Ellsworth Huntington nel Giugno del 1908 pubblica questo grafico e scrive ….

 

Ellsworth Huntington (16 settembre 1876 – 17 ottobre 1947) è stato un professore di geografia all’Università di Yale nel corso del 20esimo secolo, noto per i suoi studi sul determinismo climatico, la crescita economica e la geografia economica. Ha servito come presidente della Ecological Society of America nel 1917, l’Associazione dei Geografi americani nel 1923 e Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società Americana di Eugenetica 1934-1938.

 

Alcuni passi …

Due sono tra i fattori inorganici mediante i quali la Terra influenza profondamente le vicende umane , il climatico, da una parte, e le attività telluriche dall’altra. Per clima dobbiamo molto alla natura e la profondità del terreno sul quale dipende tutta la vita , determinando il carattere della vegetazione, che  rende possibile il vasto commercio che consiste nello scambio dei prodotti vegetali di una terra per i prodotti di un altro; provoca gli uomini a impegnarsi in occupazioni diverse , alcune , per esempio , aumentare il riso nella pianura calda d’Egitto , e altri che portano la vita del boscaiolo o cacciatore nei boschi freddi del Canada e, infine, il clima esercita una profonda influenza sul temperamento umano , gli abitanti della zona torrida , come è generalmente riconosciuto , consumano notevolmente meno energia rispetto a quelli delle regioni temperate . Attività tellurica , che si manifesta in movimenti della crosta terrestre , passato e presente , è altrettanto importante , se i suoi effetti non sono così immediatamente visibili . Le devastazioni dei terremoti e vulcani , grandi come sono , passano in insignificanza se confrontati con i risultati stupendi che si sono succeduti dallo sconvolgimento dei continenti e la piegatura degli strati di roccia solida . Nello studio del clima e dell’attività tellurica , attenzione è stata recentemente concentrata sulla terra . Nel giro di pochi anni , tuttavia, gli scienziati hanno cominciato ad ossservare il sole per vedere se i suoi cambiamenti sono in alcun modo collegati con i cambiamenti del clima o con il verificarsi dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche . In un primo momento i risultati sono stati negativi . Di recente , tuttavia, gli studenti di fisica solare hanno dimostrato, e che sono ora  in fase di progresso, che le fluttuazioni del clima sembrano coincidere con le variazioni dell’attività del sole come si evince dalla comparsa di macchie solari , e le ricerche di Jensen ,  sembrano indicare una coincidenza ancora più stretta tra attività solare e il verificarsi di terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Al momento attuale, come abbiamo visto, le variazioni del sole appaiono coincidenti con le variazioni climatiche e telluriche nella terra. Per quanto possiamo giudicare, i cambiamenti climatici, anche se su una scala molto piccola, sembrano essere della stessa natura, come i grandi cambiamenti climatici dei vari periodi glaciali dei tempi geologici precedenti. Le modifiche telluriche, anche su una scala molto piccola, sono apparentemente della stessa natura, come i grandi movimenti del passato con cui le montagne sono state formate e i continenti si sono alzati. È da notare che, secondo l’opinione generale dei geologi i tre cambiamenti climatici più noti e più gravi attraverso il quale la Terra è passata sono stati strettamente associati con profonde modificazioni della crosta terrestre. Il periodo glaciale che si è verificato poco prima del periodo Cambriano, fin verso l’inizio delle registrazioni geologiche leggibili, è stato seguito da un grande cambiamento nella distribuzione della terra e del mare. Ancora una volta, dopo il prolungato periodo di relativa stabilità conosciuta come l’era paleozoica lì seguì la grave glaciazione del Permiano, composta da molte epoche glaciali separate da epoche calde. A circa lo stesso tempo, o poco dopo, ci fu una grande edificazione dei continenti e la formazione di catene montuose come le Appalachi. Infine, l’ultimo grande periodo glaciale, quello del Pleistocene e Pliocene è stato un grande momento per le grandi montagne, quando le Alpi, la Sierra Nevada, e l’Himalaya hanno ricevuto un marcato innalzamento dando loro l’attuale quota.

Sembra quindi che la storia geologica dei più noti cambiamenti climatici è stata strettamente associata con notevoli cambiamenti tellurici. Sembra che attualmente i cambiamenti climatici e tellurici su piccola scala coincidano con, o seguono da vicino al variare del sole. La questione che si pone è che se non ci può essere stata una simile coincidenza in passato. Nessun tentativo può essere fatto per rispondere alla domanda ancora, ma si apre un campo affascinante di speculazione e di ricerca. Se le attività della terra e del sole sono collegate tra loro in qualsiasi modo come suggerito sopra, lo studio di uno, si aggiungerà notevolmente alla conoscenza dell’altro. Un esame delle variazioni solari, da un lato, ci potra consentire di predire qualcosa di ciò che sta per verificarsi sulla terra. Una lettura attenta della storia geologica della Terra, d’altra parte, può rivelare la storia del sole per milioni di anni passati, e può far luce sul problema affascinante della storia termica e il destino ultimo del suo corpo che, con la conoscenza che aumenta, appare sempre più di essere l’arbitro della vita terrestre.

Madre natura è così chiara nelle sue manifestazioni… ma oggi una certa scienza ha perso di vista questa grande figura, era il 1908 e questo è quello che riportava in apartura articolo e nelle conclusioni Ellsworth Huntington.

P.S.

Dimenticavo il link del grafico : http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/86/PSM_V72_D501_Relationship_graph_between_sunspots_and_geological_activity.png

Fonte : http://en.wikisource.org/wiki/Popular_Science_Monthly/Volume_72/June_1908/Coincident_Activities_of_the_Earth_and_the_Sun

Michele

Hatena Bookmark - Ellsworth Huntington nel Giugno del 1908 pubblica questo grafico e scrive ….
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

2 pensieri su “Ellsworth Huntington nel Giugno del 1908 pubblica questo grafico e scrive ….

  1. Senza i modelli VIRTUALI disegnati dai PC si guardava di piu la natura E I SUOI cicli, si osservava e si traevano conclusioni, si guardava il mondo REALE …
    quanto siamo andati indietro … Tocca ripartire dai libri e dalle idee di una volta.

      (Quote)  (Reply)

  2. Luigi Lucato:
    Senza i modelli VIRTUALI disegnati dai PC si guardava di piu la natura E I SUOI cicli,si osservava e si traevano conclusioni, si guardava il mondo REALE …
    quanto siamo andati indietro … Tocca ripartire dai libri e dalle idee di una volta.

    Jeffrey Love
    Research Geophysicist/ USGS Advisor for Geomagnetic Research, con una posizione in ambito scientifico di questo livello :

    USGS, Golden, CO, Research Geophysicist, Advisor for Geomagnetic Research, 2006 – PresentInstitut de Physique du Globe de Paris, Universite Paris Diderot, France, Visiting Research Scientist, October 2012USGS, Golden, CO, Supervisory Research Geophysicist, Geomagnetism Group Leader, 2001 – 2006High Altitude Observatory, Boulder, CO, Visiting Research Scientist, 2004 – 2005Scripps Institution of Oceanography, IGPP, La Jolla, CA, Assistant Project Scientist, 2000 – 2001
    University of Leeds, Department of Earth Sciences, United Kingdom, Leverhulme Trust Fellowship, 1996, 1998 – 2000CEA-CNRS, Centre des Faibles Radioactivites, Gif-sur-Yvette, France, Bourse Chateaubriand, 1997University of Leeds, Department of Earth Sciences, United Kingdom, Post-Doctoral Researcher, 1993 – 1995
    Harvard University, Department of Earth and Planetary Sciences, Cambridge, MA, Research Assistant, 1988 – 1993University of California, Space Sciences Laboratory, Berkeley, CA, Research Assitant, 1986 – 1987CERN, Organisation Europeenne pour la Recherche Nucleaire, Geneva, Switzerland, Research Assistant, 1985 – 1986
    University of California, Space Sciences Laboratory, Berkeley, CA, Research Aide, 1982 – 1985 XIII IAGA Workshop on Geomagnetic Observatories, Editor of Proceedings, 2009Geophysical Research Letters, Associate Editor, 2005 – 2008Journal of Geophysical Research, Solid Earth, Associate Editor, 1999 – 2004Colorado School of Mines, Introduction to Geophysics, Lectures on Geomagnetism, Fall 2010 – Present

    Afferma in uno dei suoi ultimi lavori :

    Insignificante solare-terrestre innesco dei terremoti
    http://geomag.usgs.gov/downloads/publications/grl50211.pdf
    🙂

    Credo che il mondo scientifico, dopo la vicende di Galileo, Giordano bruno, i primi due che mi vengono in mente, attualmente, stia vivendo una delle pagine più buie e oscure di sempre.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.