Meteo

fig_2_epv_jan7

Major Stratospheric Sudden Warming – January 7, 2013, showing the breakdown of the polar vortex into three smaller vortices

Questa è la pagina di NIA dedicata alla Meteorologia, non avete vincoli regionale ne nazionali, si parla di tutto il Mondo indistintamente

Allegate pure le immagini dei principali modelli , sbizzarritevi in previsioni più o meno lunghe, ed ovviamente sarà più che gradito anche il nowcasting!

Infine allego un ottimo link con tutti i principali indici teleconnettivi:

http://www.meteoarcobaleno.com/index.php?option=com_content&view=article&id=227:indici-climatici&catid=3:climatologia&Itemid=3

Simon


Hatena Bookmark - Meteo
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

18.284 pensieri su “Meteo

  1. FabioDue: Dunque il 1990 fu un’avvisaglia, ma non lo sapevamo….

    Il riscaldamento avvenuto, a prescindere dalle cause, ha a mio avviso prodotto un certo spostamento verso nord delle fasce climatiche. È come se ci fossimo avvicinati un poco all’Africa, con quelloche ne consegue in fatto di persistenza altopressoria.

    L’intensa attività solare dalla fine degli anni 30 ai primi anni del 21mo secolo ha lasciato il segno, ma si è notato solo qualche decennio dopo l’avvio, perchè negli anni 50, 60 e 70 gli indici teleconnettivi hanno in qualche modo “mascherato” tali effetti; poi hanno cambiato segno e il riscaldamento si è palesato.
    Nei prossimi anni cambieranno ancora segno (PDO, AMO e vedremo l’ENSO dalla prossima estate se virerà in negativo) e immagino cene accorgeremo.
    Se così non sarà, allora credo che per la prima volta avremo la misura degli effetti sul clima dell’attività di noi esseri umani.

    Sono d accordo se nn cambia nulla col cambio degli indici allora potremo davvero dire che l uomo c entra

      (Quote)  (Reply)

  2. dario: Sono d accordo se nn cambia nulla col cambio degli indici allora potremo davvero dire che l uomo c entra

    Io invece non sono affatto d’accordo o quantomeno non vedo dove stia il nesso: il clima si è scaldato, ok, lo vediamo tutti ma non ne conosciamo esattamente il motivo.
    E dunque perchè mai se dovesse scaldarsi ancora un po’ dovrebbe essere per forza colpa dell’uomo? Non conoscendo esattamente le dinamiche che hanno portato al riscaldamento attuale non possiamo nemmeno escludere che queste stesse dinamiche possano portare ad un ulteriore riscaldamento anche senza intervento umano.
    Tra l’altro, influsso umano o meno, non credo che basti un inversione degli indici per ridarci un clima come 40/50 anni fa, perchè se all’inizio come dice Fabio2 hanno potuto mascherare il riscaldamento, è perchè l’aumentata attività solare era appena iniziata e non aveva ancora fatto in tempo ad accumulare calore.
    Adesso la situazione di partenza è diversa e ci vorranno decenni di bassa attività solare perchè possa ritornare come allora e perchè gli indici possano tornare ad avere l’effetto di un tempo.
    Sempre che sia il sole la causa di tutto ciò, ovviamente.

      (Quote)  (Reply)

  3. Federico,

    Le dinamiche che hanno portato al riscaldamento le conosciamo, invece, almeno di base: una intensa attività solare, durata per decenni, i cui effetti si sono manifestati quando il sistema climatico terrestre lo ha “consentito”. È già accaduto nei secoli scorsi, dunque nessuna sorpresa.
    A questo, potrebbe essersi sommata l’influenza dell’attività dell’uomo. Ma non sappiamo se e quanto.
    Personalmente mi aspetto lo scopriremo quando ad esempio PDO e AMO saranno negative e l’ENSO ci proporrà più eventi di Niña che di Niño.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.