Ricercatori scoprono che intercorrono 200 anni tra gli eventi climatici in Groenlandia ed in Antartide

Corvallis, Oregon – Un nuovo studio condotto su dei nuclei di ghiaccio altamente dettagliati nell’antartide occidentale mostra un collegamento coerente tra gli sbalzi termici in Groenlandia e in Antartide durante l’ultima era glaciale, dando agli scienziati un quadro più chiaro del legame tra il clima nei due emisferi. Il clima, in Groenlandia, durante l’ultima era glaciale era molto instabile, dicono i ricercatori, caratterizzato da una serie di grandi e bruschi cambiamenti di temperatura media annuale che si verificavano all’interno diversi decenni. Questi cosiddetti “eventi Dansgaard-Oeschger” hanno avuto luogo ogni qualche migliaio di anni, durante l’ultima era glaciale. I cambiamenti di temperatura in Antartide hanno evidenziato un andamento opposto. Quando l’antartide si raffreddeva, in Groenlandia era caldo, e viceversa. In questo studio finanziato dalla National Science Foundation e pubblicato questa settimana sulla rivista Nature, i ricercatori hanno scoperto che i cambiamenti climatici improvvisi, appaiono prima in Groenlandia, con la risposta al clima antartico ritardata di circa 200 anni. I ricercatori hanno documentato 18 eventi climatici improvvisi nel corso degli ultimi 68 mila anni. ” Il fatto che le variazioni di temperatura sono opposti ai due poli suggerisce che ci sia una redistribuzione del calore in corso tra i due emisferi”, ha detto Christo Buizert, una ricercatore presso la Oregon State University e autore principale dello studio. “Non sappiamo ancora cosa abbia causato questi cambiamenti passati, ma capire il loro calendario ci dà importanti indizi sui meccanismi sottostanti. ” Il ritardo di 200 anni che osserviamo certamente suggerisce un meccanismo oceanico”, ha aggiunto Buizert. “Se i cambiamenti climatici si sono propagati nell’atmosfera, la risposta antartica sarebbe avvenuta nel giro di pochi anni o decenni, non due secoli. L’oceano è grande e lento, quindi il ritardo di 200 anni è una impronta abbastanza chiara del coinvolgimento del mare.” Questi episodi passati di cambiamenti climatici differiscono in modo sostanziale da quello che sta accadendo oggi, osservano i ricercatori. Gli eventi improvvisi dell’era glaciale erano ha portata regionale – e probabilmente erano legati a grandi cambiamenti nella circolazione oceanica. Il riscaldamento di oggi è globale e soprattutto prodotto da emissioni di anidride carbonica umane nell’atmosfera terrestre. La chiave di questa scoperta è stata l’analisi di un nuovo nucleo di ghiaccio nella parte ad ovest dell’antartide, perforato a una profondità di 3.405 metri nel 2011, che attraversa gli ultimi 68 mila anni, secondo il paleoclimatologo della Oregon State Edward Brook, riconosciuto esperto a livello internazionale sulle carote di ghiaccio e co-autore dello studio su Nature. Poiché l’area dove è stato perforato il cuore di ghiaccio diventa alto durante le nevicate annuali, Brook ha detto, che il nuovo nucleo di ghiaccio fornisce uno dei dischi più dettagliati delle temperature antartiche ed ha una risoluzione molto elevata. Le temperature della Groenlandia erano già ben consolidate, dicono i ricercatori, a causa della forti nevicate annuali e dei maggiori dati forniti dalle carote di ghiaccio. ” Passati studi sulle carote di ghiaccio non hanno evidenziato le variazioni di temperatura nel modo più chiaro come questo straordinario nucleo”, ha detto Eric Steig, professore presso il Dipartimento di Scienze della Terra e dello spazio presso l’Università di Washington. “Impieghi precedenti non era abbastanza precisi nel determinare le relative tempistica dei cambiamenti climatici improvvisi in Antartide e in Groenlandia, e quindi non era chiaro cosa era accaduto prima” dice Steig. I nostri nuovi mostrano in modo inequivocabile che i cambiamenti avvengono in Antartide dopo i bruschi cambiamenti di temperatura in Groenlandia. Taylor e colleghi hanno formato un team di scienziati ed ingegneri costituito da 28 laboratori su tutto gli Stati Uniti. “Le informazioni risultanti fornisce dettagli senza precedenti su molti aspetti del clima passato della Terra”, ha detto Taylor. “Questo fornirà importanti dati alla prossima generazione di ricercatori del clima, un modo per testare e migliorare la nostra comprensione di come e il perché di questi cambiamenti climatici globali avvengono.” Buizert di OSU ha detto che è “molto probabile” che la circolazione atlantica meridionale o AMOC, è coinvolta in questi capovolgimenti climatici improvvisi. “Questa circolazione oceanica porta acque calde di superficie dai tropici verso l’atlantico settentrionale”, ha detto Buizert. “Dato che queste masse d’acqua fresche, che si depositano sul fondo fuori l’oceano. Questo accade proprio al largo della costa della Groenlandia, e quindi la Groenlandia si trova in un luogo privilegiato in cui il clima è molto sensibile alle variazioni del AMOC”. Brook ha detto che l’AMOC non sembra essere l’unico fattore, ma è probabilmente parte di una combinazione di fattori che controllavano in ultima analisi, questi ultimi cambiamenti improvvisi. “Anche se la circolazione oceanica può essere la chiave, sono probabilmente coinvolti altri feedback, come l’ascesa e la caduta di ghiaccio marino e le variazioni della copertura di ghiaccio e neve sulla terra ferma”, ha detto Brook. “Probabilmente c’è una sorta di soglia nel sistema – per esempio, della salinità della superficie degli oceani – che innesca le inversioni di temperatura. ” Non è un problema trovare i potenziali meccanismi; è solo una questione di capire quale è la scelta giusta, e la tempistica precisa di questi eventi, che come descriviamo in questo studio, è una parte importante del puzzle “.

Fonte : http://oregonstate.edu/ua/ncs/archives/2015/apr/researchers-find-200-year-lag-between-climate-events-greenland-antarctica

Hatena Bookmark - Ricercatori scoprono che intercorrono 200 anni tra gli eventi climatici in Groenlandia ed in Antartide
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

1 pensiero su “Ricercatori scoprono che intercorrono 200 anni tra gli eventi climatici in Groenlandia ed in Antartide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.