

  10. Boh, nel sito di persicetometeo c’è un immagine “continuum” aggiornata, credit nso/ospan, nella quale non si vedono macchie.

      (Quote)  (Reply)

  11. Gianfranco, se tu guardi il link che hai postato ti renderai conto che la macchia è presente ad est…i sat li devi leggere al contrario…quello che sembra ad ovest in realtà è il lato orientale del sole (si trova infatti a sinistra dove ci sn le 2 plage del ciclo 24)

    Ciao

      (Quote)  (Reply)

  12. Ringrazio molto tutti per le numerose risposte alla mia domanda. Mi ripresento solo ora perchè avevo perso la speranza che il mio interrogativo suscitasse un qualche interesse.
    Del resto, lo ribadisco, il mio interesse per l’attività solare è nato da un’impressione assolutamene personale.
    Essere venuto a conoscenza che potrebbe esistere una concordanza tra dati scientifici e percettivi mi incuriosice alquanto. Certo è che se la variazione strumentale percentuale tra “prima e dopo” è così minima non può essere certo percepita. Ma se fosse così trascurabile come potrebbe influenzare il clima?

      (Quote)  (Reply)

  13. Ruggero come il sole influenzi il clima nn è ancora chiaro:

    alcuni pensano direttamente tramite la diminuzionde della Tsi, altri tramite la maggiore formazione di nubi durante i minimi solari a causa della maggiore presenza dei raggi cosmici nell’atmosfera…

    ma io sn convinto che il sole condizioni il clima e tanto, altrochè la CO2 antropica—

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  14. x Simo:
    Questo è l’indirizzo della Specola Ticinese, ovvero dell’Osservatorio di Locarno: http://www.specola.ch/e/drawings.html
    Non c’è (o non ho trovato) le immagini del Sole, ma solo la scansione della scheda che inviano al SIDC.
    Questo è quello che hanno visto oggi 13 maggio.
    http://www.specola.ch/drawings/2009/loc-d20090513.JPG

    Noterai che la macchia l’hanno vista anche loro, alle ore 8 (catania alle ore 7) UTC

    Dal link che ho postato si trova anche tutto l’archivio dal 1981

      (Quote)  (Reply)

  15. Grazie per la risposta. ovviamente mi fido di ciò che mi hai riferito, però a rigor di logica credo che la principale funzione del sole sia quella di produrre luce e quindi calore. A costo di sembrare paranoico, la spiegazione più semplice per correlare attività solare e clima non potrebbe essere proprio semplicemente la quantità di Watt che il sole produce.
    Non potrebbe darsi che gli eminenti astrofisici, se avessero veramente verificato una riduzione importante della potenza solare, preferirebbero tacerlo al fine di non creare allarmismo su una situazione che una volta tanto l’uomo non può controllare. Sarebbe poco politicamente corretto ammettere qualcosa del genere.
    Ovviamente non sono convinto di quanto detto, è solo ipotetico. Però, lo sai bene, non sarebbe la prima volta che la scienza viene asservita alla politica. pensa ad esempio, caro collega, dell’uso che si è fatto della psichiatria durante la dittatura sovietica.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.