EVVIVA! L`IPCC HA SCOPERTO L`ACQUA CALDA!

O meglio hanno scoperto il vapore acqueo che deriva dall´acqua calda!
Sembra incredibile, ma i rapporti fatti dall´IPCC fino a quello del 2007 non hanno mai tenuto conto nei loro modelli da play station, delle variazioni del vapore acqueo.
Se ne sono accorti adesso, dopo che quegli orrendi scettici hanno contestato in tutte le maniere e da anni, i loro vangeli, dicendo che da 10 anni la temperatura é stabile e addirittura é anche in lieve calo.
La ricercatrice Susan Solomon, dell´americano NOAA, co-presidente della relazione dell´IPCC del 2007, ha pubblicato su Science che il vapore d´acqua nell´alta atmosfera (16 km.) ha un ruolo fondamentale nei cambiamenti climatici. EVVIVA!!!!

La scienziata e la sua equipe, grazie ai palloni meteo si sono accorti, adesso, che il vapore acqueo nella stratosfera, dal 2000 al 2009 é diimuito del 10%, e che questo ha fatto sí che la temperatura non sia aumentata. Guardando i dati dal 1990 al 2000 si sono anche accorti che la percentuale di vapore acqueo era aumentata.
Inserendo questo aumento di vapore dal 1990 miracoloamente si sono accorti che l´inicidenza, o la colpa, della CO2 nell´aumento delle temperature globali del decennio diminuiva del 25%.
Cosa succede tra troposfera e stratosfera?
Salendo fino ai 12 km di altezza, la temperatura diminuisce fino a -50°C. ma salendo ancora la temperatura ricomincia ad alzarsi. Dato che l´aria calda tende a salire non ci sono turbolenze tra troposfera e stratosfera e le fasce sono stratificate (da lí il nome di stratosfera)

La stratosfera é secca e senza umiditá e le nuvole sono incapaci di passare la fascia della inversione termica.
Nei tropici, peró si sono accorti che la forza ascendente di alcuni enormi formazioni di cumulonembi oltrepassa la frontiera della troposfera iniettando aria umida nella stratosfera. In questa foto della NASA si possono proprio vedere i grumi di ascendenti che arrivano nella stratosfera.

La Solomon dice che il suo articolo non pregiudica il consenso che si ha sul CO2, ma che i modelli dovranno adesso considerare il vapore acqueo in stratosfera (che non hanno mai considerato, cosí come molto meno hanno considerato le nuvole).
Il vapore acqueo nella stratosfera é diminuito “inespiegabilmente” del 10% dal 2000, ha detto la Solomon, e che questa stabilzzazione delle temperature non era spiegata dai loro modelli.
La Solomon, adesso, pensa che un maggior riscaldamento globale potrá aumentare il vapore acqueo alle alte altitudini aiutando a formare nubi a basse quote fornendo cosí un meccanismo di autoregolazione delle temperature.
Il ruolo del vapore nella temperatura della Terra, che scaldandosi con i gas stufa, si raffredda attraverso la maggiore copertura nuvolosa che aumentano l´effetto albedo, é stato indicato da decenni per gli scienziati (scettici) che hanno da sempre accusato che i modelli dell´IPCC erano sbagliati per aver completamente ignorato il vapore acqueo come uno dei fattori determinanti delle temperature.
Lei non ha voluto commentare l’errore che c´era nel rapporto dell´IPCC:
“Che cosa posso dire? Questo nuovo studio dimostra che vi sono scienziati del clima in tutto il mondo che stanno cercando di capire e di spiegare alla gente cosa é successo realmente negli ultimi 10 anni”.
La Solomon ha dichiarato: “Chiamiamo questo il problema 10, 10, 10. Un calo del 10% in vapore acqueo, a 10 miglia di altezza” ha avuto un effetto sul riscaldamento globale negli ultimi 10 anni “. Fino ad ora, gli scienziati hanno cercato di spiegare il rallentamento della temperatura negli anni dal 2000, un problema del clima che quei brutti scettici hanno sfruttato.

Gli scienziati hanno anche esaminato il periodo precedente, dal 1980 al 1990, ma hanno avvertito che questa analisi dal 1980 è basata su osservazioni dell’atmosfera da parte di un unico pallone meteo. Hanno trovato un aumento in vapore acqueo nella stratosfera abbastanza alto da poter spiegare il tasso di riscaldamento globale di circa il 30%. “Questi risultati indicano che il vapore acqueo nella stratosfera rappresenta un importante motore nei cambiamenti decennali del cambiamento climatico globale”, dicono gli scienziati (pentiti?) “e che ció dovrebbe portare ad un esame e a inserire nei modelli climatici l´importanza del vapore acqueo nella stratosfera per spiegare i cambiamenti”.

La Solomon ha detto che non è chiaro perché i livelli di vapore acqueo hanno oscillato su e giù, ma ha suggerito che potrebbero essere i cambiamenti nella temperatura della superficie del mare, che portano le correnti di convezione, e che possono spostare l’aria intorno all’alta atmosfera.
La scienziata ha detto che non è chiaro se la diminuzione di vapore dopo il 2000 riflette un cambiamento naturale, o se è stata una conseguenza di un mondo in riscaldamento. Se quest’ultimo è vero, allora si potrebbe vedere che il riscaldamento provoca una maggiore aumento in vapore acqueo nella stratosfera e contemporaneamente un aumento nuvoloso a bassa altezza che agisce come un feedback negativo per frenare l’aumento della temperatura.

Non so se ridere o piangere… sono questi gli scienziati che hanno minacciato l´esistenza umana causata da un riscaldamento globale per effetto della sola CO2 e che ora si accorgono che esiste anche il vapore d´acqua?
Ma dove hanno studiato questi scienziati? Come hanno avuto il dottorato?
Questi hanno negato e continuano a negare anche la piú chiara delle evidenze scientifiche: Il vapore acqueo é quello che causa l´aumento o il calo delle temperature, gli altri gas sono solo complementari o senza nessuna rilevante importanza.
Quando inseriranno nei loro modelli giocattolo anche l´incidenza della copertura nuvolosa e l´incidenza del Sole, l´incidenza dei cicli solari e dei raggi cosmici, si accorgeranno che il riscaldamento causato dalla CO2 é quasi nulla, e che esistono cicli naturali trentennali che regolano il clima.
Per finire, nel mio piccolissimo, vorrei consigliare questi scienziati di ossrvare le temperature degli oceani dal 2004 a 2009 e si accorgerebbero che le temperature degli oceani sono diminuiti in questi anni e per questo l´umiditá nella stratosfera é diminuita, e guarda caso in concomitanza del minimo solare! Ma per loro, dire che il Sole ha una influenza sul clima é un TABÙ!

http://wattsupwiththat.com/2010/01/31/nodc-revises-ocean-heat-content-data/#more-15879

http://www.nodc.noaa.gov/OC5/3M_HEAT_CONTENT/

SAND-RIO

Tratto da:

http://www.guardian.co.uk/environment/2010/jan/29/water-vapour-climate-change

http://www.sciencemag.org/cgi/content/abstract/sci;science.1182488v1?maxtoshow=&HITS=10&hits=10&RESULTFORMAT=&author1=Solomon+S&andorexacttitle=or&andorexacttitleabs=or&andorexactfulltext=or&searchid=1&FIRSTINDEX=0&sortspec=relevance&fdate=12/1/2009&tdate=1/31/2010&resourcetype=HWCIT,HWELTR

Hatena Bookmark - EVVIVA! L`IPCC HA SCOPERTO L`ACQUA CALDA!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

51 pensieri su “EVVIVA! L`IPCC HA SCOPERTO L`ACQUA CALDA!

  1. Scusa un attimo, a me sembra che tu qui posti il 90% delle volte di sole critiche…

    Se pensi che stiamo sbagliando qualcosa potresti dirlo, poi magari si vede se questa cosa è accettata o meno (non pensare di avere la verità in tasca, io di certo non penso di averla, e credo che non lo pensino anche molti di quelli che postano qui)

    E se mi permetti di dare una mia analisi sulla cosa (comq relativa) non sei irritante per le idee diverse, qui siamo tutti con idee diverse, eppure non ci uccidiamo mica, alcuni tuoi post sono di fatto irritanti perchè presuppongono che TU sai la verità assoluta e NOI siamo i caproni che non capiscono niente…

    Qundi dal tuo comportamento sembra tanto che quello che non è in grado di accettare il pensiero altrui sei proprio tu…

      (Quote)  (Reply)

  2. I commenti di Bora mi lasciano nella piú squallida indifferenza.
    Ormai i rapporti dell´IPCC e del GW sono sputtanati a tutti i livelli. Pachauri dovrá ben presto dimettersi per le menzogne gigantesche che hanno propalato per anni solo per farsi gli interessi propri.
    Solo chi ha gli occhi foderati di prosciutto ancora non riesce a vedere gli enormi interessi finanziari che stanno dietro al movimento del GW.
    Resta pure della tua idea, caro Bora, dato che non riesci a scindere quello che sta accadendo nel mondo riguardo al clima rispetto a quello che é sempre accaduto e sempre accadrá. Il clima cambia e non sará certo l´uomo a cambiarlo. L´unica cosa che si dovrebbe fare é quello di ridurre le “VERE” emissioni nocive industriali lasciando in pace la CO2 che non c´entra proprio nulla.

      (Quote)  (Reply)

  3. Si, ma poi questo sempre continuo parlare con incisi presi da altri lidi…per carità, anche questo è dialogare…ma argomenti anche lui invece di prendere sempre la pappa già pronta in giro e solo quella che gli fa più comodo…potessi capire se fosse pro-agw, ma nn lo è, è uno sfegatato freddofilo, allora cosa vuol andar in cerca?

    che continui a seguire ancora quelli dell’ipcc che hanno ormai i tempi contati

    simon

      (Quote)  (Reply)

  4. http://www.climatechangereconsidered.org/
    On June 2, as Congress debated global warming legislation that would raise energy costs to consumers by hundreds of billions of dollars, the Nongovernmental International Panel on Climate Change (NIPCC) released an 880-page book challenging the scientific basis of concerns that global warming is either man-made or would have harmful effects.

      (Quote)  (Reply)

  5. ok l’IPCC e’ una banda di imbroglioni..
    ma Sand non mi hai risposto..
    che fine ha fatto i ghiacciai alpini??????
    come mai si stanno sciogliendo??

      (Quote)  (Reply)

  6. dateci una occhiata

    “When all of these factors are considered, they force a more elaborate Earth model than can be deduced from gravity, geochemistry and chemical thermodynamics alone. For example, the centrifugal force would have aided in the formation of the Earth’s dipole field (initially a toroidal field). That is, according to the tenets of ferromagnetism, molecular arrangement evolves symmetrically under the influence of an applied field; the centrifugal force and IMF in combination. This resolves the present problems with the dynamo theory. After all, the dynamo theory is seriously flawed if we merely consider the fact that dynamos only reinforce existing fields, and do not provide for the outright generation of a magnetic field.

    Without going into all of the details here, this whole scenario leads to an Earth model that is quite different and more dynamic than the present model. The combination of forces pulled matter away from the core, and as a result, created a “chamber,” for want of a better word, with very dense metals, such as iridium, producing a magnetic confinement chamber at the Gutenberg discontinuity (GD), at a depth of about 2,900 kilometers (at a sufficient depth for the gravitational pull to be primarily away from the core). Because the solar wind plasma and the pulsating IMF are time-varying phenomena, the fields that developed became time-varying fields (Faraday’s law applies), ideal for accelerating hydrogen plasma into and away from the Earth’s core. ”
    http://www.livingcosmos.com/vital.htm#CH1

      (Quote)  (Reply)

  7. PICCIOTTI EVITATE DI SPARARE CAZZATE….CI SONO DIVERSI FATTORI LEGATI ALL AUMENTO DI TEMPERATURA…LA CO2 è LA PRIMA COMBINATA CON L OZONO DISTRUGGE LA BARRIERA (CHE IMPEDISCE AI RAGGI SOLARI CON MAGGIORE FREQUENZA DI ATTRAVERSARE LA TROPOSFERA) CHE DIVENTA PIU SOTTILE…RISULTATO CALDO CALDO PIU EVAPORAZIONE E CHE SUCCEDE SI FORMANO LE NUVOLE CHE A SUA VOLTA CERCANO DI NON FAR PASSARE I RAGGI SOLARI MA A SUA VOLTA I RAGGI SOLARI PRESENTI IN TROPOSFERA NON SE NE VANNO “EFFETTO SERRA” ….

      (Quote)  (Reply)

  8. http://www.astronomia.com/2010/01/01/una-notizia-bomba-che-non-ci-daranno-mai/
    Il professore Wolfgang Knorr dell’Università di Bristol, celebre studioso di Scienza della Terra, ha rifatto i calcoli utilizzando i dati originari (e non quelli più o meno elaborati). Il risultato è straordinario: negli ultimi 150 anni, e in particolare negli ultimi 50, non si è riscontrata alcuna variazione della quantità di CO2 presente in atmosfera. In altre parole, gli oceani e le piante hanno continuato e continuano a svolgere tranquillamente il loro lavoro, senza dar segni di sofferenza. Eppure ci dicono che da anni e anni questo valore è in continua salita e ci porterà alla distruzione del nostro povero pianeta.

    http://www.tmgnow.com/repository/global/planetophysical.html
    Current PlanetoPhysical alterations of the Earth are becoming irreversible. Strong evidence exists that these transformations are being caused by highly charged material and energetic non-uniformity’s in anisotropic interstellar space which have broken into the interplanetary area of our Solar System. This “donation” of energy is producing hybrid processes and excited energy states in all planets, as well as the Sun. Effects here on Earth are to be found in the acceleration of the magnetic pole shift, in the vertical and horizontal ozone content distribution, and in the increased frequency and magnitude of significant catastrophic climatic events.

    TRANSFORMATION OF THE SOLAR SYSTEM…

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.