Numeri

La Cina ha aperto la più lunga linea al mondo ad alta velocità ferroviaria. La linea copre quasi 2.300 km dalla capitale del paese a nord di Guangzhou, il polo economico nel sud della Cina. La linea è stata aperta ufficialmente  Mercoledì, quando è partito il primo treno  da Pechino alle 9 per Guangzhou. Un altro treno è partito per Pechino Guangzhou un’ora dopo. I treni di questa linea ad alta velocità, viaggieranno con velocità media di 300km/h., con un tempo di percorrenza totale di circa otto ore tra le due città, rispetto ad una lunghezza di tempo precedente di 20 ore. La linea ferroviaria comprende 35 tappe nelle maggiori città, come Zhenghzhou, Wuhan sul ​​fiume Yangze e Gangsha. I media statali hanno riferito che il 26 Dicembre è stato scelto come data per aprire la linea Pechino-Guangzhou per commemorare la nascita del defunto leader cinese Mao Zedong nel 1893.

La linea ferroviaria è una parte essenziale nel sistema di trasporto della Cina, e il governo progetta di costruire una griglia di ferrovie ad alta velocità con quattro linee est-ovest e quattro linee tra il nord-sud entro il 2020.

La linea ferroviaria ad alta velocità in Cina è stata fondata nel 2007, ma è rapidamente diventata la più grande al mondo, con 8.358 chilometri di binari, alla fine del 2010. Si prevede che essa raddoppiereà a 16.000 km entro il 2020.

Molti paesi africani, ricevono in media 325 giorni all’anno di sole. In questo modo l’energia solare è il potenziale per portare l’energia in qualsiasi luogo in Africa, senza la necessità di costosi sviluppi su larga scala della griglia a livello infrastrutturale.

La distribuzione delle risorse solari in tutta l’Africa è abbastanza uniforme, con oltre l’80% del loro paesaggio che ricevere circa 2000 kW · h per metro quadrato all’anno. Un recente studio, indica che un impianto di generazione di energia solare che copre solo lo 0,3% della zona ( che comprende il Nord Africa ) potrebbe fornire tutta l’energia necessaria per l’unione europea.

Così, l’energia solare è considerata come una risorsa energetica che deve essere pienamente sfruttata. Blue Energy, è una società britannica che costruirà il più grande impianto di energia solare in Africa,  in Ghana. Nel progetto Nzema, che avrà inizio nei pressi del villaggio di Aiwiaso, in Ghana occidentale, entro la fine del 2013, saranno installati circa 630.000 moduli fotovoltaici.

Il progetto Nezma sicuramente migliorare la vita delle persone, in quanto offrirà 500 posti di lavoro, nell’arco di due anni di costruzione e 200 posti permanenti. Ed una volta operativo, dovrebbe portare ulteriori 2.100 posti di lavoro locali attraverso subappalti alle imprese del Ghana e nella domanda di beni, servizi e istruzione.

Secondo le stime, il grande progetto porterà circa $ 100 milioni in gettito fiscale, per il governo del Ghana, durante la sua vita e farà risparmiare 5.500.000 tonnellate di CO2, in base alle emissioni di una centrale a olio combustibile di potenza con la stessa capacità di generazione.

Nzema aumenterà la capacità totale di produzione di energia elettrica del Ghana del 6 per cento e fornirà energia sufficiente per alimentare 220 ​​mila abitazioni.

 

http://energment.wordpress.com/2012/12/04/africa-largest-solar-power-plant-will-be-built-in-ghana/

http://www.aljazeera.com/news/asia-pacific/2012/12/2012122643014693189.html

Hatena Bookmark - Numeri
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

9 pensieri su “Numeri

  1. Lo stato… sembra quasi in Italia non arrivi a capire un modo adatto, per rubarti i soldi …. in caso vi fosse un possibile boom di auto-produzione energetica …
    Basterebbero autosufficienza e automobili elettriche sul mercato..
    Comunque figuriamoci se aziende e ditte italiane non lavorano già sparse nei cantieri aperti nel mediterraneo e qui si parla di Ghana.
    Il settore italiano elettrotecnico è all’avanguardia a livello europeo come quello francese e tedesco. Un discorso valido sarebbe l’amperaggio differente tra impianti europei ed americani. Che ha pro e contro da entrambe le parti da valutare…
    ok lune di 50 °C vedremo….

      (Quote)  (Reply)

  2. e farà risparmiare 5.500.000 tonnellate di CO2…..
    Dati della CO2:
    Di CO2 non é nero, ma trasparente e invisibile
    CO2 É il gas che si espira circa 900 grammi di CO2 al giorno
    La CO2 che si é espirate quello che le piante respirano per restituire la O2 (ossigeno) per voi a respirare.
    CO2 É piu pesante che l´aria in modo che non puo volare alto,
    CO2 É un gas in tracce nella atmosfera é solo lo 0,038%, questo é di 3,8 parti su diecimila
    La atmosfera, ARIA, si sa, non ha la capacita di trattenere il calore sufficiente, É solo salva 0.001297 joule per centimetro cubo, mentre l´acqua, ( l´oceano), si sa, é 3.227 volte superiore a quello degli pianti =4.186 joule

    Se siete riusciti a ridurre le emissioni di CO2 dovranno camminare nudo perché le piante producono il cotone con emissioni di CO2, l´acqua e i raggi del sole in un processo chiamato fotosintesi
    Cosí Non CO2 = No = no piante, no ossigeno = Tu non esisti. Bobo!

      (Quote)  (Reply)

  3. entropio33 :
    Lo stato… sembra quasi in Italia non arrivi a capire un modo adatto, per rubarti i soldi …. in caso vi fosse un possibile boom di auto-produzione energetica …
    Basterebbero autosufficienza e automobili elettriche sul mercato..
    Comunque figuriamoci se aziende e ditte italiane non lavorano già sparse nei cantieri aperti nel mediterraneo e qui si parla di Ghana.
    Il settore italiano elettrotecnico è all’avanguardia a livello europeo come quello francese e tedesco. Un discorso valido sarebbe l’amperaggio differente tra impianti europei ed americani. Che ha pro e contro da entrambe le parti da valutare…
    ok lune di 50 °C vedremo….

    Il problema e’ che non conviene a francesi,tedeschi e inglesi che l’Italia sia autosufficiente, siamo una vacca da mungere per dare 30 miliardi di euro all’anno per i prossimi 20 anni all’ europa ( e minuscola) e quasi 3 alla Goldman Sachs del figlio di Monti senza passare per un voto parlamentare…..
    E quel che vale per l’Italia vale anche per altri paesi, per il momento si salvano solo i non allineati come ad esempio il Venezuela, mentre l’Argentina e’ di nuovo sotto attacco dopo che il suo giovane ministro dell’economia che l’aveva fatta risorgere e’ stato trovato “suicidato” dopo aver detto di nuovo no all’ FMI…

      (Quote)  (Reply)

  4. Questo “trenino” veloce di 2600km è solo il primo tratto. L’obbiettivo cinese è il ponte ferroviario Trans-Eurasia (o Eurasia Bridge) che porterà merci cinesi in Europa in pochi giorni, invece delle 3-4 settimane necessarie attualmente via nave.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.