Sketch comico teatrale : L’onorevole “Nasa” informa che …. ma mi faccia il piacere !

Premessa, necessità visione del video prima di leggere il contenuto di questa notizia, made in Nasa.

Nasa, 1 marzo 2013: Qualcosa di inaspettato sta accadendo sul sole.

 

Mic. : Wahoooo …. che bravi, dopo che hathaway e banda hanno toppato una decina e più di previsioni in questi anni, si sono accorti solamente adesso che ci sono dei seri problemi nella dinamo solare …… 🙂 

Il 2013 dovrebbe essere l’anno del massimo, il picco del ciclo di 11 anni delle macchie solari. Ma il 2013 è arrivato e l’attività solare è relativamente bassa. Il numero delle macchie solari è ben al di sotto dei loro valori del 2011, e forti eruzioni solari sono state frequenti per molti mesi.

La quiete ha portato alcuni osservatori a chiedersi se le previsori hanno mancato il bersaglio. Il fisico solare Dean Pesnell del Goddard Space Flight Center ha una spiegazione diversa:

“Questo è il massimo solare”, e suggerisce. “Ma ha un aspetto diverso da quello che ci aspettavamo, perché è ha doppia visiera.”

La saggezza popolare sostiene che le oscillazioni dell’attività solare sono avanti e indietro come un semplice pendolo. Ad una estremità del ciclo, c’è un tempo tranquillo, con poche macchie solari e flare. All’altra estremità, il massimo solare porta ad alto numero di macchie solari e tempeste solari. Si tratta di un ritmo regolare che si ripete ogni 11 anni.

La realtà, tuttavia, è molto più complicata. Gli astronomi hanno contato macchie solari per secoli, e hanno visto che il ciclo solare non è perfettamente regolare. Per prima cosa, l’oscillazione, nella conta delle macchie solari può richiedere da 10 a 13 anni e anche l’ampiezza del ciclo varia. Alcuni massimi solari sono molto deboli, altri molto forti.

Pesnell osserva un’altra complicazione: “Gli ultimi due massimi solari, intorno al 1989 e al 2001, hano avuto non uno ma due punte.” L’attività solare è salita, poi si è tuffata, e poi ha ripreso, con l’esecuzione di un mini-ciclo che è durato circa due anni.

La stessa cosa potrebbe accadere ora. Il conteggio delle macchie solari è salito nel 2011, e poi sprofondato nel 2012, Pesnell si aspetta un nuovo rimbalzo nel 2013: ” Io sono tranquillo nel dire che un altro picco avverrà nel 2013 e forse nel 2014,”

 Mic. : ” Whaooo…che sicurezza e che presa di posizione !” 🙂

Un’altra curiosità del ciclo solare è che gli emisferi del sole non sempre presentano il picco nello tempo stesso. Nel ciclo attuale, il sud è in ritardo rispetto al nord. Il secondo picco, se si verifica è probabile che presenterà con un aumento dell’attività nel sud dell’equatore solare.

Mic : “se si verifica (condizionale)….allora ci sono anche dei dubbi….” 🙂

Recenti conteggi delle macchie solari al di sotto delle previsioni. Crediti: Dr. Tony Philips & NOAA / SWPC

Pesnell è uno dei principali membri del gruppo di previsioni del ciclo solare del NOAA / NASA, un gruppo di fisici solari che si sono riuniti nel 2006 e nel 2008 per prevedere il massimo solare successivo. A quel tempo, il sole stava vivendo, il più profondo minimo, di questi centinaio di anni. Il numero delle macchie solari era vicino allo zero. Riconoscendo, che i profondi minimi, sono spesso seguiti da deboli massimi, e mettendo insieme molti altri dati di prova predittiva, il gruppo ha rilasciato questa dichiarazione:

“Il gruppo di previsione del ciclo Solare 24 ha raggiunto un consenso. Il gruppo ha deciso che il prossimo ciclo solare (ciclo 24) sarà inferiore alla media di intensità, con un numero massimo di macchie solari pari a 90. Considerata la data del minimo solare e l’intensità del massimo, il massimo solare è ora previsto verificarsi nel maggio 2013. Nota, non si tratta di una decisione unanime, ma una maggioranza del gruppo era d’accordo. “

 Mic. : ” La scienza solare che avanza quando si trova il comune accordo nel gruppo, bella questa…come se la verità si trovasse nel consenso o nel comune accordo umano …. politicizzazione scientifica direi.” 

Dato lo stato di debole attività solare registrato in questo febbraio 2013, un massimo solare nel maggio 2013 sembra improbabile.

“Noi dobbiamo invece vedere che cosa succede quando si prevedere una singola ampiezza e il Sole risponde con un doppio picco”, commenta Pesnell.

Per inciso, Pesnell nota una somiglianza tra il ciclo solare 24, in corso ora, e il ciclo solare 14, che aveva un doppio picco durante il primo decennio del 20 ° secolo. Se i due cicli sono in realtà due gemelli, “vorrebbe dire un picco nel 2013 in ritardo e un altro nel 2015.”

 Mic.: “Ma quanti picchi devono ancora arrivare ? Torno a capirci poco o niente….” 🙂

Nessuno sa con certezza quale sarà il prossimo passo del sole. Sembra probabile, tuttavia, che la fine del 2013 potrebbe essere molto più vivace che l’inizio.

 Mic :  “Adesso ho capito il sunto di questa news ! Questa storia del doppio picco è stata postata ad hoc, come cavallo di troia, per comunicarci inconsciamente, naturalmente per i meno preparati nel settore, che da ora in avanti, la Nasa o noi altri siamo abili arruolati nella squadra dove non c’è nessuna certezza. P.S. Ma il picco del 2013 arriva o non arriva allora ? 🙂 “

 

Fonte : http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2013/01mar_twinpeaks/

 

Michele

Hatena Bookmark - Sketch comico teatrale : L’onorevole “Nasa” informa che …. ma mi faccia il piacere !
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

26 pensieri su “Sketch comico teatrale : L’onorevole “Nasa” informa che …. ma mi faccia il piacere !

  1. Oggi su corriere.it
    http://www.corriere.it/ambiente/13_marzo_08/decennio-piu-caldo_dbe0211c-87d6-11e2-ab53-591d55218f48.shtml
    Articoloparticolare che parla di una ricerca che confronta le temperature rilevate dai fossili con quelle rilevate dalle stazioni meteo (sic!) e giunge alla conclusione che il decennio 2000 2010 e’ stato il piu’ caldo degli ultimi …mila anni, ma quello che fa rimanere a bocca aperta è questa parte:

    “UN BENE – Secondo Michael Mann, della Pennsylvania State University, occorre andare indietro di 125 mila anni per trovare temperature più alte di quelle attuali. Per Marcott e il suo gruppo, la fase di raffreddamento degli ultimi 6 mila anni è dovuta ai cambiamenti periodici nell’angolo dell’asse di rotazione della Terra e dell’aumento della distanza con il Sole. Quindi, secondo gli studiosi, L’EMISSIONE DI ENORMI QUANTITA’ DI ANIDRIDE CARBONICA E ALTRI GAS SERRA NELL’ATMOSFERA E’ STATO UN BENE PERCHE’ HA EVITATO L’ARRIVO DI UN’ALTRA ERA GLACIALE, o per lo meno di una più piccola.”

    Allora è vero che la forzante solare è la prima responsabile del clima sulla terra!
    Possiamo anche abolire la green economy, finalmente 😉

      (Quote)  (Reply)

  2. alessandro1 :

    scusate la divagazione, qualcuno sa darmi informazioni o siti dove posso monitorare gli spostamenti del campo magnetico terrestre?

    Ogni 5 anni da quel che leggo viene aggiornato il modello.
    2000,2005,2010 … 2015
    http://www.ngdc.noaa.gov/geomag/WMM/DoDWMM.shtml
    The model is produced at 5-year intervals, with the current model expiring on December 31, 2014.
    http://www.ngdc.noaa.gov/geomag/data/poles/NP.xy
    Conferma anche da queso file che evidenzia lo spostamento del polo nord magnetico, l’ultimo dato è 2015.
    Sono modelli …ale…lascia stare, vedremo nel 2015.
    😉
    2015
    nuovo modello..
    🙂

      (Quote)  (Reply)

  3. Antonio :

    Oggi su corriere.it
    http://www.corriere.it/ambiente/13_marzo_08/decennio-piu-caldo_dbe0211c-87d6-11e2-ab53-591d55218f48.shtml
    Articoloparticolare che parla di una ricerca che confronta le temperature rilevate dai fossili con quelle rilevate dalle stazioni meteo (sic!) e giunge alla conclusione che il decennio 2000 2010 e’ stato il piu’ caldo degli ultimi …mila anni, ma quello che fa rimanere a bocca aperta è questa parte:

    “UN BENE – Secondo Michael Mann, della Pennsylvania State University, occorre andare indietro di 125 mila anni per trovare temperature più alte di quelle attuali. Per Marcott e il suo gruppo, la fase di raffreddamento degli ultimi 6 mila anni è dovuta ai cambiamenti periodici nell’angolo dell’asse di rotazione della Terra e dell’aumento della distanza con il Sole. Quindi, secondo gli studiosi, L’EMISSIONE DI ENORMI QUANTITA’ DI ANIDRIDE CARBONICA E ALTRI GAS SERRA NELL’ATMOSFERA E’ STATO UN BENE PERCHE’ HA EVITATO L’ARRIVO DI UN’ALTRA ERA GLACIALE, o per lo meno di una più piccola.”

    Allora è vero che la forzante solare è la prima responsabile del clima sulla terra!
    Possiamo anche abolire la green economy, finalmente ;-)

    Secondo me la CO2 non scalda proprio niente e quindi l’ effetto serra anche se raddoppia é veramente risibile . Quello che cedo é che tutto il sistema solare possa raffreddarsi o riscaldarsi. Questo provrocherebbe in caso di riscaldamento l’ aumento dell’ attività solare e il riscaldamento sulla terra e conseguente aumento dei (cosidetti) gas serra.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.