I dati mostrano un’incredibile rapporto fra la frequenza delle inondazioni nel sud della germania e l’attività solare

Premessa

La passata settimana, abbiamo pubblicato qui su Nia, traduzione di una ricerca, che mostrava un chiaro collegamento fra i periodi delle innondazione passate nel nord italia e i periodi di bassa attività solare. Adesso, una nuova ricerca, in terra di germania, sembra nuovamente confermare il forcing solare, quale causa principale, dei ripetitivi periodi delle inondazioni.

 

Gli isterici, media, politici, attivisti e scienziati (ad esempio Mojib Latif) hanno cercato di dare la colpa per l’allagamento tedesco all’inizio di questo mese, al cambiamento climatico artificiale. Ma una recente tesi di dottorato, mostra che le inondazioni nel sud della Germania sono fortemente correlate all’attività solare. Nessuna correlazione è stata trovato con la CO2.

 Fonte: Markus Czymzik dottorato tesi di laurea

Le inondazioni catastrofiche sul lago bavarese di Ammer si sono verificate prevalentemente durante le fasi di debole attività solare

di Fritz Vahrenholt e Sebastian Lüning  (Originale, a cura di P Gosselin)

Come si è sviluppato il corso delle inondazioni del passato? Quali fattori hanno un impatto sullo sviluppo?

L’affermazione semplicistica che “Più CO2 = Più inondazioni”, semplicemente non regge rispetto alla complessità del tema. Studi di modellizzazione dovrebbero iniziare prima riproducendo la storia di inondazioni in passato. C’è un sacco di informazioni disponibili sulle inondazioni passato. Una serie di gruppi di ricerca hanno esaminato numerosi studi dei dati di calibrazione.

Uno di questi studi ha avuto luogo presso il centro geo-ricerca (GFZ) di Potsdam, in Germania, dove Markus Czymzik ha determinato la storia delle inondazioni del terzo lago più grande della Baviera, il di Lago Ammersee , per gli ultimi 5000 anni, utilizzando campioni di sedimenti, come parte della sua tesi di dottorato. Il file pdf della tesi di laurea (in inglese) può essere scaricato senza alcun costo. Nella sua dissertazione Czymzik spiega perché Lago Ammer è particolarmente adatto per questo tipo di studio [tradotto dal tedesco]:

“….il lago Ammer, ai piedi delle Alpi, costituisce un archivio ideale per ricostruire le inondazioni. Il materiale dei detriti viene trasportato dal fiume dell’Ammer al bacino inferiore. I sedimenti consentono una rilevazione affidabile e una datazione ottimale degli strati alluvionali microscopici. I dati strumentali delle innondazioni del Ammer e il set dei dati meteorologici dell’osservatorio Hohenpeißenberg, consentono una calibrazione dei dati di sedimenti…”.

Già nel 2010, Czymzik insieme ai suoi colleghi aveva pubblicato un articolo sulla rivista Water Resources Research (Il documento è incluso anche nella tesi di dottorato a pagina 10). In esso gli scienziati presentano lo sviluppo della frequenza delle inondazioni nel lago Ammer per gli ultimi 450 anni. Con loro grande sorpresa in esso si mostra un’ottima correlazione con l’attività solare. Quando l’attività solare è stata debole c’è sempre stato un aumento delle inondazioni nel lago Ammer. Anche nella nuova carta del febbraio 2013 apparsa nella rivista Quaternary Science Reviews gli scienziati sono stati ancora in grado di mostrare questo rapporto incredibile.

 

Frequenza delle inondazioni nella regione del lago di Ammer (basso) e l’attività solare (sopra) (da Czymizik 2012 , tesi di laurea). Le fasi di attività solare deboli sono indicate sullo sfondo con il blu sfumato. Ogni volta che il sole era debole (alti valori di C14, picco) l’allagamenti erano più frequenti.

 

 Fonte: http://notrickszone.com/2013/06/24/data-show-amazing-relationship-between-south-german-flooding-frequency-and-solar-activity/

 

Michele

Hatena Bookmark - I dati mostrano un’incredibile rapporto fra la frequenza delle inondazioni nel sud della germania e l’attività solare
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

6 pensieri su “I dati mostrano un’incredibile rapporto fra la frequenza delle inondazioni nel sud della germania e l’attività solare

  1. Vorrei segnalarlo nevicate sull’Etna in piena estate se così si può chiamare,almeno per ora neve segnalata un po’ ovunque sulle Alpi la scorsa settimana fino a quote relativamente basse

      (Quote)  (Reply)

  2. OT: per il secondo giorno consecutivo (ma potrebbero essere di più) l’emisfero Nord del Sole è completamente spotless. Infatti le macchie si trovano solo nell’emisfero Sud.

      (Quote)  (Reply)

  3. Riki :Vorrei segnalarlo nevicate sull’Etna in piena estate se così si può chiamare,almeno per ora neve segnalata un po’ ovunque sulle Alpi la scorsa settimana fino a quote relativamente basse

    Sì, l’abbiamo già segnalato nella sezione Meteo, insieme alla tanta neve ancora eccezionalmente presente in quota sui Pirenei. Questo costituisce ulteriori conferme della particolarità della primavera e dell’estate in corso, per almeno tutta l’Europa Centro Occidentale.

      (Quote)  (Reply)

  4. FabioDue :

    Riki :Vorrei segnalarlo nevicate sull’Etna in piena estate se così si può chiamare,almeno per ora neve segnalata un po’ ovunque sulle Alpi la scorsa settimana fino a quote relativamente basse

    Sì, l’abbiamo già segnalato nella sezione Meteo, insieme alla tanta neve ancora eccezionalmente presente in quota sui Pirenei. Questo costituisce ulteriori conferme della particolarità della primavera e dell’estate in corso, per almeno tutta l’Europa Centro Occidentale.

    Mamma mia che tempesta c’è stata a Toronto in Canada….non passa giorno eventi sempre estremi…

    http://www.meteoweb.eu/2013/07/maltempo-estremo-in-canada-toronto-in-ginocchio-per-un-fortissimo-nubifragio-foto-shock/214247/

    Il pianeta sta modificando il suo assetto climatico ad una velocità pazzesca se confrontata
    a quello che ci è stato insegnato a scqcquola.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.