I have a dream ( lo ha già detto qualcuno?)


Dunque ho un sogno; che le menti più brillanti e i politici più lungimiranti di tutte le nazioni della terra, decidessero, vista la situazione di crisi globale del nostro pianeta, di indire una conferenza mondiale per affrontare i problemi della nostra terra (fame, sete, alluvioni, inquinamento, riscaldamento, CO2, disoccupazione, e chi più ne ha più ne metta).
Giungendo alla conclusione che il problema più stringente per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’umanità è l’individuazione di una nuova fonte di energia, possibilmente a basso costo, possibilmente pulita, che utilizzi possibilmente materie prime facilmente ed abbondantemente reperibili in qualsiasi parte del globo.
Le fonti di energia fossili sono in esaurimento e molto inquinanti, l’energia atomica da fissione è intrinsecamente molto pericolosa e produce scorie altamente radioattive per millenni, le energie alternative sono, per l’appunto, alternative e, oltre ad essere molto costose, possono essere utili solo in casi particolari e su piccola scala, ma non risolvono il problema dell’energia che deve essere disponibile nella quantità e potenza richiesta in qualsiasi momento.
Dunque sogno che le Nazioni Unite decidessero di unire le risorse umane ed economiche necessarie per cercare di realizzare il sogno della ”Fusione Nucleare” il motore che muove le stelle.
Ho letto un po’ in giro sulla rete che poi non è tanto un sogno, certo è una sfida tecnologica da fare tremare i polsi, ma che potrebbe essere vinta nel giro di 30- 40 anni se sostenuta e finanziata massicciamente a partire dalle nazioni più ricche del nostro mondo.
A quel punto nel mio sogno vedo macchine che vanno ad idrogeno, energia a basso costo per lo sviluppo delle popolazioni più povere della terra, la fine delle ”guerre del petrolio”, ecc.
Nella mia vita ho sempre fatto il ”grafico” non ho una formazione ne scientifica ne tecnica.

Sogno troppo?

Mario

Hatena Bookmark - I have a dream ( lo ha già detto qualcuno?)
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

32 pensieri su “I have a dream ( lo ha già detto qualcuno?)

  1. :Solar_Region_Summary: 2011 Dec 10
    # Region Location Sunspot Characteristics
    # Helio Spot Spot Mag.
    # Num Lat.,CMD Long. Area Extent class count class
    1362 N07W0* 134 60 7 HSX 1 A
    1363 S20W74 108 250 6 HHX 1 A
    1364 N18W71 105 50 4 CSO 2 B
    1365 N16W0* 139 120 10 HSX 1 A
    1366 N18W27 61 50 3 HSX 1 A
    1367 S18W47 81 10 2 HSX 1 A
    1372 N08W10 44 40 6 DSO 9 B
    1374 S17E41 353 140 3 HSX 2 A
    1375 N09E39 355 80 7 CSO 4 B

    L’emisfero nord e’ completamente sfaldato,mentre le AR dell’emisfero sud sono piu’ coalescenti ed hanno superato il nord come superficie.Inoltre si stanno sempre piu’ avvicinando all’equatore.Penso l’inversione magnetica avra’ successo e si va delieando sempre piu’ un Dalton LIKE

      (Quote)  (Reply)

  2. giorgio :

    :Solar_Region_Summary: 2011 Dec 10
    # Region Location Sunspot Characteristics
    # Helio Spot Spot Mag.
    # Num Lat.,CMD Long. Area Extent class count class
    1362 N07W0* 134 60 7 HSX 1 A
    1363 S20W74 108 250 6 HHX 1 A
    1364 N18W71 105 50 4 CSO 2 B
    1365 N16W0* 139 120 10 HSX 1 A
    1366 N18W27 61 50 3 HSX 1 A
    1367 S18W47 81 10 2 HSX 1 A
    1372 N08W10 44 40 6 DSO 9 B
    1374 S17E41 353 140 3 HSX 2 A
    1375 N09E39 355 80 7 CSO 4 B

    L’emisfero nord e’ completamente sfaldato,mentre le AR dell’emisfero sud sono piu’ coalescenti ed hanno superato il nord come superficie.Inoltre si stanno sempre piu’ avvicinando all’equatore.Penso l’inversione magnetica avra’ successo e si va delieando sempre piu’ un Dalton LIKE

    A me nn sembra assolutamente che l’emisfero sud stia producendo macchie più coalescenti di quello nord,stiamo scherzando?, certo se guardi il bollettino tendenzioso della nasa nn si va molo il là….

    alla fine anche secondo me sarà un dalton like (ed hai detto niente!), ma aspettiamo ancora!

    prossimi mesi decisivi!

    ciao

      (Quote)  (Reply)

  3. @ice2020
    Non so confermare quanto indicate circa l’aspetto delle macchie.
    Vedo però, per la prima volta da molti mesi, in questo grafico
    http://www.solen.info/solar/images/solar.gif
    che il solar flux nell’arco degli ultimi tre mesi non mostra alcun trend particolare, cioè non appare in netta crescita nè in netto declino, ma è sostanzialmente orizzontale. Cioè ha raggiunto il massimo medio del ciclo 24 e lì rimane, per ora.
    Sarà interessante verificare se nel 2012 crescerà ancora o meno.

      (Quote)  (Reply)

  4. ice2020 :
    Inoltre primi 10 giorni di dicembre con attività solare nettamente in calo rispetto i primi 10 giorni di novembre!
    Avanti così!
    Simon

    siamo più o meno in linea con ottobre o ancora più bassi?

      (Quote)  (Reply)

  5. artax :

    ice2020 :
    Inoltre primi 10 giorni di dicembre con attività solare nettamente in calo rispetto i primi 10 giorni di novembre!
    Avanti così!
    Simon

    siamo più o meno in linea con ottobre o ancora più bassi?

    no no più alti!

      (Quote)  (Reply)

  6. @ice2020
    Non ci si puo’ fidare dei report della NASA?nel senso:AR 1363,250 di area.AR 1374:140 di area.Solo queste 2 superano tutte quelle dell’emisfero nord.Certo che fino ad ora di balle la NASA ne ha scritte molte,nemmeno questo vale allora?

      (Quote)  (Reply)

  7. giorgio :

    @ice2020
    Non ci si puo’ fidare dei report della NASA?nel senso:AR 1363,250 di area.AR 1374:140 di area.Solo queste 2 superano tutte quelle dell’emisfero nord.Certo che fino ad ora di balle la NASA ne ha scritte molte,nemmeno questo vale allora?

    io nn mi fido della nasa, molto incoerenti soprattutto per quanto riguarda la latitudine delle AR!

    io guardo solo il SN del Sidc (cn molti punti interrogativi, molto meglio il NIA’s !) e soprattutto il solar flux che anche oggi è in netto calo rispetto a ieri!

    Avanti così, il sole sembra al momento essersi ripreso una nuova vacanzina!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  8. Bravo mario, per l’articolo.
    Ho un solo , piccolo commento…
    Quando ero al liceo leggevo riviste di divulgazione scientifica.
    La fusione era la fonte energetica del futuro. “Dobbiamo lavorare ancora una ventina di anni e ci arriveremo…”.
    Di anni ne sono passati quasi quaranta… e da lavorare ne restano ancora una trentina ….
    Diciamo che il morale non è tanto alto….

    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  9. concordo pienamente sulla priorità di investire risorse per la soluzione del problema dell’energia ma purtroppo non sono cosi ottimista sul futuro dell’energia da fusione. Questo per due motivi

    1 – da cinquant’anni si dice che l’energia da fusione sarà sfruttabile commercialmente tra 30 o 40 anni, ma questo limite continua a spostarti nel tempo a causa dei problemi di instabilità del plasma che fanno si che le reazioni di fusione non possano mantenersi per un tempo sufficente a generare piu energia di quanta ne richiedano

    2 – non è poi un’energia del tutto pulita, visto che il problema dell’attivazione dei materiali di cui sono composte le pareti dei reattori da parte dei neutroni prodotti dalla reazione non è ancora stato risolto

    sergio

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.