Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo

Cari amici di NIA, il sole ristà facendo le bizze…il sottoscritto potrebbe non ancora aver perso la scommessa…e Giorgio quindi che si è ritrovato in vantaggio negli ultimi giorni potrebbe perderla!

Aprile sta per finire e nonostante l’accelerata, la situazione nn è nemmeno lontanamente paragonabile a ciò che è accaduto lo scorso autunno!

Anche il behind appare tranquillo…sembra davvero che il nostro sole nn ce la faccia ad aumentare la sua attività in maniera costante! Nemmeno gli allineamenti planetari riescono a farlo svegliare!

Insomma, e qui vi voglio numerosi, chi VINCERA’ LA SCOMMESSSA TRA ME E GIORGIO?

SIMON

Comunicazione amministrativa di Michele – 26-04-2012

Scusate se mi intrometto nel gioco, ma volevo rendere pubblico a tutti gli utenti di Nia e alla stessa amministrazione una problematica che oramai da circa 7/8 mesi a questa parte, questo blog sta avendo. I fatti e i dati sono sotto gli occhi di tutti. Inutile fare nomi e cognomi e postare faccine e riportare dati precisi. Nelle bozze di Nia al momento sono depositati sette articoli, cinque dei quali sono di mia firma i restanti , uno un vecchio articolo di Lucio dell’Ottobre 2011 e uno di fabio Nintendo di 2 mesi fa.

Io non voglio stare qui a fare conti perchè non ne vedo la necessità siamo tutte persone intelligenti.
Mi sento in dovere però di comunicarvi una cosa, a questo stato della cose ritengo corretto e credo che un buon blog per poter proseguire nella sua opera di divulgazione scientifica aperta a tutte le idee e pensieri debba avere nel proprio coro PIU’ voci.

Questo è fondamentale a mio parer perhè alla lunga la cosa può diventare stucchevole e poi lo stesso maggior “editor”, cioe “io” rischia di seminare nel blog idee o punti di vista univochi.
Nella diversità e nelle varie opinioni differenti e anche in contrasto si cresce.

Questo è quello che oramai da circa 1/2 mesi ho maturato dentro di me.
Ho cercato di allungare la presenza degli articoli in homepage. Però mi sto rendendo conto che non basta, visto che scrivono sempre i 3/4 personaggi.

Questo solo per comunicarcvi che se da ora in avanti la permanenza degli articoli potrà durare anche più di 3/4 giorni.

Sinceramnete sono molto deluso, diciamo non dalla vecchia guardia, ma da certi utenti che sono sempre pronti a lasciare commenti e fare delle chicchere da bar, con affermazioni altosonanti,
poi invece quando vi avevamo chiesto , anche nella persona di Simon di sforzarvi e dare un piccolo contributo nello scrivere o tradurre un piccolo vostro lavoro scientifico in 20/40 giorni …….. il silenzio più assoluto.

Michele

Nia

 

Hatena Bookmark - Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

56 pensieri su “Giorgio vs Simon…chi vincerà ??? + Messaggio rivolto a l’intera utenza a fine articolo

  1. Sbaglio o ad ora, un frammento delle mie oscure previsioni si sta realizzando? Molti infatti in questi giorni, lamentano molto frequenti mal funzionamenti degli apparecchi cellulari.
    Voi che ne dite?

      (Quote)  (Reply)

  2. @giorgio
    In effetti Giorgio, il SF è sceso a 119 e a me sembra che intenda scendere ancora…come tu dici il mese di Maggio chiarirà tutto. Io tifo per Simon, ma solo perchè sono speranzoso in un minimo veramente profondo e che arrivi anche in fretta!

      (Quote)  (Reply)

  3. Si potrebbero anche riprendere i vecchi articoli di Ale e riproporli con commenti attuali!
    Secondo me sarebbe una buona idea anche tradurre e riproporre in italiano gli articoli nei vari blog esteri che trattano tutti gli argomenti di nia.

      (Quote)  (Reply)

  4. @Michele, come scritto più volte a Simon, uno dei problemi di NIA sta nella sua doppiezza.
    NIA contempla sia articoli davvero ben fatti e molto interessanti, sia articoli davvero più che discutibili. Articoli che con l’approccio scientifico poco o nulla hanno a che spartire.
    Se ai curatori del sito interessa più la quantità degli articoli rispetto alla qualità, ciò pone dubbi a chi sarebbe anche intenzionato a produrre lavori da pubblicare. Tenendo conto del fatto che fare un lavoro non, passami il termine, raffazzonato costa (come chi fa ste cose sa benissimo) fatica e tempo.

    Dunque la mancanza di articoli non può a tuo avviso discendere anche (e sottolineo anche) da questa tipicità di NIA ?
    Simon non ha mai risposto a questa mio dubbio. Vediamo se ora, essendo amministratore di NIA, lo farai tu.

      (Quote)  (Reply)

  5. Attività solare in calo come era nelle previsioni sia come SF che come SN.
    Anche gli indici secondari sembrano essere in calo!

    Il ciclo 24 diventa sempre più affascinante seguirlo.

    Ora mi sembra chiaro che Giove in primis, abbia un’influenza sul sole, riuscendo anche a condizionare il ciclo in alcuni frangenti, come questo, ma in che modo?
    Questo ciclo è talmente debole che anche i pianeti non riescono a condizionare la nostra stella più di tanto? Sembrerebbe di si!
    Abbiamo avuto negli ultimi 15gg uno sviluppo repentino delle macchie nel lato visibile, ora sembrerebbe tutto finito come mai? Sempre dovuto a Giove?
    Credo che Giorgio e anche altri siano in grado di rispondere a tutte queste domande, anche se un’idea me la sono fatta…..e penso anche voi, anche se credo come ho ripetuto più volte, che questo ciclo al momento rimane di difficile interpretazione, proprio perchè non abbiamo precedenti da poter confrontare con dati certi.
    Possiamo fare tante supposizioni, ma la verità in tasca non ce l’ha nessuno…..almeno credo 😉

      (Quote)  (Reply)

  6. http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/
    Che abbia ragione Angelini?
    Che: “…spezzettato il ciclo 24 in almeno due massimi distinti ma deboli, l’uno minore raggiunto intorno alla fine di ottobre 2011 e un secondo maggiore previsto tra dicembre del 2013 e gennaio del 2014.”?
    E se poi ci fossero più di due massimi?
    Che ciclo incredibile ed imprevedibile, altrochè “tutto normale” come dicevano alcuni.

      (Quote)  (Reply)

  7. sbergonz :
    http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/
    Che abbia ragione Angelini?
    Che: “…spezzettato il ciclo 24 in almeno due massimi distinti ma deboli, l’uno minore raggiunto intorno alla fine di ottobre 2011 e un secondo maggiore previsto tra dicembre del 2013 e gennaio del 2014.”?
    E se poi ci fossero più di due massimi?
    Che ciclo incredibile ed imprevedibile, altrochè “tutto normale” come dicevano alcuni.

    Ma veramente sto ciclo è impazzito!!!

      (Quote)  (Reply)

  8. sbergonz :
    http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/
    Che abbia ragione Angelini?
    Che: “…spezzettato il ciclo 24 in almeno due massimi distinti ma deboli, l’uno minore raggiunto intorno alla fine di ottobre 2011 e un secondo maggiore previsto tra dicembre del 2013 e gennaio del 2014.”?
    E se poi ci fossero più di due massimi?
    Che ciclo incredibile ed imprevedibile, altrochè “tutto normale” come dicevano alcuni.

    Se guardiamo la storia degli ultimi cicli, sarebbe ipotizzabile un doppio max solare come accaduto nei precedenti. Ma di sicuro a questo punto non c’è nulla.
    Quello che possiamo fare e continuare a viverlo e descriverlo prendendo appunti.
    Una cosa sembra certa comunque……stiamo andando incontro ad un deep minimum come previsto da Ale qualche anno fa! 😉

      (Quote)  (Reply)

  9. alessandro :
    http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/
    ma qui dice che il ciclo 23 era bello tosto.. insomma.. il ciclo 23 era stato un ciclo sottotono in confronto al 22 no?

    Sottotono si, ma sempre bello tosto. Sono più di sessant’anni che abbiamo super cicli.
    Se guardiamo i cicli precedenti, ho notato che altre volte abbiamo avuto due massimi, ma il secondo mi pare fosse sempre inferiore al primo.
    Questo non vuol dire niente, ma…

      (Quote)  (Reply)

  10. alessandro :
    http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/
    ma qui dice che il ciclo 23 era bello tosto.. insomma.. il ciclo 23 era stato un ciclo sottotono in confronto al 22 no?

    beh quindi immagina il ciclo 22 quanto era stato mostruoso!…il 21-22 sono stati cicli monstre…e molti sostenitori dell’influenza solare attribuiscono a questi cicli (e al 23 che seppur più debole era sempre fortissimo) la causa dell’accumulo abnorme di calore sul nostro pianeta che ha fatto salire le temperature

      (Quote)  (Reply)

  11. zambo :@Michele, come scritto più volte a Simon, uno dei problemi di NIA sta nella sua doppiezza.NIA contempla sia articoli davvero ben fatti e molto interessanti, sia articoli davvero più che discutibili. Articoli che con l’approccio scientifico poco o nulla hanno a che spartire.Se ai curatori del sito interessa più la quantità degli articoli rispetto alla qualità, ciò pone dubbi a chi sarebbe anche intenzionato a produrre lavori da pubblicare. Tenendo conto del fatto che fare un lavoro non, passami il termine, raffazzonato costa (come chi fa ste cose sa benissimo) fatica e tempo.
    Dunque la mancanza di articoli non può a tuo avviso discendere anche (e sottolineo anche) da questa tipicità di NIA ?Simon non ha mai risposto a questa mio dubbio. Vediamo se ora, essendo amministratore di NIA, lo farai tu.

    Ciao Zambo, mi permetto di intervenire anche se il tuo commento era rivolto a Michele e agli amministratori.
    Per come la vedo io, pur condividendo la linea generale del tuo pensiero, Nia è e rimane, fondamentalmente, un blog AMATORIALE. Pretendere di avere sempre e solamente pezzi di marcato contenuto scientifico sarebbe una forzatura!
    Sicuramente, a volte, si è trasceso, andando forse oltre il “seminato”, ma non per questo chi ritiene che questo blog possa costituire una valida alternativa indipendente a quelli che sono i canali “standard” di informazione riguardanti i temi “SOLE” e “CLIMA”, è tenuto a non partecipare (in maniera attiva e secondo le proprie possibilità e conoscenze) allo sviluppo dello stesso! Diventa troppo facile allora restare “alla finestra” a lanciare strali quando un articolo non soddisfa certi requisiti, magari senza essersi “sporcati le mani” con carta e penna (pardon, video e tastiera 😉 ) per tirare giù uno straccio di articolo, magari anche raffazzonato, come dici tu, ma con la giusta intuizione e, volendo, anche un minimo di Scienza dentro…
    Ultimamente ho visto diversi utenti subito pronti a criticare i momenti “no” del blog, ma mai porsi collaborativamente alla crescita dello stesso: se è vero come dicono che il blog a loro piace ed interessa, perche allora non darsi da fare (anche un minimo!) per aiutarlo a superare queste difficolta?
    Scusami, non voglio essere polemico nei tuoi confronti, ci mancherebbe altro! Solo che i tuo intervento mi ha dato modo di chiarire alcuni aspetti, secondo me, molto importanti.
    Io sono un perfetto sig.Nessuno, almeno in tema di fisica solare, però, grazie alla passione di Simon, Michele, Fabio, Sand, ALE e tutti coloro che hanno dato vita a questo blog, ho potuto accrescere le mie (tuttora) scarsissime conoscenze in matera e mi sono ” avventurato ” letteralmente nella stesura di articoli sul sole…. adesso sto lavorando ad uno sullo sfasamento temporale degli emisferi e alle conseguenze che ne derivano…. non sono ancora sicuro di cosa ne uscirà, magari una boiata, ma la passione di sicuro ce la sto mettendo tutta!
    Spero di non essere frainteso, voglio solamente che, chi può e vuole, cominci a dare una mano!
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  12. Donato :

    alessandro :http://meteolive.leonardo.it/news/Sotto-la-lente/9/Sole-a-singhiozzo-qui-la-faccenda-si-fa-seria/37113/ma qui dice che il ciclo 23 era bello tosto.. insomma.. il ciclo 23 era stato un ciclo sottotono in confronto al 22 no?

    beh quindi immagina il ciclo 22 quanto era stato mostruoso!…il 21-22 sono stati cicli monstre…e molti sostenitori dell’influenza solare attribuiscono a questi cicli (e al 23 che seppur più debole era sempre fortissimo) la causa dell’accumulo abnorme di calore sul nostro pianeta che ha fatto salire le temperature

    Non abbiamo la cosidetta “smoking gun”, la pistola fumante, però il riscaldamento degli anni 80 e 90 del secolo scorso è dovuto
    – al cambio di segno della PDO (da “-” a “+”), come il raffreddamento degli anni 50 e 60 fu dovuto, all’opposto, al passaggio a PDO-;
    – probabilmente anche all’intensità dei cicli solari di quegli anni e di quelli immediatamente precedenti.

    Attenzione, a differenza di quello che accadde negli anni 50, 60 e 70, stavolta pare proprio che il Sole, con la sua bassa attività, voglia dare il suo contributo al raffreddamento che sarà innescato dal recente nuovo cambio di segno della PDO (nuovamente da “+” a “-“.
    Gli effetti, con tutta probabilità, si vedranno chiaramente durante il decennio in corso.

      (Quote)  (Reply)

  13. apuano70 :

    zambo :@Michele, come scritto più volte a Simon, uno dei problemi di NIA sta nella sua doppiezza.NIA contempla sia articoli davvero ben fatti e molto interessanti, sia articoli davvero più che discutibili. Articoli che con l’approccio scientifico poco o nulla hanno a che spartire.Se ai curatori del sito interessa più la quantità degli articoli rispetto alla qualità, ciò pone dubbi a chi sarebbe anche intenzionato a produrre lavori da pubblicare. Tenendo conto del fatto che fare un lavoro non, passami il termine, raffazzonato costa (come chi fa ste cose sa benissimo) fatica e tempo.
    Dunque la mancanza di articoli non può a tuo avviso discendere anche (e sottolineo anche) da questa tipicità di NIA ?Simon non ha mai risposto a questa mio dubbio. Vediamo se ora, essendo amministratore di NIA, lo farai tu.

    Ciao Zambo, mi permetto di intervenire anche se il tuo commento era rivolto a Michele e agli amministratori.
    Per come la vedo io, pur condividendo la linea generale del tuo pensiero, Nia è e rimane, fondamentalmente, un blog AMATORIALE. Pretendere di avere sempre e solamente pezzi di marcato contenuto scientifico sarebbe una forzatura!
    Sicuramente, a volte, si è trasceso, andando forse oltre il “seminato”, ma non per questo chi ritiene che questo blog possa costituire una valida alternativa indipendente a quelli che sono i canali “standard” di informazione riguardanti i temi “SOLE” e “CLIMA”, è tenuto a non partecipare (in maniera attiva e secondo le proprie possibilità e conoscenze) allo sviluppo dello stesso! Diventa troppo facile allora restare “alla finestra” a lanciare strali quando un articolo non soddisfa certi requisiti, magari senza essersi “sporcati le mani” con carta e penna (pardon, video e tastiera ;) ) per tirare giù uno straccio di articolo, magari anche raffazzonato, come dici tu, ma con la giusta intuizione e, volendo, anche un minimo di Scienza dentro…
    Ultimamente ho visto diversi utenti subito pronti a criticare i momenti “no” del blog, ma mai porsi collaborativamente alla crescita dello stesso: se è vero come dicono che il blog a loro piace ed interessa, perche allora non darsi da fare (anche un minimo!) per aiutarlo a superare queste difficolta?
    Scusami, non voglio essere polemico nei tuoi confronti, ci mancherebbe altro! Solo che i tuo intervento mi ha dato modo di chiarire alcuni aspetti, secondo me, molto importanti.
    Io sono un perfetto sig.Nessuno, almeno in tema di fisica solare, però, grazie alla passione di Simon, Michele, Fabio, Sand, ALE e tutti coloro che hanno dato vita a questo blog, ho potuto accrescere le mie (tuttora) scarsissime conoscenze in matera e mi sono ” avventurato ” letteralmente nella stesura di articoli sul sole…. adesso sto lavorando ad uno sullo sfasamento temporale degli emisferi e alle conseguenze che ne derivano…. non sono ancora sicuro di cosa ne uscirà, magari una boiata, ma la passione di sicuro ce la sto mettendo tutta!
    Spero di non essere frainteso, voglio solamente che, chi può e vuole, cominci a dare una mano!
    Bruno

    un grazie ad apuano per il bel commento.
    io la penso esattamente come lui, il blog non ha mai preteso di raggiungere l’obbiettivo di diventare un blog di riferimento per un pubblico d’elite, anzi lo scopo è sempre stato quello di essere un riferimento per amatori, per chi vuole rimanere informato su determinati argomenti (da un punto di vista diverso, spesso, da quello dei mass media) e poterci capire di più.

    diviene quasi una scusa per certi utenti dire che non sono esperti e quindi non collaborano, così si tirano indietro e se ne lavano le mani, potendo continuare a criticare a mani basse la “scarsa qualità” di certi articoli.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.