Trecento scienziati accusano il NOAA di utilizzare dati contaminati

NOAA
Questi scienziati sostengono che il NOAA ha eliminato la pausa di 15 anni nelle registrazioni della temperatura globale (regolazione tra il 1998 e il 2012) così improvvisamente, che oggi, i nuovi dati mostrano più di due volte tanto un riscaldamento.  Circa 300 scienziati, tra ingegneri, economisti e altri esperti del clima hanno inviato una lettera al comitato scientifico della camera degli Stati Uniti, presidente Rep. Lamar Smith (R-TX) a sostegno di una indagine seria sul National Oceanic Atmospheric Administration (NOAA). I trecento scienziati, pensano che il NOAA potrebbe aver violato le leggi federali quando hanno pubblicato il loro studio nel 2015. Studio che eliminava la pausa di 15 anni nel riscaldamento record delle tempearture globali. “Noi sottoscritti, scienziati, ingegneri, economisti e altri, che abbiamo esaminato con attenzione gli effetti dell’anidride carbonica liberata dalle attività umane vogliamo registrare il nostro sostegno agli sforzi della commissione per la scienza, per garantire che l’agenzia federale rispetti le linee guida federali che ha implementato nel Data Quality Act, “ leggere la lettera al Presidente del Comitato della Scienza, Texas – Lamar Smith.

Nel giugno del 2015, il NOAA ha pubblicato un rapporto nel quale si scriveva che la Terra ha continuato a scaldarsi durante gli ultimi di due decenni. 20 anni nei quali gli altri set di dati mostravano una pausa o interruzione nella crescita delle temperature. “A nostro parere … il NOAA non ha osservato le linea guida del OMB [Office of Management and Budget] stabilite per rispettare la qualità dei dati.” Il Data Quality Act richiede che le agenzie federali, come ad esempio il NOAA, “garantiscano la massima qualità, l’obiettività, l’utilità e l’integrità delle informazioni, comprese le informazioni statistiche.” Smith ha avviato un’indagine su gli studi del NOAA la scorsa estate, ma successivamente è stato spinto fuori, per rafforzare l’agenda politica del presidente Barack Obama. “Gli americani sono stanchi di una ricerca condotta a porte chiuse in cui si vedono raccontare sempre le solite conclusioni-ciliegina e non i fatti”, ha detto Smith, alla fondazione del Daily News Caller. Questa lettera dimostra che centinaia di scienziati ed esperti rispettati concordano sul fatto che gli sforzi del NOAA per alterare i dati storici della temperatura, meritano un serio esame.” Fra i 300 firmatari della lettera ci sono : 25 climatologi o scienziati atmosferici, 23 geologi, 18 meteorologi, 51 ingegneri, 74 fisici, 20 chimici e 12 economisti. Inoltre, 150 firmatari avevano dottorati in un settore affine, uno era un fisico vincitore del premio Nobel e due erano astronauti. L’aumento delle temperature riportato dagli scienziati del NOAA e rilevato dalle prese dei motori navali, sono rilevamenti utilizzati per eliminare la pausa nel riscaldamento globale delle temperature. Queste letture sono influenzate dal calore assorbito o riflesso dagli scafi o dal travaso dei motori. “Come è stato riconosciuto da numerosi scienziati, i dati provenienti dalle aspirazione dei motori sono chiaramenti contaminati dalla conduzione di calore della struttura e come tali non possono essere destinati per uso scientifico”, questo è quanto ha scritto lo scienziato del clima Dr. Patrick J. Michaels e il dottor Richard S. Lindzen del Cato Institute, sul blog Watts Up With That . “Se sottraiamo i dati vecchi, dai nuovi dati … possiamo vedere che questo è esattamente ciò che ha fatto il NOAA,” l’esperto del clima Bob Tisdale e il meteorologo Anthony Watts hanno scritto lo stesso sul loro blog scientifico“. E’ nuovamente la stessa storia; le regolazioni vanno verso un passato raffreddamento e oggi verso l’aumento della pendenza nella traccia della crescita delle temperatura.”

Il loro intento e metodi sono così evidenti che sono ridicoli.

 

Fonte : http://iceagenow.info/17805-2/

Hatena Bookmark - Trecento scienziati accusano il NOAA di utilizzare dati contaminati
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.