Ghiacci Marini Antartici – Situazione Luglio 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.5milioni di kmq di estensione in più e 0.7 in più di area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 1.2milioni di kmq di estensione in più e 1.4 in più di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 1.1milioni di kmq di estensione in più e 1.5 in più di area.

Il Luglio 2010 per l’Antartico è stato il 1° per maggiore estensione.

FABIO

Hatena Bookmark - Ghiacci Marini Antartici – Situazione Luglio 2010
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

29 pensieri su “Ghiacci Marini Antartici – Situazione Luglio 2010

  1. Riccardo :

    OT:
    Volevo tornare un attimo sul mistero della famosa AR che ieri avevamo ipotizzato essere da ciclo dispari…ora vi linco due immagini relative rispettivamente al continuum ed al magnetogram(entrambi aggiornati alle 12,30 circa)…se le aprite e le mettete su due finestre affiancate(in modo tale da poterle guardare facilmente in sequenza), potrete notare che la piccola macchia(la 1097 per intenderci) corrisponde esattamente ad una AR molto piccola ma ben marcata che si trova all’interno della grande plage…ora questa AR è chiaramente da ciclo dispari e dunque vista la latitudine ci sono buone possibilità che appartenga al nuovo ciclo 25!!!!

    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.jpg

    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_mag/1024/latest.jpg

    Ho capit il tuo ragionamento…ma in questo caso credimi, mi sembra un poggiare su basi solide…

    anch’io sto aspettando una macchia a poalrità invertita nel nord emisfero e a latitudine interessante, ma questa lascia molto a desiderare…trattasi più semplicemente di un ar magari a polarità complessa, come già ce ne sn state in questo strano ciclo, ma nn credo ancora sia la regione che noi tutti stiamo aspettando!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  2. cmq nel sole tranne la 1093, ci sn tutte amcchiette che durante i minimi importanti del passato nn venivano contate (tranne la nuova 1098).

    insomma, nn si può dare un SN di 80 come fa catania con queste caccole, moltiplicando le macchie edaddirittura le regioni!

    oggi col nia’s count il sn è un ragionevole 15!

    altrochè il 43 sparato dal sidc!

      (Quote)  (Reply)

  3. Potrebbe comunque trattarsi di una nuova AR che per nostra sfortuna è nata all’interno di una vecchia plage(e perciò soprattutto dal GONG non si capisce un tubo),e non di una AR in evoluzione(come ad esempio la 1092)…comunque la corrispondenza tra quella macchiolina e quella AR è perfetta, e non penso essa appartenga alla plage…!!

    ice2020 :

    Riccardo :
    OT:Volevo tornare un attimo sul mistero della famosa AR che ieri avevamo ipotizzato essere da ciclo dispari…ora vi linco due immagini relative rispettivamente al continuum ed al magnetogram(entrambi aggiornati alle 12,30 circa)…se le aprite e le mettete su due finestre affiancate(in modo tale da poterle guardare facilmente in sequenza), potrete notare che la piccola macchia(la 1097 per intenderci) corrisponde esattamente ad una AR molto piccola ma ben marcata che si trova all’interno della grande plage…ora questa AR è chiaramente da ciclo dispari e dunque vista la latitudine ci sono buone possibilità che appartenga al nuovo ciclo 25!!!!
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.jpg
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_mag/1024/latest.jpg

    Ho capit il tuo ragionamento…ma in questo caso credimi, mi sembra un poggiare su basi solide…
    anch’io sto aspettando una macchia a poalrità invertita nel nord emisfero e a latitudine interessante, ma questa lascia molto a desiderare…trattasi più semplicemente di un ar magari a polarità complessa, come già ce ne sn state in questo strano ciclo, ma nn credo ancora sia la regione che noi tutti stiamo aspettando!
    Simon

      (Quote)  (Reply)

  4. Riguardo agli eventi estremi io credo che una meridianizzazione del clima come abbiamo avuto dall’inizio di questo inverno ad oggi porti con se tutto questo.Mentre d’inverno si alternano periodi calducci a periodi molto freddi alle basse latitudini (come da noi quando abbiamo avuto prima la neve e poi la sciroccata con conseguenti alluvioni in toscana), d’estate la situazione si fa molto più pericolosa dato che c’è molta più energia in gioco.
    Dato che Nao-/Ao- più o meno si comporta su scala emisferica allo stesso modo sia d’estate che d’inverno a seconda di dove scendono le saccature e dove salgono le risalite calde otteniamo gli incendi in russia, le alluvioni dalle altre parti, i temporali imbufaliti come da noi, e così via.Certo in una situazione stabile di piattume Ao+ sparato e Nao+ questa roba non si vedrebbe mai.
    L’estate si mantiene su questa falsariga di periodi di caldo bestiale (come a luglio da noi) e periodi di fulmini e saette, visto che quando sfonda l’aria fredda trova tantissima energia accumulata nelle settimane precedenti e l’unico risultato sono i casini che vediamo in tv.

      (Quote)  (Reply)

  5. Già ottimo trend e ottima estensione ma se ci mettiamo anche i ghiacci artici che non sono poi messi così male complessivamente i ghiacci polari sono in espansione alla faccia dei serristi del global warming e dell’ipcc e che dovremmo morire sommersi e arrostiti

      (Quote)  (Reply)

  6. Il naturale passaggio da un periodo di precaria stabilita’ ad uno di stabilita’ persistente (glaciazione), e’ proprio un acuirsi degli eventi estremi. Questo periodo, piu’ o meno lungo, e’ stato previsto anche nell’ambito della teoria (?) dell’AGW. Ma solo perche’ era inevitabile un simile andamento. Poi l’AGW prevede sempre e solo caldo… temperature in aumento a causa della CO2 e cosi’ via. Ma sappiamo che cosi’ non puo’ essere perche’ il pianeta riequilibra periodicamente le proprie energie… e perche’ l’unica fonte di energia che ha il nostro pianeta per tenersi caldo e’ il Sole.
    Quindi… avremo qualche anno bizzarro come questo e il precedente… ma con una tendenza termica al ribasso….

      (Quote)  (Reply)

  7. The IPCC predicted the incresed heat and droughts, but it predicted that they would be every year, not random years. They also predicted that there would be less snow and rain all over the Earth, which omits floods.
    They predicted both poles would lose ice, not the Arctic lose ice and the Antarctic gain ice.
    The IPCC predicted rising sea levels, which you can go down to any shore, and see it has not happened.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.