La 1035 sta perdendo vigore e….

…l’altra regione nel nord emisfero è solo una plage:

Quindi se siamo fortunati e nel frattempo non appare un’altra regione attiva, tempo altri 2 giorni e risaremo spotless, potendo così sperare di raggiungere e battere i 265 giorni senza macchia del 2008!

Va detto comunque che la 1035 ha fatto registrare il valore più alto di flusso solare e X-ray (stasera alle 19 abbiamo sfiorato una flare di classe M) da quando il ciclo 24 è partito, insomma siamo ancora in regime da minimo ma con segnali evidenti di approccio al massimo solare.

Io personalmente la penso come Ale, e cioè che il massimo lo avremo nel corso del 2010 e che quindi Hathaway ci aveva visto giusto per quanto concerne la cronologia, però come tutti sappiamo ha completamente sbagliato l’intensità di questo ciclo 24.

I prossimi 3 mesi saranno determinanti, nel senso che ci faranno capire se io ed Ale (ed anche tanti altri qui dentro che la penano come noi) abbiamo ragione, oppure il massimo lo si raggiungerà nel 2012-2013 come affermano ormai tutti i principali centri solari mondiali.

Ai posteri l’ardua sentenza, intanto tutta Europa è sotto a temperature glaciali ed anche la nostra penisola non sta scherzando…ma questo è un altro discorso… 😉

Simon

Hatena Bookmark - La 1035 sta perdendo vigore e….
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

29 pensieri su “La 1035 sta perdendo vigore e….

  1. L’accordo, molto DIS, di CO2p. è stato trovato solo sui numeri dei finanziamenti; mi chiedo, ma questi soldi, chi li sborserà? Mi piacerebbe leggere un articolo dettagliato sugli aspetti economici del AGW.

    Grazie a tutti.

      (Quote)  (Reply)

  2. Meglio non leggere. fidati. Scopriresti che li devi sborsare anche tu!
    Io mi sento vicino alla Cina, anche ze le mie idee politiche sono opposte. Non tollero però il modo in cui la Cina si sta sviluppando, sfruttando cioè la popolazione. Cmq che facciano quello che credano. Gaia è viva, è basta uno tsunami per spazzare via le suite dei miliardari al marevo un terremoto per devastare intere citta costruite dall’uomo. Siamo di passaggio. Chissa quante volte le placche tettoniche si sono ribaltate e sommerso tra la lava del sub strato mantico intere foreste e esseri viventi (petrolio). Io credo che chi non giudica il Dole responsabile dell’andamento climatico della Terra è in malafede o è semplicemente ignorate. I dibattiti sarebbero altri ma vengono celati o ignorati. Per esempio, senza andare ot, chi e come è responsabile dei cicli undecennali del Sole e dei suoi cicli atipici? Perche questi cicli non li si osservano sulle altre stelle della stessa classe spettrale? (Alpha Centauri A sembra averne ma ha una compagna).
    Le macchie del Sole non stanno seguendo ritmicamente l’allineamento planetario in corso, producendo ogni 15 giorni circa una regione attiva? Sembra quasi che la dinamo esterna si avvii e poi si fermi a singhiozzo e senza una logica precisa. La teoria di Niroma sembra puramente statistica e non spiega il fenomeno, che si evolverin modo non lineare..!!! Chi ha causato le Grandi Ere glaciali e le estinzioni di massa? il Sole o gli
    impatti cometari!??? Queste sono alcune delle domande cui dovrebbero rispondere gli scienziati piuttosto che truccare i dati per allungare il brodo del GW.

      (Quote)  (Reply)

  3. In genere hai ragione, l’uomo ha sempre difficoltà ad ammettere la sua ignoranza.

    Ma devo comunque specificare alcune cose:

    1) Non vediamo i cicli delle altre stelle semplicemente perché troppo lontane, è già tanto se riusciamo a stimarne distanza e classe.

    2) Le grandi ere glaciali (quelle veramente “glaciali”) sono con buona probabilità (e quasi tutti i ricercatori sono d’accordo) da mutazioni periodiche dell’orbita terreste, vedi il moto conico dell’asse con le sue nutazioni (si, proprio con la “n”). Oppure da evidenti catastrofi planetarie. Altri periodi freddi (ma mai quanto le grandi glaciazioni) sono invece imputabili al sole.

    3) Secondo le attuali teorie universalmente accreditate i cicli solari sono imputabili alla rotazione differenziata tra i poli (più lenti) e l’equatore (più veloce), questo causa una “attorcigliamento” delle linee di campo (magnetiche) che causano le anomalie magnetiche: esse, se abbastanza forti, bloccano la risalita del calore dalla superficie interna del sole causando un raffreddamento della zona, che diventa più scura, ed ecco servita la macchia solare.

    4) Il motivo per cui i cicli solari a volte sono diversi (come in questo evidente caso) è tuttora sconosciuto, esistono molte ipotesi, ma nessuna confermata, per ora.

    5) Per quanto l’essere umano abbia studiato abbastanza poco la crosta terrestre non si sono mai visti segni di “ribaltamento” delle placche tettoniche, e quindi nessuno pensa che possano mai essere accadute, anche perché le leggi fisiche lo impediscono XD (Il petrolio deriva da altre cose)

      (Quote)  (Reply)

  4. Ciao a tutti ragazzi, è un periodo in cui non riesco a dedicare il tempo che vorrei a NIA a causa di alcuni problemi di troppo….
    Credo che ci sia ancora tempo a disposizione per eguagliare ed eventualmente battere i 265 giorni spotless del 2008, ed il sole sembra voler dare credito a tale ipotesi.
    Ad ogni modo, se anche non riuscisse nell’impresa, il 2009 sarà anno da ricordare per aver sancito l’importanza assoluta di questo minimo solare, il più profondo da un secolo a questa parte!
    Vado un attimo OT per segnalare che anche la Versilia è stata “baciata” dalla neve: Apuane imbiancatissime, neve in spiaggia, circa 10 cm a Camaiore…
    Non male per essere al 19 Dicembre… 😀
    Un saluto a tutti!
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  5. Grazie Andrea per le risposte, molto esaurienti, ma alcuni studiosi come Alvarez, Muller, Matese e Morbidelli avrebbero da dire molto in merito ad alcune questioni. Ho avuto l’onore e la fortuna di ricevere proprio una mail da Matese, che ormai è al termine della sua carriera di astrofisico. Ci sono cose che andrebbero approfondite. Credo che le rotazioni differenziate dei poli, come giustamente hai detto, non agiscano in modo caotico, perchè gli elementi sono regolati da forze misurabili e quantificabili. Credo che il fenomeno delle macchie sia ancora da studiare a fondo, come anche la stessa stella Sole. La variabilità delle altre stelle è anche indice della loro attività, ma giorno dopo giorno, si scopre che le ipotesi che fino ad ora si credeva regolassero la loro ciclica variazione, non sono universali. A tal proposito troverai una recente news su space.com o su altri siti specializzati. L’errore che compiono gli studiosi, è giudicare il Sole vome in’entità a se, isolata nel cosmo. Invece, recentissimi studi, da parte della sonda Cassini, fotografano l’eliopausa come una bolla in agitazione, che e strettamente legata alle stelle vicine. Gli studi del prima citato Matese, del 2000 e tutt’ora validi, pongono certezza scientifica alla concentrazione in alcune zone della bolla Sistema Solare, di comete della nube di Oort. Lascio a te trarre le conclusioni, è sono sicuro che molto presto, se verrà confermata l’influenza dei giganti gassosi sull’elettromagnetismo delle macchie, si aprirà la strada per comprendere chi e cosa realmente influenza dall’esterno la dinamo solare.

      (Quote)  (Reply)

  6. Indubbiamente se ad ogni effetto corrisponde una causa a noi manca un pezzo: come mai il sole ha cicli di diversa forza? Perché minimi e massimi solari? E anche se ci sono solide teorie sul campo magnetico che spiegano le macchie, potrebbe esserci qualcosa sotto.

    Quella dell’influenza dei giganti gassosi è un’ipotesi, ma faccio fatica ad accettarla, ma puzza un pò, non mi tolgo dalla mente il fatto che per quanto possano essere giganti, non potrebbero mai e poi mai eguagliare la vastità del sole. Quindi davvero una loro influenza può avere effetti tanto evidenti?

    Ricordiamoci che la macchia 1035 equivale alla terra, se non è addirittura più grande: giusto per far capire di cosa stiamo parlando…

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.