Ghiacci Marini Artici – Situazione Ottobre 2011

All’inizio del mese di Ottobre il satellite AMRS-E, ovvero tra tutti quello meno ballerino nella rilevazione dei dati sull’estensione dei ghiacci Artici (anche se tanti problemi li ha dati lo stesso) è definitivamente morto, e dovrà essere sostituito, non si quando però quando.

Ora, io non so che dati utilizzi il National Snow And Ice Data Center dal quale preleviamo i dati mensili ufficiali, so però che molti centri che prima usavano i dati del satellite AMRS-E hanno iniziato ad usare dati di altri satelliti stimando e correggendo i valori per renderli omogenei con quelli precedenti.

Però è chiaro che la cosa è alquanto scorretta, visto che durante il periodo di ricongelamento delle acque in un solo giorno possono formarsi molti kmq di ghiaccio che se non vengono visti distorcono totalmente il dato.

Per cui questi che posto prendeteli per molto dubbi, sicuramente non attendibili come i precedenti.

Estensione:

 

 

Anomalia Concentrazione:

 

 

Area:

 

 

Trend Anomalia Estensione:

 

 

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 1.5milioni di kmq di estensione in meno e 2.0 in meno di area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 2.1milioni di kmq di estensione in meno e 2.1 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 2.1milioni di kmq di estensione in meno e 1.6 in meno di area.

 

 

FABIO

 

Hatena Bookmark - Ghiacci Marini Artici – Situazione Ottobre 2011
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

6 pensieri su “Ghiacci Marini Artici – Situazione Ottobre 2011

  1. Fabio, dunque pensi che il satellite possa sottostimare la reale estensione dei ghiacci? Cioè che la situazione sia migliore di quella che viene rappresentata?

    Dalla carta, inoltre, si nota che l’estremità orientale del Mar Baltico (dove credo si trovi S. Pietroburgo) è già parzialmente gelata, e la mappa delle anomalie di concentrazione indica una situazione sopra media (ce ne sono due in tutto, vedo). Dipende forse dalle ripetute discese di aria fredda ad est, oppure il satellite non ci vede bene? E poi perchè invece il Golfo di Botnia, pur vicino a quell’estremità del Mar Baltico, non ha iniziato a gelare? Troppo largo?

      (Quote)  (Reply)

  2. http://wattsupwiththat.com/2011/11/07/sea-ice-news-rapid-re-refreeze-of-the-arctic-in-october-40-faster-than-normal/

    Il titolo recita :

    Una rapida ri-ricongelazione dell’Artico nel mese di ottobre, il 40% più veloce del normale.

    L’estensione del ghiaccio marino artico è aumentato rapidamente fino a ottobre, come è tipico in questo periodo dell’anno. Grandi aree di mare aperte erano ancora presenti nei mari di Beaufort e di Chukchi alla fine del mese. L’acqua aperta ha contribuito a condizioni insolitamente calda lungo le coste della Siberia e nei mari di Beaufort e di Chukchi.

      (Quote)  (Reply)

  3. http://www.ilpost.it/2012/01/12/renda-alaska/
    ” La petroliera russa Renda sta avanzando lentamente nel ghiaccio del Mare di Bering per rifornire di diesel e benzina la città di Nome, nell’Alaska occidentale, in cui vivono circa 3.500 persone. …omissis… A causa delle temperature il ghiaccio si ricompatta in brevissimo tempo e spesso la rompighiaccio è costretto a ripetere l’operazione rallentando di molto gli spostamenti. Per lo stesso motivo le imbarcazioni sono costrette a procedere vicine, rischiando di scontrarsi. Martedì sono avanzate di 90 chilometri mentre mercoledì di soli 15 metri….. ” . Non ci sono parole : Non ho trovato nessun sito che pubblichi una cartina o una
    ripresa da satellite dove il mare di Bering risulti ricoperto dai ghiacci. Anzi ci voglion far credere che il famoso passaggio a Nord Est, costeggiando la Siberia sia libero dai ghiacci !
    Per controllare le temperature in tempo reale visitate il sito qui sotto indicato (si parte dal centro della Groenlandia). NB: cliccate in alto a sinistra su “continente”; a destra ,sotto “mappa” cliccate “satellite”, poi aprite la finestra di destra e cercate “stazioni meteo”, poi “temperatura”, portate il cursore opacità a sinistra Al centro in alto potete scegliere il giorno, l’ora e l’anno (dal 2001) e controllare le temperature registrate in tutte le località della terra. Poi resettate per portarvi al momento attuale.
    http://www.wunderground.com/wundermap/?lat=72.58000183&lon=-38.45000076&zoom=8&pin=Summit%2c%20Groenlandia&rad.type=00Q – Cordiali saluti, Roberto

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.