Statistiche di Nia

Della serie i numeri e gli ascolti non fanno la qualità di una piattaforma.

Questa è un’idea che avevo in mente già da un pò di tempo.  Questo, Venerdì 11 Maggio 2012, la mia perosona, libera da impegni lavorativi, familiari e altro, ha dato quindi il via alla stesura di questa curiosa ed interessante pagina di dati. In sintesi, ripetutamente, quale amministratore di questa piattaforma, ho l’abitutidine di andare a monitorare, controllare le statistiche del nostro blog. Numeri, dati e grafici che quotidianamente qualsiasi utente o non  di Nia può comodamente, ed in un qualsisi momento andare a visionare al seguente indirizzo web.

Il collegamento è disponibile in homepage nel menù laterale, alla destra.

“….ViviStats e’ un servizio professionale di statistiche per siti web. Attraverso il contatore è possibile monitorare gli accessi del proprio sito internet….”

http://it.vivistats.com/all_stats.asp?az=view_stats&config_id=34302

Vi domanderete, perchè controllare questi dati ? La risposta è molto semplice. Ritengo di fondamentale importanza controllare periodicamente questi dati per avere un benchè minimo orientamento su quali argomenti, tematiche sono di maggiore interesse o non, per l’intera utenza. I risultati ed i numeri che ne escono, come comprenderete a breve, sono di facile lettura e comprensione.

Recentemente abbiamo superato i tre millioni di pagine viste, come testimoniato dal contatore.

Ma che cosa è Vivistats ? Vivistats è in sostanza estremamente utile, per identificare le esigenze e le abitudini del popolo di Nia, su più fronti e dinamiche, fra le quali :

– Confronti con i passati giorni, settimane, mesi e altro.

– Stime nelle giornalire ed eventuali.

– Identificare i giorni nella settimana di maggior ascolto/lettura delle pagine del blog.

etc…

Queste le più logiche ed ovvie.

Comunque, comprenderete a breve che per arrivare a questi risultati non era poi così necessario affidarsi ad una piattaformma di statistiche, ma era semplicemente sufficiente soffermarsi un attimo, per identificare, attraverso un’attenta riflessione e valutazione interna, per così dire, certi vizi e virtù della nostra piattaforma.

Vivistats” ci fornisce inoltre altre  interessanti funzioni che utilizzate metto in luce che la nostra piattaforma è seguita quotidianamnete non solo in Italia, ma anche da tanti altri utenti europei e non. Mi sono appena registrato sperando di pescare anche qualche altra utile applicazione per cercare di monitorare gli spostamenti di certi utenti  un pò birichini che quotidianamente ci freguentano.

Terminata quindi questa breve parentesi introduttiva del servizio, procediamo quindi con il riportare il riepilogo degli acessi unici e delle pagine viste da quando Nia è passata dal dominio di WordPress a Altervista nel 2010.

Grafici accessi unici e pagine viste da Settembre 2010 a Aprile 2012

Che cosa ci dicono questi grafici a colonne ? Personalmente credo che…

– Nia dal Settembre 2010 al Dicembre 2010 ha avuto un andamento per così dire più regolare in termini di pagine viste ed accessi unici rispetto ad i mesi odierni. Tutto si muove di pari passo a questo ciclo solare ? 🙂

– Nia viaggia su una media di circa 25.000 accessi unici al mese.

– Nia ha subito una leggera flessione (in termini di pagine viste) nel periodo che va da Settembre 2011 a Dicembre 2011, ma gli accessi unici sono rimasti inalterati. E’ seguita una ripresa, in termini di pagine viste, dal Gennaio 2012 ad oggi.

– Marzo 2011  (la forza della primavera e altre cosette che capirete a breve  :smile:)  è il mese con i dati numerici più significativi.

I giorni da leone di Nia ….

Venerdì Data 11-3-2011 Accessi Unici 2.134 Pagine viste 11.572

11 Marzo 2011 & 11 Aprile 2012 i giorni con i maggiori accessi al sito. In una sola parola Terremotiahimé.

Grande ascolto anche fra il 1 e 2 febbraio 2012. I giorni della grande irruzione fredda sul nostro paese.

Chiaro, più eclatante e altosonante è l’evento che si è manifestato o che a breve si manifesterà maggiore sono gli accessi a Nia.  Niente di nuovo sotto il Sole.

Vicevera fra i giorni da dimenticare troviamo, il Lunedì 14 febbraio un giorno che non entrerà sicuramente nella storia. Giorno nel quale era presente in homepage il seguente mio articolo:

http://daltonsminima.altervista.org/?p=18759

Ricercatori passati, presenti e futuri & allineamenti planetari, da Febbraio a Marzo 2012.

Totale di pagine viste = 2199.

Qui c’è qualcosa che non mi torna, aiutatemi a capire… L’undici marzo 2011, giorno nel quale non è stata pubblicata alcuna ricerca scientifica, ma semplice cronaca di un tremendo sconvogimento naturale,  fa la voce grossa ? Viceversa il 15 Febbraio giorno nel quale ho postato un nuovo capitolo degli studi scientifici sulle correlazioni geologico-astronomiche niente di che ?  😎 (^ vedi citazione ad inizio articolo). Che mondo sarebbe se tutti i giorni ai Tg ci propagandassero più nascite di bambini o manuli del piccolo ortolano e servizi incentrati più sulla creatività, il far girare le rotelle del cervello e/o  lo spirito d’iniziativa che parla sempre ed ossessivamente di disgrazie, cronaca nera, polemiche e altre ? Va bè …scendiamo dalle nuvole e dai sogni… è torniamo alla realtà !

Quindi, dopo aver sparso un pò di sale e pepè, a conclusione di  questa mia personale e veloce considerazione emersa dai grafici sopra riportati. Volevo domandarvi, che cosa ne avete ricavato voi da questi dati ?

Avete altre interessanti annotazioni da riportare ? Suggerimenti, idee, osservazioni sono sempre ben accette.

A titolo di semplice curiosità e memoria di alcuni vecchi nostri editor vi riporto la “Top ten della squadra di Nia

🙂

P.S.

Inoltre prima di salutarvi, augurandovi un serena e felice Domenica voglio ricordarvi che.. Lunedì e Martedi torna protagonista il Sole con un super-articolo del nostro Giorgio.

Mercoledì, Michele (cioè, io) ha trodotto un interessante ricerca sui cicli Enso ed a seguire ( giorni successivi) altri interessanti articoli dei nostri editor.

Stay tuned with Nia, Michele

🙂

Hatena Bookmark - Statistiche di Nia
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

15 pensieri su “Statistiche di Nia

  1. Un saluto da Abano terme a tutti gli utenti nia…

    simpatico questo td Michele!

    si, è proprio vero, la qualità nn va in accordo con il sensazionalismo, e di conseguenza con gli ascolti!

    nn scopri di certo l’acqua calda!

    ma sn fiero così, di come stando andando le cose, e colgo ancra l’occasione per ringraziarti di quello che stai facendo ormai da qualche mese, anche perchè lo stai facendo da DIO! 😉

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  2. Mi sono chiesto diverse volte se questo blog nel suo genere, sia per così dire molto importante, sulla base dei dati, o viceversa si possa considerare di “importanza” intermedia o trascurabile.
    Ovviamente capisco che non si possono paragonare patate con carote….e nonostante ciò mi piacerebbe anche un confronto con blog di altro genere.
    Un fatto poi che non mi torna molto e’ l’apparente discrepanza tra numero di commenti ( decisamente pochi) e numero di visite che si direbbe elevatissimo.
    Possibile che ci siano tutti ‘sti “guardoni”?

    Ciao, Ruggero.

      (Quote)  (Reply)

  3. Michele, il 14 e 15 febbraio erano giorni, come dire, “post coitum” 🙂 insomma dopo la sbornia di freddo e di neve delle due settimane precedenti, un certo calo dei contatti ci poteva anche stare, senza nulla togliere agli articoli pubblicati.

    OT
    Michele, hai chiesto agli amministratori il permesso di pubblicare il loro nome e cognome? Potrebbero non gradire, questioni di privacy……io toglierei quella colonna, anche perchè non aggiunge nulla.

      (Quote)  (Reply)

  4. Concordo con Simon, idea molto simpatica! Riguardo agli articolisti, in quell’elenco ce ne sono due che da tempo non ho più il piacere di leggere, nemmeno nei commenti: Nitopi e Miki03.
    Mentre per quel che riguarda il primo ho ben chiaro il motivo della sua defezione, per il secondo, al pari di ALE non abbiamo notizie da un pezzo. Qualcuno ne sa di più?
    Speriamo non sia successo niente di particolare … in ogni caso è comunque un peccato perdere per strada gente capace come loro… 🙁
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  5. FabioDue :
    Michele, hai chiesto agli amministratori il permesso di pubblicare il loro nome e cognome? Potrebbero non gradire, questioni di privacy……io toglierei quella colonna, anche perchè non aggiunge nulla.

    Update effettuato

      (Quote)  (Reply)

  6. apuano70 :

    Concordo con Simon, idea molto simpatica! Riguardo agli articolisti, in quell’elenco ce ne sono due che da tempo non ho più il piacere di leggere, nemmeno nei commenti: Nitopi e Miki03.
    Mentre per quel che riguarda il primo ho ben chiaro il motivo della sua defezione, per il secondo, al pari di ALE non abbiamo notizie da un pezzo. Qualcuno ne sa di più?
    Speriamo non sia successo niente di particolare … in ogni caso è comunque un peccato perdere per strada gente capace come loro… :(
    Bruno

    il ragazzino michele di rimini sta benone, solo che preferisce scrivere su meteo network, la sua prima casa!

    mentre per quanto riguarda nitopi, che fine ha fatto?

    mi sn perso qualcosa?

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  7. Questa mattina mi sono svegliato alle sei e mezza per recarmi al lavoro e nonostante l’incipiente cambiamento climatico previsto per oggi, a me pare che il sole sia veramente più fottuto del solito.
    Dopo qualche anno di vostra frequentazione ho potuto notare che esiste una discreta correlazione tra ciò che ” si vede” della luminosità solare rispetto al numero delle macchie.
    Ad esempio più di un anno fa ho potuto rivedere un sole quasi normale per qualche giorno ed effettivamente il sole si era ripreso per un po’…..
    Ciò che negli ultimi mesi mi colpisce di più e’ indubbiamente la flebilita’ della luce solare al crepuscolo mattutino.
    Prima di vedere una nuce vagamente normale spesso e’ necessario aspettare almeno fino alle 10.
    Anche in Egitto ” relata refero” mi e’ stato detto che quest’anno e’ stato per ora freddissimo anche in pieno deserto del Sinai.
    Infine le ombre sembra che si siano allungate a dismisura e ciò si nota molto al tramonto.
    L’alba e’ molto prolungata ed il sole sembra che resti li’ sospeso per quasi un paio d’ore prima di alzarsi….idem per il tramonto.
    Secondo me ci sono molte più cose da spiegare che non il solo vento solare e le macchie.
    Vorrà dire che quando questi fenomeni saranno amplificati e chiari a tutti, risolverete ogni problema per la visitazione del blog….mi sento di assicurarvelo….

      (Quote)  (Reply)

  8. ahahah..scusate ma vien da ridere a leggere certi commenti..
    senza offese ci mancherebbe…ma a me sembra tanto di presa in giro..nn so voi 😉

    cmq numeri mica da bau bau micio micio …..
    io a quelli che ho fatto conoscere NIA sono rimasti tutti incuriositi e il loro giudizio è stato solo positivo! Complimenti!

      (Quote)  (Reply)

  9. miki03 :@ice2020
    Continuo a leggervi comunque!

    Ciao, bene 🙂
    E mi raccomando, attendiamo un tuo articolo di commento all’autunno/inverno, a fine estate, come avevi già fatto in passato, con successo peraltro.

      (Quote)  (Reply)

  10. a me questo articolo fa sorridere 😀 ma mi pare allo stesso tempo una caduta di stile bella grossa.
    assomiglia tanto all’autoglorificazione della gente che ha bisogno di sentirsi meglio degli altri.
    come simon mi ha sempre detto (e io quasi mai ascoltato :D) alla fine non conta quanti commenti o quante visite fai, ma il fatto che ci sia qualcuno disposto a scrivere gli articoli.

      (Quote)  (Reply)

  11. Cit. Michele “Tutto si muove di pari passo a questo ciclo solare ?”
    mi ha fatto sorridere questa frase, quando ho visto le statistiche per l’anno 2011 ho pensato la stessa cosa!
    Continuate così ciao!

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.