Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Giugno 2016

Questi sono i Dati del CNR, sono quindi le anomalie ufficiali Italiane e sono calcolate basandosi sulla rete AM/Enav integrando anche gli osservatori più antichi sparsi per la penisola, la media di riferimento è la 71-00 utilizzata ufficialmente anche dell’Aeronautica e che dal 2011 è divenuta quella ufficiale anche per l’Organizzazione Meteorologica Mondiale ( OMM ).

Anomalia Temperature Giugno 2016 :

Il mese chiude con un’anomalia positiva pari a  +1.03°C, ed è il 32° mese di Giugno più caldo dal 1800. Il record spetta al Giugno del 2003 con un deficit del +4.79°C.

Anomalie Precipitazioni Giugno 2016 :

E’ un mese multicolore, questo Giugno 2016, con anomalie positive e negative distribuite su tutto il paese. Nel complesso il mese chiude con un surplus del +22%. Il record di mese più umido spetta al Giugno del 1868 con un surplus del +165%, mentre il più secco al Giugno del 1928 con un -77%

….

Fonte : http://www.isac.cnr.it/climstor/climate_news.html

Hatena Bookmark - Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Giugno 2016
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

8 pensieri su “Anomalie Temperature e Precipitazione Italia – Dati CNR Giugno 2016

  1. Dunque anche giugno sopra media come temperature, nonostante tutto…

    Precipitazioni sopra media ma decisamente sparpagliate…

      (Quote)  (Reply)

  2. david,

    In realtà secondo me sulle temperature hanno ragione entrambi: se guardi in fondo alla pagina di CM che hai postato, trovi il periodo di riferimento, che è ben diverso dal 1971-2000 utilizzato dal CNR.

      (Quote)  (Reply)

  3. FabioDue,

    ok,ma è obsoleto e fuorviante utilizzare tale periodo,in quanto notoriamente(e stranamente fresco).P.S.
    senza offesa,ma a chi non si conosce io do del lei.

      (Quote)  (Reply)

  4. david,

    Eppure lo usano in tutto il mondo. In alternativa si potrebbero usare le medie del trentennio 1981-2010, che per ora non mi risulta siano granché utilizzate.
    Personalmente non condivido la pratica di usare periodi piú brevi.

    P.s.: la prego di scusarmi per essermi preso cosí tanta confidenza, la prossima volta mi morderó la lingua….anzi le dita prima di poggiarle sulla tastiera….ahia!

      (Quote)  (Reply)

  5. FabioDue,

    Grande Fabio
    ottimo esempio di educazione e savoir fair (ho scritto giusto? boh!!).
    Per David: notoriamente sul web ci si da del “tu”, senza pensare di mancare di rispetto a nessuno, comunque se ci tiene e avremo ancora occasione di discutere non ci sarà nessun problema neppure per me e rispetterò la sua decisione. Buona serata.

      (Quote)  (Reply)

  6. david:
    FabioDue,

    ok,ma è obsoleto e fuorviante utilizzare tale periodo,in quanto notoriamente(e stranamente fresco).P.S.
    senza offesa,ma a chi non si conosce io do del lei.

    Mah! da dove arriva caro Signore, così serioso ed altezzoso? Ci sono blog dove scrivono fior di scienziati ed accademici che danno e si prendono del “tu” anche dal primo bischero del web, perchè conoscono le regole. Chi è LEI, che “se la tira” così tanto?

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.