Il primo, di tanti possibili (piccoli) incidenti di percorso …

Piccolo aggiornamento del fine settimana / inizio prossima, con due regioni solari, l’AR 2565 & l’AR 2567, in evoluzione e in procinto di posizionarsi fronte Terra. Fra le due regioni, l’AR 2567 sembra essere quella più interessante, in fase di crescita (vedi animazione sotto riportata) e con una configurazione magnetica leggermente instabile, di tipo beta-gamma, con area 370.

hmi_anim_crop

Non sono da escludere possibili brillamenti di categoria C o M nelle prossime ore. Per il resto, i raggi X sono in leggera ascesa e il flusso solare corretto alle ore 17:00 UTC del 16-07-2016, risulta essere pari a 107,8. Ecco quindi, che siamo di fronte ad un nuovo incidente di percorso,  un piccola ripresa dell’attività EM della nostra stella, in questa preliminare fase di discesa del ciclo solare.

Per la cronaca, c’è un allineamento planetario in progress. Allineamento planetario Venere – Mercurio -Terra, con sviluppo delle due regioni proprio nel settore sinistro del disco solare, rispetto al fronte Terra.

Allineamento planetario & AR 2565 2567

Michele

Hatena Bookmark - Il primo, di tanti possibili (piccoli) incidenti di percorso …
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

6 pensieri su “Il primo, di tanti possibili (piccoli) incidenti di percorso …

  1. Concordo, mi sembra un “incidente di percorso”, cioé un sussulto di attivitá davvero modesto e presumo destinato ad esaurirsi non appena tali macchie saranno scomparse dalla faccia visibile del Sole. Quando accadrá, immagino che il solar flux cali di nuovo nettamente sotto quota 100 e ritengo probabili nuove serie di giorni “spotless”, inevitabilmente sempre piú lunghe.

    Riguardo gli effetti dell’attivitá solare sul clima, credo proprio che, tranne grosse e improbabili sorprese, l’attivitá nei prossimi mesi in media calerá ancora e per questo sará un punto a favore di un buon inverno europeo e, mi auguro, anche italiano.

      (Quote)  (Reply)

  2. Caro Michele, ricordiamoci che siamo solo a 2 anni del massimo del ciclo 24 che si é avuto nel febbaraio del 2014. Inoltre sono sunspot a livello equatoriale e mi aspetto entro la fine dell´anno la prima macchia a polaritá invertita che ci annuncia l´arrivo del ciclo 25. Mi aspetto un ciclo 25 piú debole dell´attuale e un ciclo 26 a livello (debole) di questo 24. 3 cicli molto deboli sono like minimo di Dalton. MA ,e sottolineo il ma, avessimo non 3 ma 5 cicli deboli di cui alcuni quasi assenti avremmo un profondo minimo tipo Maunder o ancora + profondo. Il Sole deve recuperare i 3 forti cicli solari 21-22 e 23 e per ‘fortuna’ la nostra stella non esegue gli ordini della NOAA/NASA e tantomeno é soggetta agli ordini politici-finanziari dell´IPCC. Quindi piccola era glaciale in arrivo (PIG)… forse sí. Ma come dico sempre il nostro Sole é un ‘anarchico’ nato é ci vuole sempre stupire.
    Abbracci e godetevi l´estate… qui in Brasile non avevo mai avuto tanto freddo come quest´anno….

      (Quote)  (Reply)

  3. sand-rio,

    Bentornato sul forum! E’ un bel po’ che non vedo un tuo commento…

    Condivido il pensiero che sappiamo così poco della nostra stella che fare previsioni è davvero troppo azzardato. Che sia un Dalton like o un Maunder like lo vedremo strada facendo.
    Per fortuna, poi, il sole lo possiamo osservare tutti e informazioni eventualmente “distorte” sarebbero facilmente contestabili…

      (Quote)  (Reply)

  4. sand-rio,

    ehilà, Sand-rio!
    è una vita che non ti fai sentire. è vero che in Brasile hai un blog da gestire, ma ogni tanto scrivi qualche articolo anche per noi, no?
    cordialmente

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.