Confronto tra la fine dell'inverno in Nord America e fine inverno nel Sud America

Sicuramente é un confronto che potrebbe interessare poco chi vede solo l´evoluzione del tempo in Europa, ma mi sembra che certi avvenimenti particolari tra Nord e Sud America meritano una certa attenzione.
Il confronto é fatto tra il mese di marzo 2010 con la fine dell´inverno in Nord America e il mese di Settembre 2009 con la fine dell´inverno in America del Sud.
La principale stazione climatologica di New York ha registrato il marzo 2010 piú piovoso da quando hanno avuto inizio le misurazioni nel 1869. Nel mese sono stati registrati 271,2 mm. battendo il record anteriore di 267,7 mm. del marzo del 1983. L´aeroporto internazionale Jonh Kennedy ha battuto il record precedente del 1980 e l´aeroporto La Guardia ha annotato una misura superiore al record precedente del 1953. A Boston, questo é stato il mese di marzo piú piovoso osservato fino ad oggi e il secondo mese in generale con piú pioggia in tutta la storia con 346,2 mm. Il precedente record del marzo piú piovoso era del 1953 con 279, 4 mm. e in tutta la serie storica iniziata nel 1822 ha pioviuto di piú solo nel mese di agosto del 1955 con 434 mm causati da una tempesta tropicale. A Providence, Rhode Island, non solo é stato il mese di marzo piú piovoso con 395,7 mm. ma ha anche battuto qualsiasi record dall´inizio delle osservazioni nel 1904. Portland, nel Maine, ha avuto anche il marzo piú piovoso della sua storia con 279,4 mm.


Quello che é affascinante é vedere la coincidenza tra l´inverno in America del Nord e quello che é accaduto nell´ultimo inverno in America meridionale.
I mesi di pioggia estrema nel sud del Brasile nel 2009 furono Settembre e Novembre, quando molte localitá hanno avuto i propri record di precipitazione di oltre cento anni battuti in questi mesi. Settembre é l´ultimo mese dell´inverno qui come marzo é l´ultimo mese dell´inverno nell´emisfero nord.



Questo mese di marzo piovoso nel Nordest americano avviene dopo un inverno rigoroso cosí come particolarmente freddo fu l´inverno 2009 in sud america, con un freddo quasi continuo e intenso nei mesi di giugno e luglio.
Dietro a questo freddo molto intenso nella ultima stagione in America del Sud c´era una forte oscillazione Antartica (AAO) e, nel caso del nordest dell´Amrica del Nord, il comportamento della oscillazione Artica (AO) che ha raggiunto livelli bessissimi e raramente visti.
Ma malgrado delle enormi coincidenze tra i due inverni nel Sud e Nord vi é una grande differenza.
Il periodo freddo nel sud a giugno e luglio 2009 fu abbastanza secco, e assolutamene incomune per quel periodo dell´anno, invece il periodo piú gelido dell´inverno del nordest americano é stato accompagnato da grandi nevicate che hanno battuto vari record storici.

SAND-RIO

Fonte: http://www.metsul.com/blog/

Hatena Bookmark - Confronto tra la fine dell'inverno in Nord America e fine inverno nel Sud America
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

44 pensieri su “Confronto tra la fine dell'inverno in Nord America e fine inverno nel Sud America

  1. Scusa Simon, ti correggo, ieri siamo sopra tutti gli anni dal 2002 al 2009, dunque (immagino) ben al di sopra della media di questo primo decennio.

      (Quote)  (Reply)

  2. Il nostro bora si diverte a fare il bastian contrario, però nel suo fare così io ci vedo anche tanta voglia di capire, e allora qui dove siamo contro l’agw si comporta in un modo e dove sn pro agw in un altro…la prova?

    eccola qui:

    http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=35&t=21651

    leggete cosa scrive il nostro bora a proposito delle stazioni di rilevamento di temp, postando anche un artiolo di NIA che improvvisamente diventa il vangelo…e tante altre cose…leggete leggete che c’è da diveritrsi…

    Non te la prendere bora eh… 😉

      (Quote)  (Reply)

  3. Sei diabolico Simon…!!!!Ecco perchè si diverte sempre a stuzzicare Sand,è lui l’intenditore di tali faccende…c’ho perso pure tempo…..comunque c’era da aspettarselo,era troppo logorroigo…e invece sei un marpione!!!!caro bora,sei mitico!!!!

      (Quote)  (Reply)

  4. La presenza di un’opposizione, sia pure piccola, a fronte di una fortissima maggioranza concorde sugli aspetti essenziali, fa fare bella figura all’Amministrazione del blog: vuol dire che è tollerante nei confronti del dissenso 🙂

    Il buon Bora giova all’immagine dei forum nei quali fa il bastian contrario e ne stimola anche la discussione.
    Insomma, se non ci fosse bisognerebbe inventarne uno 🙂

      (Quote)  (Reply)

  5. Infatti Bora è essenziale per questo Blog!

    E nn dimentichiamoci che assieme a Nintendo scrive qui a NIA dal primo giorno che è nata!

    Insomma bora lo si può amare ed odiare, ma a me in fonso sta simpatico!
    continu così bora che abbiamo bisogno anche di te!

    Simon 😉

      (Quote)  (Reply)

  6. Simon,scommetto che se vai a controllare le risposte che gli dava Sand e i suoi interventi su quel blog coincidono a perfezione!!!Se rivendeva la roba….ecco perchè prima chiedeva risposte cordiali e senza polemiche,almeno faceva direttamente copia-incolla!!!!ah,ah,ah………

      (Quote)  (Reply)

  7. ma infatti chi mi conosce sa che non sono d’accordo con chi ha certezze..
    l’ho sempre detto!!
    voi state facendo lo sbaglio dei sostenitori del GW..
    io ho molti dubbi e non ho certezze come voi e come i sostenitori del GW..
    su quel forum c’e’ una persona molto preparata(NEO)..sostenitore dell AGW..

    comunque non avete risposto alle mie domande..eheheheh
    mi dite come fatte voi a capire che il GW si e’ fermato senza avere in mano dei dati globali..e se non credete ai dati Nasa e GISS??

    se e’ tutto un imbroglio..
    mi dite perche’ ora non vengono taroccati anche i dati sui ghiacchi dell’ Artico?

    ondate di gran gelo ci sono state anche nei periodi di GW e ondate di gran caldo ci sono state anche nei periodi della PEG..non significa nulla..

      (Quote)  (Reply)

  8. X Bora: i dati satellitari sono poco affidabili in questo memento, c’è poco da fare.
    L’AO è tornato neutro, il Nino sta sparendo, le anomalie dell’artico si sono annullate.
    nonostante questo però le anomalie crescono ancora, io non dico che dovrebbero diventare negative, ma almeno cominciare a scendere, visto che sappiamo benissimo che la stratosfera è molto sensibile alle variazioni di El Nino.

    poi, se è vero che ti comporti nell’esatto opposto alla linea “politica” del sito in cui scrivi non dimostri molta coerenza.

      (Quote)  (Reply)

  9. Per non parlare della convergenza intertropicale che e” scesa drasticamente.Dicono che le rivoluzioni partono sempre dal basso.Ebbene e” dal basso che partono anche i cambiamenti climatici. Una convergenza intertropicale bassa fa scendere anche l”anticlone africano, che a sua volta fa scendere di latitudine la fascia perturbata di media latitudine,che a sua volta SPIANA LA STRADA ALLA DISCESA DI GHIACCI E NEVI!!!!!Il sistema funziona cosi!!

      (Quote)  (Reply)

  10. mi sembra una forzatura addossare al nino/nina tutte le variazioni di temperatura della terra. Essi sono fenomeni naturali sempre esistiti quindi non vedo perchè debbano assumere un’importanza rilevante solo negli ultimidecenni…

    poi l’ ho sempre detto che non sono d’accordo neppure con i sostenitori dell AGW..
    non mi piace chi ha troppe certezze..nel clima nulla e’ scontato..e’ tutto ancora da vedere,,

      (Quote)  (Reply)

  11. x giorgio
    l’estate scorsa l’alta africana era bella in forma..abbiamo avuto una delle estati piu’ calde degli ultimi anni..

      (Quote)  (Reply)

  12. non puoi negare che influisce sul clima.
    mentre a quanto pare nell’ultimo anno ha influenzato solo in senso positivo.

      (Quote)  (Reply)

  13. Bora nn puoi nell’altro sito dire che le stazioni urbane che misurano i dati delle temp nn sn adeguate e qui dire il contrario!

    I dati che purtroppo abbiamo a disposizione nn sn affidabili ed iniziamo a nutrire molti dubbi anche cn i satellitari…

    E dai, un pò di coerenza!

      (Quote)  (Reply)

  14. si Nintendo..influisce..ma ha sempre influito…anche 50 anni fa..
    non si puo’ dare la colpa solo a lui se negli ultimi anni fa piu’ caldo nel mondo..

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.