Importante studio sulle regolazioni della temperatura

«L’omogeneizzazione … può portare a una sovrastima significativa delle crescenti stime della temperatura superficiale.

Dal reparto,“ve l’avevamo detto”, arriva questa nuova carta dalla Cina, che quantifica molti degli stessi problemi degli Stati Uniti e delle registrazioni della temperatura superficiale globale, che avevamo discusso per anni: le rettifiche aggiungono più riscaldamento, al segnale del riscaldamento globale

Un articolo appena pubblicato Teorica e Applicata Climatologia, ritiene che le tecniche di omogeneizzazione dei dati comunemente utilizzate per regolare le registrazioni della temperatura per le stazioni mobili e l’effetto isola di calore urbana [UHI] può risultare una esagerazione “significativa” delle tendenze del riscaldamento del record omogeneizzato.

L’effetto di omogeneizzazione, è chiaro e abbastanza pronunciato. Quello che hanno trovato in Cina, si basa su quanto il NOAA, tratta come omogeneizzazione, le registrazioni della temperatura superficiale.

Secondo gli autori:

“La nostra analisi mostra che “l’omogeneizzazione dei dati delle stazioni [di temperatura] spostate dai centri storici, alle periferie, può portare a una sovrastima significativa delle crescenti tendenze della temperatura superficiale. “

Fondamentalmente quello che stanno dicendo qui è che l’effetto dissipatore di tutto il cemento e l’asfalto, che circonda la stazione, sommerge la variazione diurna della stazione e quando si è allontana, la vera variazione diurna ritorna, e quindi la metodologia di omogeneizzazione regola falsamente il segnale, in un modo tale, da aumentare la tendenza.

Potete vedere il dissipato impaludamento del segnale diurno nelle peggiori stazioni, di classe 5, nei più vicini centri urbani, nei grafici sottostanti. Confronto urbani, semi-urbani, rurali per classe 5 stazioni, l’effetto della grande dissipazioni di UHI sul Tmax e Tmin è evidente.

Zhang et al, hanno studiato, cosa succede quando una stazione viene spostata da un ambiente urbano, all’ambiente rurale. In analogia, negli USA, sarebbe quello che è successo al segnale delle stazioni poste sui tetti, nel centro della città, come in Columbia, in Carolina, quando la stazione è stata spostata in un ambiente più rurale.

US Weather Bureau Ufficio, Columbia SC. Circa 1915 (per gentile concessione della Fototeca NOAA) Ecco la stazione USHCN corrente presso la University of South Carolina:

La carta al Zhang et studia lo spostamento della stazione di Huairou di Pechino tra il 1960-2008, e il conseguente aumento della tendenza, che derivano dalle rettifiche di omogeneizzazione applicata, con una conseguente maggiore tendenza. Trovano:

La media annuale Tmin e Tmax sulle stazione di Huairou è caduta di 1.377 ° C e 0,271 ° C rispettivamente dopo l’omogeneizzazione. Le rettifiche per Tmin sono più grandi di quelli per Tmax, soprattutto in inverno, e le differenze stagionali delle rettifiche sono generalmente più visibili per Tmin che per Tmax.

Le figure 4 e 5 della carta ci parlano dell’effetto sul trend:

Fig. 4 L’annuale media di Tmax (a) e Tmin (b) della serie di dati originali adattate alla stazione Huairou serie di riferimento tra il 1960-2008. Le linee rette solide denotano le tendenze lineari

Fig. 5 Le differenze della Tmax media annuale (a) e Tmin (b) tra la stazione Huairou e i dati di riferimento originali (linee tratteggiate) e le rettificate (linee continue)- serie di dati tra il 1960-2008. Le linee rette solide denotano le tendenze lineari

La carta : http://link.springer.com/content/pdf/10.1007%2Fs00704-013-0894-0.pdf

Effetto della omogeneizzazione dei dati sulla stima dell’andamento della temperatura: il caso della stazione di Huairou, nel comune di Pechino

Teorica e Applicata Climatologia febbraio 2014, Volume 115, Issue 3-4, pp 365-373,

Lei Zhang, Guo Yu Ren, Yu-Yu Ren, Ai-Ying Zhang, Zi-Ying Chu, Ya-Qing Zhou

Fonte : http://wattsupwiththat.com/2014/01/29/important-study-on-temperature-adjustments-homogenization-can-lead-to-a-significant-overestimate-of-rising-trends-of-surface-air-temperature/

Michele

Hatena Bookmark - Importante studio sulle regolazioni della temperatura
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

3 pensieri su “Importante studio sulle regolazioni della temperatura

  1. ot sul sole, come vedete la mia previsione si sta avverando, ora siamo a 7 🙂
    2014:01:02_21h:07m:13s -3N -12S 4Avg 20nhz filt: 7Nf -15Sf 11Avgf
    2014:01:12_21h:07m:13s -10N -9S -0Avg 20nhz filt: 7Nf -16Sf 12Avgf

      (Quote)  (Reply)

  2. commento riguardo all’articolo, per chi non capisse alcuni termini

    le stazioni sono suddivise in classi, da 1 a 5 in base alla tipologia di posizione che hanno
    1 significa perfettamente conforme alle norme WMO, 5 invece è pura merda
    e credo che il gergale sia perfettamente corretto

    per quanto riguarda invece la parte relativa alla stazione di pechino non ho compreso il significato dello studio, in quella stazione è evidente che il cambio di localizzazione ha inciso di molto sul trend e il dato preso come riferimento (quello verde) mostra come l’omogenizzazione doveva essere fatta.
    si può discutere del metodo usato

    ma lo studio fa un’altra cosa, l’ho letto solo velocemente e spero di avere il tempo di guardarmelo bene il prima possibile
    ma ad una prima occhiata è parecchio carente ed usa un’analisi statistica assolutamente sbagliata

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.