Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Maggio 2010 e Primavera 2010

Prima di postare le immagini dico subito che queste mappe non godono di una buona precisione, quindi non lamentatevi se nelle vostre zone le anomalie sono diverse da quelle reali.

Il CNR fa uso delle stesse stazioni di rilevamento dal 1800, questo per creare una serie temporale abbastanza lunga da poter aver dei confronti con il passato.

Le stazioni ovviamente non coprono tutto il territorio italiano, ma anche nel 1800 era così, quindi aumentare il numero di stazioni sarebbe sbagliato ( giusto per dire, la NASA e il NOAA le hanno invece diminuite ).

Anomalia Temperature:

Il mese chiude con una anomalia di +0.49°C ed è il 65° mese di Maggio più caldo dal 1800.

Il record spetta al Maggio 1868 con un’anomalia di +3.04°C

Anomalie Precipitazioni:

Il mese chiude con un surplus del 47% ed è il 44° mese di Maggio più piovoso dal 1800.

Il Record spetta al Maggio 1878 con un surplus del 135%

Ora passiamo al resoconto della primavera appena passata, quella del 2010

Anomalia Temperature:

La Primavera si chiude con una anomalia di +0.72°C ed è la 29° Primavera più calda dal 1800.

Il record spetta alla primavera 2007 con un’anomalia di +2.31°C

Infine questo è il grafico delle anomalie termiche Annuali dal 1800:

Anomalia Precipitazioni:

La Primavera si chiude con un surplus del 12% ed è la 74° Primavera più piovosa dal 1800.

Il record spetta alla Primavera 1837 con un surplus del 67%

Infine questo è il grafico delle anomalie precipitative Annuali dal 1800:

Hatena Bookmark - Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Maggio 2010 e Primavera 2010
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

43 pensieri su “Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Maggio 2010 e Primavera 2010

  1. E aggiungo che, alcune centinaia di metri sotto la superficie dell’oceano pacifico equatoriale, si trova un’anomalia fredda enorme, con una vastissima area a temperature inferiori a -2, -3 gradi e punte di quasi -5, che tra inverno e primavera si è progressivamente ampliata ed intensificata e a maggio si è avvicinata alla superficie.

    Raggiungerà la superficie provocano una Nina record? Si vedrà……

      (Quote)  (Reply)

  2. E se non bastasse pure i tg a creare confusioni poche ore fà ondata di caldo in Puglia e Sicilia ,allarmismo, allarmismo,sensazionalismo, da quando mi sono trasferito vicino Bari cinque anni fà mai visto un Giugno cosi tiepido……

      (Quote)  (Reply)

  3. Luigi :E se non bastasse pure i tg a creare confusioni poche ore fà ondata di caldo in Puglia e Sicilia ,allarmismo, allarmismo,sensazionalismo, da quando mi sono trasferito vicino Bari cinque anni fà mai visto un Giugno cosi tiepido……

    Aggiungo che, oggi, solo poche località hanno superato i 30 gradi e nessuna i 35.

    In Sicilia e Sardegna solo Trapani ha superato i 30 ed Olbia li ha raggiunti.
    Secondo le mappe ad 850hpa del GFS il massimo del caldo a quella quota, al Sud ed in Sicilia, è previsto tra domani e domenica e poi pare persistere, dunque per i 35 ed oltre c’è tempo.

    Però siamo a giugno e mi fa specie che i 30 gradi siano ancora una rarità, persino al Sud.
    E’ un segno della stagione o vedremo parecchie giornate bollenti a breve e per il resto della stagione estiva?

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.