Come previsto, attività solare di nuovo in calo, il ciclo solare 24 non ce la fa!

Immagine Soho autoaggiornante

Nonostante la presenza di 3 regioni in comtemporanea, l’attività solare resta a valori molti bassi.

A sostenere ciò non può che essere come al solito il solar flux che con la giornata di ieri registrava una media mensile parziale di 80.04.

Si va quindi prospettando, se le cose dovessero perdurare in codesto modo per i rimanenti 9 giorni di ottobre, un calo di suddetto indice ri spetto i mesi precedenti e comunque un suo valore ancora molto lontano dall’aver raggiunto il traguardo  di 90!

Tutti gli altri cicli di cui è possibile avere la valutazione oggettiva del flusso solare, ovvero a partire dal 1947, a questo punto del ciclo avevano già abbondantemente superato la quota media mensile di 90 ed addirittura raggiunto quella di 100!

Tutto ciò a continua dimostrazione che nonostante i conteggi moderni alterino in modo evidente l’evoluzione del ciclo 24, in raltà esso si sta confermando sempre più un minimo solare di quelli tosti e che non smette più di stupire!

Ci si aspetta che l’attività solare cresca ancora naturalmente nel corso dei prossimi mesi, ma bisognerà evdere di quanto!

Il paragone col primo ciclo del minimo di Dalton sembra essere ormai scontato, se dai cicli successivi accadrà anche qualcosa di più profondo, non ci è dato saperlo. Non credo ormai più nell’ipotesi di un ciclo abortito, o meglio ci credo molto meno di un anno fa, ma ovviamente mai dire mai!

Una cosa incredibile è, dopo aver visto un calo negli ultimi mesi in coincidenza con l’incremento dell’attività solare, anche i raggi cosmici sono in fase di leggera ripresa o comunque restano stabili e non sembrano discendere a piede libero, segno che il vento solare continua ad essere a valori bassissimi:

http://www.persicetometeo.com/public/sole_monitoring.htm

Insomma, NIA ha sempre sostenuto fin dall’inizio l’importanza di questo minimo solare, quando ancora c’era qualcuno, anzi tanti se non la maggiorparte che affermavano che era tutto normale…ed è il motivo se volete principale che mi ha portato ad apire questo Blog…

Ultimamente non ha tirato della buon aria, ed ho ricevuto anche parecchie sollecitazioni da parte di molti lettori che non si ritrovano più con la linea editoriale di NIA…forse è perchè ora abbiamo aperto nuovi confini, e capisco che a volte tali confini sfocino in argomenti non proprio puramente scientifici.

Ma dire il vero, ogni volta che approvo un articolo, io ci credo…ogni pezzo, anche quello che può sembrare più “estremista” in realtà poggia su documentazioni scientifiche. Poi è chiaro, che se qualche commentatore scrive di teorie esoteriche o apocalitiche stile 2012, non è che io posso bannare il loro pensiero, anche perchè finora io personalmente non mi sto accorgendo di questo filone di New Age che starebbe imperversando nel Blog…qualora lo fosse veramente, partirebbero le censure, perchè voglio rassicurare tutti che NIA pur non avendo pretese scientifiche, non accetta e non ammette storie di apocallissi e 2012 styile…in questo ci tenevo ad essere chiaro una volta per tutte!

E speriamo che i disturbatori se ne stiano il più possibile lontano dal Blog, in tal senso, non avremo problemi ad attivare i filtri di cui disponiamo, in modo tale che solo chi è effettivamente iscritto al blog con caratteri provati, possa continuare a lasciare commenti.

Stay tuned, Simon

Hatena Bookmark - Come previsto, attività solare di nuovo in calo, il ciclo solare 24 non ce la fa!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

46 pensieri su “Come previsto, attività solare di nuovo in calo, il ciclo solare 24 non ce la fa!

  1. Donato :

    @rbateman
    Purtroppo io non conosco l’inglese quindi potrei anche non aver capito il senso completo del tuo messaggio. E’ vero che la fase di minimo è stata molto lunga e, quindi, anomala però, dopo il minimo la fase di risalita sembra coincidere con quella del ciclo 10. I tuoi dubbi sono i miei: sta succedendo qualcosa nel sole o intorno ad esso? Non lo so. Ecco perché cerco di capire. Purtroppo, però, l’unica cosa che ho capito è che per sapere come andrà a finire bisogna aspettare. Riusciremo mai a capire il perché? Forse un giorno ma credo molto lontano.
    Donato

    Non bisogna mai dimenticare che i conteggi di oggi sn almeno un 30-40% superiori a qulli del 1850 quando era in atto il ciclo numero 10…me ne sto accorgendo sempre più grazie al nia’s count, quindi il 30-40% nn è tirato lì a casa…anche se fosse del 20% sarebbe cmq una differenza importante!

    ogni raffronto col passato nn ha più ragione d’essere ormai, e questo lo abbiamo provato e riprovato da ultimo anche cn la letter a di risposta del direttore del sidc…!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  2. One more reason why we should now know what is going on from careful observing:

    IIB. Geophysical Activity Forecast: The geomagnetic field is
    forecast to be mostly unsettled to active on day 1 (23 October) due
    to coronal hole effects in progress. Unsettled to active conditions
    with a chance for minor storming are expected on days 2 and 3 (24-25
    October) from the affects of a second favorably positioned coronal
    hole.

    If memory is correct, the Coronal Holes were all the activity that we saw for the most of 2008 and 2009. Now, we return to those repeating Coronal Holes. The Northern and Southern belts of AR’s are supposed to thicken and merge toward the equator. We should not be seeing the Coronal Holes tearing the bands to pieces.
    This says the cycle is set to go back down.

      (Quote)  (Reply)

  3. rbateman :@Donato ……..……………….The time for cautionary wait & see is over.The time for close examination of present accelerated percentage of abnormal phenomena to be explained, accounted for and postulated … has come due.Call.

    Close examination? I agree with you, but how? We are not NASA, I think we just can observe solar surface and try to imagine what is going to happen.

    Furthermore, most of these phenomena, as you have already said in some way, are new. Nothing like this was observed in the last 60 years. We have little knowledge about inner solar engine, how it works in “regime” conditions, so how can we say more about a possible transition or anomalous behaviour?

    If we have had news about, e.g., coronal holes during Dalton or Maunder Minimum, I think we could have said something more……or maybe (surely!) I am not able to say more but someone else is.

      (Quote)  (Reply)

  4. FabioDue October 24, 2010 at 10:00 | #44

    Close examination? I agree with you, but how? We are not NASA, I think we just can observe solar surface and try to imagine what is going to happen.

    We have no models or theories to defend, no funding source to justify, and no politicians to satisfy. We have our imaginations and the same data as everyone else. All that matters is that we keep observing and talking about it. Under no circumstances should we let others spoil our efforts to try and understand what is going on.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.