Sole al tappeto, sempre più vicino il collasso magnetico!

Osservando il disco solare anche quest’oggi nulla è cambiato!

La stessa immagine da oltre 20 giorni a questa parte e certamente non ci sono i presupposti perchè si possa parlare di una sua imminente ripresa, situazione che probabilmente perdurerà, guardando la superficie solare completa, fino alla fine del mese di settembre.

Dal Behind zona est in approccio 3 piccole zone attive, ma che sinceramente non credo possano stravolgere il trend delle ultime settimane.

Raggi X deprimenti, da record assoluto per un solar max, addirittura nella giornata di oggi, NOAA, ente di raccolta dei dati, segnala X RAY di Classe A8, la più bassa, mai visto valori così deboli da quando è ripartito il ciclo 24, se si eccettuano situazioni da minimo, come si conviene con questi valori.

Solar Flux a 91, almeno del 60/65 % inferiore ad un classico periodo di massimo solare. Inoltre dal 7 settembre rimane al di sotto dei 100 e questa situazione andrà ancora avanti almeno per qualche giorno.
Macchie solari che in questo momento non superano i 1.700/2.000 Gauss.
Media mensile AP Index poco sopra i 5, per la precisione a 5.88, anche in questo caso media da minimo solare, e voi sapete che un valore così basso, come possa influenzare il nostro clima….

Drammatico inoltre osservare la mancanza di luminosità delle macchie solari, viste dalla sonda SDO/EVE ai raggi UV 0.1/7.0 nm.

DA QUI SI CAPISCE BENISSIMO COME AL SOLE SIA ACCADUTO QUALCOSA DI MOLTO GRAVE, CEDENDO DI SCHIANTO LA FORZA MAGNETICA!!

Qualcuno di voi si ricorderà l’allerta che avevo lanciato dopo l’ultima piccola sfuriata di metà agosto, dove soltanto pochi giorni dopo avevo visto crollare di botto l’attività di tutta la superficie solare con tutti i suoi relativi indici primari, cosa che non avevo mai visto prima, essendo attento osservatore del Sole da ormai oltre 6 anni.

Che dire di questa situazione. E’ la prima volta che la osserviamo con i nostri occhi, una situazione che neppure i nostri bisnonni hanno vissuto!

Non abbiamo riscontri di osservazioni con il passato dei grandi superminimi, se non qualche sparuto documento lasciato scritto dai fisici solari e osservatori di allora del XVII secolo.

Possiamo però ricondurre le nostre attenzioni e portarvi a conoscenza degli studi dei più grandi fisici solari di scuola russa.
Fisici solari del calibro di Makarov, Tlatov, Fatianov, Sivaraman, Callebaut, Usoski, ma ce ne sono altri, dove dai loro studi approfonditi sulle dinamiche solari, tra l’altro dinamiche molto complesse, e con l’aiuto della tecnologia al radiocarbonio (C14), sono riusciti a ricostruire con ottimi risultati la situazione solare che si venne a creare nel periodo del Minimo di Maunder (1645-1715).

Ora ci troviamo di fronte ad un bivio molto pericoloso con soltanto due possibilità percorribili!

1) A breve avviene la tanto sospirata inversione magnetica anche del secondo emisfero, quello sud. Lentamente il ciclo solare 24 si adagia su se stesso, con bassissima attività solare, che ci condurrà verso un minimo che comunque sarà molto profondo, molto più lungo del minimo del 2008/2009, con successivo ciclo 25 molto debole simile al Minimo di Dalton, andando comunque ad influire pesantemente sulla temperatura futura e a modificarne profondamente la circolazione atmosferica.

2) Ci troviamo di fronte ad una situazione molto simile al Minimo di Maunder, catapultandoci diritti nel XVII secolo, quando la fase monopolare fu prerogativa di tutto il periodo del minimo e con attività solare ai minimi livelli! Questo perchè dagli studi dei due fisici solari Makarov e Tlatov ne viene fuori che in una situazione del genere potrebbe avvenire il collasso completo del ciclo, nel caso in cui il numero di Wolf non dovesse superare i ~ 40 ± 10 complessivamente come accaduto nella maggior parte del tempo in questo ciclo e con maggiore enfasi nelle ultime settimane.
A questo punto l’inversione di un emisfero si blocca, mentre quello opposto potrebbe invertire comunque, (come già accaduto nell’emisfero nord), e per più cicli. Questo avviene per il forte disgregamento del campo magnetico globale, GMF (Global Magnetic Field), ormai da tempo in fase octopolare, con una Dinamo Solare che non sarebbe più in grado di trovare la forza per formare macchie solari per la mancanza cronica di convettività tra il Tachocline e la Dinamo Solare, come sta avvenendo in questo ultimo ciclo, ma molto più amplificato nelle ultime settimane trascorse.

Ora non sappiamo con esattezza quale delle 2 possibilità prevarrà, anche se un’idea me la sono fatta. Quello che però posso dire e che è ormai chiaro come ora il Sole sia entrato in un periodo di stallo profondamente pericoloso, nonostante la quasi completa reversione. Questo perchè l’emisfero sud potrebbe bloccarsi in questo stato vicino alla media dello zero avgf, per poi indietreggiare di nuovo!

Questo è quanto accadde nel più grande superminimo che l’uomo abbia mai conosciuto, il Minimo di Maunder…. ma che siamo tremendamente vicini perchè possa ancora ripetersi….

Enzo
Solar Activity

Fonte:

https://www.facebook.com/#!/pages/Attivit%C3%A0-solare-Solar-Activity-/100364603439625?fref=ts

Hatena Bookmark - Sole al tappeto, sempre più vicino il collasso magnetico!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

32 pensieri su “Sole al tappeto, sempre più vicino il collasso magnetico!

  1. aumento attività vulcanica, sismica fenomeni di assestamento, semplice neve in estate … e cosi via…
    eventualmente.. ogni 8 anni in 5 occasioni, Venere va in risonanza con la Terra..

      (Quote)  (Reply)

  2. Simon ogni quanto aggiorna il sito che riporta i dati sull’iversione dei poli?
    E’ fermo ad Agosto se non sbaglio con l’emisfero sud a 2.

    Complimenti per la nuova collaborazione con un nostro vecchio amico (Giorgio), può nascere qualche cosa di ulteriormente interessante da sviluppare.

      (Quote)  (Reply)

  3. In un’interglaciale è difficile stabilire quando esattamente cambierà il regime. Per via del quadro presente, o treno teleconnettivo precedente per meglio capirci. Se corre come riss-würm per intenderci, potrebbero esserci altri fattori da prendere in considerazione. Ad agitare o calmare le acque…Questo interglaciale ha lasciato comunque desiderare con la PEG, quindi di sicuro ci aspetterà inizialmente un sostanzioso raffreddamento.. Il vero ritorno alla normalità…

      (Quote)  (Reply)

  4. Simone,

    L’aggiornamento del polar field avviene tre volte al mese.
    Quindi tra qualche giorno dovrebbe uscire il primo.
    Se le teorie degli scienziati russi sono esatte, dovremmo trovare delle sorprese per il crollo dell’attività solare di questo mese.

    Momento cruciale per il prossimo futuro…. 😉

    Enzo

      (Quote)  (Reply)

  5. GIANNI TORINO:
    sole in crisi uguale umanita’ in crisi , tempo fa ho letto un articolo in rete che parlava di come una bassissima attivita’ solare abbia influenze negative sulla psiche umana , di come in europa ai tempi deigrandi minimi solari ci siano state tantissime persone ricoverate in ospedali psichiatrici, comunque e’ solo un ipotesi strampalata ….

    Io vedo un natale Bugiardo per le masse, con false speranze motivate da mercati che porteranno una ventata di lieve euforia in numeri che si tradurrà in false speranze per il popolo, in concomitanza con il Sole che secondo me darà un’ultima falsa speranza a qualcuno. Quando però i primi di febbraio arriveranno i primi feroci smottamenti allora…saranno le politiche in nome del “più europa” e…campa cavallo….i fondamentali parlano chiaro, saranno azzi amarissimi purtroppo, non è questione di prevedere cosa, ma il quando. Faccio questo quote perchè il termine crisi è inflazionato dal 2007 ad oggi, però cavolo che sia crisi vera, cioè che quando un sistema/situazione/stato diventa instabile/disfunzionale/inutile il cambiamento che sorge spontaneo porta a modificare quelle cose che fanno stare peggio il sistema. Questo è il punto, può fare anche più freddo, e me lo auguro, ma se masse di persone devono morire così perchè non (avremo)di che scaldarci (oggi 2013)siamo falliti come specie prima che come uomini.

      (Quote)  (Reply)

  6. Scusate se calco la mano e vado anche o.t. (forse) ma riprendendo il post di Michele su Nigel Farage, secondo voi è un caso che Farage nel 2010 sia scampato miracolosamente ad un “incidente” aereo, lui che osteggiava (unica voce nel parlamento UE) le politiche staliniane da salasso, e si “confrontava” con Barroso e Van ron Puy?! Lo stesso Barroso che avete visto etichettare come stupide le idee dei poli che si stanno giacchiando (sembrava di assistere ad un’audizione di Galiei). Unire i puntini bisogna. E’ tutto collegato. E saranno…..amari se non si capisce che sta per succedere. P.s. giusto per sparare la mia I.T. anche se in ritardo di 20 anni il ciclo di Elliot prevederebbe 400 anni di ….cieli limpidi 😀

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.