Nowcasting del W-E, Giorgio Vs Simon parte terza: la partita è finita in parità!

E’ innegabile cari amici che il nostro sole da metà aprile fino ai giorni nostri ha avuto una parziale ripresa della sua attività.

Sono apparse delle regioni importanti soprattutto dal punto di vista della loro dimensione, anche se queste poi non sono state altrettanto attive dal punto di vista magnetico.

Ed è questa un importante differenza con il picco di attività dello scorso autunno, nonchè ovviamente il valore del solar flux che per quanto visto in aumento proprio in questi ultimi 20 giorni, non è stato comunque paragonabile a quello degli scorsi mesi di ottobre e novembre 2011.

Giorgio ha avuto in parte ragione quindi: il sole grazie alle influenze orbitali ha dato un’accelerata, accelerata che comunque non ha sortito gli effetti che lo stesso baby-fenomeno di NIA aveva previsto, ovvero un secondo picco più pronunciato di quello dello scorso autunno.

In conclusione quindi, la partita tra il sottoscritto ed il caro Giorgio può dirsi finita in sostanziale parità!

Anzi se guardiamo il valore mensile del nia’s conut alla giornata di ieri 18 maggio, stiamo viaggiando con una media abbastanza alta, molto vicina al valore più alto finora raggiunto dal ciclo solare 24, ovvero novembre 2011 che chiuse a 47.9. Non è da escludere che tale valore possa persino essere superato, quindi almeno per il Nia’s count, avere il picco relativo del ciclo 24!

Infine ecco come si presenta il Solar Behind:

almeno altre tre AR stanno per sopraggiungere nella parte visibile del Sole, vedremo quale sarà la loro dimensione e coalescenza.

E per finire un mio personalissimo parere su questo ciclo solare 24, che riprende un tema molto caro a tutti i lettori del NIA: è molto probabile che il sole non riesca ad invertire i suoi poli, mancaormai   poco alla verità!

Stay tuned with NIA!

Simon

Hatena Bookmark - Nowcasting del W-E, Giorgio Vs Simon parte terza: la partita è finita in parità!
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed

16 pensieri su “Nowcasting del W-E, Giorgio Vs Simon parte terza: la partita è finita in parità!

  1. Ciao!Giorgio aveva detto un solarx flux intorno ai 130/140 nel periodo Aprile /Maggio e non oltre,e quindi mi sembra che abbia indovinato a metà,perchè Aprile è stato più basso,e quindi si è parità!Poi ancora fino al 15 Giugno e poi dovrebbe esser finito tutto,Guardando le fasi planetarie a nostro sfavore!

      (Quote)  (Reply)

  2. In effetti Simon hai proprio fatto notare la differenza sostanziale tra aprile-maggio e ottobre-novembre,e cioe’ le macchie sono comparse pari o forse qualcosa in piu’ rispetto all’autunno,con la semplice differenza che sono meno attive magneticamente.Il motivo potrebbe essere proprio quello citato e cioe’ la perdita progressiva di magnetismo dovuta al prosegiuire dello stallo nella progressione che porta all’inversione.

      (Quote)  (Reply)

  3. Resto comunque del parere che la presunta mancata inversione e’ dovuta alla debolezza del vettore (TRAILING LOCO),che non riesce a far convergere contemporaneamente i flussi magnetici verso l’equatore solare: se guardiamo il magnetogramma possiamo notare come le regioni hanno un’inclinazione disomogenea,mentre per una corretta fase in ognuno dei 2 emisferi dovrebbero disporsi (piu’ o meno)tutte nello stesso modo.Osservando il magnetogramma prendendo in esame l’emisfero nord partendo da sinistra,non sfugge il fatto che sulla prima AR a sinistra il nero e’ girato verso il basso,sulla seconda AR sempre partendo da sinistra il nero e’ al contrario disposto verso l’alto,sulla terza il nero e’ piu’ o meno centrale,sulla quarta il nero tende di nuovo a spostarsi veso l’alto.Questa disomogenita’ e’ evidente pure nel sud emisfero. http://www.persicetometeo.com/public/popup/sdo_mid_magnetogram.htm Cosa significa?Beh pare evidente che e’ per cosi’ dire in gergo e’ ‘tutto un tira e molla’ che non porta alcun progresso.

      (Quote)  (Reply)

  4. @Giorgio o @Ice2020
    Per curiosità sapete in che frazione la recente ripresa dell’attività solare sia determinata dall’emisfero Nord e dall’emisfero Sud ?

      (Quote)  (Reply)

  5. In questo ciclo 24 finora, l’emisfero nord è quasi sempre stato più attivo del sud, ma è anche vero che quando tira più un emisfero, la’ltro resta a gauradre, così facendo niente inversione dei poli!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  6. Personalmente mi aspetto un secondo massimo entro 18-24 mesi dal primo, ammesso che un secondo massimo paragonabile al primo ci sia.
    Così ci dicono i cicli passati.
    Insomma, entro metà-fine 2013 qualcosa si dovrebbe vedere. Per ora forse è presto. Poi, ragionevolmente, inizierebbe il declino inevitabile del ciclo, verso il prossimo minimo ed il ciclo successivo, se mai questo si avvierà a breve.

      (Quote)  (Reply)

  7. Adesso !

    Io il termine che mi sono posto è sempre il solito postato in questo nowcasting-bendandiano.
    http://daltonsminima.altervista.org/?p=20254
    Fine Maggio (26V) ed, inizio Giugno nuova accelerazione.
    Se neanche Raffaele ha centrato questa spinta planetaria, allora c’è una sola possibilità

    Il ciclo è andato, siamo in regime non-lineare, entrata nuova configurazione elettromagnetica e tutte le nostre ipotesi planetarie trovano il tempo che trovano, ahimeee…Si naviga a vista, giorno per giorno.

      (Quote)  (Reply)

  8. Più che ad una completa mancata inversione, credo che sia ormai assai probabile l’inversione del solo emisfero nord, con formazione di una struttura quadrupolare…. in pratica avremmo mezzo sole “on” e mezzo sole “off”. (questa cosa mi ricorda il Maunder…)
    Però non si può mai dire! 😉
    Riguardo all’andamento di questo ciclo ed alle varie ipotesi sul raggiungimento del max, sia emisferico che generale, credo che potrebbe rivelarsi più o meno come il ciclo n°5, http://www.solen.info/solar/cycl5.html con un andamento debole e altalenante, proprio come sembrerebbe adesso… a tal proposito mi viene in mente un paragone che credo possa essere condiviso dal nostro Dott.Simon … 😀
    http://www.youtube.com/watch?v=RH4y1E6gGKQ
    Una qualche similitudine con il ritmo cardiaco secondo me c’è!
    Che ne pensate?
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  9. apuano70 :
    a tal proposito mi viene in mente un paragone che credo possa essere condiviso dal nostro Dott.Simon … :D
    http://www.youtube.com/watch?v=RH4y1E6gGKQ
    Una qualche similitudine con il ritmo cardiaco secondo me c’è!
    Che ne pensate?
    Bruno

    Io credo che ci sia una relazione di principi elettrici, ricordo di aver letto qualcosa sul cuore….Aspetta che chiamo il diretto interessato e studioso in materia….Adolfo…cuore e Sole passaci dei link !

    No cosa ho fatto….
    😯
    :smile:

      (Quote)  (Reply)

  10. @Michele:
    Una curiosità:Effetti di un campo di Terra forza magnetica sulle attività elettrica delle cellule pineale

    SEMM P., T. SCHNEIDER & L. Vollrath

    Università di Mainz, Dipartimento di Anatomia, Laboratorio di Neurofisiologia, 6500 Mainz, Saarstr. 19/21, FRG

    Anche se i campi magnetici possono influenzare i sistemi biologici, compresi quelli di uomo e di altri vertebrates1-5, nessuna struttura nervoso centrale è stato identificato che potrebbe essere coinvolto nella loro individuazione. Da un punto di vista teorico, l’organo pineale potrebbe essere una struttura per i seguenti motivi: (1) E ‘coinvolto nella regolazione del ritmo circadiano rhythms6 ed è quindi essenziale per irrequietezza migratoria (‘ Zugunruhe ‘) 7. Orientamento in quel momento può essere alterato da un campo magnetico artificiale (MF) con una direzione diversa da 90 ° da quello della Terra. Ritmi circadiani può essere inibita dalla fase di spostamento mediante compensazione della MF della Terra e può essere influenzato da un artificiale MF8. (2) L’organo pineale è fortemente dipendente dalla sua innervation6 simpatico e simpatico-adrenergico intero sistema è sensibile a stimuli9 magnetici. (3) L’organo pineale è sensibile alla luce cronometraggio organ10, 11 e potrebbe costituire parte di un sistema combinato bussola-solare-orologio di sistema, che è stato postulato per mantenere l’orientamento in birds12. Abbiamo quindi studiato l’effetto di un MF sull’attività elettrofisiologica dell’organo cavia pineale, che è un sistema utile per tali studi sui singoli cells11, 13. Riportiamo qui che l’attività era depresso da un MF indotta e ripristinato quando il MF è stata invertita.
    (google traduzioni)
    http://www.nature.com/nature/journal/v288/n5791/abs/288607a0.html

      (Quote)  (Reply)

  11. ice2020 :
    In questo ciclo 24 finora, l’emisfero nord è quasi sempre stato più attivo del sud, ma è anche vero che quando tira più un emisfero, la’ltro resta a gauradre, così facendo niente inversione dei poli!
    Simon

    Ancora con questa mancata inversione di poli … il polo nord ha quasi sicuramente già invertito la polarità ….. questo ciclo non sarà più misurabile con gli schemi di quelli passati, difficilmente rivedremo l’attività dei due emisferi solari andare di pari passo; l’inversione di uno solo dei poli apre una nuova fase e configurazione solare tutta da scoprire. Vuoi fare previsioni? Prova a prevedere che succede con polo nord e sud entrambi positivi … ci sarà una configurazione quadripolare? E con una configurazione nuova come si evolverà l’attività dell’emisfero sud? Lentamente riuscirà ad invertirsi e riportare una configurazione bipolare? Oppure la nuova configurazione inaugurerà dinamiche completamente sconosciute? Oppure l’attività dei due emisferi tenderà ad essere sempre più sfalsata per decenni (o più) fino a che non torneranno di nuovo in fase? Si avranno cicli che passano da configurazioni bipolari a quadripolari per poi tornare bipolari con tempi sempre più lunghi? Boh!!! Forse tra mille anni scopriremo che ad essere anomali erano proprio i cicli dell’ultimo secolo con l’attività di entrambi gli emisferi che andava di pari passo …. potrei ipotizzare che i due emisferi hanno una lieve differenza nella velocità di rotazione e questo farebbe si che si alternino brevi periodi (secoli) in cui la loro attività è in fase e lunghi periodi in cui sono fuori fase, è solo speculazione ovviamente ….

      (Quote)  (Reply)

  12. Forse tra mille anni scopriremo che ad essere anomali erano proprio i cicli dell’ultimo secolo con l’attività di entrambi gli emisferi che andava di pari passo …. potrei ipotizzare che i due emisferi hanno una lieve differenza nella velocità di rotazione e questo farebbe si che si alternino brevi periodi (secoli) in cui la loro attività è in fase e lunghi periodi in cui sono fuori fase, è solo speculazione ovviamente ….
    @scienzaobsoleta

    affascinante come ipotesi!!

      (Quote)  (Reply)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine