IL CICLO 24 HA RAGGIUNTO IL SUO MASSIMO ?

É una domanda che tutto il mondo scientifico e amatoriale si sta ponendo.
Questo strano e affascinante ciclo 24 ha messo al palo un folto numero di scienziati, compresi quelli della NASA.
Per avere una risposta ad una domanda così difficile, occorre a questo punto fare un salto indietro nel tempo ed analizzare attentamente come evolve un ciclo solare dal suo minimo al suo massimo e confrontarlo con quello attuale.
Quando un nuovo ciclo solare ha inizio, la sua attività é debolissima. Piccole AR sparse compaiono sulla fotosfera, mentre i buchi coronale o CHS sono stabilmente piazzati sui poli della stella.
Poi progressivamente le AR iniziano ad allinearsi sulle medie latitudini e lentamente e progressivamente abbassarsi avvicinandosi all’equatore. Il questo processo tendono progressivamente ad aumentare di numero e di estensione, facendo lievitare così l’attività magnetica della stella.
Il periodo che intercorre tra un solar min e un solar max è di 4 anni circa.
Quando si raggiunge la fase di solar max il fulcro del magnetismo si concentra vicino all’equatore e le CHS tendono a loro volta a piazzarsi nel centro della stella.
Ora andiamo ad analizzare come si e’ evoluto il ciclo 23 dal suo min 1996 al suo max 2000 tramite questo video you tube:

Da questo video si evince chiaramente che il max si raggiunge proprio nel momento in cui le AR dell’emisfero sud e quelle dell’emisfero nord sono nel punto più prossimo all’equatore.
IN QUESTO MOMENTO AVVIENE ANCHE L’INVERSIONE MAGNETICA.

Bene ora che abbiamo visto come si è evoluto il ciclo 23, andiamo ad analizzare come procede l’attuale ciclo 24 e proviamo a capire in che stato evolutivo si trova osservando questi video youtube relativi a giugno 2011 relativi ad AR e CHS:

Da questi 2 bellissimi filmati si deduce chiaramente che esiste una discrepanza notevole tra l’emisfero sud e quello nord, nel senso che quello nord ha raggiunto il suo max, quello sud è molto più indietro. La posizione delle CHS invece è transequatoriale, tipica di un solar max pieno.
Questa situazione è davvero paradossale, nel senso che l’evoluzione futura resterà alquanto incerta.

CONCLUSIONI

La forte divergenza tra i due emisferi produrrà due max distinti: 1 l’attuale, tra il 2011 e il 2012, l’altro successivo max relativo al sud emisfero tra il 2013 e il 2014.
La stella però deve compiere il delicato passaggio dell’inversione magnetica, ma in un contesto come quello attuale con le regioni del sud emisfero molto lontane dall’equatore l’inversione sarà quasi impossibile che avvenga e, senza inversione magnetica, esiste la concreta possibilità che la stella cada in un minimo profondo in stile Maunder.

GIORGIO MALAVOLTA

Hatena Bookmark - IL CICLO 24 HA RAGGIUNTO IL SUO MASSIMO ?
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

126 pensieri su “IL CICLO 24 HA RAGGIUNTO IL SUO MASSIMO ?

  1. @nitopi
    pensa te Luca ho moltiplicato 11,88×29,45.Giove e’ in perielio,(18 marzo),mentre Saturno decisamente e’ lontanino.Quindi rispetto al Maunder Giove e’ piu’ vicino,Saturno e’ piu’ lontano.

      (Quote)  (Reply)

  2. Ecco il discorso di SAturno e GIove che influiscono sul sole l’avevo posto adesso su Vulcani&Terremoti con questo LINK

    http://www.liberalfondazione.it/archivio/tutti-i-numeri-di-liberal/1673-regolare-e-caotico-cosi-il-sole-cambiera-la-nostra-vita-fino-al-2140

    in sostanza ci stiamo dimenticando gli allineamenti di giove e saturno e del baricentro declsole che si sposta anche di parecchio a seconda se i pianeti sono in opposizione o allineati e ovviamente sarà anche influenzato (anche se molto meno) dagli allineamenti di tutti gli altri pianeti e loro relative posizioni.

      (Quote)  (Reply)

  3. Facendo un discorso un pò assurdo (me ne rendo conto), se fossimo in pieno inverno il solar flux odierno coinciderebbe esattamente con la media del SF che abbiamo avuto nel 2010. Certo..si attendono conferme anche nei prossimi giorni..ma già questo secondo me è un chiaro segnale!

      (Quote)  (Reply)

  4. @Gianluigi
    Chissa s si riesce a stabilire una relazione con qualcosa di misurabile sulla terra, che so , magari il ritmo , la densita’ o la composizione tra gli anelli dei tronchi di alberi plurisecolari ..

      (Quote)  (Reply)

  5. @nitopi
    in effetti Luca, Giove in termini di dimensioni, di distanza dal sole e di velocita’ di rotazione genera un magnetismo che influisce sul Sole in maniera troppo predominate rispetto a Saturno.Quindi possiamo esseri sicuri solo di Giove,di Saturno decisamente molto meno.Ma chi funge da perno allora?

      (Quote)  (Reply)

  6. @giorgio
    Deve essere un qualche effeto perturbativo… mi sto facendo l’idea che basti perturbare di poco il periodo del ciclo solare a N rispetto a quello a S per ottenere grossi effetti, sui periodi storici…
    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  7. @giovanni
    Si, c’e’ anche la teoria sui momenti torcenti generati dal moto del sole attorno al baricentro del Sistema solare, che si sposta a seconda della posizione relativa dei pianeti…
    Però e’ un effetto meccanico e non magnetico.
    Mi dirai… il cm e’ generato dal moto del plasma solare … che a sua volta e’ infuenzato dagli effetti gravitazionali … Ma questo comincia ad andare oltre le mie capacità di analisi 8)

    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  8. Fabio Nintendo :
    Il Sole continua il suo ciclo debolissimo, alla facciaccia della NASA

    Non è facile stare dietro una scrivania quando a pochi metri il tuo capo ti osserva e legge i tuoi comunicati e quando il capo è ossevato da l’altro capo al secondo piano che gli chiede aggiornamenti sulla situazione che gli sono sono stati chiesti dal direttore che a sua volta riceve ordini dal presidente del dipartimento in continuo contatto con il governatore ….
    Ho visto poco persone gettare il Pc in terra…e urlare ai quattro venti…
    A vaff…voi il vostro sistema piramidale….

    Adesso vedo se posso fare una cosa di questo tipo nel mio posto di lavoro…
    come alla Nasa anche nei nostri posti di lavoro….cambia poco….
    Non si sfugge dal sistema piramidale….

    Scegli…compromesso…seguire il sistema oppure fare come san francesco…
    Speriamo che questo nostro lavoro qui su NIA nel deltaT (anni a venire) possa arrivare ad un’qualcosa…
    ma credo che quando saremo con il tratto Barberino-Roncobilaccio bloccato per ghiaccio …allora avremo altri problemi …

    La crisi economica (così la chimano quelle persone alla Tv…bhaaa…) continua…
    Sei pronto a cambiare lavoro ?
    😎

      (Quote)  (Reply)

  9. cmq per ora sono 13 mesi e il passaggio da sopra 80 a sopra 100 non è ancora avvenuto del tutto.
    ricordo che la media dei cicli nel quale il SF è disponibile è di 6 mesi per passare da 80 a 100

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.