Now Casting Pasquale: Simon VS Giorgio: Il Sole è andato!

Cari amici di NIA, Giorgio mi pagherà la scommessa, il Sole non ce la fa, è inutile, guardate come si presenta stamani:

Sud emisfero spotless da giorni (e fortuna che doveva riprendersi!), nord emisfero che continua a tirare la carretta, ma fa ridere, in sostanza i 2 emisferi continuano la loro fase di desincronizzazione!

Permanendo così la situazione, vedo ben poche possibilità che il ciclo inverta i poli, cosa che dovrebbe accadere a breve visto che siamo ormai certi di essere o di aver addirittura già passato il Solar Maximum lo scorso autunno!

Solar flux crollato a 98, media mensile al 6 aprile a 103!

diamo un occhio al Behind:

ci sono 3 regioni, vedremo come si comporteranno una volta raggiunta la parte visibile, intanto notate la loro latitudine da pieno solar maximum!

Ormai è fatta, il ciclo 24 sta molto probabilmente colassando, non so se vi rendete conto a cosa andremo incontro, NIA è stata la prima ad aver intuito ciò già 3 anni fa grazie al grande Ale ed al sottoscritto!

Aspettando che il Prof Hathaway e l’esimio Svalgaard lo capiscano anche loro…a deep Solar Minimum is coming on, stay tuned with NIA!

Intanto, Buona Pasqua a tutti voi,

Simon

Hatena Bookmark - Now Casting Pasquale: Simon VS Giorgio: Il Sole è andato!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

145 pensieri su “Now Casting Pasquale: Simon VS Giorgio: Il Sole è andato!

  1. Carlo :
    A vedere questa immagine delle 17:11
    http://sdo.gsfc.nasa.gov/assets/img/latest/latest_1024_HMII.jpg
    sembra che siamo completamente spotless…e se la cosa dovesse perdurare per alcuni giorni è presumibile un SF inferiore a 90….cosa mai vista in tempi moderni!

    E’ presumibile qualche giorno spotless, guardando il behind!!
    Anche se sappiamo che qualche macchia, in periodo di presunto solar max potrebbe nascere improvvisamente! 😉

      (Quote)  (Reply)

  2. io trovo ridicolo che si parli ancora di queste scie chimiche come chissà cosa. mi meraviglio che in un blog come nia con utenti che stimo molto e conosco anche in altri forum sia concesso questo, fa cadere il forum molto in basso..mia personale opinione che a quanto ne so è condivisa da molte persone, si fanno voli pindarici quando le scie sono più visibili proprio quando c’è una irruzione fredda (e infatti ora ce n’è una in corso) a causa del contrasto tra il calore della combustione e dei gas di scarico e l’aria molto fredda…..mah

      (Quote)  (Reply)

  3. Ipotizzando l’esistenza di una casta dominante risulta evidente come questa sia oltremodo interessata al controllo ed entro certi limiti alla sicurezza dell’umanità, ma non certo dei singoli uomini, pedine sacrificabili.
    Si tratterebbe quindi di persone infervorate e convinte di idee rigide e monotone con un preciso obbiettivo.
    Esattamente come vengono descritti i talebani.
    Il problema principale pero’ nasce dal momento in cui a tali persone verra’ meno questa passione smisurata.
    Non dimentichiamo che in fondo si tratta solo di poveri diavoli illusi di poter controllare tutto e tutti quando invece non sanno neanche aggiungere un solo giorno alla loro data di scadenza ne’ piu’ ne’ meno di un operaio Fiat.
    Siamo di fronte ad una teocrazia.
    Ma non sta scritto da nessuna parte che possa durare a lungo.
    Quando la concordia all’interno del club andrà inevitabilmente scemando, ci faranno il sommo piacere di eliminarsi fra di loro…..e questo invece sta scritto da qualche parte e molto chiaramente.
    Come si suol dire: la passione dura poco.
    Un ideale deve essere condiviso da piu’ persone. Quando le persone che ci credono diminuiscono, l’ideale svanisce.

      (Quote)  (Reply)

  4. Donato, se non ti sei mai soffermato a guardare il cielo, notando la nettissima differenza tra le scie di aerei e le scie chimiche nel medesimo istante, alla medemisa quota, e nella medesima zona, non puoi affatto affermare che non esistono.
    La mia zona la conosco come le mie tasche e conosco tutte le aerovie che ci passano sopra. E ti posso assicurare che non esiste che nella stessa mattinata e in contemporanea, transitano ben 6 aerei (nel giro di 1 ora) formando nel cielo una vera e propria scacchiera di scie che si sono espanse nel giro di qualche ora ricoprendo tutto il cielo.
    Contemporaneamente passavano i soli 2 aerei di linea (aerovia transappenninica che collega Milano con Brindisi e aerovia “diagonale”, come la chiamo io, che collega l’Austria con la Tunisia) la cui scia e’ svanita nel giro di pochi minuti…. Per scie chimiche non si intende la normale scia di condensazione di quegli aerei che stanno diventando vecchie percorrendo sempre e solo le stesse aerovie, ma qualcos’altro…. linee aeree apparentemente non “normali”.

    Ad ogni modo…. c’e’ liberta’ di fare ogni cosa. Puoi credere o meno alle scie chimiche. Come puoi credere o meno al Riscaldamento Globale indotto dalle attivita’ umane. Ma purtroppo le evidenze ci portano a pensare che il Riscaldamento Globale non e’ una conseguenza delle attivita’ umane e che nel cielo ci sono troppe schifezze messe li’ da qualcuno che ha qualche intento che noi non conosciamo in modo adeguato!

    Ricordati anche, se non lo sai, che alcune malattie sono stranamente aumentate in determinate zone da quando sono iniziate ad apparire nel cielo le scie chimiche… sempre a scacchiera…. o a righe parallele… non lungo le normali ed accertate aerovie civili e/o militari… sia chiaro!

      (Quote)  (Reply)

  5. se evitassimo di parlare di scie chimiche sarebbe meglio.
    cerchiamo di evitare argomenti da paranoici del complottismo.
    le scie chimiche sono ampiamente dimostrabili da chi vuole ascoltare cosa ha da dire la fisica, ovvio che se uno non vuole può anche non farlo, ma non qui.

    cmq per il SIDC come era lecito aspettarsi non siamo spotless
    http://sidc.oma.be/html/SWAPP/dailyreport/2012/meu100

      (Quote)  (Reply)

  6. quoto…poi il discorso delle piogge scarse degli ultimi tempi non regge molto:dal 2008 al 2010 abbiamo avuto un surplus di piogge…(lì non irroravano?!?!) …il clima è regolato da un importante indice detto enso che a seconda delle sue oscillazioni condiziona il clima a livello globale…esperimenti a livello locale potrei anche non escluderli, ne abbiamo sentito parlare tutti, ma essere convinti di un totale coinvolgimento e voler trattare come realtà e vedere il complotto ovunque ce ne passa.

      (Quote)  (Reply)

  7. Concordo pienamente sul fatto di non parlare di scie chimiche qui su NIA, ma da qui a dire che di sicuro non esistono, ce ne passa!

      (Quote)  (Reply)

  8. Ivan… sono “stronzate”… tra virgolette…. nel senso che tra il 2008 e oggi, ha piovuto molto di piu’ in alcune zone, concentrando l’acqua di interi anni in un periodo estremamente ristretto. Ma per il resto dell’anno non ha piovuto piu’. Non so dove abiti tu, ma qui da me il Lago di Posta Fibreno e’ sotto livello di 50 cm almeno… e in questo periodo e’ un evento rarissimo…
    Inoltre, fonti interne, mi hanno confermato che il 4° comprensorio piu’ ricco d’acqua a livello europeo (Posta Fibreno / Canneto / Cassino) e’ ai minimi storici e non reggera’ ancora a lungo. Nello specifico ci sono solo 20 cm di acqua sopra le pompe di sollevamento a Posta Fibreno (10 anni fa il livello era di diversi metri sopra… portata 620 litri al secondo) mentre a Cassino se non erro il livello e’ a circa 1 metro sopra le pompe (portata 2800 litri al secondo).
    Qui da me inoltre ad eccezione della nevicata record di febbraio ed un totale inferiore alle 24 ore di pioggia sparse su un arco di tempo di circa 2 settimane…. sono oltre 12 mesi che non piove. Oltre al succitato Lago, anche l’omonimo fiume e’ sotto livello, cosi’ come il suo principale affluente, il Rio Carpello (una delle sorgenti d’acqua piu’ buone e ricche della zona… oltre 400 litri al secondo… attualmente pressoche’ ferma durante il giorno per mancanza di acqua) ha un livello che e’ praticamente il 50% del totale…. (non e’ grosso, ma e’ sempre stato storicamente e straordinariamente costante).
    E dire che il bacino idrografico che alimenta queste sorgenti e’ praticamente enorme…. tanta siccita’ non si e’ mai vista.
    Per concludere questo “escursus” idrico… ti dico che il terreno e’ secco per i primi 40 cm….. La stagione degli asparagi non e’ molto ricca e moltissime piante e coltivazioni soffrono la secca. Queste non sono ipotesi o farneticazioni… e’ la realta’ della bassa ciociaria… provincia di Frosinone… non una zona del nord africa!
    Vedere le sorgenti che alimentano il lago praticamente asciutte e’ qualcosa di indescrivibile. 🙁

      (Quote)  (Reply)

  9. E pensare, riguardo l’acqua, che in Alaska ci sono diverse navi cisterna, grosse quanto le petroliere, che imbarcano acqua dolce dalle relative sorgenti per portarle in zone del mondo dove… stranamente…. l’acqua dolce scarseggia. Che strano business!!!!

      (Quote)  (Reply)

  10. allora, Dati CNR gli anni 2008, 2009 e 2010 sono stati decisamente più piovosi della media con il semestre invernale Nov-Apr 09-10 come il più piovoso dal 1800
    il 2011 dal mese di Aprile ha visto un periodo siccitoso tra i più importanti degli ultimi 10 anni, ma sono fenomeni già successi ampiamente, soprattutto negli anni 80 e 90 nell’italia meridionale.

    non sono quindi novità se non in luoghi ristretti del territorio italiano che non sono nulla in confronto al totale delle terre emerse (che non sono nulla in confronto all’intero pianeta)

    riguardo al concetto di scie chimiche, vi chiedo di evitare di parlarne se non nella sezione forum del blog.
    argomenti che fanno parte del complottismo preferirei non vederli sul blog e come ho scritto sono fenomeni fisici già spiegati.
    non si tratta di fenomeni sconosciuti, ma anzi di fenomeni che documentazioni dimostrano erano presenti anche molto prima degli anni 90 (data l’ovvietà della loro formazione naturale non c’era bisogno di specificarlo, ma a volte è meglio essere pignoli)

    inoltre asserire l’esistenza di un controllo chimico-fisico dell’atmosfera terrestre per scopi sperimentali su chissà quali obiettivi non è esattamente la stessa cose nel dire che i conteggi del SIDC non sono più paragonabili a quelli del 1800 o che la CO2 non sia l’unica e sola causa delle modificazioni climatiche (in particolar modo il riscaldamento termico degli ultimi 30 anni)

      (Quote)  (Reply)

  11. qui (puglia) tranne una flessione negli anni 90 le piogge sono sempre state sopramedia…gli anni 2000 e tuttora siamo sempre sopramedia pluvio e qui di aerei con le scie cimiche ce ne passano a bizzeffe….per favore dai, siamo seri…commentiamo il sole

      (Quote)  (Reply)

  12. Bernardo Mattiucci :
    Ivan… sono “stronzate”… tra virgolette…. nel senso che tra il 2008 e oggi, ha piovuto molto di piu’ in alcune zone, concentrando l’acqua di interi anni in un periodo estremamente ristretto. Ma per il resto dell’anno non ha piovuto piu’. Non so dove abiti tu, ma qui da me il Lago di Posta Fibreno e’ sotto livello di 50 cm almeno… e in questo periodo e’ un evento rarissimo…
    Inoltre, fonti interne, mi hanno confermato che il 4° comprensorio piu’ ricco d’acqua a livello europeo (Posta Fibreno / Canneto / Cassino) e’ ai minimi storici e non reggera’ ancora a lungo. Nello specifico ci sono solo 20 cm di acqua sopra le pompe di sollevamento a Posta Fibreno (10 anni fa il livello era di diversi metri sopra… portata 620 litri al secondo) mentre a Cassino se non erro il livello e’ a circa 1 metro sopra le pompe (portata 2800 litri al secondo).
    Qui da me inoltre ad eccezione della nevicata record di febbraio ed un totale inferiore alle 24 ore di pioggia sparse su un arco di tempo di circa 2 settimane…. sono oltre 12 mesi che non piove. Oltre al succitato Lago, anche l’omonimo fiume e’ sotto livello, cosi’ come il suo principale affluente, il Rio Carpello (una delle sorgenti d’acqua piu’ buone e ricche della zona… oltre 400 litri al secondo… attualmente pressoche’ ferma durante il giorno per mancanza di acqua) ha un livello che e’ praticamente il 50% del totale…. (non e’ grosso, ma e’ sempre stato storicamente e straordinariamente costante).
    E dire che il bacino idrografico che alimenta queste sorgenti e’ praticamente enorme…. tanta siccita’ non si e’ mai vista.
    Per concludere questo “escursus” idrico… ti dico che il terreno e’ secco per i primi 40 cm….. La stagione degli asparagi non e’ molto ricca e moltissime piante e coltivazioni soffrono la secca. Queste non sono ipotesi o farneticazioni… e’ la realta’ della bassa ciociaria… provincia di Frosinone… non una zona del nord africa!
    Vedere le sorgenti che alimentano il lago praticamente asciutte e’ qualcosa di indescrivibile.

    ma credi che esista una normalità?..e se si in base a cosa?…e perchè?…esistono cicli, come migliaia di anni fa la t globale era di svariati gradi più bassa di oggi e ancora più indietro lo era di svariati gradi più alta…poi nino/nina ecc ecc….dai su

      (Quote)  (Reply)

  13. Bernardo Mattiucci :
    Donato, se non ti sei mai soffermato a guardare il cielo, notando la nettissima differenza tra le scie di aerei e le scie chimiche nel medesimo istante, alla medemisa quota, e nella medesima zona, non puoi affatto affermare che non esistono.
    La mia zona la conosco come le mie tasche e conosco tutte le aerovie che ci passano sopra. E ti posso assicurare che non esiste che nella stessa mattinata e in contemporanea, transitano ben 6 aerei (nel giro di 1 ora) formando nel cielo una vera e propria scacchiera di scie che si sono espanse nel giro di qualche ora ricoprendo tutto il cielo.
    Contemporaneamente passavano i soli 2 aerei di linea (aerovia transappenninica che collega Milano con Brindisi e aerovia “diagonale”, come la chiamo io, che collega l’Austria con la Tunisia) la cui scia e’ svanita nel giro di pochi minuti…. Per scie chimiche non si intende la normale scia di condensazione di quegli aerei che stanno diventando vecchie percorrendo sempre e solo le stesse aerovie, ma qualcos’altro…. linee aeree apparentemente non “normali”.
    Ad ogni modo…. c’e’ liberta’ di fare ogni cosa. Puoi credere o meno alle scie chimiche. Come puoi credere o meno al Riscaldamento Globale indotto dalle attivita’ umane. Ma purtroppo le evidenze ci portano a pensare che il Riscaldamento Globale non e’ una conseguenza delle attivita’ umane e che nel cielo ci sono troppe schifezze messe li’ da qualcuno che ha qualche intento che noi non conosciamo in modo adeguato!
    Ricordati anche, se non lo sai, che alcune malattie sono stranamente aumentate in determinate zone da quando sono iniziate ad apparire nel cielo le scie chimiche… sempre a scacchiera…. o a righe parallele… non lungo le normali ed accertate aerovie civili e/o militari… sia chiaro!

    scusa ma dove avrei detto che non esistono?…ci sono e le vedo benissimo tranquilli…sono i loro effetti o la spiegazione della loro esistenza che è degna delle più allucinanti fantasie

      (Quote)  (Reply)

  14. ma come si fà a pensare che si possa controllare aree vaste come un continente, con mezzi artificiali…La natura comanda! Le rotte degli aerei son sempre le stesse, sono solo linee raddoppiate come numero di aerei rispetto a 20 anni fà…si passano sopra di fianco, solo un paio d’ore fà avevamo almeno un centinaio di aerei di linea sul territorio , contemporaneamente. Pensate di giorno! A secondo delle condizioni atmosferiche si creano le scie di condensazione.

      (Quote)  (Reply)

  15. Tralasciando argomenti esoterici, per rientrare in topic, chi ha voglia di fare un bel sunto su cosa ci aspetterebbe e quali sarebbero le tempistiche, se il sole continuasse a non dare segnali di vita? Grazie.

      (Quote)  (Reply)

  16. Guardando questo grafico, a parte qualche “exploit” mi sembra che la tendenza di fondo sia chiara: cioè se interpoliamo con una retta la pendenza è negativa.
    http://www.solen.info/solar/

    Certo oggi mi sarei aspettato un SF intorno a 90, ma comunque resta il fatto, checchè ne dica il SIDC, che macchie visibili non ce ne sono.

      (Quote)  (Reply)

  17. Carlo :Guardando questo grafico, a parte qualche “exploit” mi sembra che la tendenza di fondo sia chiara: cioè se interpoliamo con una retta la pendenza è negativa.http://www.solen.info/solar/
    Certo oggi mi sarei aspettato un SF intorno a 90, ma comunque resta il fatto, checchè ne dica il SIDC, che macchie visibili non ce ne sono.

    Beh, anche così, se non è coma profondo, poco ci manca. Negli ultimi 60 anni non mi risultano periodi, anche brevi, con il solar flux così basso e così a lungo. Naturalmente poi si fanno le medie su scala mensile, ma immaginate se aprile terminasse sotto i 100…..attualmente è possibile….

      (Quote)  (Reply)

  18. “Si tratta di un Aforisma di Albert Einstein: L’uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi.”

    Pessimo esempio! I Topi sono fra i pochi animali, oltre all’uomo, che si uccidono fra di loro!! Questa volta il caro Alberto ha toppato. Adesso non è che, perchè si chiama Einstein, abbia sempre ragione.

    Le scie chimiche sono state sbugiardate 1000 volte e sono una delle bufale più assurde mai messe in giro.
    (Sono OT ma non posso leggere simili castronerie e stare zitto!)
    “Formazione: vari studi condotti negli ultimi 55 anni hanno portato a concludere che le scie di condensazione possono formarsi anche se l’ambiente ha umidità relative pari allo 0%, a patto che la temperatura sia sufficientemente bassa, perché l’acqua necessaria è contenuta, sotto forma di vapore, nello scarico dei motori a getto.”

    “Persistenza: una scia di condensazione non solo si forma, ma persiste, soltanto quando l’umidità relativa alla quota di volo è sufficientemente alta (solitamente uguale o superiore al 60%-70%).

    Tuttavia è semplicemente impossibile ridurre il fenomeno ad una triade stringente di parametri: questi tre parametri vanno infatti considerati in correlazione uno con l’altro e non in modo indipendente, sicché le loro combinazioni sono infinite e non catalogabili in modo rigoroso e preciso.

    Inoltre la formazione e la persistenza delle scie dipendono anche da molti altri fattori difficilmente misurabili e/o prevedibili, come il tipo e l’efficienza del motore, il tipo di combustibile, i venti, le correnti, eccetera: quindi anche i modelli previsionali più recenti, non essendo in grado di tener conto di tutto ciò (altrimenti non sarebbero gestibili), sono e saranno sempre imprecisi.

    Talvolta si sente dire che la NASA e gli altri enti avrebbero cambiato nel corso del tempo la “versione ufficiale” delle condizioni di formazione delle scie di condensazione, insabbiando la questione dell’umidità relativa necessaria dichiarata inizialmente. In realtà già i testi di meteorologia degli anni Cinquanta (per esempio quelli di Appleman mostrati e citati qui sopra, che sono tuttora riferimenti di base per i meteorologi) specificavano che le scie di condensazione potevano formarsi anche con umidità relativa zero.”

    “In ogni caso, per quanto sembri controintuitivo, non è affatto scontato che due aerei effettivamente affiancati emettano entrambi una scia di condensazione. Lo ha dimostrato Ulrich Schumann, nell’articolo intitolato “Influence of propulsion efficiency on contrail formation”, pubblicato in Aerospace science and technology (2000; 391).
    Nel caso trattato nell’articolo e illustrato dalla foto qui sotto (pag 399 elib.dlr.de/9247/01/aerscitech-2000.pdf .), soltanto uno dei due velivoli, che volavano realmente affiancati, emetteva una scia di condensazione. La spiegazione risiede nel fatto che i motori funzionavano a regimi diversi.
    Questa semplice differenza era sufficiente per impedire ad uno dei due velivoli di produrre contrail: l’Airbus A340 (a sinistra) le produceva, il Boeing 707 no. Ciò permette di capire quanto sia complessa la previsione di formazione delle scie di condensazione, che deve tenere conto di numerose variabili, spesso difficilmente valutabili o prevedibili.”

    “Mediamente, dal motore di un aeroplano viene espulso, sotto forma di vapore, circa un chilogrammo d’acqua al secondo generato dalla combustione, a cui si aggiunge il vapore contenuto nell’aria atmosferica aspirata dal motore stesso (centinaia di metri cubi al secondo). Va sottolineato che ogni motore che bruci idrocarburi genera acqua: in giornate invernali abbastanza fredde, anche dai tubi di scappamento delle auto si può vedere uscire del “fumo” bianco, che non si vede nelle giornate più calde: come per il motore degli aerei, quello non è vero fumo, ma vapor acqueo che condensa.”

    Com’è nata sta sola!!
    “La teoria delle “scie chimiche” nasce nel 1995, ideata da Bill Brumbaugh, un conduttore radiofonico americano. Osservando queste scie bianche nel cielo, Brumbaugh immaginò potesse trattarsi di sostanze tossiche presenti nel carburante.
    Riuscito ad impossessarsi di qualche campione di carburante per aerei, e non potendo permettersi le analisi, si affidò a Larry Wayne Harris, un microbiologo, il quale eseguì le analisi, ma non le pubblicò mai a causa di problemi legali (collegati alla detenzione illegale di bacilli della peste bubbonica ottenuti in modo fraudolento).
    Nel 1997 un vicino di casa, Richard Finke, inviò un e-mail in una lista tematica sul bioterrorismo, affermando che nel carburante era stato trovato un pesticida molto tossico (1,2-dibromo etilene). In questa e-mail non erano riportati i dettagli delle analisi (tecnica usata, operatore, quantità rilevata). Inoltre i riferimenti del laboratorio si rivelarono falsi. Tuttavia, come spesso succede con questo tipo di messaggi, l’e-mail si diffuse lo stesso, incorporando varie aggiunte e modifiche.
    Nel 1999 un giornalista, William Thomas, parlò delle scie chimiche nella popolare trasmissione radiofonica “Coast to Coast AM”, nota anche per aver lanciato vari altri argomenti, come annunci di invasioni extraterrestri imminenti, la presenza di alieni nell’area 51 e la storia incredibile del viaggiatore nel tempo John Titor.
    Da quel momento la teoria delle scie chimiche è diventata di dominio pubblico. Vari media l’hanno ripresa negli anni, trattandola spesso in modo acritico; questo ha portato una leggenda senza fondamento ad essere discussa nei parlamenti di numerosi stati.”

    Scusate per la lunghezza ma quando ce vo ce vo!!

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.