Ancora una volta, c'è solo una regione attiva nel nostro Sole!

La 1041 ormai è ben visibile, e da oggi è conteggiata anche dal L&N’s count.

Ma non possiamo far altro che constatare che ancora una volta il Sole non riesce a produrre più di 1 regione attiva per volta.

Infatti come potete osservare dal magnetrogramma Gong, non sono presenti altre AR degne di nota, la stessa 1041 a dir il vero, al momento sta facendo più parlare di sè per gli X-flare fin qui record del ciclo 24, piuttosto che per le dimensioni delle sue macchie.

Anche lo Stereo Behind rimane pulito:

Infine lo stesso flusso solare aggiustato ieri alle 20 ricalava a 79.

Stay tuned, Simon

Hatena Bookmark - Ancora una volta, c'è solo una regione attiva nel nostro Sole!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

37 pensieri su “Ancora una volta, c'è solo una regione attiva nel nostro Sole!

  1. AR che compaiono per un giro intero e piu sono AR da MAX poi se si vuole confondere anche la poche cose che conosciamo bene andiamo avanti cosi.Tutto il contrario di tutto.Io Ale da povero amatore dico che questo o e” un ciclo debole con max 2010 e allora sia a un similis Dalton oppure ben venga sia anomalo come dicono e allora buon giorno Mandeur.

      (Quote)  (Reply)

  2. Vedi Giorgio, mi fa piacere che un “povero amatore” come erroneamente ti definisci riesca a cogliere!!!
    Alcuni dicono 300 anni nella vita del SOle è NULLA! Vero!!!
    Poi gli stessi dicono: Un Maunder è IMPOSSIBILE!!!
    Ricordiamo che per fortuna la nostra amata Stella farà come vuole e in barba a tutti quelli che cercano di IMBRIGLIARLA in solidi schemi!!!!
    E’ inutile ancora oggi l’Uomo è al centro dell’Universo per molti Scienziati purtroppo!!!
    Per il resto riconfermo ciò che ho detto RIGUARDANDOMI TUTTE LE AR DEL VECCHI CICLO23: una AR che compie il 60-70% di “giro di Stella” è da MAX; un giro e mezzo-due è da POST MAX; lo dice anche il Prof. Hathaway!!!!
    Non so che cosa significa ora nel ciclo in corso , questi però sono gli “imput” deterministici!!!!

    ALE

      (Quote)  (Reply)

  3. 350 anni di storia del sole sono pochi pero la poca storia ci insegna che circa 4 anni di ciclo quasi inattivo corrispondono ad un ciclo molto debole e con una sucessiva fase attiva di 6/7 anni al massimo con attivita ridotta,modello Damon o Dalton.Se poi il ciclo salta tutto fa pensare al Mandeur.Altrimento la storia ci consegnera qualcosa di diverso mai registrato fino ad ora.E anche questo e” possibile.

      (Quote)  (Reply)

  4. Tra qualche mese avremo già delle risposte…

    di certo se guardiamo i precedenti ultimi cicli, una volta ripartito (come sembra il sole ora) era un crescendo fino al massimo, ma anche se era un crescendo graduale, cmq era sempre più forte di come sta facendo di questi tempi…daltronde come detto giustamente anche da qualcuno sopra, (ed è anche la mia odea), da un ciclo così nn possiamo attenderci che questa lentezza e debolezza…

    Forse in tanti nn hanno ancora capito che i veri giochi iniziano adesso, anche durante il maunder ed il dalton i minimi nn sn durati per sempre, soprattutt all’inizio!

    Ogni possibilità è dunque aperta!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  5. Buonasera, volevo chiedere se è possibile fare un parallelismo tra il vecchio ciclo 23 e questo nuovo ciclo 24 appena ripartito. Questo perchè non mi ero mai avvicinato a questa affscinante scienza e non riesco ancora a cogliere le differenze e le anomalie di questo ciclo rispetto agli altri se non dalle parole dei più esperti. Grazie.

      (Quote)  (Reply)

  6. Anche io noto quasi una tristezza di fondo per il fatto che il ciclo è partito…

    1) Un ciclo non si può “bloccare”, o almeno, non è mai successo e non è nemmeno prevedibile un comportamento del genere.

    2) Il minimo (generale), come dicevo, è confermabile solo al raggiungimento del massimo (locale) di questo ciclo, quindi ben venga questo massimo, ci toglierà un bel pò di domande.

    3) Il fatto che il ciclo solare sia ripartito non vuol dire che il sole non sia ancora in fase di bassa attività, anzi, data la ripartenza, per quella poca che abbiamo visto, possiamo dire che l’attività solare rimane ancora estremamente sotto media, staremo a vedere se anche il massimo (locale) sarà sotto media.

      (Quote)  (Reply)

  7. Non è facile confrontare due cicli in questo modo, ma tento di riassumerti il comportamento del sole in questi ultimi anni.

    Il sole ha dei cicli di attività lunghi circa 11 anni, in cui passa da una fase di bassa attività (minimo locale) a una fase di forte attività (massimo locale) e così via…

    Negli ultimi cicli il sole ha però avuto una serie di cicli solari particolarmente intensi, facendo prevalere una forte attività: questo periodo è un massimo globale.

    Ogni volta che vediamo un massimo o un minimo globale lo chiamiamo con un nome per comodità, ad esempio, nella storia, il minimo di Maunder è stato un lungo periodo, durato diversi cicli solari, di bassissima attività.

    I centri di ricerca, abituati alla forte attività hanno previsto un ciclo 24 (il nostro attuale) come estremamente forte, prevedendo come picco del massimo locale l’anno 2012, cosa che, immaginerai, ha dato gas al mito della fine del mondo maya…

    http://www.astronomia.com/2006/12/27/un-ciclo-solare-esplosivo/

    Da allora le previsioni sono state ritoccate verso il basso innumerevoli volte… l’attività solare, uscita dal ciclo 23, ha iniziato a scendere e…. non si è più rialzata…

    Almeno fino a un mesetto fa (seriamente) in cui si è ricominciato a vedere qualcosa. Nei messi precedenti abbiamo addirittura osservato un intero mese senza segni di attività (spotless).

    Il fatto è che il sole è sostanzialmente in “ritardo” sulla tabella di marcia da un tempo considerevole, tanto che le previsioni ufficiali hanno dovuto spostare in avanti di un anno la data del massimo locale, fino al 2013, e di certo non sarà “esplosivo” come pensavano.

    Naturalmente ogni tipo di previsione sta perdendo significato, dato che il sole le sta sfatando tutte, una dietro l’altra. E inutili sono i tentativi che molti fanno per “far tornare i conti”.

    Il dubbio, che giorno dopo giorno sta diventando certezza, è che questo ciclo, il 24°, sia l’inizio di un minimo globale che porterà ad un lungo periodo di bassa attività solare.

    Poi naturalmente nascono innumerevoli ipotesi, tutte affascinanti, ed eccoci qui 🙂

      (Quote)  (Reply)

  8. In effetti é ancora abbastanza strana. Quello che hai giustamente segnalato come corrente forte nel nord del Canadá é la stessa che entrava nel labrador dalla parte sud della Groenlandia. Sembra quindi che almeno in quella parte la corrente sia un poco scesa verso sud. Se cosi fosse la parte occidentale del mare della groenlandia dovrebbe adesso cominciare a gelare di piú di quanto fatto finora.

      (Quote)  (Reply)

  9. I would think that whatever is causing the L&P effect of sunspots losing contrast is also at work keeping spotted regions at a minimum, in this case, 1 at a time. If you examine the Stereo Aheah & Behind, you will find that the two regions (1040 & 1041) are opposite each other on the Solar Globe, bisecting a line at the solar center something like 30 degrees.

      (Quote)  (Reply)

  10. Certo Simon con quel titolo te le sei un pò “gufata” visto che una nuova area si sta formando…. 😉 naturalmente si “ruzza”… 🙂 e cmq per adesso è davvero piiiiiiiiccola.

      (Quote)  (Reply)

  11. Eccola, l’avevate chiamata?? non si è fatta attendere! Comparsa una nuova regione sull’NH così finalmente ora abbiamo 2 regioni attive contemporaneamente!

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.