La corrente del golfo oggi.

– Minore spinta e andamento più caotico –

 Torniamo a parlare della corrente del Golfo qui su Nia. L’idea di riproporre quest’argomento sul blog, non è figlia della mia mente, ma della nostra utente “Betty” che la alcune settimana fa scriveva:

Ciao… La corrente del golfo potrebbe essere un effetto scatenante per quel che riguarda il raffreddamento del clima in alcune zone del globo? Si sa attualmente come sta? In alcuni siti si dice che sta per spegnersi, ma, leggendo poco tempo fa su Meteo Giuliacci alcune curiosità in proposito, egli sosteneva che la corrente del golfo non solo non sta rallentando ma anzi sembra lavorare con maggior intensità per regalarci più tepore….Betty “

Detto argomento è già stato sviscerato ed analizzato più volte nei passati anni su questa piattaforma. Quale occasione migliore quindi, per riproporre quest’argomento, controllandone il suo stato attuale di salute.

All’interno di questa nuova analisi troverete inoltre, vari collegamenti a pagine web che fanno riferimento ad articoli scritti nella passata stagione. Articoli teorici, che ne descrivono le caratteristiche e impatti sul clima europeo o contenenti viceversa, analisi, monitoraggi nei passati anni. Lavori, come :

Il sistema delle correnti e la circolazione termoalina (1) http://daltonsminima.altervista.org/?p=10070

Un aggiornamento sulla Corrente del Golfo http://daltonsminima.altervista.org/?p=6609

In breve, ritengo, che il monitoraggio di una delle correnti oceaniche più importanti del nostro pianeta, deve continuare, visto e considerato le vicende solari e climatiche del nostro pianeta che sembrano puntare verso un deciso e radicale cambiamento.

Prima di addentrarci nell’analisi delle carte, premetto che da circa tre anni, oltre a seguire giornalmente le vicende astronomiche e meteorologiche, ho l’abitudine di andare a controllare (ogni circa 15 giorni), il percorso e la velocità della CDG, che ricordo per i meno addetti ai lavori : La corrente del golfo e la corrente nord Atlantica: che cos’è e COSA GLI STA ACCADENDO!

http://daltonsminima.altervista.org/?p=4933

“…..La corrente del Golfo, insieme alla sua estensione nord verso l’Europa, la corrente nord-atlantica, è una potente calda e veloce corrente oceanica che ha origine nel Golfo del Messico, esce attraverso la Stretto di Florida, e segue le coste orientali del Stati Uniti fino a Terranova, prima di attraversare l’Oceano Atlantico verso il Nord Europa dividendosi in due a circa 30° W, 40° N , una parte prosegue verso l´Europa del nord e una parte meridionale della corrente ricircola verso il sud verso l´Africa occidentale…”

Di seguito ho riportato un collegamento ad una interessante pagina web, che spiega, con una corretta ed adeguata terminologia le dinamiche interne ad essa ( vedi ad esempio i vortici stazionari eddy  ed i meander ), in uscita dal golfo del messico.

http://rads.tudelft.nl/gulfstream/info.shtml

Immagine che vi servira come termine di paragone,analisi, quando a termine di questo articolo riporterò le elaborazioni dei rilevamenti odierni. Continuando nella trattazione, c’è proprio da dire che in questi anni se non sono sentite e scritte di tutti i colori. Di notizie al limite del fantascientifico che ipotizzano un blocco totale, già in corso, ne sono uscite a bizzeffe.

Ma gli studiosi seri e che scendono in campo con strumenti e meno chiacchere, che cosa dicono i merito ? Come non ricordare allora, la ricerca della prof. Fiammetta Straneo. Qui trovate l’articolo scritto dal nostro Sand-rio : Una scienziata italiana in Groenlandia dice che….(e possibili relazioni con la deviazione della corrente del golfo?)

http://daltonsminima.altervista.org/?p=7492

“….I ricercatori, guidati da Fiammetta hanno scoperto che i cambiamenti nelle correnti oceaniche del Nord Atlantico portano acqua subtropicale, molto piú calda, sempre più a nord. Acqua calda con circa quattro gradi Celsius è stato trovata durante le loro ricerche. Questa acqua calda combinata con una sua rapida propagazione, ha consentito lo scioglimento di masse dei ghiacciai della Groenlandia…”

Ci sarebbe conferma quindi di un cambiamento . Ma che cosa sta realmente accadendo in questi anni. Già nel 2010 il nostro sand-rio aveva scritto questo post nel quale evidenziava una strana irregolarità :

 

“…..Infine voglio farvi vedere questa immagine del 6 gennaio 2010 dove potrete notare come ad un certo punto la corrente del Golfo gira a sinistra verso il Labrador…..”

Entrando nello specifico di questa trattazione riporto i siti web dai quali ho prelevando i vari report.

Il primo database è francese e ci fornisce dei report generati dopo aver eleborato i dati provenienti dal satellite euro-americano poseidon. Questa prima piattaforma è quella che preferisco per i suoi notevoli contenuti, analisi e l’ottima impostazione grafica. Piattaforma dove è possibile trovare animazioni delle temperature, correnti e salinitá di tutti gli oceani del mondo:

http://bulletin.mercator-ocean.fr/html/produits/bestproduct/welcome_fr.jsp

A nostra disposizione troviamo inoltre l’americano, fonte NOAA :

http://polar.ncep.noaa.gov/ofs/

E per concludere vi passo quest’ultima risorsa, fornita di un’ottimo archivio :

http://rads.tudelft.nl/gulfstream/#fig1

Su quest’ultima risorsa sono disponibili analisi a partire dal 2003.

Come avrete sicuramente compreso, quest’articolo non si prefigge l’obbiettivo di dimostrare cose eclatanti e scioccanti, come riportato in precedenza, ma segnalare una minor forza e degli strani comportamenti (cambi di direzione), che oggi sembrano essere confermati, paragonando le carte del 2007/2008 a quelle degli ultimi tre anni 2009-2010-2011 ed inizio 2012.

Che ci siano dei collegamenti con le posizioni delle alte/basse pressioni, uragani, cicloni o altro ? Nel successivo dibattito cercheremo di chiarire la questione.

Partiamo quindi con il riportare la situazione dell’intera visione della circolazione nel nord Atlantico in data  21 Feb 2007 a 0 metri di profondità.

http://img210.imageshack.us/img210/9967/29441035.jpg

Il 21 Febbraio 2007 a 100 metri di profondità.

CDG - 21 Febbraio 2007 - 100 metri di profondità
CDG - 21 Febbraio 2007 - 100 metri di profondità

Circolazione in uscita dalle coste Statunintesi il 21 Febbario 2007

http://img651.imageshack.us/img651/4034/49869787.jpg

Adesso andiamo a riportare e paragonare tali immagini, con l’attuale situazione. Registrazione del 22 Febbraio 2012 a 0 metri di profondità.

http://img705.imageshack.us/img705/6075/11417950.jpg

Il 22 Febbraio 2012 a 100 metri di profondità

http://img718.imageshack.us/img718/1306/54948545.jpg
CDG - 22 Febbraio 2012 - 100 metri di profondità

Circolazione in uscita dalle coste Statunintesi il 17 Febbario 2012

http://img827.imageshack.us/img827/7127/83922242.jpg

E’ evidente, in particolar  modo a 100 metri di profondità la netta differenza di velocità fra la carta del 2007 e l’attuale. Credo che a tale profondità siano da escludere collegamenti con i cambi circolazione troposferica…o sbaglio ?

Sono riuscito a trovare alcune vecchie immagini che risalgono nello specifico al 1996 e al 2000 rispettivamente :

 http://img585.imageshack.us/img585/6239/96939173.jpg

http://img859.imageshack.us/img859/9454/64127453.jpg

– Aggiornamento –

Ho trovato un ulteriore piattaforma, con un ottimo archivio che parte dal Marzo 2004.

Link : http://www7320.nrlssc.navy.mil/global_nlom32/navo/arc_list_GFSTRSP1.html

Confronto 11 Gennaio 2005 – 11 Gennaio 2012

Analisi :

–       2012 minore “vorticosità” rispetto al 2005 ( Vortici segnalati all’interno dei cerchi di colore bianco )

–       2012  minore velocità della “main current”. I vero e proprio asse o binario principale di spinta ( Vedi le linee di colore nero indicate all’interno del binario di colore rosso principale , segnalate con dei rettangoli di colore bianco)

 Animazioni primi venti giorni mesi di Gennaio 2005 – 2012

Ho realizzato anche due animazioni (primi venti giorni) che poste a confronto, evidenziano, mettono in risalto ad un osservatore attento, le differenze sopra riportate. In particolare si ponga maggiore attenzione alle caratteristiche che la main current del 2012 assume tra  i 50° e 60° gradi di longitudine (50W – 60W), in confronto a quella 2005.

 L’attuale corrente è frammentata ed i vortici sono estremamente rari o assenti . Sintomo di una spinta minore !

Prego l’utenza di attendere il caricamento dell’animazione (durata di circa 2,3 minuti) e porre successivamente particolare attenzione al confronto delle immagini, avvio dell’animazione.

 

 

 

A questo punto dell’analisi , ulteriori commenti ed osservazioni mi sembrano superflue.  Considerando che l’immagini non sono state prelevate da una sola banca dati, ma bensì da tre banche dati distinte .

Analisi, che confermano chiaramente che la corrente del golfo si è INDEBOLITA e il suo percorso verso l’Europa è più CAOTICO e FRAMMENTATO. Infatti come altri editor di Nia avevano già riportato in alcuni articoli passati , vedi biennio 2009 -2010, in alcune settimane si è perfino registrato  un cambio di direzione. Nello specifico, nel bel mezzo del’oceano Atlantico, in alcuni periodi è stato riportato un cambio di direzione.

La corrente è sembrata deviare verso le coste della Groenlandia, invece di proseguire verso l’Europa. Questa anomalia confermerebbe la scoperta della prof. Fiammetta Straneo.

In base a queste preliminari analisi , questo cambiamento, sembrerebbe aver avuto inizio a partire dal 2000. Il collegamento con la flessione dell’attività solare sembra quindi più che evidente. Credo che in prossimo futuro non ci attendano solo drastici cambiamenti a livello di circolazione atmosferica ma anche veri e propri rivoluzioni a livello di circolazione termoalina globale. Mi viene da pensare a questo punto delle analisi , la corrente presa in esame è una fra le più conosciute, ma le altre, meno conosciute e di importanza non minore, come si stanno comportando ?

Attendo le vostre osservazioni.

 

Michele

Hatena Bookmark - La corrente del golfo oggi.
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

125 pensieri su “La corrente del golfo oggi.

  1. fano :
    @Zambo
    scusami se ho elucubrato, ma almeno dimmi cosa e come ho elucubrato. Poi elucubrare non è mica peccato, cioè se ognuno deve sentirsi in colpa se elucubra, allora si smetterebbe di comunicare per aver paura di elucubrare o che qualcuno biasimi elucubrio. Quindi elucubrare è lecito e rispondere è cortesia. Biasimare elucubrio è elucubrio, e quindi basta con tutto questo elucubrio generale che non si capisce più neinte!
    Ciao
    Fano the Elucubrer

    … Nel leggere tutto sto elucubramento mi sono ubriacato…. 😉 !

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.