Meteo

fig_2_epv_jan7

Major Stratospheric Sudden Warming – January 7, 2013, showing the breakdown of the polar vortex into three smaller vortices

Questa è la pagina di NIA dedicata alla Meteorologia, non avete vincoli regionale ne nazionali, si parla di tutto il Mondo indistintamente

Allegate pure le immagini dei principali modelli , sbizzarritevi in previsioni più o meno lunghe, ed ovviamente sarà più che gradito anche il nowcasting!

Infine allego un ottimo link con tutti i principali indici teleconnettivi:

http://www.meteoarcobaleno.com/index.php?option=com_content&view=article&id=227:indici-climatici&catid=3:climatologia&Itemid=3

Simon


Hatena Bookmark - Meteo
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

20.720 pensieri su “Meteo

  1. alessandro1,

    Le previsioni ENSO non sono mai cambiate nella sostanza: ora come 2 o 3 mesi fa, propongono il prolungamento della Niña. A differenza di 2 o 3 mesi fa, prospettano una Niña debole (meglio).

    Riguardo Maggio, non pare ci siano le condizioni per un avvio in grande stile dell’estate. Per il resto, potrebbe essere un mese piovoso, oppure normale. Vedremo a fine mese.

      (Quote)  (Reply)

  2. Stamattina si conferma il quadro già emerso nei giorni scorsi: un lento e progressivo aumento delle temperature, in un contesto di tempo in prevalenza buono, fino al prossimo fine settimana; poi un peggioramento di cui l’aumento di temperatura rappresenta il prefrontale.

      (Quote)  (Reply)

  3. Aggiornamento QBO: indice a 30Hpa in netto calo, da 9,75 di marzo a 5,25 di aprile. A 50Hpa, invece, risulta ancora in salita da 7,53 a 8,26.

      (Quote)  (Reply)

  4. FabioDue:
    Aggiornamento QBO: indice a 30Hpa in netto calo, da 9,75 di marzo a 5,25 di aprile. A 50Hpa, invece, risulta ancora in salita da 7,53 a 8,26.

    piuttosto paradossale, ma credo che sia solo questione di abbassamento del flusso, alla fine è cominciato tutto sopra i 10 htp

      (Quote)  (Reply)

  5. Paradossale o meno, non saprei. Sta di fatto che, storicamente, l’indice QBO30 è divenuto negativo entro 2-4 mesi da quando è sceso a 5/ 6 (come nell’appena trascorso mese di aprile). E il QBO50, quello che pare conti davvero per gli inverni europei, storicamente ha seguito il QBO30 a ruota entro 2-3 mesi.

    Insomma, se non ci saranno clamorose sorprese, entrambi gli indici alle soglie del prossimo inverno saranno già negativi.

      (Quote)  (Reply)

  6. http://www.bom.gov.au/cgi-bin/wrap_fwo.pl?IDYOC007.gif

    Negli ultimi giorni, le anomalie negative sottosuperficiali sono scomparse e quelle positive si sono in parte espanse verso est.

    Che cosa accadrà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi?
    Ricompariranno le anomalie negative? Oppure si affermerà una sostanziale neutralità, almeno in superficie? O, a sorpresa, tornerà il Niño?

    Tutto da capire…..

    Personalmente, nonostante le apparenze, mi aspetto una condizione di neutralità o la nuova affermazione di una debole Niña.

      (Quote)  (Reply)

  7. https://apps.ecmwf.int/webapps/opencharts/products/seasonal_system5_standard_t850?area=NHEM&base_time=202105010000&stats=ensm&valid_time=202106010000

    L’aggiornamento di Maggio delle proiezioni stagionali ECMWF ridimensiona la portata del sopramedia termico finora prospettato:
    in sostanza giugno sarebbe il mese più sopramedia, con anomalie fino a +1 grado, sia al suolo che ad 850hpa;
    a luglio e agosto (da riconfermare nel prossimo aggiornamento) le anomalie si ridurrebbero, fino a scomparire del tutto a settembre.

    Che dire? Ci metterei la firma! Ma prima aspetto perlomeno il prossimo aggiornamento.

      (Quote)  (Reply)

  8. https://apps.ecmwf.int/webapps/opencharts/products/seasonal_system5_standard_rain?area=EURO&base_time=202105010000&stats=ensm&valid_time=202106010000

    Per quanto riguarda la proiezione delle precipitazioni, si prospetta un giugno moderatamente asciutto (dunque un contenuto sottomedia precipitativo), che sarebbe poi seguito da luglio e agosto più prossimi alla media.

    Insomma, una bella estate! Possiamo crederci? O almeno sperarci?

      (Quote)  (Reply)

  9. FabioDue:
    https://apps.ecmwf.int/webapps/opencharts/products/seasonal_system5_standard_t850?area=NHEM&base_time=202105010000&stats=ensm&valid_time=202106010000

    L’aggiornamento di Maggio delle proiezioni stagionali ECMWF ridimensiona la portata del sopramedia termico finora prospettato:
    in sostanza giugno sarebbe il mese più sopramedia, con anomalie fino a +1 grado, sia al suolo che ad 850hpa;
    a luglio e agosto (da riconfermare nel prossimo aggiornamento) le anomalie si ridurrebbero, fino a scomparire del tutto a settembre.

    Che dire? Ci metterei la firma! Ma prima aspetto perlomeno il prossimo aggiornamento.

    Non si può escludere che buona parte dello smorzamento proposto per luglio e agosto sia dovuto alla maggior dispersione dei membri previsionali dell’ensemble. Tuttavia, la previsione lascia comunque ben sperare, anche grazie all’effetto moderatore della Niña.

      (Quote)  (Reply)

  10. Vorrei un vostro parere, l’intensa attività vulcanica globale degli ultimi mesi data dal nuovo minimo solare, può dar luogo ad estati molto al di sotto delle medie?

      (Quote)  (Reply)

  11. Paolo,

    Bisogna stabilire se sia davvero intensa, ovvero se la somma dei prodotti emessi sia in grado di modificare (temporaneamente) il clima terrestre.
    Non ho dati, ma non mi risultano eruzioni superiori a VEI4, cioè piuttosto modeste per influenzare il clima.

      (Quote)  (Reply)

  12. Per intenderci: stando agli studi e alla cronaca, solo le eruzioni almeno pari a VEI 7 sono in grado di alterare il clima in modo significativo, comunque al più per qualche stagione.

    Le VEI 6, storicamente (Pinatubo, Krakatoa) hanno avuto effetti, ma abbastanza limitati.

    Certo, molte decine di eruzioni VEI 4, verificatesi tutte in un breve intervallo di tempo, potrebbero produrre effetti.
    A me, però, non risulta siamo in una situazione del genere.
    Correggetemi, se sbaglio, citando circostanze e cifre

      (Quote)  (Reply)

  13. Stamattina, le previsioni GFS confermano in pieno la tendenza per la prossima settimana: piogge diffuse, ma specie al Nord e meno al Sud, con maltempo soprattutto martedì e venerdì. Temperature fresche, tipiche del periodo, se non inferiori, e tipicamente primaverili.

    A seguire, evoluzione da confermare: tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza potrebbe affermarsi gradualmente un anticiclone alimentato da aria calda africana, a causa di un prolungato affondo perturbato tra penisola iberica e vicino Atlantico.
    Ma sono solo ipotesi, che potrebbero anche essere smentite dai prossimi aggiornamenti, trattandosi di evoluzione oltre i 7 giorni e persino oltre i 10.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.