Ghiacci Marini Artici – Situazione Luglio 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 1.4milioni di kmq di estensione in meno e 1.1 in meno di area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 1.2milioni di kmq di estensione in meno e 1.3 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 2.0milioni di kmq di estensione in meno e 1.3 in meno di area.

Il Luglio 2010 per l’Artico è stato il 2° per minore estensione.

FABIO

Hatena Bookmark - Ghiacci Marini Artici – Situazione Luglio 2010
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

45 pensieri su “Ghiacci Marini Artici – Situazione Luglio 2010

  1.  
    Scusate, visto che Bora è relegato in un angolino mi ci metto io a rompere le scatole e cerco di farlo ancora meglio.
    Sostanzialmente, le catastrofiche previsioni dei signori del clima dovute all'aumento della CO2 sono una cagata pazzesca, e su questo siamo tutti d'accordo. I modelli climatici non funzionano, non ci piove, ma dire che un aumento della CO2 da 280 ppm a 381 ppm ha scarsissimi effetti sul clima o non ne ha affatto, è una cretinata: in effetti  non sappiamo che effetti avrà. Non lo sappiamo proprio per lo stesso motivo che rende non credibili le previsioni catastrofiste: non disponiamo di modelli climatici credibili.
    Cerco di spiegarmi meglio. Può darsi che lo spostamento anomalo dell'anticiclone delle Azzorre sia una questione di semplice sfiga: ma può anche darsi di no e questo spostamento è la causa delle migliaia di morti in Russia e in Pakistan. Può darsi che le ondate di gelo nel Sud del mondo siano un fatto statistico, prima o poi ti capita, ma può darsi di no. La causa, semplicemente, non la conosciamo ma "potrebbe" essere la CO2 ("potrebbe" non vuol dire "è"). Il problema non è cosa sta succedendo quest'anno: eventi estremi come questi stanno purtroppo diventando frequenti. Stiamo sporcando il Pianeta, non ne conosciamo le conseguenze e chi dice che non succederà niente a mio avviso fa un atto di fede ingiustificato, è fratello gemello dei serristi più accesi.
    Mi rendo conto di aver offeso delle persone, ma questa è la mia opinione adesso; sono pronto a cambiarla, se mi rendo  conto che  ce ne è una migliore.

      (Quote)  (Reply)

  2. Scusa Fabio, mi sa che mi sono spiegato malissimo. Intendevo dire che NON sappiamo né che l'aumento della CO2 non farà niente nè che ci darà  dei disastri. Quello che mi irrita è sostenere, come se fosse cosa certa, che non succederà niente.
    Per il resto su moltissime cose siamo perfettamente d'accordo altrimenti non leggerei NIA tutti i giorni, da mesi.
    Passa un Ferragosto fico

      (Quote)  (Reply)

  3. La cosa più irritante di tutte è costruire una teoria, documentari e campagne dii (dis)informazione sul dogma per cui l'aumento della CO2 fa aumentare le temperature e tutto ciò è dovuto all'azione dell'uomo.
    Proprio perchè questo dogma non è provato, ci vorrebbe molta più prudenza, quella che invochi, cosa che i sostenitori del Global Warming antropico non hanno.

      (Quote)  (Reply)

  4. E' un messaggio personale, per favore cancellalo appena ti arriva
    Assolutamente d'accordo, con in più l'aggravante che molti sostenitori dell'AGW lo fanno per interesse economico.
    Io chiuderei qui ma… è ferragosto, che ci fai davanti a una tastiera? Teletrasportati da un gelataio! Ciao

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.