5-6 Agosto 2011 – Esplosioni di massa coronale in rotta verso la Terra ? –

Trigger (innesco) solare —>Evento geologico significativo in arrivo ?

Questo breve articolo non andrà ad analizzare le possibili spiegazioni a questa nuova e molto probabile breve accelerazione da parte della nostra stella, ma vuole essere una specie di diretta nel seguire i possibili risvolti/accadimenti geologici, in relazione ad un probabile impatto di una CME diretta verso la Terra.

Sempre naturalmente, che questa  non si dissolva nel suo percorso verso il nostro pianeta.

In breve la cronaca degli ultimi giorni. Dopo un lunga e altalenante fase di scarsa attività solare ,  la nostra stella sembra aver accelerato anche se di poco, il passo.

Negli ultimi giorni tre macchie dalla buona coalescenza elettromagnetica si sono alternate fronte Terra.  L’Ar 1260 , l’Ar 1263 e  l’Ar 1261.

Macchie che non solo hanno spinto il solar flux sopra i 120, ma hanno generato vari flare di categoria B,C e due particolari e distinti flare di categoria M. Il primo evento di cat. M9.3 registrato il 30 Luglio , anche se di categoria superiore al successivo non è stato accompagnato da alcuna esplosione di massa coronale. Quest’ultima manifestazione può essere semplicemente definita come un vero e proprio evento “flash” o impulsivo o brillamento da parte della nostra stella.

http://www.lmsal.com/solarsoft/latest_events/gev_20110730_0204.html

Viceversa,  nelle prime ore di Martedì mattina 2 Agosto, l’Ar 1261 si trovava fronte Terra e ha prodotto un flare di categoria M1.4.

http://www.lmsal.com/solarsoft/latest_events/gev_20110802_0519.html

Flare dalla lunga durata, che questa volta “sembra” (uso il condizionale) , sia stato accompagnato da un’esplosione di massa coronale.

CME caratterizzata da una buona percentuale di materiale espulso (plasma costituito da protoni e elettroni) diretto verso la Terra.

Come non ricordare la CME che l’undici marzo impatto con la Terra.  Manifestazione solare che era stata preceduta da una forte “fase scaldante” come evidenziato in questa mia ricostruzione del periodo.

Frame, manifestazione ripresa dalla sonda “Stereo Aheand


Spaceweather ci riferisce che questa vera e propria onda si muove ad una velocità di 900 Km/s e il suo arrivo è previsto nella tarda serata di Giovedì 4 o al più nella giornata di Venerdì 5.

http://spaceweather.com/archive.php?view=1&day=02&month=08&year=2011

Di seguito riporto gif (animazione) impatti CME realizzata da ISWA.


http://iswa.gsfc.nasa.gov:8080/IswaSystemWebApp/iSWACygnetStreamer?timestamp=2038-01-23+00%3A44%3A00&window=-1&cygnetId=261

Tengo a sottolineare che questa manifestazione non è assolutamente paragonabile alla manifestazione che portò al sisma giapponese, per intensità energetica e rapidità (velocità impulso CME 11 marzo 2200Km/s)  tuttavia, vale la pena seguire attentamente l’evolversi di questa particolare dinamica, in mesi, per non parlare di anni dalle scarse manifestazioni energetiche solari.

http://spaceweather.com/archive.php?view=1&day=09&month=03&year=2011

Alcuni interrogativi  :

– La CME raggiungerà la Terra oppure si dissolverà prima di raggiungerci ?

– In relazione alla fase scaldante prodotta dalla Ch468 e al nuovo disturbo (ingresso) con il buco coronale trans-equatoriale Ch469, avremo una nuova eruzione vulcanica e/o terremoto significativo di intensità maggiore alla M7 (a seguito di questa CME )?

Una nuova e possibile correlazione solare-geologica da vivere ora per ora qui su NIA.

Aggiornamento del 03 Agosto 2011

Flare di categoria M6.0 dalla macchia AR 1261 fronte Terra con associata esplosione di massa coronale !

Animazione manifestazione ripresa dalla sonda “Stereo Aheand”

Concludiamo quest’articolo dando un breve sguardo alle oramai famose tavole di bendandi che vanno dal 1996 al 2012, che ricordo, dovrebbero (uso nuovamente il condizionale) indicare quei particolari momenti di ripresa o accelerazione interna al ciclo solare. Vere e proprie fasi di nascita di macchie o spinta EM da parte della nostra stella con flare, brillamenti solari o CME.

Lo scorso undici marzo il bendandi segnalava questa data come giorno o situazione sensibile per le note vicende solari. Ricordo infatti che la lunghezza del vettore di chiusura del poligono assumeva un valore pari a 190mm. Misura estremamente significativa se confrontata alle altre indicazioni numeriche presenti nelle varie date che il B. ci ha lasciato. Adesso, in questo particolare momento il B. segnala il 10 agosto e il 19 agosto ma i calcoli della lunghezza della poligonale gli forniscono valori molto più piccoli, rispettivamente 122 e 134mm.

Possiamo essere quindi tranquilli, nei prossimi giorni non si registreranno eventi geologici significativi ?

http://www.solen.info/solar/index.html

Previsioni meteo

A breve le risposte !

Lasciamo comunque da parte i lavori empirici di Bendandi, ricordando che nel recente passato (vedi ultimi due anni) le eruzioni più significative (vedi vulcano islandese 2010, eritreo e cileno 2011) si sono manifestate pochi giorni dopo che la terra è stata investita da una vera e propria grandinata di protoni !

Un’approccio statistico mi è stato chiesto, eccovi quindi serviti, con questa mia ultima analisi grafica aggiornata , http://daltonsminima.altervista.org/?p=14738, un nuovo aggiornamento della stagione 2011.

http://img638.imageshack.us/img638/422/2011fa.jpg

Aggiornamento del 04 Agosto 2011

Nuovo flare con esplosione di massa coronale associata dalla macchia 1261, nella prima mattinata italiana. Questa volta si  sfiora la categoria “X” ! M9.4

Attenzione perchè il livello dei protoni sta salendo ! Grafico che si auto-aggiorna.

Michele

Hatena Bookmark - 5-6 Agosto 2011 – Esplosioni di massa coronale in rotta verso la Terra ? –
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

82 pensieri su “5-6 Agosto 2011 – Esplosioni di massa coronale in rotta verso la Terra ? –

  1. Possiamo concludere la cronaca di questa intensa tempesta geomagnetica.
    L’impatto è stato veramente intenso della CME, come da programma, vedi il flare di Cat.M9.4 con CME associata.
    Siamo in piena fase scaldante ed adesso arriviamo al nocciolo della questione.

    In sintesi siamo al terzo giorno di vero e proprio “pompaggio” protonico.
    Credo inoltre che in contemporanea a questo “schock” EM si sia verificata la connessione con il buco coronale trans-equatoriale.

    Quindi adesso cosa possiamo ipotizzare, cosa possiamo aspettarci….
    Se controllate le banche dati in riferimento ai precedenti eventi geologici significativi noterete ( come ho più volte già fatto osservare a parole e con grafici ) come pochi giorni prima i rilevamenti dei protoni si sono impennati !

    GOES-13 Proton Fluence.
    — Protons/cm2-day-sr —
    >1 MeV

    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2011Q1_DPD.txt

    2011 03 07 5.2e+05
    2011 03 08 1.5e+07
    2011 03 09 1.8e+07
    2011 03 10 4.5e+07
    2011 03 11 1.4e+07
    2011 03 12 1.6e+06
    2011 03 13 1.1e+06
    2011 03 14 2.0e+05

    Potete osservare benissimo tale incremento anche nel mese di Giugno.
    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2011Q2_DPD.txt

    2011 06 03 5.8e+05
    2011 06 04 1.5e+06
    2011 06 05 1.3e+06
    2011 06 06 1.8e+06
    2011 06 07 1.1e+07
    2011 06 08 2.3e+07
    2011 06 09 7.0e+06
    2011 06 10 1.9e+06
    ……
    …….
    ………
    2011 06 16 4.3e+06
    2011 06 17 3.2e+07
    2011 06 18 2.8e+07
    2011 06 19 5.0e+06

    Adesso…
    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2011Q3_DPD.txt

    2011 08 03 5.0e+05
    2011 08 04 8.5e+06
    2011 08 05 9.7e+07

    I prossimi giorni inizio settimana saranno decisi….
    Che l’ingresso nel prossimo allineamento Luna-Terra-Mercurio-Sole-Venere + distacco dalla Ch 469 faccia da Innesco liberando l’energia che in questi giorni la Terra ha accumulato ?
    Io punto l’indice su l’ingresso in questa dinamica, come fase scatenante !

    Rilascio Ch

    +
    Ingresso allineamento

    A breve le risposte.

    Ciao

    P.S.
    Come ho già scritto in precedenza la prossima settimana e quella successiva molto probabilmente non potrò essere presente apieno regime. Quindi archiviate tutti quei possibili movimenti, fenomeni geologici-astronomici interessanti nella sezione V&T.
    Conto in una vostra collaborazione precisa e senza farsi prendere da eccessi nei termini.

    Grazie,
    michele

      (Quote)  (Reply)

  2. Pingback: Anonimo
  3. Breve aggiornamento

    Fine sollecitazione protonica con continua (leggera) fase scaldante (Ch469).

    http://www.swpc.noaa.gov/drap/Global.png
    http://www.spacew.com/plots.php

    http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2011Q3_DPD.txt

    2011 08 03 5.0e+05
    2011 08 04 8.5e+06
    2011 08 05 9.7e+07
    2011 08 06 3.9e+07

    Totale 3 giorni.
    Al distacco con la ch 469 probabilmente , da Lunedì o Martedì ogni momento è buono !
    Sempre che l’energia sia stata sufficiente.

    Rispetto ai precedenti disturbi protonici, questa sollecitazione è stata mediamente più breve, ma più intensa nell’impulso…
    Cmq vada questa dinamica è stata un’ottima occasione di studio.

    OT amministrativo
    Fabio, Simon sparate un nuovo articolo ?

      (Quote)  (Reply)

  4. Si parla di tempeste geomagnetiche nei prossimi mesi e questa era la prima intensa….Che dite ragazzi sarà ormai che il SC24 tenderà a realizzar il suo massimo nei prossimi mesi oppure che il massimo potremmo già averlo passato?Nn ho molto tempo per ora di seguire tt i commenti grazie in anticipo e sempre grazie delle vostre importantissime notizie su NIA 😉

      (Quote)  (Reply)

  5. @Giovanni Micalizzi
    Un solar max non dura solo un mese,si protrae nel tempo e potrebbe arrivare a toccare il suo apice assoluto nel 2012,come potrebbe essere stato raggiunto a marzo.Comunqe siamo in fase di solar max pieno,ma c’e’ qualche distinguo rispetto ai max dei cicli passati.Presto l’articolo sara’ pubblicato.Intanto un’altra bellissima immagine dal behind http://www.lmsal.com/solarsoft/last_events/20110807_194530_n7euB_l1_2048.png

      (Quote)  (Reply)

  6. @Giovanni Micalizzi
    Un solar max non dura solo un mese,si protrae nel tempo e potrebbe arrivare a toccare il suo apice assoluto nel 2012,come potrebbe essere stato raggiunto a marzo.Comunqe siamo in fase di solar max pieno,ma c’e’ qualche distinguo rispetto ai max dei cicli passati.Presto l’articolo sara’ pubblicato.Intanto un’altra bellissima immagine dal behind http://www.lmsal.com/solarsoft/last_events/20110807_194530_n7euB_l1_2048.png tutte queste CHs transequatoriali lasciano ben sperare….

      (Quote)  (Reply)

  7. ho trovato questo
    PRESTO FROM SIDC – RWC BELGIUM Tue Aug 9 2011, 0819 UT An X6.9 flare peaked at 08:05 this morning (15min ago). The source is presumably (TBC) NOAA AR 1263, now at the solar West limb. Note that this active region triggered a rise in proton flux levels during an M-flare yesterday evening. The flaring site might thus be in geo-effective position and more protons might be expected in the coming hour.

    non sò confermate??

      (Quote)  (Reply)

  8. Minor update added at 08:25 UTC on August 9: Region 11263 produced the largest flare of cycle 24, a major X6.9 event at 08:05 UTC. When available STEREO and LASCO images will be studied to determine if there was a potentially geoeffective CME associated with this event. There’s a possibility of a significant proton event as well.

    Fonte http://www.solen.info/solar/

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.