I porcini di inizio luglio a l’isola d’elba

GFS 12ZIl cut off tirrenico, previsto per la giornata di martedì 8 Luglio 2014 , dal modello GFS 12Z

—-

Porcini, boom a sorpresa in anticipo di due mesi

Porcini
Il meteo pazzo e le piogge dei giorni scorsi hanno fatto crescere moltissimi funghi in avvio di estate, in particolare nel versante campese

LA LOCALITA’ : La frazione di San Piero in Campo sorge a 227 metri sul livello del mare e fa parte del comune di Campo nell’Elba, all’Isola d’Elba.

SAN PIERO. Porcini, è già boom con quasi due mesi di anticipo. L’estate 2014 sarà una stagione particolare, da segnare in rosso per gli amanti dei funghi e dei porcini in particolare. Soprattutto nel versante occidentale dell’Isola questi hanno fatto la loro apparizione. In netto anticipo rispetto alla prassi. Si sa che la fine l’estate e l’autunno sono i periodi migliori per chi ha la passione micologica e va per boschi; ma quando intervengono condizioni favorevoli allo stesso tempo, ecco che assistiamo a spettacoli come questo ritratto nella foto. Piogge e caldo sono gli elementi da cui non si può transigere. E quando piove in maniera abbondante, come ha fatto alla fine di giugno e poi le temperature risalgono, ecco che non è del tutto fuori luogo che il bosco ci regali questi prodotti.

porcini 2(Le fotografie sono tratte dal profilo Facebook di Lara Marchiani)

https://www.facebook.com/lara.marchiani?fref=photo

Beh, che dire …. quà in Toscana butta già bene. Aggiungo, in apertura articolo, ho giustamente scritto Cut Off, ma si potrebbe scrivere anche SCAND + .

🙂

Fonte : http://iltirreno.gelocal.it/piombino/cronaca/2014/07/03/news/porcini-boom-a-sorpresa-in-anticipo-di-due-mesi-1.9527298

Michele

Hatena Bookmark - I porcini di inizio luglio a l’isola d’elba
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

5 pensieri su “I porcini di inizio luglio a l’isola d’elba

  1. guarda mentre da voi va bene perchè fa caldo, sulle alpi a 1500 2000 m non c’è ombra di un fungo perchè fa troppo freddo e c’è sempre vento. ho idea che finirà come l’anno scorso, quattro porcini a settembre. estati troppo fredde e ventose nel 2008 2009 trovavo gia un botto di porcini a fine giugno

      (Quote)  (Reply)

  2. alessandro1:
    guarda mentre da voi va bene perchè fa caldo, sulle alpi a 1500 2000 m non c’è ombra di un fungo perchè fa troppo freddo e c’è sempre vento. ho idea che finirà come l’anno scorso, quattro porcini a settembre. estati troppo fredde e ventose nel 2008 2009 trovavo gia un botto di porcini a fine giugno

    Esatto anche quà da noi, in Garfagnana, intorno ai 1000mt. c’è lo stesso problema.
    I funghi vengono raccolti per un periodo limitato.
    Settembre e Ottobre dovrebbero essere sempre mesi propizi , ma i rapidi shifting climatici (aria fresca, secca ), a quelle quote, non permettono una buona crescita regolare.
    Invece a quote inferiori 300-500mt. va decisamente meglio, visto le continue piogge e il clima fresco e umido, causa i continui scambi meridiani a cui stiamo assitendo in questi ultimi anni.

      (Quote)  (Reply)

  3. Dalle mie parti ( Lazio centrale ) solo un po’ di galletti o gallinacci ( a quote intorno gli 800/900 ), per ora più su, sotto i faggi, niente. Ora il mese di luglio dovrebbe esserci l’edulis a farla da padrone a quote di media montagna, vedremo….
    Non mi risulta di grossi ritrovamenti di porcini a parte forse qualcuno sporadico.
    Alcune associazioni micologiche hanno addirittura rinviato o annullato le uscite.

    Di certo non vivo sulle Alpi ma ci vado in vacanza ormai da alcuni anni ( Dolomiti Fassane e dintorni ) e vi posso garantire che negli ultimi anni di neve ce ne anche troppa, tanto da provocare mancate entrate economiche agli operatori locali ( parole loro ).
    L’anno scorso ad esempio, a 2600mt i primi di luglio ( passo principe ) c’era cosi tanta neve da scoraggiare tutti a proseguire qualsiasi escursione a quote superiori.
    Quest’anno dalle webcam vedo che va forse addirittura peggio, con nevai ancora abbondanti sotto i 2000 mt.

      (Quote)  (Reply)

  4. alessandro1,

    Ho letto un articolo su un blog di un tizio del trentino, che ai primi di giugno la maggior parte dei rifugi a quote medio alte erano letteralmente sommersi di neve.
    Ricordo benissimo i telegiornali degli anni novanta dove facevano vedere che durante quei inverni sterili di precipitazioni portavano la neve con dei tir, ora ne hanno troppa.
    Ma l’AGW regna sovrano sugli organi di dis”informazione” e purtroppo, anche nelle scuole incontrastato questo inganno, viene perpetrato per continuare a far fluire denaro dal basso verso l’alto, fin quando la cima della piramide peserà troppo per la sua base e almeno in parte crollerà su se stessa.
    Si darà vita ad un nuovo ciclo dove i furbi e i fortunati ricostituiranno la struttura andando a colmare gli spazi vuoti e si ricomincerà….. Come è debole e facilmente corruttibile l’animo umano………

    Scusate le divagazioni!!!!!

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.