Tale e Quale….

 In merito alla risposta che codesto blog ha avuto dal SIDC e alle insinuazioni e polemiche che si continuano a fare nonostante tutto, io dico: non c’è peggiore sordo di chi non vuol sentire.

Hatena Bookmark - Tale e Quale….
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

17 pensieri su “Tale e Quale….

  1. Non capisco quale sia il problema … sappiamo che l’ SSN attuale non può essere usato per confrontare il ciclo 24 con il Dalton ed il Maunder e che l’ errore é notevole … ovvero un errore di +/- 10-15%. Questo vuol dire che le misurazioni con l’ SSN sono più qualitative che quantitative ovvero non rigorose dal punto di vista scientifico, forse anche “artistiche” e soggettive. A questo punto credo che sia inutile fare altre polemiche …
    Non vorrei spingermi oltre e dire che l’ SSN non serve a niente perché non é vero … ma da un “idea” di quanto é stato attivo il sole durante il ciclo solare, un valore per niente oggettivo e che manca di una vera e propria standardizzazione. A questo punto fare altre polemiche e discussioni é come accapigliarsi per decidere quale sia il sesso degli angeli.

      (Quote)  (Reply)

  2. Beh, non possiamo certo attenderci cambiamenti solo perchè gli abbiamo scritto noi.
    Io mi accontenterei del fatto che ora ci sia più chiarezza:
    il SIDC ci ha fatto capire di perseguire, prima di tutto, il rigore nei conteggi delle macchie (e quindi nel calcolo del sunspot number) con i più moderni strumenti a disposizione;
    si rende conto che ciò non garantisce affatto la continuità col passato;
    ha però un’idea dello scarto esistente tra i valori odierni del sunspot number e quelli di 100-200 anni fa.

    Io non pretenderei più di quanto si possa pretendere. Quando avremo altre questioni “di peso” da porre al SIDC, credo sarà giusto farlo.

    E poi, a dispetto dei valori attuali del SN e del SSN, osserviamo che questo ciclo è eccezionale, ancora di pù se applichiamo quella percentuale approssimativa di scarto che lo stesso SIDC ci ha suggerito.
    Più di così………

      (Quote)  (Reply)

  3. Simon, dammi retta, pubblica il mio articolo.
    Così si vedrà che, a dispetto di tutte le dispute sui conteggi e di tutte le manipolazioni, vere o presunte, del SN e del SSN, questo ciclo 24 è davvero eccezionale, almeno finora.
    E a quel punto, del fatto che i valori odierni del SN e SSN non siano ben confrontabili con quelli passati ce ne importerà un po meno.

      (Quote)  (Reply)

  4. Col sistema del fattore “k” non credo si possa far molto meglio di quanto stia facendo il SIDC. Per riportarsi a misure confrontabili a quelle del 1800 includono una vasta platea di osservatori e assegnano il valore k con un metodo ragionevole, così da avere una media significativa. E’ chiaro che con questo sistema rischia di essere sopravvalutata la micro macchia o il pore, al tempo stesso rischia di essere sottovaluta la grande macchia, quella visibile a tutti. Ripeto il mio esempio: 5 grosse macchie per Locarno e Catania sarebbero conteggiate, all’incirca, come 0.6*(5*10 +5) =33. Anche se ci vedessero altri 10 pore non arriverebbero a 55. E’ il motivo per cui mi pare sensato intraprendere anche altre strade ovviamente in ottica amatoriale…

      (Quote)  (Reply)

  5. @FabioDue
    Il fatto é che se confermata la polaritá da ciclo dispari (23/25) a quella latitudine una macchia o un pore sarebbe da… ciclo 23!

    Per quanto riguarda macchie nell´emisfero nord ne abbiamo giá avuta una a 9° N. (la 1093 NOAA o 12 per CT) nei primi giorni di agosto.

      (Quote)  (Reply)

  6. Forse sarebbe da ciclo 23, o forse sarebbe una macchia “bizzarra” da ciclo 25, rientrante in quel 3% di macchie anomale, chi può dirlo?

      (Quote)  (Reply)

  7. FabioDue :

    Forse sarebbe da ciclo 23, o forse sarebbe una macchia “bizzarra” da ciclo 25, rientrante in quel 3% di macchie anomale, chi può dirlo?

    Se fosse una regione da ciclo 23 dopo tutto questo tempo dall’inizio del ciclo 24 sarebbe un fatto più unico che raro, fatto ugualmente eccezzionale se fosse del ciclo 25, vista la latitudine e visto che l’emisfero sud è pure indietro di 2 anni circa all’emisfero nord sarebbe ancor più eccezzionale che se fosse del ciclo 23, per quanto riguarda le macchie appartenenti al ciclo 24 altro che 3%, a quest’ora saranno anche il doppio o forse anche di più.

      (Quote)  (Reply)

  8. Mi sembra di aver notato che quando si mostrano sia regioni normali che regioni “invertite” il Solar flux tende a rimanere basso segno che l’uno inibisce l’altro che ne pensate?

      (Quote)  (Reply)

  9. @Alessio
    È stranissimo perché dalla latitudine dovrebbe essere ciclo 23 il che é praticamente impossibile, se fosse del ciclo 25 sarebbe dovuta comparire attorno ai 40-35° di latitudine. Se fosse del ciclo 24 con la polaritá magnetica che si “sistema” nel proseguimento, sarbbe in ogni caso una area da massimo solare… qualunque cosa sia é veramente intrigante. E ancora piú strano che SOHO e SDO hanno cancellato l´immagine…. tranne che trattandosi di un pore sia sparito dopo alcune ore.
    Sono curioso di vadere domani, se ancora esiste questo pore, se CT o Locarno lo contano perché gli osservatori terrestri non si importano della polaritá magnetica e segnalano quello che vedono, molte volte anche troppo bene.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.