La favola della CO2 effetto serra non sta in piedi!

Ecco perché.
La composizione dell´atmosfera terrestre é la seguente:
* Azoto (N2): 78,08%
* Ossigeno (O2): 20,95%
* Argon (Ar): 0,93%
* Vapore acqueo (H2O): 0,33% in media (variabile da circa 0% a 5-6%)
* Biossido di carbonio (CO2): 0,032% (320 ppm)
* Neon (Ne): 0,00181% (18 ppm)
* Elio (He): 0,0005% (5 ppm)
* Metano (CH4): 0,0002% (2 ppm)
* Idrogeno (H2): 0,00005% (0,5 ppm)
* Kripton (Kr): 0,000011% (0,11 ppm)
* Xeno (Xe): 0,000008% (0,08 ppm)
* Ozono (O3): 0,000004% (0,04 ppm)

http://it.wikipedia.org/wiki/Atmosfera

Quindi, tanto per avere numeri rotondi diciamo che il 98% dell´atmosfera sia formato da Azoto e Ossigeno [perché il vapore acqueo é variabile], che tranne nuove fantasmagoriche scoperte di scienziati serristi, non danno nessun effetto serra. Del rimanente 2% quelli che secondo i fautori del mega riscaldamento potrebbero causare questo maledetto calore sono lo 0,5%!!!!
Di questo 0,5% il gas serra di gran lunga più importante è l’acqua, H2O, presente in forma di vapore e di nuvole in concentrazione media del 0,33%, circa 10 volte superiore della CO2 al 0,038%.
Inoltre le caratteristiche chimico fisiche dell’acqua le conferiscono una capacità serra superiore a quella della CO2. Un contributo non trascurabile viene anche dal metano, CH4 , presente al 0,0002%, malgrado la sua bassa concentrazione, in quanto la sua molecola presenta una elevata capacità serra.
Quindi se togliamo dall´atmosfera TUTTA l´anidride carbonica, cioé qul 0,038%, l´effetto serra resterebbe allo 0,462%.
In altre parole alla CO 2 va attribuito il 7% dei gas serra. Inoltre sappiamo che l´atmosfera terrestre é come un grande polmone che assorbe ed espelle anidride carbonica. Tutta la massa oceanica, le piante, il suolo, i vulcani iniettono nel polmone atmosferico la maggior parte della CO2 che TUTTI gli scienziati serristi e non, hanno calcolato che ammonta al 96,5%. Mentre l´attivitá produttiva umana, in tutti i sensi é responsabile per il rimanente 3,5% di cui solo per la deforestazione mondiale causata da incendi e taglio di alberi, incide per un 1%.
E quindi l’effetto dovuto all’uomo sarebbe solamente il 3,5% di questo 7% e cioè circa l’insignificante 0,245 %!!.
Ma i potenti del mondo guidati da quegli irresponsabili dell´IPCC, hanno scriteriatamente deciso di ridurre del 20% questo irrilevante 0.245% entro i 2020!
Risparmiandovi i calcoli (ma li potete fare da voi), l’Italia entro il 2020 dovrebbe essersi sbarazzata di tutte le automobili in circolazione. Oppure aver eliminato tutte le sue centrali elettriche. Sostituirle con centrali nucleari costerebbe 100 miliardi.
Non paghi della titanica sfida, non vogliamo reattori nucleari. Vorremmo turbine eoliche o pannelli fotovoltaici. Il che crea tre problemi. Uno economico, uno tecnico e uno ambientale. Per quello economico, basti sapere che impianti eolici e fotovoltaici equivalenti a quelli nucleari costerebbero, rispettivamente, 200 e 2.000 miliardi. Per quello tecnico basti sapere che la loro presenza non evita l’installazione di quelli nucleari, che devono funzionare quando il Paese richiede energia elettrica anche se il sole non brilla o il vento non soffia. Per quello ambientale basti notare che servirebbero almeno 200.000 turbine eoliche e che smaltire pannelli FV dismessi è più difficile che smaltire le scorie radioattive delle centrali nucleari.

Ma l’Europa sta abbondandemente finanziando gli impianti eolici e solari.
Ecco dove sta la pazzia che i governi d’Europa stanno commettendo a spese del contribuente.
Il nucleare é sicuro? Non lo so sinceramente e non tocca a noi dirlo. Ci sono problemi enormi per lo smaltimento delle scorie? Ci sono sicuramente!
Ma la semplicistica soluzione che questi geni hanno trovato sembra peggiore del male!
Questo 0,245% é peggio di migliaia di bombe nucleari lanciate sul pianeta, perché é in grado di distruggere in poco tempo , entro il 2100, tutta la storia umana.
Ma siamo sicuri che proprio questo 0,24% é la causa di tutti i mali unversale?
Non é che per caso il Sole c´entri un pochino con questo maledetto 0,24
%???

SAND-RIO

Hatena Bookmark - La favola della CO2 effetto serra non sta in piedi!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

116 pensieri su “La favola della CO2 effetto serra non sta in piedi!

  1. Grazie ragazzi per le vostre risposte. Simon alla fine in due parole ha riassunto tutto: solar flux a 71 come l’anno scorso.

    Pero rispetto all’anno scorso abbiamo migliaia di morti in piu per i sismi e un vulcano che sta bloccando l’europa.
    Non sono pessimista per il cluma ma per la crisi sociale ed economica. Ma si andrebbe off topic.
    Il clima cambia, i cicli sono a volte un continuo susseguirsi di alti e bassi, Possono bandire anche la parola PEG, ma per fortuna il freddo o il caldo li sentiamo sulla nostra pelle, al di la dei dati satellitari!

    Notte a tutti e concludo dicendo che senza queste riflessioni non nascerebbe il fior fiore del giornalismo amatoriale italiano e non solo!

    Avanti tutta Nia

      (Quote)  (Reply)

  2. il vulcano islandese per ora non rappresenta nessun pericolo per i cambiamenti climatici…per avere degli effetti sul clima l’eruzione deve essere intensa come quella di oggi almeno per 2-3 mesi CONSECUTIVI!…quindi aspettiamo e monitoriamo

    per quanto riguarda il sole invece, penso che gli effetti siano già iniziati e come dicono qui su nia in questi anni di frenata di GW si sta campando di rendita con il calore accumulato gli anni passati quando il sole era attivissimo…e come lo stesso nick di simon dice, entro il 2020 secondo me ne vedremo delle belle

      (Quote)  (Reply)

  3. Ho il sospetto che l’immissione di andride carbonica nell’atmosfera da parte dell’uomo sia meritevole.

    L’anidride carbonica nell’atmosfera è la base della vita. Le piante la assorbono, usano energia solare a trasformare l’anidride carbonica in carboidrati, in cellulosa e via così. I vertebrati usano carbonato di calcio per costruire le ossa. Il carbonato in fin dei conti viene dall’atmosfera.

    La vita, basata sull’anidride carbonica nell’atmosfera però elimina questa e in parte la deposita. La vita fa sparire l’anidride carbonica dall’atmosfera. Il carbone e il petrolio sono depositi di carbonio prelevato dall’atmosfera. I Dolomiti sono un deposito di anidride carbonica prelevata dall’atmosfera. Incirca al 60% la massa dei Dolomiti è fatta da anidride carbonica tolta all’atmosfera da essere viventi.

    Un organizzazione ambientale in America ha lanciato un grido d’allarme: A causa dell’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera gli alberi sarebbero cresciuti di più: due tonnellate per acre (l’acre è una misura americana di superfici e non fa parte del sistema internazionale, 4046 e rotti metri quadri). E’ come dire “aiuto, sto troppo bene”.

    Sono convinto che l’anidride carbonica sarà una materia prima di valore nel futuro. Permette lo sfruttamento dell’energia solare con piante o alghe. Per me questa è la fonte di carburanti quando il petrolio sarà finito. In Ollanda hanno costruito una pipeline per anidride carbonica per portarla nelle serre.

    Come concentrazione nell’aria siamo lontanissimi da concentrazioni pericolose all’uomo. Siamo a circa 390 ppm. Cioè 0,039%. L’uomo non soffre a una concentrazione dell’uno percento. Infatti questo è il limite di legge per l’interno di edifici con presenza umana.

    L’uomo entra in crisi al 2.5%. Il sangue ha difficoltà a liberarsi dell’anidride carbonica nei polmoni. All’ 8% si muore per questo motivo.

      (Quote)  (Reply)

  4. Si. Tra l’altro la cosa e’ nota e sfruttata da almeno un ventennio dagli aquariofili. Per far crescere piante acquatiche prospere e rigogliose si adotta un sistema che chiamano “concimazione a CO2” …. non dico che fanno gli acquari con l’acqua frizzante ma…..

    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  5. @kjai

    Non è assolutamente possibile che si verifichi un “effetto accumulo” della CO2 antropica, e quindi l’1 x mille annuo (o meno) di contributo della CO2 umana all’effetto serra si cumuli con quella emessa negli anni e nei secoli precedenti, per un motivo importante, che sembra sfuggire ai molti propagandisti, che vorrebbero inculcare nell’opinione pubblica l’idea che la CO2 sia una sorta di elemento radioattivo, come l’uranio, il plutonio, ecc., con periodi di decadimento lunghissimi.

    La molecola della CO2 in realtà è altamente instabile proprio perchè la sua componente base è il carbonio, che entra praticamente in tutto il ciclo vitale sotto mille forme.

    Quindi una molecola di CO2 nell’atmosfera in pochissimo tempo viene normalmente assorbita da piante oppure mari o oceani, e viene metabolizzata da piante o alghe, e diventa sostanza nutritiva, trasformandosi in amidi, zuccheri, carboidrati insomma ecc., per gli organismi animali e vegetali.

    Ed anche la CO2 che non viene immediatamente metabolizzata da piante e organismi marini, essendo altamente instabile, viene poi scissa e spaccata, ad esempio entrando nelle nubi e venendo scissa dai fulmini e dai temporali, con i noti fenomeni di pirolisi, che spaccano la molecola e producono ossigeno, ozono, ioni, ecc.

    Quindi la natura può metabolizzare benissimo la CO2 senza problemi, perchè è una sostanza naturale indispensabile alla vita, mentre ovviamente NON metabolizza tutte le sostanze non naturali prodotte dal VERO INQUINAMENTO UMANO, ad esempio la combustione di benzeni, solfuri, fenoli, plastiche (che produce diossina e altre sostanze cancerogene), ecc.

    Io credo che la vergogna più grande di questa propaganda demente contro la povera CO2 sia stata proprio l’aver nascosto all’opinione pubblica il vero inquinamento, le vere bombe ecologiche, la deforestazione che procede senza soste, ecc. per distrarre la gente con un problema inesistente.

      (Quote)  (Reply)

  6. @Daniele

    Veramente dimostri una volta di più di essere patetico.

    Io non sono “l’Einstein della biologia”, come tu ironizzi, dandomi anche del maleducato e riempiendomi di contumelie.

    Sei stato tu a cercarmi e ad iniziare a provocare facendo del sarcasmo e dicendo che d’ora in poi avresti respirato CO2 anzichè ossigeno, dopo quello che avevo scritto.

    Al che ti ho risposto che avresti fatto meglio a tornare a scuola, perchè con quella frase dimostravi di non sapere che senza CO2 non avremmo nè piante, nè alghe, e quindi nemmeno l’ossigeno che loro producono e che tu respiri, insieme all’azoto, per vivere.

    Non si tratta di essere Einstein, si tratta di conoscere gli elementi basilari delle scienze, roba da scuola media o da liceo, per intenderci!

    E se tu dimostri di non conoscerli, almeno taci e ringrazia se impari qualcosa, altrimenti ti rendi ancor più ridicolo.

    Ma direi che Daniele è un po’ lo specchio del livello medio dell’informazione su questo argomento.

    C’è gente che straparla di CO2 e magari ci scrive anche articoli sui giornali, quando magari fino a ieri si occupava di scienze politiche, e ne sa meno di zero, anche uno studente di liceo di buon livello ne sa più di loro.

    Come l’esilarante Giovanni Sartori, docente di scienze politiche, al quale il Corriere della Sera ogni tanto commissiona ridicoli articoli di fondo sul clima e l’effetto serra.

    Che competenze ha Giovanni Sartori per parlare di clima e CO2?

    Zero direi, dal momento che lui stesso ha ammesso di avere letto un solo libro sul clima, e avendo sempre insegnato scienze politiche non ha nemmeno le basi, la formazione e la preparazione per affrontare l’argomento.

    Eppure Sartori ha avuto anche la faccia tosta di insultare il prof. Franco Battaglia, che è un chimico docente di ingegneria ambientale all’Università di Modena, solo perchè Battaglia aveva criticato i suoi articoli di solenne incompetente!

    E’ proprio vero che ciò che distingue gli ignoranti è soprattutto una enorme dose di arroganza e incapacità di ammettere i propri errori, oltre all’incompetenza su ciò di cui si permettono di parlare.

    E il fatto che un ignorante di scienza del clima e politicizzato come Sartori trovi spazio nelle pagine del Corriere (che non a caso perde sempre più copie!), dimostra in modo lampante il principio di Peter: molti vengono promossi al massimo livello della loro incompetenza!

    Se Battaglia si azzardasse a parlare di sistemi elettorali e norme costituzionali, immagino che giustamente Sartori lo criticherebbe, in quanto privo di preparazione specifica sul tema.
    Che Sartori scriva di politica e ordinamenti costituzionali, e che Battaglia parli di clima, e non viceversa!

    E invece Sartori pretende di parlare di clima e argomenti scientifici, di cui non sa nulla, e ha pure l’arroganza di volerne sapere di più di uno come il prof. Battaglia, che ha una cattedra universitaria in quella disciplina!

    E dimostra ancora una volta ciò che i veri scienziati come Lindzen scrivono: in questi anni nel settore del clima c’è stata una proliferazione di solenni cialtroni politicizzati che straparlano di ciò che non conoscono minimamente.

      (Quote)  (Reply)

  7. @ Marchetto.
    Ammetto la mia ignoranza per quel che riguarda la meteorologia e lo studio del clima (ribadito a tutti i miei post).Pero’ di fisica e matematica permettetemi di dire che me ne intendo un po’…..
    Il mio ragionamento è basato su un presupposto: consideriamo il pianeta come un sistema che scambia energia, ne puo’ ricevere, ne puo’ emettere (come tutti i corpi a T diversa dallo 0 K).
    Qualcun altro mi ha fatto notare che il sole non è l’unica fonte di energia che riceve la terra. benissimo mettiamo tutto in conto.
    Quello che io voglio dire è che se un sistema (considerato nel suo insieme) ha un bilancio energetico nullo (cio’ che riceve = cio’ che emette) la sua T (media su tutto il sistema ..a questo punto) non cambia.
    Percio’ in base a quello che dici tu si deve pero’ guardare il sistema al suo interno perche’ è complesso, ok scomponiamo in varie fettine la terra: se l’atmosfera in basso si scalda, quella in alto si deve raffreddare…. perche’ se piu’ energia rimane verso la superficie meno ne rimane per il resto…. e qui usciamo dal mio campo.

    Ma il sistema è cosi’ complesso che non si puo’ ridurre a uno schema cosi’ semplice… cosi’ Marchetto non volevo entrare nel merito del clima e del meteo, ma solo dei numeri… spesso in varo articoli vengono presentati grafici, schemi, e diagrammi che dovrebbero dimostrare al mondo la verità assoluta… ebbene i dati devono essere interpretati e a seconda di come li si presenta e di come li si legge si puo’ ribaltare la frittata…
    La morale: pensate con la vostra testa e siate sempre critici.

      (Quote)  (Reply)

  8. Senti prof ma tu chi sei per dare lezioni agli altri? Se ti riferisci all’arroganza indubbiamente sei un esperto, penso a livello mondiale, ma quanto al resto è tutto da dimostrare! Siete voi i primi ad ironizzare su tutti quelli che non la pensano come voi, però non accettate che qualcuno ironizzi su di voi e sulle vostre visioni profetiche. Possedete la verità, e gli altri sono tutti ignoranti, è ovvio! Dire che la CO2 è indispensabile agli animali non è corretto, checché tu ne pensi, o esprimi meglio il tuo pensiero o sbagli e non me ne frega niente se ti offendi!

      (Quote)  (Reply)

  9. @Daniele

    Ecco, bravo, ora comprati un manualino di scienze, o fattelo prestare da un ragazzino delle medie, e prova a leggertelo, chissà che tu possa imparare qualcosa…

      (Quote)  (Reply)

  10. Ti saluto, è la mia ultima replica perché mi sono stufato, tanto è inutile discutere con un pallone gonfiato, dentro c’è solo aria! Continua pure a guardarti allo specchio ed a ripetere “come sono intelligente”, chissà che prima o poi qualcuno ci creda!

      (Quote)  (Reply)

  11. @albert010

    a parte l’ultimissima parte della tua risposta, per il resto dimostri di non avere affatto compreso un certo numero di concetti. Inoltre lo dici con un tono che mal si addice a certe stupidaggini che hai scritto. Ti consiglierei perciò di studiare un po’ di chimica prima di scrivere certe cose.
    Se invece preferisci credere cose tipo “La molecola della CO2 in realtà è altamente instabile proprio perchè la sua componente base è il carbonio,…” per me fai pure, spero solo a nessun’altro venga in mente che questo possa essere vero.

    saluti

      (Quote)  (Reply)

  12. @ kjai:

    Guarda che veramente sei tu che dimostri un livello da prima media, e hai fatto una figura di merda, perchè nella tua ultima frase del tuo post qui sopra hai scritto: “nessun’altro” (?????) con l’errata elisione della vocale e l’inserimento dell’apostrofo dopo nessun seguito dal maschile (ci va solo se scrivi “nessun’altra”), quindi torna anche tu in prima media, visto che scrivi strafalcioni grammaticali abominevoli, da bocciatura in prima media.

    Quanto al carbonio, dal momento che è uno degli elementi fondamentali di tutti i composti organici, e si combina in migliaia di composti e molecole che conosciamo, che mai ci sarebbe di errato in quello che ho scritto, o cazzone?

    Vogliamo calcolare quanto ci mette una molecola di CO2 ad entrare nel ciclo biologico, o ad entrare nel ciclo delle piogge, a subire fenomeni di pirolisi, ecc.?
    Poco, a volte pochissimo….

    E allora, o ridicolo provocatore imbecille, perchè vuoi parlare, perchè devi stare qui a rompermi il cazzo?

    Vai pure a fare coppia col tuo amichetto Daniele, andate pure ad una delle vostre manifestazioni con lo stemmino col sole che ride, a sparare le vostre idiozie e i vostri soliti slogan imparati da politicucci da 2 soldi, andate andate.

    Però oggi hai imparato qualcosa da me : e cioè che si scrive nessun altro e non “nessun’altro”….non poco per un somaro come te.

      (Quote)  (Reply)

  13. @ kjai
    Visto come è intelligente ed educato il nostro amico Albert010? Certo ha studiato a Oxford e posso immaginare a che tipo di manifestazioni va lui, di sicuro con gente certificata 210 di q.i. ! Ciao, prof Albert Einstein 010 attendiamo con ansia altre tue gocce di sapienza!

      (Quote)  (Reply)

  14. @albert010

    Per quanto riguarda l’italiano, è vero, oggi ho imparato una cosa che non sapevo.
    Tu invece fai caso a come si scrive perché, visto che fai tanto il saputello.
    E studia la chimica, che ancora non la sai.

    @gestore blog

    non so come vi comportate su questo blog normalmente, ma valutate se non è il caso bannare albert010.
    Va bene discutere animatamente ma qui si esagera un po’…
    grazie

      (Quote)  (Reply)

  15. perchè queste pericolose teorie non le lasciate a chi veramente si occupa di ambiente, clima e scienza e non ve ne andate a parlare di qualche squadretta di calcio di serie c o di bocce all’oratorio, vista la scarsa competenza sugli argomenti?

      (Quote)  (Reply)

  16. Non sono teorie sono truffe..

    E non è certo necessaria una laurea per capire che se la teoria viene contestata dalla stessa persona da cui la teoria “nasce”.

    Allora il problema si pone.

    Iniziamo dal “RISCALDAMENTO GLOBALE”.

    I DATI ERANO CONTRAFFATTI. . Basta cercare “CLIMAGATE” per sincerarsene.

    “Il dottor Phil Jones (IPCC)ammette: Nessun riscaldamento Globale dal 1995..”

    1^I dati di vitale importanza per sostenere il ‘grafico della mazza da hockey’ sono andati PERSI !

    2^ Non c’è stato alcun riscaldamento globale a partire dal 1995

    3^ Periodi di riscaldamento globale sono già accaduti in passato – ma non a causa dell’uomo .

    http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=daltonsminima.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fwww.dailymail.co.uk%2Fnews%2Farticle-1250872%2FClimategate-U-turn-Astonishment-scientist-centre-global-warming-email-row-admits-data-organised.html%3FITO%3D1490&sref=http%3A%2F%2Fdaltonsminima.wordpress.com%2F2010%2F02%2F24%2Fil-dottor-phil-jones-ammette-nessun-riscaldamento-globale-dal-1995-mentre-stranamente-sono-spariti-i-dati-della-mazza-da-hockey%2F

    I “grandi” scienziati si scambiavano mail, per accordarsi e diffondere dati falsificati..
    Dati, manipolati per creare allarmismo, al fine di acquisire/mantenere denaro/potere e cariche prestigiose.

    Ora molti di questi “TRUFFATORI” ritrattano, svicolano e… a testa bassa “AMMETTONO”!

    QUESTA é LA VERITA’!

    31 MILA SCIENZIATI , SOLO NEGLI USA ….confermano la truffa del riscaldamento globale .
    http://www.petitionproject.org/

    Non di meno bisogna puntualizzare che legare il riscaldamento con la co2 è un “delirio” ulteriore.

    Tanto è che questo fantomatico riscaldamento è correlato all’innalsamento da 300 “parti per milione” della co2 a 380. parti per milione.

    Vi sono grafici in cui si evince che anticamente posta la temperatura costante, sulla terra si arrivò a 7000 parti per milione di CO2, senza per questo influenzare la temperatura, come ammette lo stesso PHIL JONES peraltro.

    In foto nell”articolo, vedete uno, preso da:

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBUQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.geocraft.com%2FWVFossils%2FCarboniferous_climate.html&rct=j&q=Climate+and+the+Carboniferous+Period&ei=C58iTOOXOoqksQa9qfDYBA&usg=AFQjCNEla7IIbdltBV5lNSKHIz1sX2JkXA&sig2=TomgLEvhw0H06i7Ay3V9gQ

    Questa “ giostrina ” serve a pompare soldi sulle “energie” che io chiamo “FOLLIE” rinnovabili, per gli intrallazzi verdi, gestiti dalla “sinistra-verde” .

    Sono miliardi di euro “ TRUFFATI ”! Ma che comportano ulteriore danno come vedremo in seguito.

    Il meccanismo è semplice, aumenta la temperatura (BUGIA) pertanto dobbiamo diminuire le emissioni di co2 ( FOLLIA).. ma finalizzata alla compravendita delle quote di CO2.

    AL GORE paladino del RISCALDAMENTO provocato dall’uomo, e per questo, meritevole del NOBEL .. dichiara :“E’ una battaglia come contro i Nazisti. Nel mondo manca un Winston Churchill”

    Al nome di Al Gore si associano nomi di aziende dai nomi altisonanti come la Chicago Carbon Exchange (CCX)

    Cari signori ci si fanno i “DINDINI” con il “RISCALDAMENTO?

    AL GORE. Comprerebbe e venderebbe quote di CO2..?

    E dire che almeno il “fumo” si vedrebbe, la co2 è trasparente!

    Una allegra brigata di ambientalisti ed ecologisti ma, soprattutto, maghi ZURLI’ e finanzieri d’assalto..

    E il premio “NOBEL” per le “CLIMATICHE BUFALE” AL GORE, si permette di venire a “sindacare” in casa nostra sulla mancanza di democratica informazione qui in Italia.

    Lui parla della ” corretta ” informazione ?
    Dichiarando: “In Usa impensabile sospendere talk show pre elettorali come in Italia”

    Restasse a far “affari” in America!
    Qui le sveglie dal collo non le portiamo più, a parte quattro ambientalisti, “gitotondeisti” professionisti.

    Ma servono anche i “VERDI” .. a far folclore..con scioperi della fame e omicidi in diretta tv, come Bonelli !

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBkQFjAA&url=http%3A%2F%2Farchiviostorico.corriere.it%2F2010%2Fmarzo%2F02%2FBonelli_Verdi_ricoverato_dopo_mese_co_8_100302018.shtml&rct=j&q=omicidio+in+diretta+verdi&ei=86YiTN6MMKKWsQbRzZS6BA&usg=AFQjCNGEY1xJPivDwtsvJnE_uAi6nGYYVg&sig2=17KU_pxTKkgEI-3JDXrp_g

    “IL RISCALDAMENTO GLOBALE”? Magari fosse solo febbre.. “MENTALE”!

    E’ INGANNO FINALIZZATO ALLA TRUFFA!

    Quindi in Italia, via a finanziamenti sui pannelli fotovoltaici e sull’eolico.

    Per contenere la CO2 e limitare il RISCALDAMENTO!

    Ma tutti “contrari” al nucleare!

    NUCLEARE che solo entro 200 Km dai nostri confini conta esattamente 62 centrali, e da cui compriamo energia.

    197 in Europa, di cui 59, proprio ai nostri confini in Francia!

    Però questi sinistrati-verdi continuano col “NO” al “nucleare”.

    Dove non potrebbero questi saltimbanchi, certo “mungere” prestigio potere e soldi per ricerche sul “fumo della pipa”.

    ( Pecoraro : boom fotovoltaico, con conto energia +500% ) Entusiasta il 21 feb 2008

    «Vogliamo incentivare la lobby dell’energia solare» Dichiara il 12 marzo 2010

    Sapete perchè?

    Perchè l’energia da fonte “rinnovabile” viene pagata da noi tutti (poveri contribuenti truffati, grazie al CONTO-ENERGIA)
    48 centesimi di euro al kW.
    Mentre il costo sul mercato è di 6 cent.

    La truffa si compone inoltre di ulteriori sgravi fiscali, economici.
    E non di meno “burocrazia” semplificata, per devastare territori..come in Puglia ad esempio.
    “SALENTO DEVASTATO dal FOTOVOLTAICO” titolano i giornali.

    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBUQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.forumambientesalute.splinder.com%2Fpost%2F22147958%2Fsalento-devastato-dal-fotovoltaico-l-ira-della-provincia&rct=j&q=salento+devastato&ei=eq0iTPz0EpGosQbs0_3KBA&usg=AFQjCNEkUw03KsPCkrWHthGHx7jTdstKkA&sig2=8pDl3VX5HeH2_Ix-KrcPCQ

    Ma ovunque nel mondo gli articoli sul tema si susseguono e accavallano.

    La Spagna è in croce grazie a queste verdi-follie!

    SPAGNA , L’ECONOMIA “VERDE” DISTRUGGE L’OCCUPAZIONE
    Scrive Riccardo Cascioli

    Per ogni “posto di lavoro verde” creato in Spagna negli ultimi 8 anni grazie al finanziamento pubblico, sono stati distrutti 2,2 posti di lavoro in altri settori. E soltanto 1 su 10 dei nuovi posti di lavoro creati è diventato un lavoro permanente. E’ quanto rivela un recente studio diretto dal professor Gabriel Calzada Alvarez, della Universidad Rey Juan Carlos di Madrid, titolato “Studio degli effetti sull’occupazione degli aiuti pubblici alle fonti energetiche rinnovabili”.

    (IN PRATICA CON GLI STESSI INVESTIMENTI SI CREEREBBERO DAI 5 ai 7 POSTI DI LAVORO )

    Tra il 2000 e il 2008 i lavori creati non sono arrivati a 50mila, molto meno di quanto atteso. I due terzi di questi lavori si sono creati nel settore della costruzione, fabbricazione e installazione degli impianti; un quarto per la progettazione e per il marketing; e soltanto uno su 10 si è trasformato in un lavoro permanente per la gestione e la manutenzione delle fonti energetiche rinnovabili.
    Inoltre ognuno di questi posti di lavoro “verde” è costato qualcosa come 571.138 euro, cifra che sale addirittura a oltre un milione di euro nell’industria eolica.

    In totale, in otto anni le fonti rinnovabili hanno ottenuto sussidi che sfiorano i 30 miliardi di euro.

    Lo studio calcola in 113mila i posti di lavoro distrutti dalla scelta del governo spagnolo: in pratica tra il 2000 e il 2008 la Spagna ha distrutto 2,2 posti di lavoro per ogni posto creato nell’industria “verde”.

    Una ulteriore conseguenza è stato il drammatico aumento del costo dell’energia, che si ripercuote negativamente anche sull’efficienza delle infrastrutture elettriche convenzionali. Ma lo studio dimostra che per poter sanare il debito pubblico causato dagli investimenti nell’energia rinnovabile, la bolletta dovrebbe essere aumentata del 31%.

    ECCOLA QUI la GREEN ECONOMY ! VI PIACE?

    In ogni caso l’aumento dei costi energetici e il peggioramento dei servizi stanno già producendo la fuga di grosse industrie, i maggiori consumatori di energia. Lo studio presenta il caso di Acerinox, un gigante dell’industria siderurgica che nel 2004 ha bloccato il programma di espansione in Spagna proprio a causa della politica energetica del paese iberico, così che gli impianti previsti sono stati invece costruiti negli Stati Uniti e in Sudafrica.

    I massicci sussidi statali hanno reso convenienti gli investimenti dei privati nelle energie rinnovabili, tanto che molte compagnie si sono buttate in questo settore.

    Ma in un periodo di crisi dove è difficile per lo Stato mantenere un tale livello di costi, le compagnie create per lucrare nel settore delle rinnovabili sono destinate al collasso. Con conseguenze facilmente immaginabili.

    DUNQUE.

    In Italia cari signori oltre a pagare l’energia 8 volte il valore..
    Si pagano incentivi anche per i costi di impianto..

    Ragioniamo di centinaia di miliono di euro..
    350 dice la Bresso contenta in Piemonte..
    Si parla di 450 sempre milioni nel Lazio..

    “Da Latina Oggi” del 20 giugno 2010. IN PROVINCIA SPLENDE IL SOLE.. nel giro di un anno e mezzo, pioveranno proprio sul nostro territorio qualcosa come 450 milioni di euro. Spiccio più, spiccio meno. Parliamo degli investimenti che società nazionali ed internazionali, e consorzi di imprese si apprestano a compiere per realizzare le loro centrali di produzione energetica dal sole…Di Alessandro Allocca

    Solo in Italia, MILIARDI DI EURO IMMOLATI ALLA PRIMA BUGIA, il “riscaldamento globale” In linea con la seconda derivata bugia, contenere la CO2!

    Ecco perchè le varie associazioni ambientaliste combattono il nucleare: si perderebbero la gallina dalle uova d’oro.

    Esempio classico e delucidativo:
    Maurizio Bolognetti, segretario dei Radicali Lucani e coordinatore del Comitato Nazionale del Paesaggio in Lucania, si è preso la briga di pubblicare una lettera in cui il presidente regionale e consigliere nazionale di “LEGAMBIENTE”, Gianfranco Di Leo, chiedeva all’amministratore delegato della Fri-el S.p.a.
    (industria che realizza centrali eoliche)
    5 7 . 0 0 0 e u r o! (più Iva OVVIAMENTE)

    «per la promozione, gestione e realizzazione sia del Piano di comunicazione integrata che delle attività di accompagnamento e facilitazione delle iniziative imprenditoriali sul territorio».

    E CHE TUTTI SAPPIANO ALLORA IL “VOSTRO IMPEGNO”

    PER IL PIANO DI C.O.M.U.N.I.C.A.Z.I.O.N.E. I.N.T.E.G.R.A.T.A.!

    SIETE CONTENTI?

    Chissà quante adesioni e offerte riceverete anche per merito mio, che DIFFONDO quanto semplicemente leggo!

    Cordialmente

    Piero Iannelli
    [email protected]
    n.cell: 3398513962

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.