Buon Compleanno Hubble

In occasione del ventennale della missione spaziale del telescopio Hubble sono state organizzate una serie di iniziative allo scopo di festeggiare le meravigliose scoperte astronomiche di questo insostituibile strumento (link ad elenco).

Nell’ambito di queste iniziative ho potuto partecipare ad una serata svoltasi a Faenza il 7 Maggio 2010 dal titolo “Hubble: 20 anni di successi”, organizzata dall’Associazione Culturale La Bendandiana.

Hubble

Durante la serata il dott. Luca Valenziano dell’INAF (Istituto nazionale di astrofisica) IASF Bologna ci ha mostrato le importanti ricerche che Hubble svolge: di tipo Cosmologiche come la misurazione della velocità di espansione dell’universo oppure inerenti alla formazione di stelle e pianeti.

Vi mostro alcune immagini della serata:

[slideshow]

Vorrei infine segnalarvi alcune delle prossime iniziative che si svolgeranno in Italia:

Unione Astrofili Napoletani – conferenze pubbliche in maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2010. L’area espositiva rimarrà permanentemente aperto a studenti e persone che visitano l’Osservatorio per i prossimi anni.

DIST, Università di Genova – 22 ottobre manifestazione prevede visite al Planetario, lezioni da fisici e astronomi, galleria di foto e brevi video.

Accademia Navale Italiana – L’immagine di Hubble anniversario sarà visualizzata all’interno dell’Istituto, in combinato disposto con l’annuale Accademia Navale e Città di Livorno.

Osservatorio Serafino Zani – Visite guidate e programmi speciali per i bambini il 22 maggio

Hatena Bookmark - Buon Compleanno Hubble
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

35 pensieri su “Buon Compleanno Hubble

  1. simon, ovviamente anch’io mi riferivo al fatto che i nuovi conteggi abbiano tolto tale linearità tra SN e SF
    nei vecchi conteggi del 1800 e di inizio secolo di sicuro abbiamo una buona stima del SF se calcolato dall’SN

      (Quote)  (Reply)

  2. @riccardo
    Bendandi calcolava nel poligono delle forze come fattore principale del vettore per stimare i terremoti il moto lunare
    attualmente si tanno facendo degli studi a riguardo anche per i vulcani

    http://www.intlvrc.org/crsrch.htm
    Correlation Between Eruptions And Lunar Gravitational Force (Project 10-1) – This project involves the investigation of determining the correlation factor looking at eruption date of a volcano & the force of gravity of the moon at the time of the eruption. Principal Investigator: Dr. R. B. Trombley, Current Status: Started: 2 August 2009 On Going & In Progress

    è una cosa di cui voglio meglio parlarne nei lavori del Bendandi

      (Quote)  (Reply)

  3. @ Andrea B

    Ricordo che volevi scrivere una seconda parte in merito alla visita presso l’Osservatorio Sismico Bendandiano.
    Ricordi….
    Ti avevo chiesto informazioni in merito al libro “Un principio fondamentale dell’Universo”
    Ci sono delle novità ?
    Sarebbe interessante poter leggere qualcosa di più tecnico in merito al sul metedo di previsione!
    Hai del materiale da passarci ?

    Grazie Michele

      (Quote)  (Reply)

  4. 20100516 170000 2455333.197 2096.886 0068.9 0070.5 0063.4
    20100516 200000 2455333.322 2096.891 0068.5 0070.0 0063.0

    Pauraaaa XD

      (Quote)  (Reply)

  5. Mica male questa area a polaritá trans con la facula ben visibile. Si era intravista stamattina ma ancora era in embrione, adesso sembra piú importante e organizzata. Nel big Bear si vede bene.
    http://gong2.nso.edu/dailyimages/img/jpg/bqa/201005/bbbqa100516/bbbqa100516t2004.jpg
    Non penso che riuscirá a dare pore e tantomeno spot… se no sarebbe l´inizio della fine del ciclo 24, ma dopo la facula trans nell´emisfero sud di l´altro giorno adesso risponde l´emisfero nord!! Anche se una minima ombra si intravede nel continuum soho, fosse stata a polaritá normale i nostri amici del NOAA l´avrebbero presa in considerazione.

      (Quote)  (Reply)

  6. conseguenza….
    mmm
    con il criterio del NOAA dovremmo avere un SN sottozero 😀
    Fosse stata a polarità “normale” ora avremo un SN di 25, perchè oltre a contarla ne avrebbero approfittato per inventarne un’altra
    😀

      (Quote)  (Reply)

  7. Le conseguenze sarebbero che l´inzio del ciclo 25 sarebbe da qui a due anni circa. Anziché il max previsto dai fisici americani nel 2013 sarebbe la sua fine prematura.
    Ma ancora dobbiamo attendere, non é una sunspot é solo, per adesso, un´area a polaritá invertita riconducibile al ciclo 25 per la sua alta latitudine, come ce ne sono state altre, ma non è un segnale definitivo.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.