Allineamenti planetari da Aprile a Giugno 2012

Siamo nuovamente qui riuniti per andare ad analizzare, sviscerare, quelle particolari configurazioni planetarie critiche, sul quale porre particolare attenzione, in relazione a dei possibili eventi geologici significativi, da metà Aprile a fine Giugno. Un vero e proprio almanacco astronomico da consultare in questi tre mesi, in sincro all’attività sismica del nostro pianeta.

In primis l’analisi del periodo sotto il punto di vista del vero e proprio fuoco lunare . Trimestre che vede in ordine le seguenti fasi lunari :

  • 21/04/2012 Luna Nuova
  • 06/05/2012 Luna Piena + Perigeo
  • 21/05/2012 Luna Nuova
  • 03/06/2012 Perigeo
  • 04/06/2012 Luna Piena
  • 19/06/2012 Luna Nuova

Adesso, di seguito, le delicate configurazione planetarie che ho individuato in queste settimane. Naturalmente le sotto riportate configurazioni planetarie dovranno essere interpretate, valutate ed eventualmente corrette tre o quattro giorni prima, in contemporaneo studio, evoluzione dell’attività solare, che come specificato e riscontrato in questi anni, ricopre il ruolo cardine nella distribuzione delle fasi di carica-scarica energetica del pianeta.

Si veda il grafico sotto riportato. Elaborazione che evidenzia la correlazione fra i tre eventi geofisici più significativi (  dalla partenza di questo ciclo solare SC24) e le variazioni del campo magnetico interplanetario. Si osservi come i tre principali eventi si siano sono manifestati in contemporanea o poco dopo una veloce o impulsiva fase d’accelerazione della dinamo solare. Il valore in nanoTesla del campo magnetico dell’eliosfera è stato mediato su una rotazione Carrington (27 giorni) e presenta un’ottima correlazione con i tre eventi geofisici più importanti che si sono manifestati dal 2010 ad oggi. In particolare questo grafico evidenzia nuovamente ( si veda in particolare il  sisma verificatosi a Sumatra 11-04-2012 ) i veri e propri “step“o gradini di accumulo energetico dalla Terra. Trend di crescita che si sono verificati nelle più significative fasi d’attività EM da parte della stella, da fine 2009 a l’attuale Aprile 2012.

Arrivando al dunque, prima di elencare le configurazioni planetarie più delicate è importante sottolineare che le date che di seguito ho riportato,elencato, devono rappresentare solo ed esclusivamente un’ orientamento sulle quelle possibili finestre temporali a rischio e non il giorno preciso. Aggiornamenti a seguire, nella sezione V&T.

In particolare, massima attenzione al Transito di Venere che si verificherà il 5 Giugno.

1° Configurazione 19-20 e 23/04/2012

Entrata in Luna Nuova(21) , Allineamento Marte-Sole-Venere-Urano (23), Allineamento Marte-Terra-Nettuno (proiezione18) e Allineamento Terra-Mercurio-Urano (23)

2° Configurazione 04-05/05/2012

Entrata in luna piena/perigeo lunare e allineamenti Mercurio-Terra-Saturno & Mercurio-Venere-Marte (05)

3° Configurazione 19-20/05/2012

Entrata in Luna Nuova (21), Proiezione entrata in allineamento (Transito) Sole-Venere-Terra

A seguire, prossime settimane, approfondimento su questo particolare dinamica, che si verifica ogni 243 anni. http://it.wikipedia.org/wiki/Transito_di_Venere_dalla_Terra

Un transito di Venere viene osservato dalla Terra ogni qualvolta Venere si interpone fra il nostro pianeta e il Sole, oscurandone una piccola parte del disco; durante un simile evento, un osservatore può vedere Venere come un disco nero che attraversa il disco solare.

I transiti di Venere sono tra gli eventi astronomici predicibili più rari e avvengono con uno schema che si ripete ogni 243 anni, con coppie di transiti separate da un intervallo di 8 anni che si ripetono in periodi più ampi di 121,5 e 105,5 anni. L’ultima coppia di transiti avvennero nel 1874 e nel 1882, e il primo transito della coppia attuale è avvenuto l’8 giugno 2004, mentre il prossimo è previsto il 6 giugno 2012. Dopo tale data i prossimi transiti avverranno nel dicembre 2117 e nel dicembre 2125.

4° Configurazione 01-03/06/2012

Transito di Venere (05), entrata in luna piena(04) e perigeo lunare(03)

5° Configurazione 16-17-18/06/2012

Entrata in Luna Nuova(19) e proiezione entrata in allineamento Giove-Venere-Terra(30)

6° Configurazione 25-26/06/2012

Entrata in allineamento Urano-Venere-Marte(25) e allineamento Sole-Mercurio-Marte(27)

E il luogo vi domanderete … a quando una possibile indicazione approssimativa ed eventuale possibile fascia oraria dell’evento. La risposta oggi è diretta e semplice. Non è possibile ! Primo, perchè personalmente non ho mai iniziato alcuna analisi o studio in merito. Secondo, perchè il tema è molto delicato e dai risvolti mediatici-sociali incontrollabili. Credo che scrivere, pubblicare o depositare una tale previsione debba essere fatto solo ed esclusivamente dopo una attenta analisi e riprova del metodo. Certo possiamo dibattere sul continente, ma andare oltre al momento sarebbe solo una dichiarazione da sciocchi. Credo però che unire l’analisi astronomica ( geogramma/monitor attività EM solare) + i rilevamenti del Radon e le rivelazioni EM a Terra, mi riferisco alle emissioni VLF o UHF, possa dare una grande spinta nel capo degli studi e delle previsioni dei grandi eventi geofisici.

Infatti cosa ho trovato recentemente ?!?

In queste settimane di ulteriori ricerche ho scoperto questa interessante piattaforma : International Earthquake and Volcano Prediction Center http://www.ievpc.org/index.html

Piattaforma  che annovera fra i vari centri associati anche il gruppo NCGT. Gruppo del quale fanno parte anche i nostri ricercatori italiani, il Dr.Valentino Straser e il Dr. Giovanni Gregori. http://www.ievpc.org/id64.html

Sicuramente ricorderete che qualche mese fa avevo annunicato l’entrata in collaborazione con il sopra citato gruppo. Si veda il seguente articolo : http://daltonsminima.altervista.org/?p=18594

Di seguito il volantino del centro  “IEVPC” :

Il centro delle previsioni sismiche e vulcaniche (IEVPC) è stato fondato da un team di scienziati e altri esperti con un circuito di registrazioni affermato per l’eccellenza nella ricerca scientifica, in particolare tettonica, vulcanismo, la ricerca sismica, la gestione e le altre abilità necessarie per raggiungere la missione e gli obiettivi della squadra IEVPC. Questa squadra si è formata dopo che i suoi fondatori si sono resi conto che ci sono stati forti correlazioni fra i terremoti, maremoti, l’attività vulcanica, l’attività solare e i precursori dei vari eventi geofisici. Questi precursori sono stati studiati per molti anni dai fondatori IEVPC, da scienziati e ricercatori del personale che rappresentano il principale organismo di competenza nella comprensione di questi precoci segnali che i catastrofici eventi geofisici (CGE) sono in grado di fornire. In altre parole, hanno determinato che attraverso la comprensione di questi eventi che portano a questi rischi geologici, potrebbero essere previsti in anticipo con un elevato livello di affidabilità. Inoltre, è stato dimostrato che una combinazione della tecnologia avanzata utilizzata dalla squadra di scienziati IEVPC, può portare ad un miglioramento sostanziale del tempo di rilevamento del precursore dell’evento CGE . L’IEVPC ha assemblato la tecnologia e il personale e ritiene che si possano dare giorni, settimane e mesi di preavviso per i più grandi terremoti ed eruzioni vulcaniche associate e tsunami. Con una capacità storica di fare previsioni con precisione e senza lunghi periodi di notifica, il IEVPC crede che forse molte migliaia di vite possono essere salvate ogni anno.

Di seguito la pagina specifica, dove vengono rilasciati i bollettini di allerta, con riportate indicazione delle possibili aree interessate da l’evento geofisico significativo.

http://www.ievpc.org/id69.html

In data 09 Aprile 2012 è uscito un bollettino nel quale si segnala un possibile evento di magnitudo compresa fra la M7.5 e la M8.5, entro la fine di Giugno, nella penisola Russa della Kamchatka. Attualmente lo stadio d’avanzamento (monitor analisi evento) è di fase, stage 6.

Si veda nello specifico la seguente pagina web :

A CGE is imminent and will occur within days. Emergency operationsand final preparations must be in place as specified in the Stage 6 CWN.

Pagina con il bollettino : http://www.ievpc.org/sitebuildercontent/sitebuilderfiles/cwnkamchatkastage6announcement040912.pdf

Attendo adesso quindi, le vostre valutazioni, in merito alle sopra citate configurazioni e detta previsione rilasciata dal centro IEVPC. Concludo questo nuovo articolo, con questa interessante studio portato avanti da un professore dell’università di Hokkaido.

http://www.bbc.co.uk/news/science-environment-17487482

Il professor Kosuke Heki dell’Università di Hokkaido in Giappone, crede di aver trovato un modo per prevedere i terremoti. Heki analizza i segnali GPS, misurando la TEC, o Total Electron Content, nell’alta atmosfera. Mentre la misura della TEC si è interrotta dalle onde sonore dopo il terremoto Tohoku del 2011, ha scoperto – quasi per caso che il TEC è stato interrotto nei 40 minuti o giù di lì prima del sisma.

Verificando le registrazioni dei GPS ha trovato correlazioni simili per altri terremoti, una scoperta che si annuncia come un importante passo avanti nella nostra comprensione dei fenomeni sismici.

Michele

Hatena Bookmark - Allineamenti planetari da Aprile a Giugno 2012
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

18 pensieri su “Allineamenti planetari da Aprile a Giugno 2012

  1. mi sembra davvero una domanda poco scientifica….. a giudicare dallla sproporzione di massa e dalle distane incommensurabili tra sole e pianeti di cui si predica da decenni.

      (Quote)  (Reply)

  2. @Paolo 72
    Paolo le ripercussioni sull’attivita’ solare sono state trattate nel mio articolo e sono le seguenti: 1′ fase: Giove-Terra opposti o in congiunzione(termine corretto)giorno 5 maggio.2’allineamento terra-venere giorno 6 giugno.Tra queste 2 fasi si dovrebbe realizzare secondo i miei calcoli il solar max. http://daltonsminima.altervista.org/?p=19717 poi vedremo se ci prendo.C’e’ pure una scommessa di mezzo con Simon.Ciao Giorgio

      (Quote)  (Reply)

  3. Paolo 72 :

    Michele tu pensi invece che il Sole ne risentirà?

    Ciao Paolo,
    guarda il discorso è al contemplo semplice e complicato.
    Primo semplice perchè oramai chiaro che stiamo per entrare in un lungo perido irregolare ed anomalo.Prima di entrare nel vero e proprio minimo solare dobbiamo attendere ancora diversi anni a mio parere. Penso che sarà ancora un susseguirsi di accelerazioni e decelerazioni.I cicli nei profondi minimi solari non durano 11,12 anni ma possono arrivare anche a più di 15 anni.
    Per quanto rigurada l’affermazione del nostro caro martello. Bisogna dire che il sistema solare ..Sole e pianeti è altre ci manifesta continuamente correlazioni numeriche in ogni campo fisico, che sia elettromagnetico e/o gravitazionale.
    Ultimamente sul blog di Antony Watts si è chiuso un nuovo capitolo, discussione in merito al grande dilemma. Gravitazione o Magnetismo ?
    Ti dico soltanto che ( e questa non è la prima volta ) l’amministratore A.W. a chiuso la discussione dopo che Svalgaard,Geoff Sharp,Scafetta,Vuckevic e altri se ne son dette di santa ragione…
    🙂

    La discussione è degenerata quando si sono messi a discutere sulla baricentrica..

    Chissà perchè urta tanto i nervi questo lavoro…agli occhi..
    😎

    http://wattsupwiththat.com/2012/04/15/new-paper-in-the-journal-of-atmospheric-and-solar-terrestrial-physics-demonstrates-that-planets-do-not-cause-solar-cycles/

      (Quote)  (Reply)

  4. Michele :

    Paolo 72 :
    Michele tu pensi invece che il Sole ne risentirà?

    Ciao Paolo,
    guarda il discorso è al contemplo semplice e complicato.
    Primo semplice perchè oramai chiaro che stiamo per entrare in un lungo perido irregolare ed anomalo.Prima di entrare nel vero e proprio minimo solare dobbiamo attendere ancora diversi anni a mio parere. Penso che sarà ancora un susseguirsi di accelerazioni e decelerazioni.I cicli nei profondi minimi solari non durano 11,12 anni ma possono arrivare anche a più di 15 anni.
    Per quanto rigurada l’affermazione del nostro caro martello. Bisogna dire che il sistema solare ..Sole e pianeti è altre ci manifesta continuamente correlazioni numeriche in ogni campo fisico, che sia elettromagnetico e/o gravitazionale.
    Ultimamente sul blog di Antony Watts si è chiuso un nuovo capitolo, discussione in merito al grande dilemma. Gravitazione o Magnetismo ?
    Ti dico soltanto che ( e questa non è la prima volta ) l’amministratore A.W. a chiuso la discussione dopo che Svalgaard,Geoff Sharp,Scafetta,Vuckevic e altri se ne son dette di santa ragione…

    La discussione è degenerata quando si sono messi a discutere sulla baricentrica..
    Chissà perchè urta tanto i nervi questo lavoro…agli occhi..


    http://wattsupwiththat.com/2012/04/15/new-paper-in-the-journal-of-atmospheric-and-solar-terrestrial-physics-demonstrates-that-planets-do-not-cause-solar-cycles/

    Grazie!

      (Quote)  (Reply)

  5. ice2020 :Notevole accelerazione del sole, quella volpe di Giorgio si rimette in gioco!
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/hmi_igr/1024/latest.jpg

    Lo stereo behind
    http://stereo-ssc.nascom.nasa.gov/beacon/latest/behind_euvi_195_latest.jpg
    in effetti si è un poco movimentato, specie in prospettiva (vedere estremità sinistra).

    Boh, magari entro 1-2 mesi ci scappa un altro massimo, vediamo. Il solar flux da battere è 180-190.
    Comunque il tema di fondo non cambia: è un ciclo moscio con qualche sussulto ogni tanto.

      (Quote)  (Reply)

  6. ice2020 :

    Notevole accelerazione del sole, quella volpe di Giorgio si rimette in gioco!

    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/hmi_igr/1024/latest.jpg

    Questa accelerazione solare molto probabilmente ridimensionera le magnitudo delle scosse in ingresso della fase lunare del 21. C’è in oltre da considerare che la Luna si proietta verso l’Apogeo del 22, quindi non si dovrebbero avere particolari eventi. Siamo anche sotto il soffio di una ch.

      (Quote)  (Reply)

  7. @Michele
    Devo fare una piccola precisazione Michele,nel senso che il periodo anomalo non sta per iniziare,bensi’ e’ iniziato a partire dalla meta’ degli anni 90.Le AR che noi vediamo sulla fotosfera ora si sono formate nel Tacholine 10 anni fa.Il ciclo 23 e’ di fatto quello che ci ha traghettati verso questo minimo.La dinamo solare ha iniziato a rallentare a meta’ degli anni 90 e la prova di tutto cio’ e’ stata la contrazione dell’eliosfera e cioe’ la diminuzione del vento solare che proprio a partire dalla meta’ degli anni 90 si e’ manifestata.Dal mio punto di vista personale il ciclo 23 sarebbe da considerare come il primo del minimo di Eddy.Altro punto su cui si potrebbe discutere e’ la durata dei cicli,nel senso che spesso si confonde l’inizio di un ciclo con l’inizio della fase attiva di un ciclo.L’inizio del ciclo e’ rappresentato dalla prima AR del ciclo nuovo,nel nostro caso 1 luglio 2006.L’inizio della fase attiva di un ciclo avviene nel momento in cui per ben 2 mesi consecutivi si e’ superato il n. di 10 wolf.L’anomalia della durata dei cicli solari del minimo di Dalton e’ quindi dovuta al differente metodo di calcolo di inizio del ciclo:a quei tempi era molto difficile scoprire la prima AR del ciclo nuovo e quindi fissare una data di inizio.

    @ice2020
    😉

    @FabioDue
    per decretare un nuovo max non occorre superare i 180-190 di un giorno,bensi la media mensile e cioe’ il valore medio di SF fissato a 150 nel mese di novembre 2011.Comunque si per ora siamo anche se un po’ in ritardo in linea con le previsoni.L’accelerazione appena iniziata dovrebbe incrementare da qui all’inizio di Maggio.Il mese di maggio dovrebbe mantenersi costantemente con valori medio-alti e perche’ non escludo qualche picco giornaliero intorno ai 200.Staremo a vedere.

      (Quote)  (Reply)

  8. @giorgio
    Si giorgio condivido, infatti se osservi l’elaborazione della baricentrica di Chervatova noti che dove è scritto “NEXT ?” c’è anche scritto 1985..non 1985..in quel momento ma qualche anno dopo…

      (Quote)  (Reply)

  9. Comunque il sole sembra abbia ingranato la marcia giusta verso il max.Probabilemente sara’ un max brevissimo ma molto intenso.Attenzione ai flares.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.