Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo

Cari amici di NIA, il sole ristà facendo le bizze…il sottoscritto potrebbe non ancora aver perso la scommessa…e Giorgio quindi che si è ritrovato in vantaggio negli ultimi giorni potrebbe perderla!

Aprile sta per finire e nonostante l’accelerata, la situazione nn è nemmeno lontanamente paragonabile a ciò che è accaduto lo scorso autunno!

Anche il behind appare tranquillo…sembra davvero che il nostro sole nn ce la faccia ad aumentare la sua attività in maniera costante! Nemmeno gli allineamenti planetari riescono a farlo svegliare!

Insomma, e qui vi voglio numerosi, chi VINCERA’ LA SCOMMESSSA TRA ME E GIORGIO?

SIMON

Comunicazione amministrativa di Michele – 26-04-2012

Scusate se mi intrometto nel gioco, ma volevo rendere pubblico a tutti gli utenti di Nia e alla stessa amministrazione una problematica che oramai da circa 7/8 mesi a questa parte, questo blog sta avendo. I fatti e i dati sono sotto gli occhi di tutti. Inutile fare nomi e cognomi e postare faccine e riportare dati precisi. Nelle bozze di Nia al momento sono depositati sette articoli, cinque dei quali sono di mia firma i restanti , uno un vecchio articolo di Lucio dell’Ottobre 2011 e uno di fabio Nintendo di 2 mesi fa.

Io non voglio stare qui a fare conti perchè non ne vedo la necessità siamo tutte persone intelligenti.
Mi sento in dovere però di comunicarvi una cosa, a questo stato della cose ritengo corretto e credo che un buon blog per poter proseguire nella sua opera di divulgazione scientifica aperta a tutte le idee e pensieri debba avere nel proprio coro PIU’ voci.

Questo è fondamentale a mio parer perhè alla lunga la cosa può diventare stucchevole e poi lo stesso maggior “editor”, cioe “io” rischia di seminare nel blog idee o punti di vista univochi.
Nella diversità e nelle varie opinioni differenti e anche in contrasto si cresce.

Questo è quello che oramai da circa 1/2 mesi ho maturato dentro di me.
Ho cercato di allungare la presenza degli articoli in homepage. Però mi sto rendendo conto che non basta, visto che scrivono sempre i 3/4 personaggi.

Questo solo per comunicarcvi che se da ora in avanti la permanenza degli articoli potrà durare anche più di 3/4 giorni.

Sinceramnete sono molto deluso, diciamo non dalla vecchia guardia, ma da certi utenti che sono sempre pronti a lasciare commenti e fare delle chicchere da bar, con affermazioni altosonanti,
poi invece quando vi avevamo chiesto , anche nella persona di Simon di sforzarvi e dare un piccolo contributo nello scrivere o tradurre un piccolo vostro lavoro scientifico in 20/40 giorni …….. il silenzio più assoluto.

Michele

Nia

 

Hatena Bookmark - Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

56 pensieri su “Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo

  1. @Fabio Nintendo
    Come volte passa, mentre questi “tempi interessanti” andare avanti, è evidente che abbiamo bisogno di sapere perché abbiamo il sospetto che stiamo per essere colpiti di sorpresa per fatti insospettabili e inattesi.
    Nia soddisfa questo scopo, e che è un sacco!

      (Quote)  (Reply)

  2. Fabio Nintendo :

    apuano70 :

    zambo :@Michele, come scritto più volte a Simon, uno dei problemi di NIA sta nella sua doppiezza.NIA contempla sia articoli davvero ben fatti e molto interessanti, sia articoli davvero più che discutibili. Articoli che con l’approccio scientifico poco o nulla hanno a che spartire.Se ai curatori del sito interessa più la quantità degli articoli rispetto alla qualità, ciò pone dubbi a chi sarebbe anche intenzionato a produrre lavori da pubblicare. Tenendo conto del fatto che fare un lavoro non, passami il termine, raffazzonato costa (come chi fa ste cose sa benissimo) fatica e tempo.
    Dunque la mancanza di articoli non può a tuo avviso discendere anche (e sottolineo anche) da questa tipicità di NIA ?Simon non ha mai risposto a questa mio dubbio. Vediamo se ora, essendo amministratore di NIA, lo farai tu.

    Ciao Zambo, mi permetto di intervenire anche se il tuo commento era rivolto a Michele e agli amministratori.
    Per come la vedo io, pur condividendo la linea generale del tuo pensiero, Nia è e rimane, fondamentalmente, un blog AMATORIALE. Pretendere di avere sempre e solamente pezzi di marcato contenuto scientifico sarebbe una forzatura!
    Sicuramente, a volte, si è trasceso, andando forse oltre il “seminato”, ma non per questo chi ritiene che questo blog possa costituire una valida alternativa indipendente a quelli che sono i canali “standard” di informazione riguardanti i temi “SOLE” e “CLIMA”, è tenuto a non partecipare (in maniera attiva e secondo le proprie possibilità e conoscenze) allo sviluppo dello stesso! Diventa troppo facile allora restare “alla finestra” a lanciare strali quando un articolo non soddisfa certi requisiti, magari senza essersi “sporcati le mani” con carta e penna (pardon, video e tastiera ) per tirare giù uno straccio di articolo, magari anche raffazzonato, come dici tu, ma con la giusta intuizione e, volendo, anche un minimo di Scienza dentro…
    Ultimamente ho visto diversi utenti subito pronti a criticare i momenti “no” del blog, ma mai porsi collaborativamente alla crescita dello stesso: se è vero come dicono che il blog a loro piace ed interessa, perche allora non darsi da fare (anche un minimo!) per aiutarlo a superare queste difficolta?
    Scusami, non voglio essere polemico nei tuoi confronti, ci mancherebbe altro! Solo che i tuo intervento mi ha dato modo di chiarire alcuni aspetti, secondo me, molto importanti.
    Io sono un perfetto sig.Nessuno, almeno in tema di fisica solare, però, grazie alla passione di Simon, Michele, Fabio, Sand, ALE e tutti coloro che hanno dato vita a questo blog, ho potuto accrescere le mie (tuttora) scarsissime conoscenze in matera e mi sono ” avventurato ” letteralmente nella stesura di articoli sul sole…. adesso sto lavorando ad uno sullo sfasamento temporale degli emisferi e alle conseguenze che ne derivano…. non sono ancora sicuro di cosa ne uscirà, magari una boiata, ma la passione di sicuro ce la sto mettendo tutta!
    Spero di non essere frainteso, voglio solamente che, chi può e vuole, cominci a dare una mano!
    Bruno

    un grazie ad apuano per il bel commento.
    io la penso esattamente come lui, il blog non ha mai preteso di raggiungere l’obbiettivo di diventare un blog di riferimento per un pubblico d’elite, anzi lo scopo è sempre stato quello di essere un riferimento per amatori, per chi vuole rimanere informato su determinati argomenti (da un punto di vista diverso, spesso, da quello dei mass media) e poterci capire di più.
    diviene quasi una scusa per certi utenti dire che non sono esperti e quindi non collaborano, così si tirano indietro e se ne lavano le mani, potendo continuare a criticare a mani basse la “scarsa qualità” di certi articoli.

    @Apuano70 e @Fabio Nintendo

    La mia riflessione era a vantaggio di NIA, non certo per altri fini e altri scopi.
    Lungi da me pensare che NIA divenga un portale d’elite, tuttavia tra un buon portale d’informazione scientifica e un portale su cui periodicamente compaiono articoli “border line” ve passa. Se si mescolano le carte, ossia se si ci si permette di far uscire articoli ben più che discutibili, di certo si è sulla via migliore per confondere la platea del blog. Poiché in quella situazione, davvero soli chi ne capisce realmente sa dicernere tar il buono e il farlocco.

    Insomma non è questione di segregazione culturale, si tratta di dare un tratto distintivo a questo portale. Chi è profano e legge, quali garanzie di chiarezza ha su NIA. A mio avviso poche, per le ragioni su cui mi son lungamente espresso.
    Mi permetto un ultima battuta sul tema: avete mai visto una puntata di Superquark ove si trattino in modo acritico argomenti di natura “border line” ? Probabilmente però li si trovano su Voyager (o Kazzeger alla Crozza). E Superquark, sempre per stare nell’ambito della barttuta, è forse un programma d’elite ?

    Infine due parole sul modo sibillino di stimolare il mio impegno.
    Io non so se mai scriverò su NIA e il principale motivo è il tempo. Non ho tempo di informarmi/aggiornarmi e stendere un articolo curato.
    Quel poco tempo che ho, lo dedico alle attività per l’associazione di volontariato d’astronomia (ARA per l’appunto) di cui sono membro dal 1984. E da quell’anno non ho mai smesso di scrivere piccoli articoli, fare attività su scuole, biblioteche, comuni, gestire dal 202 la parte meteo e chi più ne ha ne metta. Sui risultati potrete pure voi, se vorrete, giudicare. Il sito è pubblico e sulla bacheca facebook pure.

    Dunque dire che “le mani con la tastiera” (e non solo) non me le sono sporcate per benino non è un po’ fourviante !?
    Non penserete davvero che chi non scrive su NIA non faccia null’altro che “criticare” il vosto operato eh ?

      (Quote)  (Reply)

  3. tutti avete un pò ragione…ma focalizziamoci sui problemi degli articoli…credo che siano anche venute fuori delle buone idee nei vostri commenti!

    invito cmq tutti a buttare giù qualcosa, nn ci vuole una laurea in fisica solare, qui nessuno, compreso me, ce l’ha, eppure si continua a scrivere!

    nn abbiate paura di esporvi!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  4. Basterebbe solo che ognuno di noi (parlo dei frequentatori piu’ abituali) scrivesse anche sono un articoletto una volta ogni 2 mesi e sarebbe piu’ che sufficiente.Tutti abbiamo impegni,io ho pure famiglia e un doppio lavoro.E’ la passione che fa diffferenza,e poi occorre anche un po’ di buona volonta e un pizzico di coraggio.Quindi amici forza dai….tutti possiamo dare qualcosa.

      (Quote)  (Reply)

  5. Wheee figlioli non si chiude mica..
    Io mi ci carico nelle difficoltà….
    Questo fine settimana si parla di questa cosa ….

    Mettetevi gli occhiali per il 3D.
    😎

    Sarà contento Fano…dai caxxo mettiti a scrivere anche te !
    🙂

      (Quote)  (Reply)

  6. @ice2020
    sei un volpone Simon.Siamo a fine mese e c’e stato un assestamento.A maggio partiro’ gia’ in svantaggio con un SF di 30-35 punti sotto i 150 e dopo recuperare significherebbe andare almeno a 170-180 per un bel po’ di giorni.Volpone.Spero di superarti in curva 🙂 e fregarti.

      (Quote)  (Reply)

  7. @ Apuano
    Il tuo discorso non è sbagliato, anzi….ma anche Andrea (Zambo) ha ragione (secondo me è stato leggermente frainteso)….come al solito la verità sta nel mezzo…..

    P.S.
    Quello di Andrea Zamboni sarebbe un ottimo acquisto per NIA, fidatevi….

      (Quote)  (Reply)

  8. Zambo :

    Fabio Nintendo :

    apuano70 :

    zambo :@Michele, come scritto più volte a Simon, uno dei problemi di NIA sta nella sua doppiezza.NIA contempla sia articoli davvero ben fatti e molto interessanti, sia articoli davvero più che discutibili. Articoli che con l’approccio scientifico poco o nulla hanno a che spartire.Se ai curatori del sito interessa più la quantità degli articoli rispetto alla qualità, ciò pone dubbi a chi sarebbe anche intenzionato a produrre lavori da pubblicare. Tenendo conto del fatto che fare un lavoro non, passami il termine, raffazzonato costa (come chi fa ste cose sa benissimo) fatica e tempo.Dunque la mancanza di articoli non può a tuo avviso discendere anche (e sottolineo anche) da questa tipicità di NIA ?Simon non ha mai risposto a questa mio dubbio. Vediamo se ora, essendo amministratore di NIA, lo farai tu.

    Ciao Zambo, mi permetto di intervenire anche se il tuo commento era rivolto a Michele e agli amministratori.Per come la vedo io, pur condividendo la linea generale del tuo pensiero, Nia è e rimane, fondamentalmente, un blog AMATORIALE. Pretendere di avere sempre e solamente pezzi di marcato contenuto scientifico sarebbe una forzatura!Sicuramente, a volte, si è trasceso, andando forse oltre il “seminato”, ma non per questo chi ritiene che questo blog possa costituire una valida alternativa indipendente a quelli che sono i canali “standard” di informazione riguardanti i temi “SOLE” e “CLIMA”, è tenuto a non partecipare (in maniera attiva e secondo le proprie possibilità e conoscenze) allo sviluppo dello stesso! Diventa troppo facile allora restare “alla finestra” a lanciare strali quando un articolo non soddisfa certi requisiti, magari senza essersi “sporcati le mani” con carta e penna (pardon, video e tastiera ) per tirare giù uno straccio di articolo, magari anche raffazzonato, come dici tu, ma con la giusta intuizione e, volendo, anche un minimo di Scienza dentro…Ultimamente ho visto diversi utenti subito pronti a criticare i momenti “no” del blog, ma mai porsi collaborativamente alla crescita dello stesso: se è vero come dicono che il blog a loro piace ed interessa, perche allora non darsi da fare (anche un minimo!) per aiutarlo a superare queste difficolta?Scusami, non voglio essere polemico nei tuoi confronti, ci mancherebbe altro! Solo che i tuo intervento mi ha dato modo di chiarire alcuni aspetti, secondo me, molto importanti.Io sono un perfetto sig.Nessuno, almeno in tema di fisica solare, però, grazie alla passione di Simon, Michele, Fabio, Sand, ALE e tutti coloro che hanno dato vita a questo blog, ho potuto accrescere le mie (tuttora) scarsissime conoscenze in matera e mi sono ” avventurato ” letteralmente nella stesura di articoli sul sole…. adesso sto lavorando ad uno sullo sfasamento temporale degli emisferi e alle conseguenze che ne derivano…. non sono ancora sicuro di cosa ne uscirà, magari una boiata, ma la passione di sicuro ce la sto mettendo tutta!Spero di non essere frainteso, voglio solamente che, chi può e vuole, cominci a dare una mano!Bruno

    un grazie ad apuano per il bel commento.io la penso esattamente come lui, il blog non ha mai preteso di raggiungere l’obbiettivo di diventare un blog di riferimento per un pubblico d’elite, anzi lo scopo è sempre stato quello di essere un riferimento per amatori, per chi vuole rimanere informato su determinati argomenti (da un punto di vista diverso, spesso, da quello dei mass media) e poterci capire di più.diviene quasi una scusa per certi utenti dire che non sono esperti e quindi non collaborano, così si tirano indietro e se ne lavano le mani, potendo continuare a criticare a mani basse la “scarsa qualità” di certi articoli.

    @Apuano70 e @Fabio Nintendo
    La mia riflessione era a vantaggio di NIA, non certo per altri fini e altri scopi.Lungi da me pensare che NIA divenga un portale d’elite, tuttavia tra un buon portale d’informazione scientifica e un portale su cui periodicamente compaiono articoli “border line” ve passa. Se si mescolano le carte, ossia se si ci si permette di far uscire articoli ben più che discutibili, di certo si è sulla via migliore per confondere la platea del blog. Poiché in quella situazione, davvero soli chi ne capisce realmente sa dicernere tar il buono e il farlocco.
    Insomma non è questione di segregazione culturale, si tratta di dare un tratto distintivo a questo portale. Chi è profano e legge, quali garanzie di chiarezza ha su NIA. A mio avviso poche, per le ragioni su cui mi son lungamente espresso.Mi permetto un ultima battuta sul tema: avete mai visto una puntata di Superquark ove si trattino in modo acritico argomenti di natura “border line” ? Probabilmente però li si trovano su Voyager (o Kazzeger alla Crozza). E Superquark, sempre per stare nell’ambito della barttuta, è forse un programma d’elite ?
    Infine due parole sul modo sibillino di stimolare il mio impegno.Io non so se mai scriverò su NIA e il principale motivo è il tempo. Non ho tempo di informarmi/aggiornarmi e stendere un articolo curato.Quel poco tempo che ho, lo dedico alle attività per l’associazione di volontariato d’astronomia (ARA per l’appunto) di cui sono membro dal 1984. E da quell’anno non ho mai smesso di scrivere piccoli articoli, fare attività su scuole, biblioteche, comuni, gestire dal 202 la parte meteo e chi più ne ha ne metta. Sui risultati potrete pure voi, se vorrete, giudicare. Il sito è pubblico e sulla bacheca facebook pure.
    Dunque dire che “le mani con la tastiera” (e non solo) non me le sono sporcate per benino non è un po’ fourviante !?Non penserete davvero che chi non scrive su NIA non faccia null’altro che “criticare” il vosto operato eh ?

    Ciao Zambo,
    mi dispiace che tu te la sia presa, speravo di essermi espresso chiaramente dicendo che non mi stavo riferendo a te personalmente: evidentemente non sono riuscito a farti comprendere in modo chiaro quello che pensavo… comunque, nessuno vuole obbligare nessuno a fare niente se non quello che ritiene giusto fare… tutto quì! Non volevo essere “sibillino” ne tantomeno affermare che chi non scrive articoli su NIA è solo un criticone in cerca di zizzania…. faccio ammenda se ti ho dato da pensare questo.
    Resto convinto che critiche come la tua e quella anche di altri utenti, poste in termini costruttivi, possono solo fare bene al blog, rimango altresì fermamente convinto che non necessiti essere Hataway in persona per poter contribuire, come giustamente dice Simon.
    Riguardo al tempo a disposizione, nessuno di noi ne ha da vendere, per vari motivi di lavoro, famiglia e salute, ciascuno dedica al blog quello che vuole, così com’è giusto che sia: diversamente si chiamerebbe LAVORO e dovrebbe (giustamente) essere retribuito!
    Scusa se mi ripeto ma ribadisco una volta ancora che scrivo rispondendo a te ma il mio messaggio è rivolto a tutti gli utenti che frequentano NIA, niente di personale quindi 😉
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  9. Riccardo :@ ApuanoIl tuo discorso non è sbagliato, anzi….ma anche Andrea (Zambo) ha ragione (secondo me è stato leggermente frainteso)….come al solito la verità sta nel mezzo…..
    P.S.Quello di Andrea Zamboni sarebbe un ottimo acquisto per NIA, fidatevi….

    Ciao Riccardo,
    quoto in pieno! Il fraintendimento ci può anche stare e comunque l’idea di fondo, come ho scritto nella mia prima replica ad Andrea, è più o meno la medesima…
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  10. forza Bruno ed Andrea, che nn è successo niente!

    inoltre caro Andrea, ti invito anch’io come ha fatto riccardo a diventare dei nostri!

    pensaci…

    simon

      (Quote)  (Reply)

  11. ice2020 :
    forza Bruno ed Andrea, che nn è successo niente!
    inoltre caro Andrea, ti invito anch’io come ha fatto riccardo a diventare dei nostri!
    pensaci…
    simon

    Credo che in varie occasioni mi avrete trovato, come modo di esprimermi ed essere, piuttosto diretto sulle varie tematiche.
    Amo profondamente amo la chiarezza delle posizioni esposte e per questo mi capita di apparire scortese (e forse in parte lo sono per davvero).
    Ad ogni modo, in virtu di questo mio modo d’interpretare le cose, di certo non sono permaloso.

    Pertanto Simon, Apuano, Fabio Nintendo, Michele e tutti quelli con cui ho discusso, per me ora, come in tutte le altre occasioni pregresse e future, non è successo e non succederà nulla. Finito il confronto dialettico, finito il tutto.

    Ringrazio Riccardo in primis e anche te Simon per la fiducia in me riposta, che tuttavia ritengo sopravvalutata.

      (Quote)  (Reply)

  12. ice2020 :
    forza Bruno ed Andrea, che nn è successo niente!
    inoltre caro Andrea, ti invito anch’io come ha fatto riccardo a diventare dei nostri!
    pensaci…
    simon

    Assolutamente no problem! Nella maniera più assoluta! La mia stima ad Andrea – Zambo che anche io spero di vedere tra gli articolisti di Nia! 😀
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  13. Arrivo tardi, molto tardi! Che fatica leggere tutti i commenti! 😐 Ma ahimè, se prima avevo poco tempo per seguire NIA, ora praticamente non ne ho più! Come non seguo più da mesi il forum degli astrofili… ho finito una scatola elettrica per la colonna del telescopio dopo 4 mesi che l’avevo iniziata, abbandonata praticamente per 3 mesi. E sono 5 mesi che i mei 3 telescopi stanno nelle loro rispettive custodie… con questo mi riallaccio al fatto che, purtroppo, non tutti hanno il tempo di contribuire allo sviluppo di NIA perché, fin troppo spesso, non si ha il tempo neanche di guardarsi allo specchio e sputarsi in un occhio, come diceva una famosa canzone…
    Tornando al nostro caro ciclo 24…come già detto numerose volte, io continuo a sostenere che, pur seguendo un andamento che va verso un deep minimum, questo ciclo è e resta ancora oggi del tutto imprevedibile. Vorrei però anche sottolineare che rientrano nella perfetta normalità periodi di intensità altalenante, con curve dei relativi parametri che salgono e scendono. L’anomalia, se così possiamo definirla ma che di certo così non è perché fa parte sicuramente di un normale ciclo del nostro sole, sta nel fatto che gli indici di riferimento non hanno un trend di crescita, bensì di stallo e spesse volte di ribasso e, soprattutto, tali indici sono ben lontani dal raggiungere i valori di punta toccati dai precedenti cicli…

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.