Meteo

fig_2_epv_jan7

Major Stratospheric Sudden Warming – January 7, 2013, showing the breakdown of the polar vortex into three smaller vortices

Questa è la pagina di NIA dedicata alla Meteorologia, non avete vincoli regionale ne nazionali, si parla di tutto il Mondo indistintamente

Allegate pure le immagini dei principali modelli , sbizzarritevi in previsioni più o meno lunghe, ed ovviamente sarà più che gradito anche il nowcasting!

Infine allego un ottimo link con tutti i principali indici teleconnettivi:

http://www.meteoarcobaleno.com/index.php?option=com_content&view=article&id=227:indici-climatici&catid=3:climatologia&Itemid=3

Simon


26.736 pensieri su “Meteo

  1. FabioDue:
    http://www.centrometeo.com/modelli-numerici/spaghetti-tutti-modelli

    Se non lo conoscete già, questo sito propone gli spaghetti GFS, ECMWF e altri modelli per le località italiane.

    Utile per tentare di scrutare l’andamento di massima di pressione e temperatura almeno fino a 10 giorni.

    Per i prossimi giorni non propone granchè di nuovo: isoterme abbastanza elevate già a Milano (figuriamoci più a sud), lieve calo attorno al 14 ma sostanziale proseguimento del caldo, pur non eccessivo.
    Precipitazioni assenti o quasi.

    Grazie, molto interessante.
    Purtroppo però non ci sono buone notizie, pare proprio che torni l’ estate africana per un po di tempo.

      (Quote)  (Reply)

  2. Roberto Cavalle’,

    Un po me lo aspettavo: non credevo che le proiezioni stagionali ECMWF potessero essere smentite del tutto, almeno per Luglio e Agosto; immaginavo un ridimensionamento di quanto previsto ma non una smentita.

    Vediamo quanto dura questo caldo, importante ma non certo eccezionale.

      (Quote)  (Reply)

  3. GFS ed ECMWF confermano anche stamattina la persistenza del caldo asciutto nei prossimi 7-10 giorni almeno.
    Probabile instabilità al Nord venerdì, ma solo oltre il Po, e annuvolamenti sulle Alpi, con qualche rovescio, un po tutti i pomeriggi. Per il resto, sole e caldo asciutto.

    Farà caldo, a tratti anche molto caldo, di più al Centro e al Sud come si conviene ad una classica estate calda mediterranea in cui interviene un po di caldo africano: dunque per ora nessuna feroce ondata di caldo che investa anche il Nord nè addirittura più il Nord che altrove, come invece è accaduto più volte negli ultimi 20 anni.

    Tendenza al ritorno alla “normalità” estiva? Lo capiremo nei prossimi anni.

      (Quote)  (Reply)

  4. Capisco il disappunto di chi teme di patire il caldo, da ora in poi.
    Tuttavia siamo già al 10 Luglio, non èstrano faccia caldo un po dappertutto lungo la nostra Penisola, anche un po sopramedia.

    Semmai mi chiedo quanto durerà e, più in generale, fino a quando questa estate prevarrà sulla stagione successiva: fine Agosto? Metà Settembre? O addirittura Ottobre?
    Credo cominceremo a parlarne all’inizio di Agosto, ora secondo me è davvero presto 🙂

      (Quote)  (Reply)

  5. FabioDue:
    Capisco il disappunto di chi teme di patire il caldo, da ora in poi.
    Tuttavia siamo già al 10 Luglio, non èstrano faccia caldo un po dappertutto lungo la nostra Penisola, anche un po sopramedia.

    Semmai mi chiedo quanto durerà e, più in generale, fino a quando questa estate prevarrà sulla stagione successiva: fine Agosto? Metà Settembre? O addirittura Ottobre?
    Credo cominceremo a parlarne all’inizio di Agosto, ora secondo me è davvero presto 🙂

    Si intravede un’interruzione in terza decade, certo, manca molto tempo ma la possibilità sembra concreta. Comunque fa caldo (mi riferisco a Milano) ma per ora è abbastanza ventilato e l’ afa non è opprimente

      (Quote)  (Reply)

  6. FabioDue:
    Capisco il disappunto di chi teme di patire il caldo, da ora in poi.
    Tuttavia siamo già al 10 Luglio, non èstrano faccia caldo un po dappertutto lungo la nostra Penisola, anche un po sopramedia.

    Semmai mi chiedo quanto durerà e, più in generale, fino a quando questa estate prevarrà sulla stagione successiva: fine Agosto? Metà Settembre? O addirittura Ottobre?
    Credo cominceremo a parlarne all’inizio di Agosto, ora secondo me è davvero presto

    Infatti questo è un nodo cruciale per capire se siamo di fronte ad un possibile cambio di passo oppure si tratta di un periodo transitorio. Settembre sarà determinante per capire.

      (Quote)  (Reply)

  7. Dopo il break temporalesco in corso su parte del Nord, nuova ripresa anticiclonica di stampo prettamente africano.
    Anzi, verso il weekend del 19-21 è possibile un maggiore coinvolgimento del Nord da parte delle calde isoterme africane e una ulteriore importante avvezione calda al Centro-Sud.

    Ci ritorneremo.

      (Quote)  (Reply)

  8. Le proiezioni ECMWF a 6 settimane non segnalano particolari novità tra fine luglio e la prima metà di agosto: ancora sopramedia al Centro e al Sud, più in media il Nord. Ma occorre attendere le previsioni a 10 giorni per una indicazione più precisa.

      (Quote)  (Reply)

  9. https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/CFSv2/imagesInd3/nino34Mon.gif

    Come si nota dalla discontinuità tra la linea continua (valori misurati) e le previsioni (a destra), ormai la realtà cozza contro le previsioni NOAA di una Niña comunque “strong”: a meno di grosse sorprese tra agosto e settemvre, tali previsioni appaiono sempre più esagerate.

    Lo conferma anche l’analisi delle acque sottosuperficiali, dove si nota un equilibrio tra anomalie di segno opposto, ma abbastanza deboli:

    http://www.bom.gov.au/cgi-bin/wrap_fwo.pl?IDYOC007.gif

    E quindi sarà Niña debole?
    È un’ipotesi sempre più probabile, ma lo capiremo, appunto, tra agosto e settembre.

      (Quote)  (Reply)

  10. FabioDue:
    https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/CFSv2/imagesInd3/nino34Mon.gif

    Come si nota dalla discontinuità tra la linea continua (valori misurati) e le previsioni (a destra), ormai la realtà cozza contro le previsioni NOAA di una Niña comunque “strong”: a meno di grosse sorprese tra agosto e settembre, tali previsioni appaiono sempre più esagerate.

    Lo conferma anche l’analisi delle acque sottosuperficiali, dove si nota un equilibrio tra anomalie di segno opposto, ma abbastanza deboli:

    http://www.bom.gov.au/cgi-bin/wrap_fwo.pl?IDYOC007.gif

    E quindi sarà Niña debole?
    È un’ipotesi sempre più probabile, ma lo capiremo, appunto, tra agosto e settembre.

    Direi che è una buona notizia, o sbaglio? Eventuali blocking non dovrebbero essere troppo duraturi

      (Quote)  (Reply)

  11. Stamattina GFS ed ECMWF, pur con qualche differenza, concordano su un punto: dal prossimo fine settimana, il gran caldo potrebbe puntare più ad ovest e dunque più Sardegna, Tirreno e un po meno Adriatico e un po meno Sud.

    E potrebbe interessare di più il Nord, forse comprese le Alpi, dove le temperature ad 850hpa supererebbero i 20 gradi e dunque zero termico oltre i 3500 se non oltre i 4000.

      (Quote)  (Reply)

  12. https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo–caldo-estremo-e-temporali-violenti–l-impronta-di-un-clima-alterato-724329

    ennesimo articolo di Nucera in cui attribuisce tutte queste manifestazioni di maltempo violente un po in tutta Europa ad un clima “alterato” dall’influenza antropica, spiegando che la cella di Hadley dal 1980 si è espansa verso nord provocando una risalita delle masse d’aria calda africana fino in luoghi fino ad allora impensabili, provocando periodi molto più caldi e fatti estremi quando le masse d’aria di origine diversa vengono a contatto (omettendo che ciò avviene sempre in queste occasioni, anche dall’altra parte del mondo). E’ un fatto assodato, non è certo scientificamente provato che la modifica avvenuta nella disposizione barica in Europa da 30 anni circa sia opera dell’uomo. Mi spiace davvero che un sito serio come 3b meteo non dia spazio almeno al beneficio del dubbio.

      (Quote)  (Reply)

  13. FabioDue:
    Stamattina GFS ed ECMWF, pur con qualche differenza, concordano su un punto: dal prossimo fine settimana, il gran caldo potrebbe puntare più ad ovest e dunque più Sardegna, Tirreno e un po meno Adriatico e un po meno Sud.

    E potrebbe interessare di più il Nord, forse comprese le Alpi, dove le temperature ad 850hpa supererebbero i 20 gradi e dunque zero termico oltre i 3500 se non oltre i 4000.

    siamo ormai nel cuore dell’estate, e ci sta, l’importante che non diventi un blocco duraturo fino ad agosto e oltre come già successo, ma credo che quest’anno non sarà così.

      (Quote)  (Reply)

  14. dario,

    Piovendo di più all’equatore si alimenta e amplifica la circolazione entro la cella di Hadley. Questo non è un fatto attribuibile all’uomo, perché l’aumento di umidità nell’atmosfera e la sua instabilità è provocato da altre dinamiche. Imputiamo piuttosto il cammino dell’ENSO causa di tutto questo.

      (Quote)  (Reply)

  15. FabioDue,

    dario,

    Si l’andamento è tipico del bacino del Mediterraneo, le temperature sono più alte, rispetto 30 anni fa. Ma questo non proprio il 100% a causa dell’andamento che abbiamo citato con l’articolo di 3bmeteo. Questo era più attribuibile annate fa. Il fattore più importante ora, rimane la lacuna barica posta sulle Isole Azzorre…

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.