I futuri cambiamenti climatici e la popolazione mondiale

Grossi e pesanti cambiamenti climatici nel lungo termine, vogliono dire anche cambiamenti economici, politici e di popolazione per il nostro pianeta.

Prendo spunto da una recente discussione avviata dal nostro @ab 2010, nella sezione vulcani e terremoti, per riportavi questa recente ed interessante nota didattica sulla popolazione mondiale, pescata recentemente sul washingtonpost.

Nota, che ci servirà, per cercare di approfondire l’argomento, in relazione a tutte quelle possibili problematiche e non che un argomento delicato come questo può portarsi dietro ….

Partiamo con questo grafico che sicuramente molti di voi avranno già visionato su qualche altra piattaforma. Traccia che fin da bambino mi ha sempre fatto molta paura…

😯

Adesso l’immagine e il breve articolo ripreso dal washingtonpost.

 

Sappiamo che la Cina e l’india possiedono enormi popolazioni, una recente mappa apparsa su Reddit sostiene che più della metà della popolazione mondiale vive all’interno di un cerchio sovrapposto a una sezione di Asia.

Sorprendentemente è il numero che viene fuori. L’attuale popolazione mondiale , secondo l’US Census Bureau, è di circa 7.108.460 mila (al 01-09-2013 🙂 ).

Tornando ai paesi nel cerchio troviamo che ….

 Cina: 1.349.585,838 mila persone (secondo il nuovo censimento )
  India: 1.220.800.359
  Indonesia: 251.160.124
  Bangladesh: 163.654.860
  Giappone: 127.253.075
  Filippine: 105.720.644
  Vietnam: 92.477.857
  Thailandia: 67.448.120
  Birmania: 55.167.330
  Corea del Sud: 48.955.203
  Nepal: 30.430.267
  Malesia: 29.628.392
  Corea del Nord: 24.720.407
  Taiwan: 23.299.716
  Sri Lanka: 21.675.648
  Cambogia: 15.205.539
  Laos: 6.695.166
  Mongolia: 3.226.516
  Bhutan: 725.296

Per un totale di 3.637.830,357 mila, pari a circa il 51,4 per cento della popolazione mondiale. (Il cerchio sembra anche includere parti della Russia e del Pakistan, che non ho incluso, e credo di aver tagliato buona una parte del nord-ovest della Cina.)

La dominanza della popolazione asiatica non è una cosa nuova, secondo questo video sulla crescita della popolazione (vedi sotto), la maggior parte delle persone vivevano in Cina, in India e nel resto dell’Asia. Ma dal momento che la crescita della popolazione è diventata così veloce, l’Asia si sta espandendo su una scala completamente diversa.

L’ ONU ha predetto l’anno scorso, che nel 2050, ben 3,3 miliardi di persone, vivranno solo nelle città dell’Asia.

Nota personale : Non vorrei essere nei panni (teste) di quelle persone che dovranno risolvere gli annosi problemi che in tali aree potrebbero emergere.

 

Michele

13 pensieri su “I futuri cambiamenti climatici e la popolazione mondiale

  1. Il freddo è il nemico num. 1 della produzione agricola.
    Il raffreddamento globale è da temere mille volte più del riscaldamento.

      (Quote)  (Reply)

  2. scusate la domanda fuori luogo, ma sono molto curioso. quando farete la rubrica meteo di tendenza per questo inverno? magari mettendo in conto il decesso del sole è ancora troppo presto?

      (Quote)  (Reply)

  3. OT sole:
    ciao a tutti una domandina sul sole …. lo controllo ogni giorno … ma come mai da 5 giorni ogni 22/23/24 ore nel grafico degli x-rays c’e’ un ”buco” sembra che in quell’istante ci sia un vuoto/palpitazione che faccia scendere il flux ben al di sotto del valore ”B” … forse ”sega mentale” ma mi farebbe piacere ascoltare il parere altrui … grazie

      (Quote)  (Reply)

  4. alessandro1,

    Più avanti, e sene occupa uno dei nostri esperti emteo fabio2

    cmq ti posso subito dire che gli indici al moemnto nn depongono per una buona annata, anche se in verità io ci credo poco a queste cose, l’annos corso ad esempio avevamo quasi tutto a favore ed invece, tranne al nord (e nn tutto) nn è andata bene…

      (Quote)  (Reply)

  5. Non vorrei fare il solito catastrofista e quello che pensa sempre ai complotti.. ma secondo me stanno preparando da anni il piano B…. la decimazione….

      (Quote)  (Reply)

  6. roberto sambo:
    secondo me stanno preparando da anni il piano B…. la decimazione….

    Qual’è il piano A?

    Cmq quel asintoto fa paura, più del Sole, perchè il Sole e roba naturale (vita-morte-vita-morte etc…in un ciclo continuo…), invece quella retta che ha iniziato ad innalzarsi dal 1900 non sò se è tanto naturale…meno varestie, più alimentazione, più salute e quindi vita più lunga…

    Ma siamo sicuri che volete campare 156 anni e poi andare in pensione a 146 anni ?
    🙂

      (Quote)  (Reply)

  7. C’è questo articolo pubblicato sul Guardian. Non si capisce però se è lo stesso studio uscito su Science che alla fine va a parare sulla co2 oppure se è l’autore che lo riprende ad aggiungere e travisare questo “piccolo” particolare http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12313

    Un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Science” (1) afferma che in tutto il mondo i cambiamenti climatici (2) sono strettamente legati ai casi di violenza (3). Basandosi su una quantità di dati mai studiata prima d’ora – e analizzando le maggiori regioni del pianeta, dagli USA alla Somalia – lo studio ha portato alla luce un campione di conflitti connessi a minime variazioni del clima, comprese siccità o temperature sopra la media.
    Lo studio abbraccia tutte le principali tipologie di conflitto, dalle “faide tribali e instabilità politiche, come guerre civili, rivolte, pulizie etniche e invasioni” alle categorie delle “violenze private e crimini meno studiati come omicidio, aggressioni, stupro, e violenze domestiche” –prendendo in analisi anche: “Conflitti istituzionali, come cambiamenti improvvisi e grandi nelle istituzioni governative o il collasso di un’intera civiltà.”

      (Quote)  (Reply)

  8. danni di una glaciazione per hamburger e liquori forse oppure altre schifezze umane..
    [img]http://www.brucialanotizia.it/wp-content/uploads/2012/04/petrolio_nigeria.jpg[/img]

    meglio una glaciazione del vostro mondo interglaciale alla deriva
    [img]http://m2.paperblog.com/i/68/688583/ultime-news-africa-le-foto-dei-disastri-del-p-L-m23l_d.jpeg[/img]

    quanto male abbiamo fatto al pianeta…
    http://sspa.boisestate.edu/anthropology/files/2010/06/acheulian-sahara-geoarchaeology.pdf

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.