LA CORRENTE ATLANTICA NON ARRIVA PIU IN EUROPA

La corrente atlantica, più comunemente detta corrente del golfo,parte dalle coste dell’Africa occidentale,per raggiungere i Caraibi e il golfo del Messico. Dal golfo del Messico a sua volta arriva a lambire le coste dell’Inghilterra, Irlanda, Norvegia ed Islanda. Il clima dell’Europa nord occidentale è dipendente dalla corrente del golfo: infatti a latitudini altissime e cioè oltre il 60°parallelo, grazie proprio alla CDG abbiamo climi tipici delle medie latitudini corrispondenti più o meno al 40° parallelo sull’opposta sponda atlantica. L’acqua calda che parte dal golfo del Messico essendo più leggera si posiziona in superficie, cedendo il suo calore all’aria e alle circostanti terre emerse, per poi appesantirsi raffreddandosi e tornando quindi indietro in profondità, non raffreddando quindi l’aria e le terre emerse circostanti. Cosa sta’ succedendo ora: LA CORRENTE DEL GOLFO HA RALLENTATO LA SUA CORSA.
La causa e’ la differenza di salinità nelle acque atlantiche.
Lo scioglimento eccessivo dei ghiacci artici degli ultimi anni, ha provocato una maggiore immissione di acqua dolce, acqua che a sua volta essendo dolce e più leggera sovrasta quella più pesante e salata della CDG senza mescolarsi. Questo processo inabissa le acque miti della CDG, impedendole di fatto di raggiungere le coste europee. Ed e’ proprio ciò che sta accadendo da 2 anni a questa parte.
Già dalla fine del 2009 la CDC cominciava a dare i primi segnali di rallentamento, per poi bloccarsi definitivamente all’inizio del 2010. Come tutti possiamo immaginare senza l’energia della CDG il clima europeo ne risentirà pesantemente,ne abbiamo avuto prova già in questi 2 ultimi inverni con le isole britanniche completamente coperte dal manto nevoso. Ma siamo solo all’inizio,se la corrente non riuscirà a raggiungere l’Europa, nei prossimi inverni la copertura nevosa del nostro continente raggiungerà livelli record.
Vi riporto di quì di seguito le immagini relative all’andamento della corrente del golfo che si registrava nel 2009 e nel 2010. L’ultima immagine si riferisce invece alla situazione attuale:

1 settembre 2009:

14 gennaio 2010:

24 luglio 2011:

Le immagini sono più eloquenti di tante inutili parole: la corrente del golfo da quasi 2 anni non raggiunge più l’Europa. A voi i commenti….

Giorgio Malavolta

Hatena Bookmark - LA CORRENTE ATLANTICA NON ARRIVA PIU IN EUROPA
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

93 pensieri su “LA CORRENTE ATLANTICA NON ARRIVA PIU IN EUROPA

  1. Riccardo :

    Poi ti ripeto, il processo che hai descritto nell’articolo ha una sua valenza, ma su scala decennale….ti ho anche detto che è possibile che la CDG abbia perso un pò di smalto nell’ultimo decennio, ma le variazione su scala mensile sono un altro paio di maniche….

    Sono andato a rispulciarmi gli archivi NOAA che purtroppo sono limitati a tre mesi, però la carta del 5 Maggio, dopo che la NAO ad Aprile aveva chiuso a +2.48, mostra che verso l’Europa non arrivava nulla lo stesso…

      (Quote)  (Reply)

  2. @ stefano
    Se inclini lo schermo ti rendi conto che qualcosa arriva…se guardi l’immagine riferita a gennaio 2010 ti rendi conto invece che non arriva proprio niente….e poi non centra niente il discorso che si veniva da mesi di NAO+, perchè la risposta è quasi immediata…..comunque domani cerco l’immagini di quel sito che sono molto più chiare….vi ripeto che state sovrapponendo i discorsi, perchè sono il primo a dirvi che la CDG probabilmente sta meno bene del decennio scorso….la deviazione però non centra niente, per il semplice motivo che è un fenomeno che non esiste e che non può esistere fisicamente..!!

      (Quote)  (Reply)

  3. @Riccardo
    A me sembra che ti contraddici da solo, eri te che post fa dicevi che con NAO- la corrente tende a deviare verso il Labrador e a deficitare verso l’Europa, mentre con NAO+ tende a venire più verso l’Europa, invece ora dici che la deviazione non esiste…un pò confuse le tue idee…

      (Quote)  (Reply)

  4. Ringrazio tutti gli amici di NIA che sono intervenuti,numerosi e calorosi.Non importa chi ha ragione.Tanto sara’ il Dio natura che dira’ l’ultima parola.Al di la’ delle diversita’ di vedute vale la pena sempre discutere e partecipare.Grazie ancora e buona notte a tutti.

      (Quote)  (Reply)

  5. @ stefano
    Sei tu che non leggi bene i miei commenti, e per il gusto di contraddirmi a priopri mi metti in bocca queste stupidaggini….io ho detto che con la NAO– si intensifica il ramo del labrador a scapito di quello europeo e viceversa…questo fenomeno dalle carte potrebbe sembrare una deviazione (su NIA si è parlato molto spesso di deviazioni della CGD), ma non lo è affatto perchè non può esserlo….infatti la corrente del labrador è una corrente discendente e meno di non alterare la fisica lì l’acqua non può risalire….conosci coriolis..???
    ho riscontrato più volte questa cosa, ti pregherei in futuro di leggere meglio ciò che dico……..

      (Quote)  (Reply)

  6. @ stefano
    Spero di essere finalmente chiaro con l’ausilio delle carte giuste:

    30 dicembre 2009 (i mese chiuse con il valore medio della NAO a -1.93):
    http://bulletin.mercator-ocean.fr/images/produits/bestproduct/bestproduct_20091230_21913/miv/at0/bestproduct_20091230_21913_at0_uv_n0_t0.png

    29 dicembre 2010 (NAO che chiuse con la media mensile di -1.85):
    http://bulletin.mercator-ocean.fr/images/produits/bestproduct/bestproduct_20101229_22277/miv/at0/bestproduct_20101229_22277_at0_uv_n0_t0.png

    Neanche 2 settimane dopo, con la ripresa della zonalità:
    http://bulletin.mercator-ocean.fr/images/produits/bestproduct/bestproduct_20110112_22291/miv/at0/bestproduct_20110112_22291_at0_uv_n0_t0.png

    23 febbraio 2011 (NAO a +0.7):
    http://bulletin.mercator-ocean.fr/images/produits/bestproduct/bestproduct_20110223_22333/miv/at0/bestproduct_20110223_22333_at0_uv_n0_t0.png

    Nella ricerca del sito da cui ho preso le immagini, mi sono imbattuto in un articolo NIA del gennaio 2010 in cui si ipotizzava la deviazione della CDG commentando la sopracitata immagine del 30 dicembre 2009…ho semplicemente cercato di farvi capire che è una stupidaggine, raccontandovi come stanno le cose….
    Gradirei a questo punto una tua risposta…..ti ringrazio….

      (Quote)  (Reply)

  7. Io non ho mai parlato di deviazioni o varie, ho solo fatto notare che ultimamente non arriva in Europa e ti ho postato la carta di inizio Maggio dopo un Aprile con NAO++ dove si vedeva che anche in quel caso non arrivava in Europa…
    Comunque dalle carte che hai postato sto iniziando davvero a pensare che una qualche modificazione ci sia stata, perché ho notato che in nessun caso si nota la corrente discendente dal Labrador, anzi nella prima si nota una forte corrente ascendente che a pensarci bene potrebbe anche essere causa del forte deficit di ghiaccio in quella zona nell’inverno 2009/2010…

      (Quote)  (Reply)

  8. Forse sono io che mi spiego male….forse stiamo interpretando diversamente il fenomeno della deviazione…..cerco di essere ancora più chiaro più chiaro….
    ti riporto il mio primo commento di ieri e cerco di integrartelo:
    C’è un’altra dinamica molto interessante che certamente ha una valenza scientifica ben più solida….come avviene per il ciclo ENSO, la circolazione atmosferica ha importanti ripercussioni sull’andamento della corrente del golfo…nello specifico, L’ANDAMENTO DEL NASTRO TRASPORTATORE (sia in intensità che in direzione), è legato fortemente all’indice più importante per il clima europeo: l’indice NAO….ebbene è risaputo che, in fase di NAO positiva, si riscontra un rafforzamento della circolazione occidentale (westerlies) che, dopo aver attraversato l’intero atlantico, spazza poi tutta l’europa settentrionale….tale tipo di circolazione rinvigorisce il ramo caldo e salato della corrente (quello che arriva in europa per intenderci)….al contrario, durante le fasi NAO– si registra un blocco del jet stream in pieno atlantico, e dunque i venti occidentali vengono completamente arrestanti con tanto di manette….duranti gli inverni dominati da una simile configurazione, perde totalmente consistenza il ramo europeo della CDG, mentre risulta dominante il ramo del Labrador (corrente del Labrador)….questo è esattamente quello a cui abbiamo assistito lo scorso inverno, quando, a causa di un pattern da NAO– durato per tutto l’inverno, si vedeva chiaramente dalle carte che il ramo europeo era quasi scomparso, mentre si vedeva il rosso fuoco in prossimità delle coste del nord America…..
    poichè l’attività solare ha una grossa capacità di modulare l’indice NAO, è facile trovare un legame tra bassa attività solare e CDG….come vedete il minimo solare sta sempre in mezzo….
    ULTERIORI CONSIDERAZIONI:
    la famosa deviazione di cui stiamo discutendo è una “deviazione” del tutto temporanea, causato dalla cella anticiclonica che si istaura al posto della depressione semipermanente di islanda quando si vengono a profilare condizioni di NAO- -. Dunque, esattamente come accaduto per quasi tutto l’inverno 2009-2010 e nel dicembre 2010, il ramo europeo si indebolisce in quanto la corrente è costretta a deviare verso prima di raggiungere l’Europa….tale fenomeno provoca inoltre un forte incremento della corrente del Labrador, e dalle carte i due rami (quello europeo deviato e quello del Labrador) sembrano fondersi….di quì l’impressione che la CDG sia alterata, ma è un NORMALE PROCESSO ASSOCIATO ALLA PARTICOLARE CONFIGURAZIONE BARICA….!!di certo se si susseguono anni e anni con inverni dominati da tali pattern (esempio peg quando la NAO era molto spesso e per molti mesi su valori al di sotto dei -2), si viene a determinare un blocco della corrente semi-permanente…..quello che voglio farvi capire è che questo fenomeno non centra con l’inabbissamento della CDG a causa delle acque dolci…..fidati, è così al 100%…..
    hai notato che da gennaio 2011 si è normalizzata e che è ricomparso il ramo europeo..???hai notato la grandissima differenza con dicembre 2009 e 2010..??poi che la corrente possa essersi lievemente affievolita ci può stare, ma quella famosa “deviazione” è associata solo ed esclusivamente al pattern NAO–……ti ho convinto ora…???

      (Quote)  (Reply)

  9. maurizia pertegato :

    come siamo messi oggi con la corrente ddel golfo? visti i grafici NOA e le trombe marine davanti Nizza, al largo del mar Ligure? Che inverni ci attendono?

    Ciao Maurizia e benvenuta.

    Questa è un’ultima proiezione :

    Sempre un pò caotico il suo movimento. In riferimento al 2009,2010 mi sembra d’osservare un piccolo miglioramento, ma siamo sempre lontani dal 2007.
    Qui puoi effettuare i vari confronti :
    http://bulletin.mercator-ocean.fr/html/produits/bestproduct/welcome_fr.jsp

    Ultima considerazione quando vuoi commentare un vecchio articolo, cerca di farlo in Homepage (ultima pagina uscita) riportando il link, altrimenti la tua osservazione non viene vista.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.