Ricercatori passati, presenti e futuri & allineamenti planetari, da Febbraio a Marzo 2012.

  Significative ripercussioni geologiche in arrivo ?

Scopo di questo articolo non sarà quello di indicare un quanto mai “improbabile” luogo e giorno di un prossimo evento geologico significativo, ma segnalare, indicare quelle possibili date nelle quali si andranno a realizzare particolari e semplificative configurazioni planetarie note come allineamenti planetari.
Specifichiamo per l’ennesima volta un punto chiave più volte ripetuto dalla mia persona e da l’ottimo utente “ab2010” nella sezione V&T. Oggi con le attuali conoscenze scientifiche non è assolutamente possibile indicare ne il giorno ne l’ora di un futuro evento sismico !
E allora vi domanderate,  perchè segnalare queste date ?
Semplice, Primo perchè in questi anni di monitoraggio sismico abbiamo notato una stretta e lampante relazioni fra le  delicate configurazioni planetarie e gli eventi geologici più significativi del pianeta. Secondo perché la ricerca e la soluzione ai misteri più nascosti dell’universo non si ferma mai.  E’ dovere quindi di un buon ricercatore continuare nella ricerca.
Pochi sanno infatti che la ricerca su dette correlazioni planetario-geologico parte da molto lontano. Già a partire dal 1874 l’italiano Michele Stefano De Rossi (figura alla sinistra) , si era già occupato di dette correlazioni ed ancora prima l’austriaco Rudolf Falb (1838-1903), (figura alla destra).

http://en.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Falb

Come non ricordare poi anche l’opera del defunto professore Richelmo Sassara, professore nella Libera Università della Tuscia di Viterbo e chissà quanti altri ricercatori o professori che in passato più o meno remoto si sono accorti di questa lampante correlazione.
Naturalmente oggi non conosciamo questa tematica scientifica grazie alla mastodontica opera che ci ha lasciato Raffaele Bendandi.
Aggiungo inoltre, che proprio in questi giorni sto cercando di contattare il ricercatore italiano Cristiano Fidani nel tentativo di avviare una stretta collaborazione.
Divulgazione su questa piattaforma che a mio parere  deve coinvolgere il maggior numero possibile di studi e ricerche con lo scopo finale di rompere quel muro di disinformazione che ricopre queste tematiche. Infatti essere ridicolizzati o affiancati a personaggi come il mago Otelma è la classica fine, nel quale il ricercatore ufficiale o non cade.
http://www.itacomm.net/PH/CIPH/EQL.html
Nel link sopra riportato sono disponibili alcuni lavori del Fidani.
L’elenco dei ricercatori non finisce certo qui. Oggi come ieri molti altri professori sparsi per tutto il mondo hanno riscoperto questa correlazione e si stanno quindi adoperando, nel tentativo, non solo di divulgare il più possibile le loro ricerche, ma stanno cercando perfino di elaborare una preliminare metodologia “empirico-geometrica”  di “forecasting earthquakes” come il ricercatore indiano Vinayak Kolvankar oppure i ricercatori N.Venkatanathan, Khalilov, John L. Casey, Mensur Omerbashich. e molti altri.
Inoltre in questi ultimi due anni si è straparlato molto dell’opera di Bendandi senza alcuna cognizione di causa e senza una benchè minima preparazione nel settore, ne storica ne scientifica. Chiacchere da bar figlie del catastrofismo più sfrenato ! Ecco quindi il perchè di questa doverosa introduzione. In conclusione, questa opera di divulgazione, grazie oggi anche alla rete, deve continuare e deve essere sviscerata e chiarita sotto un punto di vista strettamente scientifico una volta per tutte.
Terminata quindi questa lunga ma doverosa introduzione iniziano a riportare le date e alcune immagini di questi veri e propri incroci planetari.
In ordine cronologico, eccovi quindi l’elenco degli allineamenti planetari che si andranno a realizzare fra febbraio – marzo 2012.  Analisi effettuta utilizzando software quali Solar system simulator e solex.

Data centrale allineam. planetario –  Pianeti sistema solare coinvolti

  1. 18-02-2012    Venere – Marte – Urano
  2. 03-03-2012    Sole – Terra – Marte
  3. 04-03-2012   Venere – Terra – Saturno
  4. 05-03-2012   Terra – Mercurio – Urano
  5. 14-03-2012    Terra – Venere – Giove
  6. 22-03-2012   Sole – Mercurio – Luna – Terra

Riporto alcune immagini elaborate con SSSstudio.

Allineamento Marte-Venere-Urano 18-02-2012
Allineamento Marte-Venere-Urano 18-02-2012
Allineamento Terra-Venere-Giove 14-03-2012
Allineamento Terra-Venere-Giove 14-03-2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ evidente che la Terra sarà al centro, in poco più di un mese di numerosi incroci planetari. Incroci che si andranno a realizzare proprio in quel particolare e delicato passaggio stagionale di fine Inverno inizio Primavera.
Inoltre in questo vero e proprio gioco di tira e molla si andranno ad avvicendare anche i consueti passaggi lunari. E’ stato infatti dimostrato attraverso numerose ricerche che gli ingressi nelle “fasi di luna nuova” e nei “Perigei lunari” sono delle fasi delicate.

  1. 11/02/2012         PERIGEO
  2. 21/02/2012        Luna Nuova
  3. 10/03/2012        PERIGEO
  4. 22/03/2012       Luna Nuova

Vedi, ad esempio la ricerca compiuta dal Tamarazyan ( immagine sotto riportata) e molti altri ricercatori :

Tamarazyan, G.P., 1968. Principal regularities in the distribution of major earthquakes relative to the solar and Lunar tides and other cosmetic forces. ICARUS, v. 9, p 574-592.
Cochran, E.S., Vidale, J.E. and Tanaka, S., 2004. Earth tides can trigger shallow thrust fault earthquakes. Science,v. 306, p. 1164 –1166 (Originally published in Science Express on 21 October 2004). DOI:10.1126/science.1103961
Gao, W., Xu, S-X., Lie, P-X. and Peng, K.Y., 1996. The relationship between earthquakes and positions of the Sun and Moon. Acta Seismologica Sinica, v. 9, no. 1, p. 91-101.
Iwata, T. and Katao, H., 2002. Relation between Moon phase and occurrence of micro-earthquakes in the Tamba Plateau. Journal of Geography, v. 111, no. 2, p. 248-255.

Personalmente credo che le prime due settimane di marzo saranno un momento molto delicato per il pianeta (i primi quindici giorni).  Mi aspetto in particolare rettifiche ed indicazioni ulteriori da parte del nostro utente “ab2010” che oramai da più di un anno sta lavorando, sopra dette tematiche tramite il continuo sviluppo di un suo software “geogramma”. Riporto un vecchio commento del nostro utente :

http://daltonsminima.altervista.org/?page_id=9506&cpage=328#comment-78822

“………6 febbraio intensità prevista: pari a quella delle date 23-28 gennnaio ; 19 febbraio intensità prevista: simile a quella delle prime date: 3-4 marzo intensità prevista: più grande rispetto a tutte le precedenti 9-10-11 marzo da monitorare (situazione particolare ma solo da monitorare). Vedremo cosa succederà. Non ho maturato nessuna convinzione……….

A compendio di quest’articolo riporto due ulteriori  messaggi, il primo del nostro ab2010 e il secondo del  professore Nicola Scafetta che sicuramente possono aggiungere ulteriori spunti di riflessione nel dibattito :

“…….Quando insiste un allineamento, gli altri corpi non sono ininfluenti, occorre considerare questo, cioè non stanno a guardare. Non si verifica un evento nell’istante preciso del massimo allineamento. Inoltre il metodo di Bendandi non si basa sugli allineamenti: si consideri che ha iniziato ed indirizzato i suoi studi sul terremoto di Messina, nel cui giorno di allineamenti non c’era traccia. L’allineamento è solo una configurazione semplice da studiare, di verifica, ma non esaustiva…..”

“ Svalgaard non capisce il fatto che non è possibile calcolare con precisione e prevedere le maree con la legge fondamentale della fisica  a causa della enorme complessità fisica del problema, che non si limita a conoscere solo l’esistenza della gravità, ma richiede anche una dettagliata conoscenza di un sacco di altre cose tra cui la termodinamica, fluido-dinamica e le risonanze locali fondamentali. Per ovviare a questi problemi di ignoranza Kelvin ha proposto un modello armonico basato su cicli astronomici senza mettere alcun fisica in essa, ma utilizzando la geometria astronomica.”  Nicola Scafetta  – 10 Novembre 2011 –

E adesso avanti con i commenti.

Michele

Hatena Bookmark - Ricercatori passati, presenti e futuri & allineamenti planetari, da Febbraio a Marzo 2012.
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

19 pensieri su “Ricercatori passati, presenti e futuri & allineamenti planetari, da Febbraio a Marzo 2012.

  1. Le influenze gravitazionale degli altri pianeti sulla Terra sono quasi trascurabili. I corpi che la influenzano maggiormente sono la Luna, il sole, a volte Giove e a volte Venere. Quindi se esiste una correlazione tra allineamenti e terremoti deve dipendere da altro.
    Come scrive ab2010: “Svalgaard non capisce il fatto che non è possibile calcolare con precisione e prevedere le maree con la legge fondamentale della fisica a causa della enorme complessità fisica del problema, che non si limita a conoscere solo l’esistenza della gravità, ma richiede anche una dettagliata conoscenza di un sacco di altre cose tra cui la termodinamica, fluido-dinamica e le risonanze locali fondamentali.”

      (Quote)  (Reply)

  2. diego :

    Le influenze gravitazionale degli altri pianeti sulla Terra sono quasi trascurabili. I corpi che la influenzano maggiormente sono la Luna, il sole, a volte Giove e a volte Venere. Quindi se esiste una correlazione tra allineamenti e terremoti deve dipendere da altro.
    Come scrive ab2010: “Svalgaard non capisce il fatto che non è possibile calcolare con precisione e prevedere le maree con la legge fondamentale della fisica a causa della enorme complessità fisica del problema, che non si limita a conoscere solo l’esistenza della gravità, ma richiede anche una dettagliata conoscenza di un sacco di altre cose tra cui la termodinamica, fluido-dinamica e le risonanze locali fondamentali.”

    non l’ho scritto io, ciao

      (Quote)  (Reply)

  3. @diego E cosa c’è di più importante: Il campo elettromagnetico, tutto lo spettro
    La realtà non è divisa in compartimenti stagni, e tanto meno le migliaia di parole per descriverlo.Perché rifiutare il sapere tradizionale?, Perché chiudere gli occhi per la natura ondulatoria della realtà?, Perché negare le forze che li generano: gli opposti: positivo, negativo, i carichi?.
    Perché, ma, il grande Dante Alighieri apparteneva alla confraternita dei Fedeli d’Amore?. Perché dire che “l’amore rende il mondo” – l’attrazione tra gli opposti?. Temiamo che noi classifichiamo come “ignoranti esoterica”da un paradigma che sta morendo e viene sostituito dal Universo di Plasma o dell’Universo Elettrico?

      (Quote)  (Reply)

  4. Abbiamo già parlato della legge di Newton per tre corpi. http://it.wikipedia.org/wiki/Problema_dei_tre_corpi. Quando si schematizza un problema per razionalizzarlo é facile perdere i pezzi per strada le semplificazioni. Insomma non si può escludere a priori che in determinate condizioni si possano verificare dei fenomeni non comuni, dal momento che nel nostro sistema solare esistono molti corpi di massa non trascurabile. Già spiegare prevedere e calcolare con buona precisione le maree non é semplice. Di sicuro qualcosa accade ma cosa? Legame gravitazionali, elettrico, magnetico, effetti relativistici? La posizione del centro di massa del sistema solare adesso dove si trova ? Si notano ricorrenze e periodicità sospette degli eventi meteo e sismici ma non si riesce a trovare una legge accettabile … tanti troppi indizi che confondono le idee più che aiutare!

      (Quote)  (Reply)

  5. @Luci0
    Dobbiamo studiare il più grande italiano: Pitagora: Studiare con il suo monocordo, consonanze, dissonanze, armonie, disarmonie, risonanze, ecc.
    Perché, per essempio Mercurio é il primo “intervalo”dalla ottava solare…

      (Quote)  (Reply)

  6. Buona idea quella di riprendere il tema delle possibili correlazioni tra eventi geologici e configurazioni planetarie. L’allineamento però può essere solo un caso particolare semplificato che non è detto produca sempre degli effetti. Lo studio bendandiano era senz’altro più complesso come casistica di probabilità e includeva anche altre configurazioni , come già osservato. Per la cronaca il 14 II figura nel foglio 4 e oggi si hanno due eventi di grado >=6:

    http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/usb000802f.php

    http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/usb000803b.php

      (Quote)  (Reply)

  7. @Angheran
    Benvenuto Angheran,
    Bendandi era un grande genio multidisciplinare.
    Studiava la geologia, le dinamiche solari e il clima del nostro pianeta.
    Purtroppo e queste non è una novità in ogni ambito scientifico, se non c’è lo show…
    vedi il catastrofismo e correlati …della sua opera “ne pò frega de meno” a tutti senon ci scappa la notizia schock ! Vedi la storia del 11 Maggio e (stai a vedere che quando arriviamo ad Aprile 😎 ) Credo che lo scopo principale delle visioni eliocentriche sia quello di studiare i battimenti interni al ciclo solare. Le fasi di accelerazione e decelarazione interna, in relazione alla configurazione planetaria. Poi non escludo, visto e considerato che tutto è interconnesso
    a più livelli…geologia-pianeti-sole etc…che queste tavole indichino grossolanamente dei periodi delicati.

    Infatti tutta la serie di scosse comprese fra la M5 e la M6 e che si sono verificate lungo la cintura di fuoco in quest’ultime ore sono il classico esempio di sollecitazione elettromagnetica. La regola è sempre la medesima. Carica…Scarica…Carica.
    Nella variazione si verifica il rilascio. Siamo stati giorni e giorni senza una macchia solare.
    Siamo stati ad un passo dal essere spotless! Poi nell’emisfero sud nell’ultima settimana
    si è sviluppata proprio l’AR 1416 fronte Terra
    http://sohodata.nascom.nasa.gov/cgi-bin/soho_movie_theater
    Carica l’ultime 100 immagini del HMI Continuum.

    Ed inoltre siamo stati sotto costante soffio di vari e frammentati buchi coronali.
    http://www.solen.info/solar/coronal_holes.html

    Chiaro che in certe occasioni il trigger e planetario o solare.
    Anche se questa suddivisione è fuorviante ed errata visto che non è separata la questione.
    Vedi le precedenti righe.

    P.S. Naturalmente 11 maggio 2011 e 5 Aprile 2012 non c’entrano un tubo con Bendandi.

      (Quote)  (Reply)

  8. Michele, ti segnalo altre due configurazioni che ti sono sfuggite.
    Il 19 febbraio: Terra, Sole, Nettuno con il progressivo “ingresso” in New Moon del nostro satellite.
    Il 23 febbraio abbiamo anche Marte- Terra-Mercurio con la luna in perigeo il 21 febbraio.
    Invece l’allineamento del 18 febbraio non riguarda la terra perché lo consideri?

      (Quote)  (Reply)

  9. John Carter :

    Michele, ti segnalo altre due configurazioni che ti sono sfuggite.
    Il 19 febbraio: Terra, Sole, Nettuno con il progressivo “ingresso” in New Moon del nostro satellite.
    Il 23 febbraio abbiamo anche Marte- Terra-Mercurio con la luna in perigeo il 21 febbraio.
    Invece l’allineamento del 18 febbraio non riguarda la terra perché lo consideri?

    In questi anni di studi ci siamo resi conto che gli allineamenti pianeti interni – pianeti esterni sono molto più pericolesi di quelli interni. Anche se la Terra (in queste config. INT < ---> EXT) non è coinvolta.
    Questa osservazione ci viene sottolineata anche da Bendandi.
    Probabilemente ab2010 ti può indicare il riferimento o scritto dove raffaele ha lasciato scritta questa osservazione. Dinamica già osservata in occasione di eventi sismici significativi nel passato anno.

      (Quote)  (Reply)

  10. @diego
    è vero e non è vero niente!

    avrei dimostrato il contrario da più di un anno, con centinaia di casi documentati in ogni dettaglio, diagrammi e grafici panoramici giornalieri e relativi commenti; se non fosse che anch’io sostengo che non si tratti di influssi gravitativi, ma di altra espressione energetica, ancora da inquadrare correttamente, o magari da concepire.
    ho introdotto possibili direzioni ricerca (forse individuate grazie ad una dritta di @alessandro presso questo forum?)
    ma rimane il fatto che le relazioni esistono ed agiscono AL MINUTO, come dimostrano molti dei preavvisi orari che pubblico ogni giorno.

    come mai nessuno se ne accorge?
    l’ho documentato ben oltre alle ipotesi di Bendandi, che ha dovuto ricorrere a pianeti inesistenti per far quadrare i conti (mentre negava il “diritto planetario” a Plutone).
    da notare che l’ho sempre difeso a spada tratta, ma contano i fatti.

    ho tracciato quelli conosciuti, che bastano e avanzano.
    ho rilevato l’assoluta importanza delle Parti Lunari, di cui nessuno si è MAI accorto.
    andate a vedere: Solomon Islands, Martedì, 14 Febbraio 2012 (M:6.4)
    in fondo ad http://seismic.astrotime.org/seismal_monitor.html

    d’accordo con Michele, sulla predominante importanza dei pianeti esterni, come le sfere maggiori dell’orologio S.solare, di cui la Luna scandisce solo i secondi. anche se poi sono quelli che determinano.
    già che ci sono, da uno stralcio di una mail ad Angheran “..la Luna è solo la Luna. osserva le mie panoramiche giornaliere. si vede bene come spesso gli sciami tendano ad addensarsi intorno ai transiti vari di Luna, ma gli agglomerati più significativi operano sullo sfondo di Aspetti maggiori, cioè [angoli orbitali] planetari…”

    AstroTime

      (Quote)  (Reply)

  11. ciao
    ma allineameto di terra +sole+ venere avverrà il 6 Giugno
    è probabile che in Emilia Romagna c sia una scossa ml forte ??

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.