Nowcasting domenicale: il flusso solare è in aumento!

Il mese di luglio sta volgendo al termine, e proprio nel mese dell’allineamento, il sole ha dato un’accelerata!

Ci sono state 2 regioni attive molto importanti, la prima (AR 1087) nel nord emisfero che come area magnetica non aveva niente a che invidiare ad alcune super regioni del ciclo 23, l’altra (AR 1089) che è già al suo terzo giro di stella, e che quando apparve per la prima volta aveva una chiara polarità da ciclo dispari:

http://daltonsminima.wordpress.com/the-laymannias-count/

Entrambe le AR, sono segnali inequivocabili che il sole è vivo e forse molto più vicino al suo massimo di quanto gli attuali forecast Noaa e Nasa prevedono (3 giri di stella infatti non sono assolutamente comuni ad un ciclo che si trova solo ad un anno e mezzo dal minimo, ma bensì ad un ciclo in una fase molto più avanzata del suo percorso).

Poi ci sono state altre macchiette che solo definire tali, fa sorridere assai, ma tant’è, Catania e Company infatti contano ogni minimo pulviscolo che appare nel sole ed il Sidc ovviamente non può far altro che adeguarsi, sbagliando così 2 volte! (il Noaa manco lo cito più…)

Cionostante, l’RI mensile del Sidc è molto difficile che superi il valore di febbraio di 18.6, e forse alla fine anche quello di marzo di 15.4.

Mentre la presenza delle AR sopracitate, hanno portato ad un aumento della media del solar flux che nella giornata di ieri registrava 81.29, a differenza di febbraio e marzo che chiusero rispettivamente a 82.70 e 82.18.

Un’ultima curiosità da segnalare riguarda la nuova regione che ha voltato ieri il lato visibile del sole nel sud emisfero, che sembra momentaneamente avere polarità da ciclo dispari, anche se ancora non sono presenti macchie:

Stay tuned, Simon

Hatena Bookmark - Nowcasting domenicale: il flusso solare è in aumento!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

49 pensieri su “Nowcasting domenicale: il flusso solare è in aumento!

  1. ice2020 :Se dop questa sfuriata di luglio, il sole nei prossimi mesi dovesse riavere un calo stile aprile -maggio, nn saprei più cosa pensare!

    In quel caso avresti probabilmente ragione su un prossimo “abort” del ciclo.
    Se, invece, il solar flux dovesse crescere nettamente sopra i valori di febbraio, anche in presenza di un calo successivo (tra alcuni mesi) probabilmente costituirebbe solo una pausa nel percorso di avvicinamento al massimo.

    Naturalmente, non conta solo l’andamento qualitativo, ma anche e soprattutto la quantità.

    Dunque DI QUANTO il solar flux crescerà, se crescerà ancora, sarà importantissimo.
    E altrettanto importante sarà verificare la discrepanza tra solar flux che si impenna e numero e dimensione delle macchie che invece sembrano segnare il passo.

      (Quote)  (Reply)

  2. Fabio2 :

    ice2020 :Se dop questa sfuriata di luglio, il sole nei prossimi mesi dovesse riavere un calo stile aprile -maggio, nn saprei più cosa pensare!

    In quel caso avresti probabilmente ragione su un prossimo “abort” del ciclo.
    Se, invece, il solar flux dovesse crescere nettamente sopra i valori di febbraio, anche in presenza di un calo successivo (tra alcuni mesi) probabilmente costituirebbe solo una pausa nel percorso di avvicinamento al massimo.
    Naturalmente, non conta solo l’andamento qualitativo, ma anche e soprattutto la quantità.
    Dunque DI QUANTO il solar flux crescerà, se crescerà ancora, sarà importantissimo.
    E altrettanto importante sarà verificare la discrepanza tra solar flux che si impenna e numero e dimensione delle macchie che invece sembrano segnare il passo.

    :
    Questo e” davvero un momento difficile.Pensavo che il peggio fosse passato e invece ci sara da penare e non si sa per quanto ancora.Ancora una volta la nostra stella non smette di sorprenderci

      (Quote)  (Reply)

  3. Domanda riflessione: nel passato solare ci sono stati cicli, e mi riferisco al Dalton, che sono durati 13-14 anni, addirittura mi sembra uno di 17 ma non vorrei dire una cavolata, ora la mia domanda riflessione è questa non è che il max di questo ciclo calcolando il minimo appurato per il 2008 ( dicembre ) possa aversi addirittura verso il 2015-16? visto e considerato anche che i cicli presentano una fase di crescita, nei cicli deboli, di 7-8 anni e poi un periodo di calo di 4-5 anni e poi facciamo un semplice conteggio minimo 2008 + 11-13anni di ciclo = prossimo minimo nel 2020

      (Quote)  (Reply)

  4. ice2020 :

    namesake :
    but we have an example of cycle aborted in the past?
    hello
    Alberto

    Maunder .

    Yes, the Maunder started with a failed cycle. A normal cycle preceeded the failure. No warning. The white light faculae also disappeared. In 1644, there were spots observed in all months but December. In 1645, one spot group was observed, and no more until 1652. After that, the pattern of a lone spot crossing once or twice a year, followed by many years of no spots.
    If we had the drawings of La Hire and others from the period, we could tell if this Eddy cycle is a repeat of the Maunder.
    Since you are close to France, why not ask Observatorie de la Paris.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.