CLIMATISMO: La credenza nel riscaldamento globale di origine antropica é ormai (quasi) una religione.

Climatism  (in inglese) è la credenza nel riscaldamento globale antropico (AGW) e dei suoi effetti apocalittici da giorno del Giudizio,  senza ricorrere al pensiero razionale o a un esame completo delle prove scientifiche. Questo fa parte di una recente tendenza  eco-religiosa nella società occidentale, dove viene ignorata la scienza ma vengono utilizzate parole scientifiche come copertura  del sistema di credenze.

Nel Regno Unito: in una sentenza storica, il giudice Michael Burton ha detto che” la fede nei cambiamenti climatici artificiali… è in grado, se realmente dichiarato,  di essere una convinzione filosofica ai fini di una regolamentazione della credenza nella religione”

[http://www.telegraph.co.uk/earth/earthnews/6494213/Climate-change-belief-given-same-legal-status-as-religion.html]

Ambientalismo come religione

Questo è il titolo di un articolo in The New Atlantis – A journal of Technology and Society [http://www.thenewatlantis.com/publications/environmentalism-as-religion] “per alcuni individui e la società, il ruolo della religione sembra sempre più  riempito da ambientalismo. … Per comprendere meglio il futuro della politica climatica, dobbiamo capire da dove è venuta la  “ecoteologia” e dove è probabile che arrivi. ”

Dall’articolo:

  • ” L´ambientalismo progressivamente sta prendendo forma sociale di una religione per soddisfare alcuni bisogni individuali associati con la religione, con grandi politici e implicazioni politiche. … Siamo tutti peccatori di energia, condannati a morire, a meno che noi cerchiamo la salvezza, che ora è chiamata  sostenibilità. La sostenibilità è la salvezza nella Chiesa dell’ambiente. Proprio come il cibo biologico è l´ostia consacrata della sua comunione. La vendita di indulgenze è fuori  moda in questi tempi. Ma ora si può attenuare il senso di colpa acquistando crediti di carbonio. … L´uso di un nuovo linguaggio  di riformulazione delle tendenze culturali e sociali,  suggerisce l’ascesa di quello che  Allenby chiama un pericoloso nuovo “fondamentalismo del carbonio “.
  • ” La fede, nella formulazione originale di Kierkegaard: é l’atto di credere in qualcosa senza o a dispetto di prove empiriche. … L´ambientalismo é sempre più  basato sulla fede, James Lovelock dice:  “sono d’accordo con voi incondizionatamente. L’uomo ha probabilmente un desiderio di una ideologia evolutiva per giustificare le sue azioni. Il pensiero verde è come una religione, cristiana o musulmana che sia, è solo un’altra ideologia. “
  • ” Una  preoccupazione piú profonda  è l’ espansione di irrazionalità nella realizzazione delle politiche pubbliche. … I processi basati sui dati sperimentali della scienza sono soffocati dall´inserimento di sistemi di credenze che si basano sulla forza archetipica ed emotiva…. L’autorità della scienza è invocata non per l´illuminazione dei fatti,  ma come fondamento ideologico di una politica autoritaria. “
  • ” l’approccio empirico  rimasto solo in una piccola parte di scienziati (i cosidetti scettici) serve per ridurre i pericoli di zelo e per mantenere il minimo di sopravvivenza scientifica. Una rigorosa attenzione sui fatti e sulla ragione quando possibile puó evitare un eccesso di errori  nella politica.

Freeman Dyson, (pensionato professore di fisica presso l’Institute for Advanced Study, Università di Princeton) ha scritto una recensione di un paio di libri sul riscaldamento globale (“la questione del riscaldamento globale”, New York Review of Books [http://www.nybooks.com/articles/archives/2008/jun/12/the-question-of-global-warming/?page=1]) in cui egli ha dichiarato:

  • L´ambientalismo ha sostituito il socialismo come religione laica . E l’etica dell’ambientalismo è fondamentalmente sana. Scienziati ed economisti possono concordare con i monaci buddisti e attivisti cristiani che la spietata distruzione degli habitat naturali è un male e invece una attenta  conservazione degli uccelli e farfalle è una cosa buona. La comunità mondiale degli ambientalisti — la maggior parte dei quali non sono scienziati — tiene alto il loro morale  pensando di guidare la  società umana verso un futuro di speranza. Ambientalismo, come una religione di speranza e di rispetto per la natura, esiste per rimanere. Questa è una religione che tutti possiamo condividere, anche se non crediamo che il riscaldamento globale è nocivo. “
  • Purtroppo, alcuni membri del movimento ambientalista hanno adottato anche come articolo di fede la convinzione che il riscaldamento globale è la più grande minaccia per l’ecologia del pianeta . Questa è la ragione per cui gli argomenti sul riscaldamento globale sono diventati amari e appassionati. Gran parte dell’opinione pubblica è giunta a credere che chi è scettico sui pericoli del riscaldamento globale è un nemico dell’ambiente. Gli scettici hanno ora il difficile compito di convincere l’opinione pubblica che è vero il contrario. Molti sono gli scettici  appassionati di ambientalismo ma sono inorriditi nel vedere come l’ossessione del riscaldamento globale  distrae l’attenzione pubblica da ciò che vedono come pericoli più gravi e più immediati per il pianeta, inclusi i problemi degli armamenti nucleari, il degrado ambientale e l´ ingiustizia sociale. “

(Per ulteriori informazioni su Freeman Dyson, vedere: http://www.appinsys.com/GlobalWarming/TheExperts.htm)

Pentitevi dei vostri peccati ambientali.

Un articolo nel Canada Free Press [http://canadafreepress.com/index.php/article/28434]:

  • “come tante altre fedi politiche, l´ambientalismo é anche un sistema di credenze accuratamente ipocrita, la predicazione di una fede che la propria élite non pratica. Se il peccato è il consumo  i suoi sostenitori  sono i peggiori peccatori. Ogni volta che Al Gore o altri leader ambientalisti girano in  jet intorno al mondo per promuovere i i pericoli del “carbonio” (visto come il Diavolo) , il resto del mondo li vede e li ricorda come  un clero ipocrito e marcio. “
  • “L´ambientalismo è diventata una teologia, fondendosi perfettamente con la guerra di classe e l´abbandono del progressismo tecnologico, per un gioco moraleggiante. Ma la sua unica vera religione è quella del potere. Dietro il rullare dei tamburi  della sua invettiva, si può facilmente individuare il metodo per controllare e  per arricchirsi vendendo  “Prodotti verdi” e “Occupazione verde” e per i programmi educativi che indottrinano questo credo nella mente e nell’anima di ogni bambino. “

Poi non ci dobbiamo stupire più di tanto di tali slogan:

Come visualizzato a treehugger:

http://www.treehugger.com/galleries/2009/06/coolest_environmental_advertis.php?page=1]

10: 10 Crea Video totalitari

[http://blogs.forbes.com/warrenmeyer/2010/10/07/why-blowing-up-kids-seemed-like-a-good-idea/]

[http://www.coyoteblog.com/coyote_blog/2010/10/al-gore-meets-movie-gore-climate-alarmism-jumps-the-bandersnatch.html]

Greenpeace come la gioventú Hitleriana spinge verso una visione totalitaria.

http://www.youtube.com/watch?v=Nf53N1CR_XU

Il cambiamento climatico rappresenta una questione morale? Che cosa direbbe Dio?

Questo è il titolo di un articolo in USA Today [http://content.usatoday.com/communities/greenhouse/post/2010/04/is-climate-change-a-moral-issue-what-would-god-say/1] “Dio cosa farebbe? Un crescente coro di voci è inquadrato negli sforzi per combattere il cambiamento climatico in termini morali e religiosi–detto dal Papa a un leader climatologo. ”

Il climatologo”leader” è James Hansen, il grande manipolatore di dati: “”la questione morale predominante del XXI secolo, quasi sicuramente, sarà il cambiamento climatico, paragonabile al nazismo, affrontato da Churchill nel XX secolo e la schiavitù affrontata da Lincoln nel XIX secolo “scrive James Hansen” (che ha vinto un premio di 100.000 $ per il suo allarmismo). (Vedi anche: http://www.appinsys.com/globalwarming/Hansen_GlobalTemp.htm)

“Papa Benedetto XVI conosciuto da molti come il”Papa verde”, si è sempre più pronunciato sulla tutela dell’ambiente, che egli considera come creazione di Dio. …, il Papa che ha guidato il Vaticano verso l’installazione di pannelli solari ed è entrato a far parte di un progetto di riforestazione per compensare le proprie  emissioni di carbonio, il Papa che ha  denunciato il fallimento dei leader del mondo per raggiungere un nuovo trattato per i cambiamenti climatici. ”

La questione in questo modo  crea un dilemma per i crociati del clima, dal momento che la paura è  aumentata negli anni ‘ 90 in cui non  c’è stato alcun ulteriore riscaldamento – o Dio non crede nel antropica del riscaldamento globale (o ha già fatto qualcosa al riguardo), o egli non esiste (o esiste ma non può cambiare le cose).

La prova  dell´ AGW come una religione

Un articolo presso il sito di notizie degli affari UE EurActiv dal titolo “EU R&D Gli sforzi ostacolati dalla ‘ eco-religione ‘”

Gli Stati europei non sono favorevoli ad  un’innovazione perché la loro visione del ruolo della scienza è cambiato” da  forza  buona per proteggerci dai mali della natura, improvvisamente é diventata una macchina  tecnologica  che ha portato le  grandi imprese a  distruggere e a inquinare la natura”. I rituali ecologici   per riciclare e ridurre la propria impronta ecologica sono tutti “simboli religiosi molto forti che aggiungono significato alla nostra vita,” Il cambiamento climatico rappresenta l´Armageddon e “Il bene e il male dipende se viviamo la nostra vita in modo sostenibile o no”, ha detto Zaruk. Ha inoltre rilevato che la religione  degli ambientalisti tende a vedere la scienza come una minaccia nello stesso modo come aveva fatto la Chiesa Cattolica nel Medioevo ” [http://www.euractiv.com/en/science/eu-rd-efforts-hampered-eco-religion/article-184484]

Dell’Istituto per la scienza, innovazione sociale dell’Università di Oxford  un libro intitolato “Come ottenere che la politica sul clima torni nel suo corso”. Si afferma:

 ” La politica climatica  è venuta per servire molte altre funzioni politiche e sociali oltre il suo formale obiettivo dichiarato. Perché la politica climatica esegue tanti altri tipi di lavoro politico, religioso e psicologico, ed ha grande slancio ” [http://www.lse.ac.uk/collections/mackinderProgramme/pdf/ClimatePolBackonCoursePRODUCTIONFINAL060709.pdf]

Il Centro Tyndall nel Regno Unito è un grande promotore della paura dell´AGW. In uno dei loro documenti dichiarano:

” La percezione nel pubblico degli eventi meteorologici e climatici di origine antropica e  del loro effetto sullo sviluppo delle credenze,   permette di comprendere  perché il termine ufficiale è stato cambiato da “riscaldamento globale” a “cambiamento climatico”. Dalla carta degli Stati europei: ” Per appoggiare la politica di cambiamento devono «credere» che il riscaldamento globale diventerà una realtà in poco tempo nel futuro. Solo l’esperienza delle anomalie di temperatura positiva sarà registrata come indicazione di un cambiamento se la questione è incorniciata come riscaldamento globale. Verranno registrate esperienze  sia di anomalie di temperature positive che negative  come indicazione del cambiamento se la questione è incorniciata come  “cambiamento climatico” . Proponiamo che in quei paesi dove il cambiamento climatico è diventato il termine popolare predominante,  i fenomeni di temperature stranamente fredde, ad esempio, dovranno essere  interpretate come il riflesso del riscaldamento globale/cambiamento climatico . ”

[http://www.tyndall.ac.uk/sites/default/files/wp58.pdf]

I crediti di carbonio servono come indulgenze: “i  crediti di carbonio nella religione devono trattare i sensi di colpa, la paura e la redenzione. Infatti è la religione che ha stabilito il modello per i crediti di carbonio. L’idea in entrambi i casi è di vendere il perdono per i peccatori. ” [http://www.canada.com/saskatoonstarphoenix/columnists/story.html?id=31989503-ead6-4a40-90c0-28117e4dbc91]

Fondatori del movimento AGW

Durante la sessione plenaria dell´UNCED,  Maurice Strong Segretario generale di Earth Summit  ha ricevuto  l’attenzione del mondo per la  dichiarazione sulla Sacra Terra Gathering, che faceva parte delle cerimonie pre-Summit. “La responsabilità di ogni essere umano odierno è di scegliere tra la forza delle tenebre e la forza della luce. Dobbiamo quindi trasformare i nostri atteggiamenti e valori e adottare un rinnovato rispetto per la legge della natura divina superiore . ” Nel programma della cerimonia ha detto che i batteristi avrebbero mantenuto un ritmo continuo come ‘ il battito cardiaco’ della Sacra Terra come parte di un rituale rivolto alla guarigione della Terra e per essere sentiti da coloro che decidono il destino del pianeta”. [http://www.un.org/geninfo/bp/enviro.html].

La carta della Terra è stata costituita nel 1996 sotto la leadership di  Gorbaciov con vari membri religiosi. La Commissione ha nominato Steven Rockefeller (professore di religione ed etica) a presiedere il comitato di redazione. Nel 1999 si sono tenute consultazioni sulla carta della terra presso il Parliament delle religioni del mondo a Città del Capo, Sudafrica e nel 2000 è stata rilasciata la versione finale dopo una riunione presso la sede dell’UNESCO a Parigi. ” La tutela della vitalità della terra, la diversità e la bellezza è una Fede Sacra . … Lo spirito di solidarietà umana e la parentela con ogni forma di vita è rafforzato quando viviamo con reverenza per il mistero dell’essere. ” [http://www.earthcharterinaction.org/content/pages/Read-the-Charter.html]

“L’Arca della Speranza” nasce nel 2001 come un ” luogo di rifugio per la carta della terra …documento scritto a mano su carta di papiro “, così come un rifugio per i”libri di Temenos”, piene di pagine di  preghiere visive e affermazioni per la  guarigione globale, la pace e la gratitudine “. L’Arca assomiglia in dimensioni alla biblica Arca dell’Alleanza, completa di poli che ” sono corna dell`Unicorno per rendere inefficace il Male ” e con i lati e dipinti che rappresentano elementi della Terra (cioè “scientifici” elementi come la terra, aria, fuoco, acqua e dello spirito). ” Simboli della fede dalle religioni tradizionali e delle società indigene circondano il pannello superiore dello “Spirito” “. Al Vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile a Johannesburg, Sud Africa, 2002 l’Arca della speranza è stato solennemente offerta al mondo. [http://www.arkofhope.org/].

Co-fondatore di Greenpeace, Patrick Moore

Patrick Moore, co-fondatore di Greenpeace, è Presidente e Chief Scientist di Strategies Greenspirit.

” Il movimento ambientalista ha perso la sua strada, favorendo la correttezza politica oltre all’ accuratezza dei fatti, abbassandosi  alla tattica  di spaventare per raccogliere il sostegno. Molte campagne adesso condotte in nome dell´ambientalismo si tradurrebbero in un maggiore danno per l’ambiente e il benessere umano se dovessero riuscire. Ad inizio della metà degli anni ottanta, Greenpeace e gran parte del movimento ambientalista, ha  fatto una forte svolta politica  a sinistra e cominciò ad adottare atteggiamenti estremi con l´ abbandono della scienza e la logica in favore di emozione e sensazionalismo. L´ambientalismo  ha trasformato i No-Global in anti-industrializzazione. Gli attivisti hanno abbandonato la scienza a favore del sensazionalismo.  [http://www.greenspirit.com/logbook.cfm?msid=83]

Scienza post-Normal

Mike Hulme, Direttore e fondatore del Tyndall Centre e Professore di cambiamenti climatici e  scenari climatici  presso l’Università dell’East Anglia (UEA), ha preparato i rapporti e le relazioni per il Regno Unito, ONU, WWF e l’IPCC. Egli è stato il cordinatore principale e autore  per il capitolo sul «Clima scenario di sviluppo» per il terzo rapporto di valutazione dell’IPCC, come pure un autore che ha contribuito per numerosi altri capitoli. Hulme è stato un personaggio di primo spicco e un esponente della scienza post-normal per alcuni anni e questo è ciò che ha detto sulla scienza post-normal:

” È stata etichettata scienza “post-normal”. Il cambiamento climatico   sembra rientrare in questa categoriaL’IPCC è un classico esempio di un’attività scientifica post-normal. Il cambiamento climatico insegna anche a ripensare a ciò che davvero vogliamo per noi… mitici modi di pensare sul cambiamento del clima  riflettono  la verità sulle condizioni dell´uomo … l’idea del cambiamento climatico è malleabile, può essere distribuita in molti dei nostri progetti umani e può servire a molti dei nostri bisogni psicologici, etici e spirituali. L‘idea del cambiamento climatico può provocare un nuovo pensiero etico e teologico sul nostro rapporto con il futuro….Noi continueremo a creare e raccontare nuove storie sui cambiamenti climatici e mobilitare queste storie a sostegno dei nostri progetti. [http://buythetruth.wordpress.com/2009/10/31/climate-change-and-the-death-of-science/]

Globo e Mail di investimenti

Il riscaldamento globale è diventato un test religioso  vicino alle virtù civiche… E ora, anche se ci  possiamo fidare dei dati del cambiamento climatico, la Conferenza di Copenaghen ancora prosegue e i promotori compresi Al Gore sono fuori a fare accattonaggio  pubblico per dare agli scienziati il beneficio del dubbio. Ma è lo stesso Al  Gore che ha enormi  profitti da investimenti ambientali basati sul credito di imposta.

Oh, sì, i crediti d’imposta  anche conosciuti come defiscalizzazione o aiuti alle imprese che non pagano tasse per svilupparsi alle spalle di altre.  Se c’è un settore da guardare con attenzione, è un’industria virtuosa che necessita di crediti di imposta per la sua sostenibilitá. Negli anni sessanta, il Club di Roma ha concluso (basata su alcuni altri loschi dati) che il mondo stava  esaurendo le sue risorse. Così, il governo canadese ha dato crediti di imposta per le società minerarie. Il risultato fu la sovrapproduzione, fallimenti e prezzi bassi per anni. C’è stato un simile panico sul petrolio negli anni ‘ 70, così enormi agevolazioni  fiscali sono stati offerti per la foratura dei ghiacci e calotte polari. ”

[http://www.theglobeandmail.com/globe-investor/investment-ideas/features/the-buy-side/dont-let-climategate-melt-down-your-portfolio/article1389653/]

Credenza nei modelli

La rivista NATURE ha  ammesso intrinsecamente che non ci sono dati empirici reali a sostegno della teoria che la CO2 di origine antropica è stata la causa principale del riscaldamento del XX secolo. “I negazionisti  spesso sostengono che questi cambiamenti siano solo un sintomo della variabilità del clima naturale. 

E quando  i modellisti climatici inseriscono questa asserzione eseguendo le simulazioni di test con gas serra come l’anidride carbonica tenendola  fissa, i risultati  assomigliano poco al riscaldamento osservato. L´implicazione è che il forte aumento delle emissioni di gas a effetto serra  hanno svolto un ruolo importante nel recente riscaldamento, il che significa che frenare il vorace appetito del mondo per il carbonio è essenziale “. Questo è tutto – un’implicazione basata su modelli.

(Per ulteriori informazioni sull’articolo su Nature, vedere: http://www.appinsys.com/GlobalWarming/NatureRag.htm)

La scienza si basa sull´evidenza empirica per confermare o confutare una teoria. Una forte convinzione in qualcosa che ha solo modelli e una mancanza di dati empirici non è scienza, è una religione!

Climatism è anche il nome di un nuovo libro di Steve Goreham

(Vedi il libro  qui) : http://www.appinsys.com/globalwarming/EcoReligion.htm

SAND-RIO

Hatena Bookmark - CLIMATISMO: La credenza nel riscaldamento globale di origine antropica é ormai (quasi) una religione.
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

66 pensieri su “CLIMATISMO: La credenza nel riscaldamento globale di origine antropica é ormai (quasi) una religione.

  1. Non avevo mai pensato al AGW da questo punto di vista, pur avendo più volte ribadito la fede cieca che molte persone hanno rispetto a questo tema.

    Ma lo avevo sempre visto economicamente e politicamente, ora che me lo fate notare ha anche una faccia religiosa e sociale non indifferente.

    Economia + Politica + Religione

    Paura…

      (Quote)  (Reply)

  2. @ giovannigeologo
    Probabilmente non hai letto tutto il post. Comunque io facevo riferimento alla discussione che si era sviluppata. Sulla base dei “due conti” fatti da nitopi, Giovanni ed altri mi è parso di capire che l’incremento annuo di temperatura è stato di 0,2 °C. Di quì la mia affermazione. Forse ho frainteso visto che poi questo dato è stato esteso all’intera decade. L’assodato, ovviamente, si riferiva alla discussione in corso e non ad altro. Per il resto concordo con te che le comparazioni debbano svilupparsi su basi temporali molto più lunghe e nel resto del post ad esse faccio riferimento. Un fatto, però, mi sembra incontrovertibile: negli ultimi decenni le temperature medie sono aumentate e solo nell’ultimo decennio sembrano essersi assestate su valori comunque più alti di quelli dei decenni precedenti (vedi anche il grafico postato da nitopi). Perché? E’ quello che cerco di capire partecipando a queste discussioni!
    Sia su questo blog che su altri blog (climatemonitor, climalteranti e via cantando) si è discusso e si discute delle variazioni di temperatura che determinarono la fine dell’ultima glaciazione, dei dati relativi alla composizione dell’atmosfera desunti dalle carote prelevate in Antartide e degli sfasamenti tra la variazione di temperatura e la variazione della composizione atmosferica. Si tratta di discussioni ancora in corso per cui non è opportuno trarre conclusioni definitive. Le ipotesi in campo sono molteplici e solo il tempo, visto che esperimenti diretti non possono essere fatti, ci dirà quale sia quella giusta.
    Speriamo che i sostenitori dell’AGW si sbaglino e noi altri abbiamo ragione!
    Ciao, Donato

      (Quote)  (Reply)

  3. Donato :@ giovannigeologoProbabilmente non hai letto tutto il post. Comunque io facevo riferimento alla discussione che si era sviluppata. Sulla base dei “due conti” fatti da nitopi, Giovanni ed altri mi è parso di capire che l’incremento annuo di temperatura è stato di 0,2 °C. Di quì la mia affermazione. Forse ho frainteso visto che poi questo dato è stato esteso all’intera decade. L’assodato, ovviamente, si riferiva alla discussione in corso e non ad altro. Per il resto concordo con te che le comparazioni debbano svilupparsi su basi temporali molto più lunghe e nel resto del post ad esse faccio riferimento. Un fatto, però, mi sembra incontrovertibile: negli ultimi decenni le temperature medie sono aumentate e solo nell’ultimo decennio sembrano essersi assestate su valori comunque più alti di quelli dei decenni precedenti (vedi anche il grafico postato da nitopi). Perché? E’ quello che cerco di capire partecipando a queste discussioni!Sia su questo blog che su altri blog (climatemonitor, climalteranti e via cantando) si è discusso e si discute delle variazioni di temperatura che determinarono la fine dell’ultima glaciazione, dei dati relativi alla composizione dell’atmosfera desunti dalle carote prelevate in Antartide e degli sfasamenti tra la variazione di temperatura e la variazione della composizione atmosferica. Si tratta di discussioni ancora in corso per cui non è opportuno trarre conclusioni definitive. Le ipotesi in campo sono molteplici e solo il tempo, visto che esperimenti diretti non possono essere fatti, ci dirà quale sia quella giusta.Speriamo che i sostenitori dell’AGW si sbaglino e noi altri abbiamo ragione!Ciao, Donato

    @Donato
    diciamo che i conti di Nitopi e Giovanni sono conti quasi teorici, visto che non tengono conto di un’infinità di variabili e parametri che devono essere aggiunti quando si passa a descrivere un fenomeno planetario. I loro conti vanno bene per una discussione sul principio, non sulla quantificazione reale, qui sta l’inghippo di tutti gli studi. Rispetto all’antartide ti consiglio di leggere alcune pubblicazioni che rimettono in causa la validità dei dati, esistono altri sistemi per quantificare la C02 in ere geologiche passate come gli stomata. Anche qui si fanno calcoli su numeri falsi si fanno modelli su numeri falsi ( o meglio incorretti).
    Senza modestia ti posso dire che “noi” abbiamo ragione, semplicemente perchè cerchiamo di vedere il fenomeno nel suo insieme tenendo conto delle moltelici saccettature che lo compongono. Poi da geologo, osservatore e descrittore QUALITATIVO dei fenomeni ti posso assicurare che nulla di quello che sto vedendo oggi sul clima mi da adito a dei dubbi sul fatto che non si sia già ripetuto infinite volte nel passato. Potrai notare inoltre come i geologi siano a livello scientifico i piu scettici sugli AGW ( chiaro non il 100%) proprio perchè mediamente dal percorso di studi e dal’lavoro sul terreno sono abiutati a considerare la Terra come un pianeta in continuo cambiamento.
    Purtroppo va anche detto come i geologi siano anche i meno rappresentati nella comunità scientifica che si occupa di clima.

      (Quote)  (Reply)

  4. @giovannigeologo
    Effettivamente hai ragione. Voi geologi siete i meno favorevoli all’ipotesi dell’AWG. Avete Tozzi che fa eccezione ma, che vuoi, in ogni famiglia c’è la “pecora nera”! Scherzo, ovviamente. Concordo con te anche per il fatto che nelle lunghe ere geologiche (anche relativamente recenti!) situazioni termiche simile a quelle attuali si sono già verificate. Forse anche periodi più caldi di quello attuale! Le civiltà greco-romane non avrebbero potuto prosperare in presenza di climi particolarmente rigidi. Quest’estate ho visitato la Grecia (non sono stato al mare, però) e ho potuto verificare di persona, visitando i vari musei e le varie città elleniche sede di reperti archeologici che in quell’epoca le temperature invernali dovevano essere più alte di adesso. I leoni sono rappresentati con tale frequenza nei dipinti e nelle sculture che è impossibile pensare che non esistessero nella stessa Grecia antica (questa ipotesi non è mia ma di vari storici ed archeologi che hanno studiato quelle epoche storiche). E noi sappiamo che i leoni non sono freddofili!
    Tornando ai geologi credo che essi siano i più indicati a dedurre le condizioni climatiche del passato perchè tali condizioni hanno lasciato la loro impronta nelle formazioni rocciose che rappresentano la principale materia di studio per te ed i tuoi colleghi.
    Ciao, Donato

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.