Situazione dei ghiacci marini antartici,artici e resoconto globale

  • Antartici (13 Settembre)

L’estensione dei ghiacci marini antartici è 1.121.000 km quadrati sopra il periodo significativo che va dal 1981-2010. Questo è un nuovo record, che infrange il precedente stabilito nel 2013, di 48.000 kmq.

  • Artici (13 Settembre)

L’estensione dei ghiacci marini artici è 1.098 mila kmq sotto la media che va dal 1981-2010.  Questi sono i dati per il giorno 255. Il giorno 255 è un nuovo minimo di 5.114.710 kmq, 4800 kmq inferiore al giorno 253 (il giorno 254 era di 20.000 kmq superiore al giorno 253)

  • Situazione globale (12 Settembre)

L’estensione dei ghiacci globale è 17.000 kmq sotto la media del 1981-2010. I dati sono riferiti al giorno 254.

 

Fonte : http://sunshinehours.wordpress.com/

Michele

Hatena Bookmark - Situazione dei ghiacci marini antartici,artici e resoconto globale
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

17 pensieri su “Situazione dei ghiacci marini antartici,artici e resoconto globale

  1. Ancora una settimana di incertezza per I ghiacci artici, per stabilire con esattezza il giorno ed il valore del minimo. Poi procederanno verso il massimo.

      (Quote)  (Reply)

  2. Davvero straordinario il fatto che i ghiacci marini artici arrivino fino alle svalbard a inizio settembre.. Su tutto il comparto atlantico sono davvero in forma, addirittura i ghiacci marini del mare di Barents sono sopramedia da almeno un mese 🙂 🙂 Promette molto bene sia per l’inverno che per la prossima estate.. L’AMO quest’estate e ‘ stata neutra-positiva giusto?

      (Quote)  (Reply)

  3. Ragazzi ma l’antartico dove vuole arrivare? fa veramente impressione…. quali potrebbero essere le cause di questa crescita continua?

      (Quote)  (Reply)

  4. non ci credo!
    per un paio di settimane non ho seguito i ghiacci artici, ma battere il record dellanno scorso (e l’anno scorso era stato battuto il record dell’anno prima ancora) non lo avrei mai pensato
    è incredibile e pazzesco.
    in 35 anni di osservazioni satellitari in 3 anni consecutivi viene battuto ogni volta il record di estensione massima precedente.
    una roba del genere dovrebbe essere oggetto di studio da parte di tutti i centri.
    dovrebbe essere l’argomento più trattato sul clima.

    invece per l’ennesima volta nessuno ne parla.

    il punto è che l’Antartide è talmente in crescita che prima o poi ci sarà un periodo di almeno un paio di anni dove le anomalie saranno negative (di certo non può crescere all’infinito).
    ecco, sono sicuro che quando sarà così tutti parleranno di questa cosa

      (Quote)  (Reply)

  5. alessandro1,

    È a causa del ciclone azzorriano, che ci porterá un po di caldo. Notare come la medesima configurazione nel 2003 avesse prodotto quella famosa estate. La differenza? Il Nino non è declinato, c’è ancora.

      (Quote)  (Reply)

  6. FabioDue,

    quelle acque fredde se dovessero permanere, condizionerebbero la posizione dell’hp azzorriano durante l’inverno. potrebbe spingerlo verso di noi oppure verso nord?

      (Quote)  (Reply)

  7. alessandro1,

    Ciao ragazzi, come al solito complimenti per il lavoro e bla bla bla 🙂

    una domanda, rispetto alle anomalie superficiali: cosa pensate riguardo all’ area interna del adriatico???
    Non pare anche a voi che ci siano delle notevoli anomalie negative???
    Il mare nostrun sembra nn sia riuscito a riscaldarsi a dovere ipotizzo, mi chiedo quindi, cio’ potrà’ influenzare in qualche modo il corso dei mesi a venire???

    GRAZIE

      (Quote)  (Reply)

  8. FBO,

    Parlano ogni tanto del fatto che si squaglia, che e’ grande perché scivola il ghiaccio in mare.

    Mentre la sola parte calda e dove ci sono i vulcani

      (Quote)  (Reply)

  9. Notare come l’ultima rampa dei ghiacci marini antartici, sia partita con in sincro il jump dei raggi cosmici, dovuto alla tempsta geomagnetica con probabile rinforzo del Jet streams e del vortice polare.

    TheSpnPlot2.gif

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.