Il caldo medioevo groenlandese

Eccezionali condizioni della piattaforma superficiale dell’oceano a sud est della Groenlandia durante l’anomalia climatica del Medioevo 

di Miettinen, A., Divine, D.V., Husum, K., Koc, N. and Jennings, A. su Paleooceanografia 30: 1657-1674

Nell’introduzione del loro studio illuminante, Miettinen et al. (2015) scrivono che : “al fine di indagare la variabilità e le condizioni della superficie del mare d’estate e i possibili fattori di forzatura sul clima a SE della Groenlandiala, utilizziamo la ricostruita temperatura superficiale del mare di agosto (aSST) e la concentrazione del ghiaccio marino (aSIC) per il mese d’aprile, con una risoluzione temporale sub-decennale, sulla base delle diatomee trovate nel nucleo dei sedimenti MC99-2322 …. nel corso degli ultimi 1130 anni.”

Come riportato dai cinque ricercatori e mostrato nella figura seguente, questo lavoro ha rivelato  che : “intorno al 1000 le aSST sono cresciute di ~ 2,4 ° C, da 4,8 ° C (rilevato intorno al ~ 995 CE) al record massimo assoluto di 7,2 ° C (rilevato intorno al ~ 1050 dC) in un lasso di tempo di soli ~ 55 anni, indicando un deciso rialzo energico o di caldo nella zona”. E’ chiaro quindi che il periodo di caldo occorso fra il 1000-1200, con una aSST media di 6 °C, rappresenta la registrazione dell’intervallo di caldo più grande occorso negli ultimi 2900 anni.

E’ anche chiaro che la concentrazione atmosferica di CO2,  nel periodo 1000-1200 durante il massimo calore sulla Groenlandia a SE, era di solo circa 280 ppm, mentre oggi è di oltre 400 ppm, ed  in crescita sempre più in alta. Eppure, le temperature globali devono ancora salire in modo considerevole, prima di raggiungere il livello record che è stato raggiunto nel periodo del caldo medioevale. Tutto questo, ci suggerisce che la concentrazione di CO2, e il suo effetto sul clima hanno un impatto molto più debole sulle temperature dell’aria in prossimità della superficie globale, rispetto a quello che è attualmente affermano gli allarmisti climatici del mondo.

Ricostruita temperatura superficiale del mare aSST (per il mese d’agosto) sulla piattaforma di Kangerlussuaq Trough,  a SE della Groenlandia, su l’intervallo 870-1910. Adattato da Miettinen et al. (2015)

 

Fonte : https://tallbloke.wordpress.com/2016/06/04/evidence-for-the-medieval-warm-period-on-the-se-greenland-shelf/

Hatena Bookmark - Il caldo medioevo groenlandese
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

2 pensieri su “Il caldo medioevo groenlandese

  1. Segnalo che l’8 e 9 settembre ci sarà una conferenza sul Climate Change a Londra. L’organizzatore ha raccolto in un bel PDF di 35 MB gli abstract degli studi che verranno presentati (il link è subito prima del programma):

    https://geoethic.com/london-conference-2016/

    nel PDF la Groenlandia viene menzionata alcune volte (cercate “Greenland”).

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.