Lettera al Direttore del SIDC – Letter to SIDC Director

Conosciamo il SIDC come un’istituzione ben nota e prestigiosa a livello mondiale, per la determinazione ufficiale dei sunspot number (SN), giornalieri e mensili.

Proprio per questo, le scriviamo per esprimere tutta la nostra sorpresa ed i nostri dubbi riguardo i criteri di calcolo dei SN e riguardo i valori che leggiamo ogni giorno, confrontati con quanto possiamo vedere dal Continuum SOHO: ad esempio, il SN=4 attribuito, il 20 agosto, ad un Sole che sinceramente ci è apparso senza macchie, oppure il SN=33 del giorno 16 agosto, con un Sole che presentava poche micromacchie.

Crediamo sarebbe molto utile, per noi e per tutti gli appassionati della materia, se lei potesse fornirci qualche informazione riguardo

1) i criteri di calcolo del sunspot number, in particolare il fattore di correzione (K) utilizzato;

2) i nomi degli osservatori i cui dati sono utilizzati per calcolare i sunspot number, oltre a Catania e Locarno;

3) i criteri di calcolo del sunspot number in presenza di “pore”, ovvero se siano o meno gli stessi utilizzati per le macchie solari;

4) infine, in che modo sia possibile paragonare i sunspot number calcolati dal SIDC di recente (durante l’ultimo minimo e durante l’attuale ciclo 24) con i SN calcolati 50, 100, 200 anni fa e se il SIDC intenda procedere con tali paragoni nel prossimo futuro: è infatti ben noto il problema della continuità del calcolo dei SN moderni rispetto a quello del passato, dovuto alla maggiore risoluzione degli strumenti utilizzati per l’osservazione delle macchie solari.

Noi crediamo che una risposta ufficiale da parte sua possa incrementare ulteriormente il prestigio del SIDC. Per questo, la ringraziamo in anticipo per la risposta che vorrà fornire a noi ed a tutti gli altri appassionati di questa bella scienza.

Cordiali saluti

———————————————

SIDC is a worldwide well known and prestigious organisation, for official daily and monthly sunspot number (SN) calculation.

For this reason we wish to express our surprise and doubts about SN calculation criteria and about SN values we can read every day, compared with SOHO Continuum observation: e.g. on 20th August SN=4 but the Sun seemed to be absolutely spotless; or 16th August, SN=33 but the visible solar surface had just few microsunspots.

We believe it would be very useful, for us and for many other amateurs, if you could give some information about

1) SN calculation criteria, including the correction factor (K) used;

2) the names of the observatories whose data are used to calculate SNs, together with those coming from Catania and Locarno;

3) SN calculation criteria when “pores” are visible, i.e. if they are the same as those used for sunspots;

4) last but not least, how to compare SIDC recent SNs (during the last minimum and during the current cycle 24) with SNs calculated 50, 100, 200 years ago and, furthermore, if the SIDC is going to proceed with such a comparison in the future: in fact, it is well known the problem of continuity of modern SNs calculations compared to past ones, due to higher resolution of the instruments used for sunspot observation.

We believe that an official answer from you could increase SIDC high reputation. For this reason, we wish to thank you in advance for the answer you will be going to give us and to all the other amateurs of this fascinating science.

Best Regards

Subscriber:

1 -Daniele Chierico (Altamura-BA)
2 -Paolo Russo (Torino)
3 -Alessio Gerace (CN)
4 -Giandomenico Lorenzi
5 -Luigino Gallo (Bari)
6 -André Roveyaz
7 -Icaro Masseroli (Bergamo)
8 -Francesco Riccetti (spoleto, PG)
9 -Francesco Carraro
10-Andrea Ghironi (Sardegna)
11-Paolo Gadotti (Trento)
12-Laila Zanni (Castelfranco Emilia, MO)
13-Giovanni Micalizzi (Messina)
14-Marco Gagliardi (VB)
15-Alessandro Ribaudo (Roma)
16-Domenico Alberga (Bari)
17-Antonio Faiella (Napoli)
18-Gianmarco Zo (BI)
19-Luca Gallina (Carbonate, CO)
20-Enzo Mosca (Dresda)
21-Antonio Giuffreda (Vieste, FG)
22-Renso Roberto (Bovolone, VR)
23-Alessandro Di Bella (Niteroi, Rio de Janeiro, Brasil)
24-Dr. Elmar Pfletschinger (Verona) Presidente del Circolo Astrofili Veronesi
25-Dr. Luca Nitopi (Genova)
26-Dario Cambiaghi (Bussero, MI)
27-Riccardo Mussi (Parma)
28-Gianluca Alicino (Arconate, MI)
29-Michele Baccaro (Rimini)
30-Conti Luca Massimo
31-Sara Mahmutaj (Rimini)
32-Luca Marini (Cremona)
33-Riccardo Vitali Pontoglio (BS)
34-Antonello Damiani (Roma)
35-Stefano Riccio (Firenze)
36-Pollini Mauro (Udine)
37-Andrea Battistini (Cesena)
38-Gabriele Santanché
39-Alessandro De Rosi
40-Roberto Bellini (Verona)
41-Denis Rigoni (Vicenza)
42-Alfredo Mazzei (Isola d’Elba)
43-Donato Volpicella (Bari)
44-Giglio Ratti (La Spezia)
45-Quartino Marco (Voltri, GE)
46-Bernardo Mattiucci (Broccostella, FR)
47-Livio Bissanti (Bari)
48-Tiziano Caliandro (Roma)
49-Maurizio Pozzi (Como)
50-Fabio Nervegna (Milano)
51-Riccardo Rosellini (Viareggio, LU)
52-Francesco Di Carlo (Teramo)
53-Michele Casati (Lucca)
54-Fabio Vieste
55-Marco Ciminari (Civitanova Marche)
56-Vincenzo Giacchina (Palermo)
57-Juan Llanos (Barcelona, Spain)
58-Mattia Poletti (Parma)
59-Ivan Ramondo (Imperia)
60-Andrea Bisoglio (Vercelli)
61-Piergiorgio Cappelli (Rimini)
62-Luca Di Giacinto (Giulianova, TE)
63-Daniele Santini (Ascoli Piceno)
64-Andrea Bontempi (Milano)
65-Giorgio Calcara (Palermo)
66-Botturi Cristian (Mantova)
67-Bruno Pierotti (Camaiore, LU)
68-Stefano Bergonzi (Piacenza)
69-Enrico Cosimi (Anguillara Sabazia, RM)
70-Lollini Diego (Pescia, PT)
71-Roberto Liverani (Forlì)
72-Paolo Marenzi (Cremona)
73-Francesco Sartini (Pisa)
74-Rocco Marra (Reggio Calabria)
75-Dr.Simone Sinapi (Pesaro)
76)-Daniela Valentini (Roma)
77)-Bruno Salvatore (Bologna)
78)-Stefano Ronconi (Faenza-RA)
79)-Paolo Mottadelli ( Verano Brianza-MB)
80)-Alessandro Dall’Aglio (Torino)
81)-Alessandro Bertini ( Palaia – Pisa )
82)-Luigi Lucato (Pozzolo Formigaro AL)
83)-Valeria Cupo (Paomonte, SA)
84)-Lorenzo Da Rio – Mannheim (Germania)

Hatena Bookmark - Lettera al Direttore del SIDC – Letter to SIDC Director
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

85 pensieri su “Lettera al Direttore del SIDC – Letter to SIDC Director

  1. @FabioDue
    Questa della sottostima del minimo di dalton (e altri minimi) non é la prima volta che la sento. Ma la cosa non implica nessun problema perché se aumentano di un 25% l´attivitá delle SN durante il Dalton, e non so di quale percentuale possa essere aumentato il Maunder… saremmo nelle stesse condizioni dell´attuale minimo. Ma allora non si puó lasciare i diagrammi che tutto il mondo conosce nelle condizioni in cui si trovano adesso, e poi se si aumenta il periodo del dalton occorre anche aumentare i cicli immediatamente successivi.

      (Quote)  (Reply)

  2. Emilio :Beh, comunque il succo del mio pensiero è questo:considerando che nel calcolo del numero di macchie c’è troppa soggettività (come del resto anche col conteggio NIA è trasparso) dovuta alla tecnica usata dall’osservatore, dallo strumento usato, dal calcolo del seeng, della trasparenza, dalla stessa bravura del tecnico e che tutto ciò determina valori che non possono essere considerati di alta scientificità (dovrebbe tenersi anche in considerazione la grandezza della macchia), ritengo che intesdardirsi con questo parametro sia quasi inutile.Al giorno d’oggi ci sono altri parametri scevri da errori e contestazioni (almeno spero) che monitorano lo stato della nostra stella, per cui diamo meno importanza al fatto che Locarno veda 3 macchie, Catania 4 e il Sidc conta 2….

    Il sunspot number è, ahimè, molto importante in quanto è l’unico parametro disponibile per gli ultimi 300 anni di osservazioni (sebbene ricostruito per i valori antecedenti il 1849).

    Inoltre, in assenza di un fattore di correzione per le osservazioni meno recenti, i cicli di 150-200 anni fa non sono ben confrontabili con quelli più recenti, in particolare con il ciclo attuale (il 24).

    Insomma, intestardirsi non è un esercizio fine a se’ stesso, ma finalizzato a capire che cosa il Sole stia combinando ADESSO.

    Gli altri parametri che citi (ad esempio il solar flux, immagino) purtroppo non sono disponibili per le osservazioni di 100 o 200 anni fa.

    Quindi, in assenza di una comprensione del funzionamento interno del Sole che consenta di capire cosa stia succedendo, ancora una volta il sunspot number è l’unico appiglio possibile.

      (Quote)  (Reply)

  3. Perdonatemi, ma ieri ho presenté.Felicidades i creatori di questo splendido forum ei suoi partecipanti, siamo in un momento della nostra vita che possiamo vedere nei prossimi anni un raffreddamento graduale, ha confermato e ratificato l’attuale rallentamento dell’attività solar.Tuvimos Barcellona su un fantastico 8 Marzo tempesta di neve che non aveva mai visto, penso che quest’anno sarà anche oggi abbiamo mejor.Veo bianco o quasi certo che a Catania è visto che pixel minuscolo, jeje.Saludos.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.