La PEG Partì dalle Isole Britanniche

— QUASI UFFICIALE —

Per L’Inghilterra è il 2° Dicembre più freddo dal 1659, dietro solo al Dicembre 1879

— Il Dr Vuckcevic sul suo sito ha appena Aggiornato il Dato a 2 giorni dalla chiusura del mese —> http://www.vukcevic.talktalk.net/CET2.htm

Il periodo molto freddo che l’Europa ha vissuto tra il 1300 e il 1850 è chiamato Piccola Era Glaciale, con il tempo si è scoperto che questo periodo freddo era prima incominciato nelle Isole Britanniche per poi trasferirsi anche al resto del continente, anche quindi verso il mediterraneo.

E quindi?

Nell’inverno 2008/09 le Isole britanniche tornarono ad avere nevicate intense come non accadevano da anni, a Londra Nevicò nell’Ottobre 2008 ed era da 70 anni almeno che non lo faceva, Gennaio fu molto freddo e ai primi di Febbraio molte zone furono colpite da un’intensissima nevicata, con accumuli dai 20 ai 30cm, ed era la più copiosa dal 1991.

Infine poi nell’Aprile 2009 Londra vide nuovamente la neve, proprio nel giorno di Pasqua, chissà da quanto non accadeva.

Lo scorso inverno poi, come tutti ben ricordano, è stato molto freddo, ma ancor di più lo è stato in Nord Europa e in Gran Bretagna, con Nevicate diffusissime in Dicembre e Gennaio, addirittura il satellite riuscì a mostrare interamente innevato il suolo Britannico, cosa che a memoria il satellite non era mai riuscito a catturare.

Caddero alcuni record di freddo e l’inverno fu il 4° più freddo dal Dopoguerra.

Ed eccoci allora a questo di Inverno, il 2010/11, il 3° di fila freddo nelle Isole Britanniche, e facciamo il punto della situazione da fine Novembre fino ad Oggi con tutti i dati disponibili.

Vi ricordo intanto che il fenomeno osservato l’anno scorso con la Gran Bretagna totalmente innevata è stata già ripetuta altre 3 volte in questo scorcio di Inverno, comprendendo però anche l’Irlanda, rimasta a secco nello scorso inverno.

Partiamo da Fine Novembre con la situazione in Scozia:

La temperatura più bassa è stata registrata ad Altnaharra in Scozia la scorsa notte con -21,1°C.
Comunque non è un record visto che Braemar con -23.3°C del 14 Novembre 1919, nelle Highlands scozzesi,
continua a detenere sia il record scozzese che dell’intero Regno Unito per il mese di Novembre.
Altre minime interessanti in Scozia:
Aviemore -16,2°C, Loch Glascarnoch -14,5°C, Tulloch Bridge -13,0°C, Lossiemouth -12,1°C, Strathallan -11,7°C

Si Registrano però ben 2 record nazionali di Freddo per Novembre

Irlanda del Nord: a Loch Fea -9.5°C (precedente -9.0°C il 28 Novembre del 1978)

Galles: a Llysdinam -18.0°C (precedente -11,7°C a Welshpool, il 9 novembre 1921)

Oltre a questi record ovviamente si registrano una valanga di altri record Territoriali o Locali.

Inizia Dicembre e cadono a valanga altri record, ecco i più freddi

-17.9 °C LEEMING (precedente -15.0 °C del 7/01/1970)
-17.3 °C LINTON ON OUSE (precedente -14.2 °C del 14/02/1991)
-17.5 °C CHURCH FENTON (precedente -15.2 °C del 14/02/1991)
-10.4 °C INVERBERVIE (precedente -8.1 °C del 29/12/1995)
-12.8 °C SPADEADAM  (precedente -12.7 °C del 4/03/2001)
-12.6 °C DISHFORTH AIRFIELD (precedente -10.0 °C del 21/12/1963)
-11.7 °C YEOVILTON (precedente -10.0 °C del 29/12/1964)

E cade anche il Record Nazionale Irlandese

La stazione meteorologica sul Mount Juliet all’interno del campo di golf e vicino a Thomastown Co Kilkenny ha fatto registrare una minima nella notte del 3 dicembre di -16.4°C
distruggendo il precedente record nazionale di freddo per il mensile che apparteneva a Carlow con -14.6°C del 31 dicembre 1961.

Il Mese di Dicembre intanto va avanti e macina record su record anche in tantissime altre stazioni europee, la Francia è la più colpita ma tutta l’Europa centrale vive un periodo di gelo, in Inghilterra continua il freddo sotto-media ma i record sono già stati battuti, difficile fare meglio, e invece………….

Cade anche il Record Dicembrino dell’Irlanda del Nord

Castlederg ha fatto registrare il Nuovo Record di Minima Dicembrina per l’intero territorio Nord Irlandese con -18.0°C

Il precedente record apparteneva a Katesbridge (County Down) con -16.1°C nel 28 December 2000.
Da rilevare che Castlederg ha anche stabilito il Nuovo Record di Massima Più Bassa per l’Irlanda del Nord con -11°C, battendo i -9,0° di C. Hall, Londonderry del 27 dicembre 1995.

Anche la capitale nord irlandese si mette in evidenza con record assoluto nella giornata di ieri: Belfast Aeroporto -14.9°C

Ecco la Neve presente al Suolo in Gran Bretagna al 21 Dicembre

Se il 20 Dicembre l’Irlanda del Nord batteva il suo record Nazionale il 22 Dicembre questo sarebbe stato di nuovo Ribattuto

Rabbiosa risposta di Castlederg, nella Contea di Tyrone, stanotte ha riscritto la storia registrando il Nuovo Record di Minima Assoluto passando dai -18° di lunedì 20 dicembre ai -18.6°C

Il precedente record di Castleberg, prima di questa feroce ondata di freddo 2010, era -17.4°C stabiliti nel lontano Gennaio 1886.

E se il freddo Inglese non stupisce più lo facciamo arrivare in posti dove non se lo sarebbero mai sognato:

Il freddo anglosassone si impadronisce anche della, forse, più mite località irlandese ovvero dell’isola di Valentia, situata a sudoccidentale della Repubblica d’Irlanda, nella Contea di Kerry, di fronte al Nord Atlantico..

Le media del mese di dicembre sono di 5°C per le minime e 10° per le massime
ma nell’ultima settimana l’isola è stata coinvolta, come il resto del paese, dalla forte ondata di gelo sfociando, mercoledì 22 dicembre,
in un ***Nuovo Record di Minima Assoluto***con -7.7°C, registrato presso lo storico Osservatorio di Valentia (NB: Assoluto vuol dire, non solo di Dicembre, ma anche di qualsiasi altro mese dell’Anno)
Il precedente record di minima assoluto era del gennaio 1969.

Impressionanti le anomalie giornaliere registrate negli ultimi 30 giorni:

Tutte le Informazioni sono state prese da questa pagina: http://forum.meteonetwork.it/meteorologia/130072-i-record-meteorologici-in-reale.html

Ricordo infine che Questo Dicembre 2010 nelle Isole Britanniche sta per chiudersi come il Mese più freddo in assoluto dal Gennaio 1963 ( l’inverno 62/63 è stato il 3°  INVERNO PIU’ FREDDO DAL 1659!!!!!!! )

Mentre Dicembre probabilmente chiuderà come il più freddo dal 1879

Queste le Anomalie di Temperatura:

21 Novembre – 30 Novembre

01 Dicembre – 10 Dicembre

11 Dicembre – 20 Dicembre

21 Dicembre – 25 Dicembre

FABIO

Hatena Bookmark - La PEG Partì dalle Isole Britanniche
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

103 pensieri su “La PEG Partì dalle Isole Britanniche

  1. giovanni geologo :

    @Fabio Nintendo
    … beh in ogni caso non lo chiamerei nè riscaldamento nè globale. Secondo la tua definizione che condivido si tratterebbe più che altro di una “variazione a grande scala” di un fenomeno naturale, quindi in ogni caso il concetto di riscaldamento globale risulta essere una strnzta…
    @ice2020
    d’accordo al 100% con te sul fatto che non siamo per nulla in una PEG e per ora nemmeno ai suoi margini e penso che in realtà molti sul sito concordino con questo pensiero. Questo dovrebbe comunque far riflettere sulla fragilità del nostro sistema umano. Se basta cosi poco a creare scompiglio, pensiamo a cosa accadrebbe in caso di un un clima veramente simile a quello di un’era glaciale o anche della PEG del 1700-1800. Sicuramente la nostra scala di valori e di bisogni subirebbe uno stravolgimento radicale.

    Concordo!

    Basta pensare che l’80% o più del trasoprto di beni alimentri ed altro in italia viaggia su ruota…per nn parlare poi di come siamo fragili in quanto ad energia…

      (Quote)  (Reply)

  2. Simon, sono stato io a scrivere della PEG e lo confermo:
    Il Dicembre 2010 in Europa è tranquillamente paragonabile ai mesi di Dicembre della PEG
    a metà Gennaio usciranno i dati delle stazioni storiche presenti in Europa e faremo un bel confrontino.

    badate però, io parlo solo di questo singolo mese, non dico che siamo in procinto di iniziare una PEG ne tantomeno che i prossimi mesi saranno così.
    Dic10 è un mese in stile PEG, punto qualsiasi altra interpretazione non è la mia.

      (Quote)  (Reply)

  3. Fabio Nintendo :Simon, sono stato io a scrivere della PEG e lo confermo:Il Dicembre 2010 in Europa è tranquillamente paragonabile ai mesi di Dicembre della PEGa metà Gennaio usciranno i dati delle stazioni storiche presenti in Europa e faremo un bel confrontino.
    badate però, io parlo solo di questo singolo mese, non dico che siamo in procinto di iniziare una PEG ne tantomeno che i prossimi mesi saranno così.Dic10 è un mese in stile PEG, punto qualsiasi altra interpretazione non è la mia.

    E’ un’osservazione molto interessante.

    Questo significa che, poichè non siamo in una PEG, dobbiamo attenderci mesi in controtendenza, sia pure con un trend generale improntato al raffreddamento.
    Peraltro nessuna sorpresa, il sistema climatico (atmosfera+oceani+terraferma) è fortemente non lineare e reagisce alle perturbazioni oscillando su e giù, rispetto alle medie, e non seguendo certo un trend lineare.
    Che ne pensate?

      (Quote)  (Reply)

  4. Domanda:
    Quanto deve durare una PEG per essere chiamata tale?

    Se ne deve durare 50, secondo qualcuno siamo sull’orlo di una PEG. Si citava il 2015 come anno spartiacque.

    Fano

      (Quote)  (Reply)

  5. @fano
    A mio avviso considerando la definizione di clima come lo definisce l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO) che ha stabilito la durata minima delle serie storico-temporali di dati continui per poter individuare le caratteristiche climatiche di una data località è di minimo 30 anni.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Clima
    30 anni è il minimo per avere un gradino di una scala bisognerebbe averne almeno altri 30 per capire se stiamo scendendo o saliamo
    Considerando dall’era dei satelliti 1980-2010 i primi 30 anni di misurazione ce ne vogliono almeno altri 30. Direi 60 anni circa di continuo raffreddamento.
    Quindi arriverei almeno al 2060-2070 per potermi esprimere.
    Solo 30 anni di raffreddamento sono come il periodo freddo 1940-1970 sicuramente non una Peg ma un periodo di raffreddamento.
    Poi dipende dalle temperature che si raggiungono 🙂

      (Quote)  (Reply)

  6. Complimenti a Fabio per l’ottimo articolo!
    Credo che sia giusto riflettere su quanto emerge da queste notizie; ovviamente è prematuro parlare di PEG salvo il caso particolare di questo Dicembre, come giustamente fatto notare da Fabio, ma indubbiamente bisogna riconoscere che, forse, l’attuale trend delle temperature europee è molto più al ribasso rispetto a quanto palesato dai dati.
    E’ chiaro che una rondine non fa primavera e che quindi bisognerà aspettare ancora qualche anno per confermare questa tendenza, teniamo però in considerazione il fatto che gli ultimi tre inverni hanno visto un graduale inasprimento delle irruzioni artiche e continentali sull’Europa…… qualche dubbio sinceramente viene…
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  7. Oi… stando alla mappa NOAA delle anomalie europee per dicembre, pare che la Scandinavia abbia trascorso un altro mese sotto il regime di un gelo infinito!
    Questo può avere a che fare col freddo britannico…

      (Quote)  (Reply)

  8. @giovanni geologo
    ciao, in realtà uso il portatile di mio padre e credo sia questa la ragione del logo..non saprei come cambiarlo. lui è stato un candidato di dell’idv ma sono cose passate ormai. la mia opinione è che non ci si può aspettare nulla nè su tematiche ambientali nè su qualsiasi altra tematica da parte del mondo politico ( a prescindere dal partito). invece mi interessa questa teoria di una nuova peg sostanzialmente per due motivi, la prima è che sono appassionato di astronomia ( ho studiato per due anni fisica ) , la seconda è che sto cercando materiale per una ricerca storico-medica sulla peste. avere un quadro preciso delle temperature sarebbe di grande aiuto per capire il passato e per comprendere gli eventuali pericoli futuri.
    grazie comunque per tutti i siti che mi hai linkato, appena avrò un attimo di tempo li visionerò volentieri.
    @nitopi
    grazie, mi metterò a spulciare tutti gli articoli passati.
    ot..bello il longbow, io tiro con l’arco tradizionale ricurvo..ma prima o poi ( quando ci saranno gli euri) un bel long me lo prenderò.
    saluti

      (Quote)  (Reply)

  9. totentaz :

    @giovanni geologo
    ciao, in realtà uso il portatile di mio padre e credo sia questa la ragione del logo..non saprei come cambiarlo. lui è stato un candidato di dell’idv ma sono cose passate ormai. la mia opinione è che non ci si può aspettare nulla nè su tematiche ambientali nè su qualsiasi altra tematica da parte del mondo politico ( a prescindere dal partito). invece mi interessa questa teoria di una nuova peg sostanzialmente per due motivi, la prima è che sono appassionato di astronomia ( ho studiato per due anni fisica ) , la seconda è che sto cercando materiale per una ricerca storico-medica sulla peste. avere un quadro preciso delle temperature sarebbe di grande aiuto per capire il passato e per comprendere gli eventuali pericoli futuri.
    grazie comunque per tutti i siti che mi hai linkato, appena avrò un attimo di tempo li visionerò volentieri.
    @nitopi
    grazie, mi metterò a spulciare tutti gli articoli passati.
    ot..bello il longbow, io tiro con l’arco tradizionale ricurvo..ma prima o poi ( quando ci saranno gli euri) un bel long me lo prenderò.
    saluti

    Gli inverni nella peg in 6 parti:

    http://daltonsminima.altervista.org/?s=gli+inverni+nella+peg&paged=2

      (Quote)  (Reply)

  10. totentaz :

    @giovanni geologo
    ciao, in realtà uso il portatile di mio padre e credo sia questa la ragione del logo..non saprei come cambiarlo. lui è stato un candidato di dell’idv ma sono cose passate ormai.

    O.T. Il logo é legato alla mail che hai usato per registrarti al sito. La tecnologia usata é quella “Gravatar” http://it.gravatar.com/ . Per cambiare il logo o “avatar” bisogna farlo da lì.

      (Quote)  (Reply)

  11. Ma se oggi la minima a Belfast è di 4 gradi, come faceva ieri ad essere di -14,6? È sicuro che volevi scrivere Belfast o l’aeroporto è veramente molto distante dalla città?

      (Quote)  (Reply)

  12. Anche a Lairg, che è molto a nord della Scozia, la minima di questa settimana è -3, come la previsione di Milano x lunedì…non capisco

      (Quote)  (Reply)

  13. Chiedo scusa x i due post precedenti, ho verificato…hai ragione…Per rispondermi: è possibile. Grazie anche se mi sono risposto da solo 🙂 ciao

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.