3° mese consecutivo che chiude sotto a febbraio!

Il SN di Febbraio 2010 ancora non è stato superato, e dopo marzo ed aprile, si aggiunge anche maggio che secondo i miei calcoli termina a 8.7 (nel corso della giornata uscirà il resoconto mensile del sidc che solitamente, guarda caso, alza sempre il SN rispetto alla somma dei singoli giorni che io eseguo ogni sacrosanto dì!)

Per il Noaa invece il mese chiude a 19.9, ma qui preferisco non commentare e stendere un bel velo pietoso…

La media mensile provvisoria del solar flux aggiustato si attesta a 75.41, valore più basso di quello di aprile che era di 76.24, ed anche da questo si intuisce facilmente che sia Sidc che Noaa in questo mese di maggio hanno esagerato i loro conteggi, a dir il vero il Sidc non proprio in maniera vergonosa, mentre il Noaa è davvero incommentabile!

http://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/

Ma noi da poco tempo abbiamo il nostro conteggio che riporta le cose a posto, così guarda caso, seguendo le semplici regole del Nia’s count, magicamente maggio chiude sotto ad aprile e cioè 3.2 contro 3.8, rendendo così giustizia al calo del flusso solare registrato nel mese appena trascorso, dimostrando quindi di aver trovato la giusta formula per garantire la continuità col passato, e di questo ringrazio nuovamente Fabo e Luca che lo hanno reso possibile!

http://daltonsminima.wordpress.com/nias-sunspot-number/

Inoltre l’ area delle regioni solari è in netta fase di decrescita rispetto ai mesi di gennaio, febbraio e prima parte di marzo, e ciò ovviamente va di pari passo al costante calo del solar flux. Con maggio, sono 4 i mesi in cui il flusso solare dopo aver raggiunto e superato la media mensile di 80, non è ancora decollato a 100, ma anzi come già esposto, sta continuando a calare progressivamente. Questo è importante perchè da quando lo si misura, il solar flux ci bada circa 5-6 mesi prima di arrivare a 100 una volta che ha raggiunto la media di 80! Staremo a vedere!

Vi lascio con un semplice grafico in cui si mettono a confronto i dati Sidc con quelli del Nia’s count dei primi 5 mesi del 2010:

fig.jpg

Quelli del Noaa li ho volutamente omessi, tanto hanno dimostrato di valere meno che 0!

A più tardi per eventuali aggiornament!

Simon

Update:

maggio chiude a 8.8 per il sidc:

http://sidc.oma.be/products/ri_hemispheric/

Hatena Bookmark - 3° mese consecutivo che chiude sotto a febbraio!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

48 pensieri su “3° mese consecutivo che chiude sotto a febbraio!

  1. Giovanni :
    Grazie della piacevole risposta….. anch’io sono qui per imparare, soprattutto sul sole…
    e non posso risponderti in maniera precisa comunque se hai tempo e voglia prova a dare un’occhiata a questi siti su vulcani
    Francese
    http://www.activolcans.info/
    http://www.volcan-actif.com/
    Inglese
    http://volcanoes.usgs.gov/activity/index.php
    http://www.volcano.si.edu/
    e questa discussione l’ho continuata qui…

    Grazie due dei quattro link li conoscevo già !

    Un’ultima cosa..
    di recente Lucia Civetta (prof .Geofisica) ha rilasciato questa dichiarazione in merito ai Campi Flegrei (ricordo una sera al Tg1, dopo la famosa dichiarazione di Boschi sul Marsili..è tutto il polverone che si alzo dopo le sue parole !!)
    Cito testuali parole:

    CIVETTA:
    “La sua attività è andata significativamente aumentando, nell’ultimo anno e soprattutto negli ultimi mesi !!
    GIORNALISTA
    “Di quanto si è ingrandita l’ultimo anno ?”
    CIVETTA
    “Si è più che triplicata !!”

    Sai è quel pezzo di frase “soprattuto negli ultimi mesi”
    che mi ha messo molte pulci negli orecchi… in correlazione poi con gli ultimi
    accadimenti vulcanici!
    Sicuramente poi sarà tutto nella norma anche in quella zona..capace ci saranno state infinità di volte che quella zona ha degli alti e bassi !?
    Che ne pensi?

      (Quote)  (Reply)

  2. c’é anche il sito di vulcanologia italiano che avevo dimenticato.
    http://www.ct.ingv.it/index.php
    Che ne penso , é un po lungo da spiegare. In breve posso dire che ci sono 2 tipi di scienziati indipendentemente dall specializzazione.
    1)Quelli che hanno delle visioni globali e generali di piu fenomeni
    2)quelli che studiano in estremo dettaglio un fenomeno o un suo singolo aspetto.
    Poi ci sono 2 modi di fare ricerca scientifica
    1)Ossevare, prendere dati e elaborare una teoria
    2) FOrmulare un’ipotesi e poi cercare dei dati o degli “esperimenti” (con modelli gis ad esempio) che la confermino.
    Il appartengo alla categoria 1-1
    La ricerca scientifica mondiale oggi appartiene alla categoria 2-2
    Quindi non so che dire rispetto alle dichiarazioni della CIvetta. Non sono uno specialista dei capi flegrei ma in ogni caso so che si tratta di idrotermalismo legato all’attività vulcanica. PEr me che diventi una zona vulcanica con tanto di nuovo vulcano che spazza via tutto o diventi una zona fossile in cui tutti i fenomni si esauriscono, non fa nessuna differenza, nel senso che in entrambe i casi fa parte della normale evoluzione di un area vulcanica di questo tipo, stratta tra una zona di apertura oceanica nel turreno e convergenza nell’adriatico ( questa si che é una situazione piu eccezionale).
    COmunque per darti una traccia su cui continuare i tuoi studi sulla relazione sole-attivita vulcanico-sismica mi é venuta in mente questa cosa. Una cosa che non si riesce a spiegare é il perché le zone di convergenza e di estensione si siano sviluppate cosi come sono. E non si riesce a spiegare perché in certe ere geologiche prevalgano in tutto il pianeta fenomeni di convergenza o in altri fenomeni di divergenza o quiescenza. LA risposta generica riguarda i moti convettivi del mantello e eventualmente del nucleo terrestre. IN questo caso puo essere che l’orbita terrestra e anche l’attività solare influenzino la direzione, l’accelerazione o il rallentamento di questi moti sotterranei e quindi influenzino di conseguneza i movimenti della placche sulla superficie terrestre ( la tettonica delle placche)
    CIao

      (Quote)  (Reply)

  3. Eh chi diceva che le cose spariscono nel nulla?Era un 3.3 allo yellowstone di mezzora fa non c’è più traccia e non c’è nessun terremoto di magnitudo simile li vicino o altrove nell’ultima ora…dove è finito?Io il sito dell’usgs lo guardo 50 volte al giorno perchè sono un paranoico ok ma questa cosa non era ancora successa…

      (Quote)  (Reply)

  4. Eh lo so ma ti assicuro che io praticamente ci vivo sul sito dell’usgs fai conto che praticamente tutte le scosse di ogni giorno le becco sempre “rosse” a meno che non accadano di notte quando dormo.Se sono a casa almeno una volta l’ora ci passo a controllare.E nonostante tutto in 2-3 anni che seguo non mi era MAI capitato.Ci sono rimasto come un allocco veramente.
    Preoccupatevi perchè vuol dire che qualcosa di grosso sta per accadere sul serio.

      (Quote)  (Reply)

  5. Giaguaro a me è capitato 3 volte di veder scritto yellowstone e poi dopo pochi minuti sparisce, questa non l’ho beccata in diretta.

    Comunque A Questo punto anche i piu’ scettici come fanno a non credere che li qualcosa sta succedendo e a sto punto non solo li! chissà quante altre cose stanno cancellando e modificando/nascondendo a partire dalle macchie solari dove contano pure i pixel bruciati dei loro monitor anche quando il sole è COMPLETAMENTE BIANCO

    non è possibile che ci sono centraline difettose ogni volta! riescono a percepire le cacatine di uccelli che generano magnitudo 0.9 o 1.4 e poi quando capita la botta piu forte è DIFETTOSA e stato un ERRORE una folata di VENTO.

      (Quote)  (Reply)

  6. Infatti è veramente imbarazzante.Vedo il sito dell’usgs che si occupa dello yellowstone.A maggio normale attività con la scossa più forte del 2.5
    Eh beh se quelle sopra evaporano chiaro che sia così.Un 3.3 non lo puoi nascondere…le persone lo sentono tutte se sono abbastanza vicine.Iniziano ad essere scosse “importanti” sopra il 3.0
    Ma poi c’era tutto per benino chiaramente era tipo 12km di profondità e tutte le solite cosine apposto osservatorio sismico dello Utah (che se ne occupa) etcetc.
    Ora non c’è più niente da nessuna parte.
    Vergogna.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.