– Sunspots in crescita, breve aggiornamento solare infrasettimanale –

Ar 1504, 1505 e 1507 in rapida crescita.

Nell’attesa, per la giornata di domani, dell’uscita del punto della situazione meteo del nostro Riccardo, trascorriamo questo mercoledì pomeriggio, con queste tre macchie solari che sembrano indicarci una nuova ripresa dell’attività solare. Entra in gioco adesso l’emisfero sud ?
Ieri sera il SF segnava 146.
http://www.spaceweather.gc.ca/sx-4-fra.php
Su che valori si attestare stadsera e nei prossimi giorni ?
Riuscirà questo gruppo a generare qualche flare di categoria M ? Tutti interrogativi che nelle prossime ore, giornate  troveranno una risposta.
Sinceramente ci sta proprio bene, questa ripresa in questo periodo.  Speriamo che queste Ar si mettano il prima possibile al lavoro, caricando l’eliosfera, tenendoci lontano dai temuti eventi geologici che con un vento solare così basso potrebbero verificarsi in entrata fase lunare nuova e con con quella femme fatal di Venere in zona.

Mi piacerebe avere anche qualche parere dal nostro Giorgio , eletto ufficialmente il nostro “polar field’s man”  🙂

Animazione crescita Ar, su gentile concessione della Nasa – SDO-

Allego pagina pagina di studio probabilistico flare dell’università di Bradford.
http://spaceweather.inf.brad.ac.uk/monitor.html

Buona giornata,

Michele

Hatena Bookmark - – Sunspots in crescita, breve aggiornamento solare infrasettimanale –
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

36 pensieri su “– Sunspots in crescita, breve aggiornamento solare infrasettimanale –

  1. adolfo insisto a dire che quello che scrivi non è comprensibile, non ne capisco neanche il contenuto a grandi linee, quindi non sono in grado di rispondere.

      (Quote)  (Reply)

  2. Caro Adolfo se mi permetti un piccolo consiglio potresti scrivere gli interventi in spagnolo e poi più sotto mettere la traduzione in italiano perché la sola traduzione spesso non risulta comprensibile.
    Affiancando il tuo intervento in spagnolo sarebbe più facile capire cosa scrivi.
    Grazie.

      (Quote)  (Reply)

  3. valerio :Fabio mi piacerebbe, per altro avevo scritto a michele tempo fa che avrei scritto qualcosa su i neutrini ma era prima del flop dell’esperimento, ma ho svariati problemi a farlo:-devo finire questi maledetti esami, mi mancano 4 orali a concludere, tutti in questa sessione.-ho decine di altri impicci personali da chiudere che mi portano via parecchio tempo.-per scrivere qualcosa di sensato sull’argomento dovrei andare prima a ristudiarmi per bene tutte le fenomenologie implicate, il che mi richiederebbe un lavoro immane, che anche spostato a dopo gli esami mi risulterebbe improbabile a causa del lavoro per la tesi.-scrivere qualcosa su questo argomento a livello matematico\scientifico importante creerebbe non pochi problemi di lettura a chi non ha le conoscenze matematiche necessarie e sarebbe fuori dal target medio del sito.-scrivere qualcosa di divulgativo invece non avrebbe senso compiuto in quanto fare divulgazione su qualcosa che non è ancora accertato e studiato va contro l’etica scientifica.-una ricerca del genere se scritta in modo rigoroso andrebbe prima sottoposta su riviste del settore, e purtroppo senza la laurea in mano non lo posso fare;) ma dopo la laurea se ne riparla.
    non ho scritto che Michele non conosce gli argomenti su i quali scrive articoli, ho messo in dubbio che conosca approfonditamente la fisica coinvolta in quello del quale scrive in quanto spesso mi sembra che vada a trattare gli argomenti come se la fisica accademica non potesse spiegarli.

    Le solite scuse………fino a criticare, a disfare, a confutare le tesi e le argomentazioni altrui, sono tutti buoni e tutti vi dedicano volentieri del tempo.
    Poi, quando si tratta di proporre, costruire, allora le cose si fanno difficilissime, anzi impossibili.

    Molto “italiano” come atteggiamento, nel senso deteriore del termine, al di la’ dei tuoi reali impegni, beninteso…..

    In fondo qui mica ti si propone di scrivere un trattato di fisica, ma solo un articolo in cui discutere qualche punto di vista, anche solo uno per volta.
    Magari finisci ‘sti 4 orali e poi ne riparliamo.

      (Quote)  (Reply)

  4. negli ultimi 2 mesi il sole ha dato un’accelerata, ed il nia’s count sta salendo (glielo già detto per e-mail a fabio che nn sn molto d’accordo sul conteggio degli ultimi 2 mesi che a me benivano abbastanza più alti)

    ecco il resoconto del nia’s count ad oggi:

    http://daltonsminima.altervista.org/?page_id=8780

    ora le regioni appaiono più grandi e quindi sempre contabili e la differenza tra i 2 conteggi (Sidc e nia’s) secondo me si sta assotigliando…

    sembrerebb essere l’emisfero merdionale ultimanete che sta aumentando la sua attività e sarebbe anche ora se vuole invetire la sua polarità, cosa che è in fieri per quello nord.

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  5. @Fabio
    è una cosa normale, dire che una cosa funziona male e spiegarne il motivo mi costa 5 minuti, costruire una nuova base costa settimane.

    nelle teorie scientifiche è lo stesso basta un piccolo problema o punto irrisolto per far crollare la teoria e doverne trovare un altra, ma non per questo chi la critica deve necessariamente costruirne una nuova, l’importante è che la critica sia costruttiva ed argomentata ovviamente.

    fra i punti elencati il problema maggiore è che mi hai chiesto di scrivere un articolo(una o due pagine vedendo lo standard) su quella che è la ricerca di michele, ma in quanto ricerca o teoria non si può scrivere un testo divulgativo in merito in quanto non ha senso e mancano le basi per farlo.
    quindi si mi hai chiesto un trattato di fisica dovendo tener conto tale articolo delle dinamiche solari\geologiche\magnetiche(del campo magnetico terrestre)\ecc ecc, e se il lettore non ha già elevate conoscenze in questo campo vanno trattati tutti gli argomenti in modo esaustivo arrivando cosi ad un trattato.

    aggiungo i complimenti per la dialettica, ti sei messo in una situazione win win bravo.

      (Quote)  (Reply)

  6. @ice2020
    l’emisfero sud sta aumentando la sua attivita’ come conseguenza della diminuzione di quella nord.Attenzione: 2012:05:22_21h:07m:13s 1N 50S -25Avg 20nhz filt: 0Nf 52Sf -26Avgf l’ultimo aggiornamento relativo al 22 maggio,quindi in ritardo di oltre 20 giorni parla chiaro.L’emisfero Nord e’ sul punto di inversione.L’inversione non puo’ avvenire in un solo emisfero.Quindi potrebbe essere gia’ entrato in stallo magnetico.Le conseguenze le ho scritte pocanzi.

      (Quote)  (Reply)

  7. “L’inversione non puo’ avvenire in un solo emisfero.”
    Chi lo vieta? Non mancano fisici solari che hanno già preso in considerazione questa possibilità.

      (Quote)  (Reply)

  8. scienzaobsoleta :
    “L’inversione non puo’ avvenire in un solo emisfero.”
    Chi lo vieta? Non mancano fisici solari che hanno già preso in considerazione questa possibilità.

    errrrrr
    se il nord cambia polarità poi ci sarebbero due poli sud, cosa che non corrisponde al funzionamento del campo magnetico.
    quello che è possibile ed i fisici solari hanno perso in considerazione è uno splitting dei poli magnetici nell’emisfero nord e conseguente splitting di quello sud, ma è solo un idea di una possibile evoluzione.

      (Quote)  (Reply)

  9. L’inversione può avvenire si di un solo emisfero, ma questo porterebbe la stella ad “inchiodarsi” e rimanere in uno stato di monopolo magnetico, che potrebbe durare anche decenni, che io sappia a memoria d’uomo unico caso riscontrato nel famoso Minimo di Maunder!!!

      (Quote)  (Reply)

  10. Bene,allora se puo’ avvenire l’inversione magnetica in un solo emisfero sono proprio curioso di studiarla a modo.Fino ad ora io conosco solo un modo in cui puo’ avvenire.Se ce ne sono altri ben vengano.Vediamo come si comportera’ la stella.Ormai siamo alla resa dei conti.Per me il nord emisfero andra’ rapidamente in spotless.Poi a distanza di tempo sara’ la volta di quello sud,fino allo spotless totale.

      (Quote)  (Reply)

  11. giorgio :
    Bene,allora se puo’ avvenire l’inversione magnetica in un solo emisfero sono proprio curioso di studiarla a modo.Fino ad ora io conosco solo un modo in cui puo’ avvenire.Se ce ne sono altri ben vengano.Vediamo come si comportera’ la stella.Ormai siamo alla resa dei conti.Per me il nord emisfero andra’ rapidamente in spotless.Poi a distanza di tempo sara’ la volta di quello sud,fino allo spotless totale.

    Quando pensi possa accadere quello che dici,entro Dicembre?

      (Quote)  (Reply)

  12. Guardando ora il behind, direi che il nord sta messo proprio male…non vedevo una situazione simile davvero da molto tempo! Il sud, invece, sta iniziando a darsi da fare…ma che farà? L’unica cosa, come sempre detto: non ci resta che aspettare e vedere. Il momento è storico, sicuramente. Peccato che la gente “comune” pensi che il sole sia in piena attività, come riportano i tg principali… :|:

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.