Altro evento geologico importante : Terremoto di magnitudo 7.8 in Nepal + Ipotesi destabilizzazione planetaria

Update delle ore 11:00 del 25-04-2015

ALCUNI APPUNTI SULLA CRISI GEOLOGICA DI QUESTI GIORNI IN RELAZIONE CON LE DINAMICHE ELETTRICHE E MECCANICHE INTERNE AL SISTEMA SOLARE

Quale può essere l’origine o causa di questa importante ripresa dell’attività geologica del nostro pianeta in quest’ultimi giorni ? E’ una semplice coincidenza che il sisma in Nepal sia occorso solo 48h. dopo dell’eruzione del vulcano Calbuco in Cile.

  • L’ipotesi d’interazione elettrica con la magnetosfera di Venere e …

Credo che il probabile ingresso (contatto) con la magnetosferica di Venere (3°immagine) in concomitanza alla presenza di due allineamenti planetari nel ristretto settore del sistema solare dove presente la Terra stia producendo un vero e proprio shock nel circuito elettrico globale terrestre -GEC-, una vera e propria riorganizzazione nelle interazioni ionosferiche-litosferiche etc…

Il rilassamento della magnetosfera terrestre in quest’ultimi giorni è sicuramente un altro importante fattore che sta lasciando la Terra esposta a queste vere e proprie interazioni elettriche. Si osservi la traccia, il vero e proprio rilassamento del vento solare.

CMhttp://services.swpc.noaa.gov/images/ace-mag-swepam-3-day.gif

In settimana pubblicherò un nuova ricerca scientifica in merito a queste manifestazioni EM non ancora comprese a pieno.

Le linee planetarie presenti in formazione, ingresso e/o uscita di questi giorni sono : Giove-Venere-Sole (1° immagine) ; Marte-Mercurio-Terra (2°immagine).

Venus incoming

In merito alla probabile destabilizzazione di Venere, si consiglia la lettura di questi articoli :

http://daltonsminima.altervista.org/2012/05/30/venere-allineamenti-e-transiti-passato-e-presente-di-un-incrocio-planetario-fra-i-piu-pericolosi-per-la-geologia-terrestre-1%C2%B0parte/

http://daltonsminima.altervista.org/2012/06/04/venere-allineamenti-transiti-passato-e-presente-di-un-incrocio-planetario-fra-i-piu-pericolosi-per-la-geologia-terrestre-2%C2%B0parte/

……

CONCLUSIONI

Dopo tutte le ricerche e evidenze empiriche che vi ho portato in questi anni credo che si possa affermare con sicurezza che …

I grandi eventi geofisici terrestri occorro quasi sempre a seguito di importanti variazioni di geometria posizionale planetaria e/o importanti variazioni di natura particellare (cariche elettriche). La fisica di questi fenomeni non è stata ancora compresa.

Michele

……

Forte terremoto in Nepal, crollati palazzi nella capitale

Scossa di magnitudo 7.7 avvertita fino a New Delhi in India



Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.7 ha colpito il Nepal alle 12,11 di questa mattina (le 8,11 in Italia). L’epicentro è stato individuato dall’Istituto geologico Usa, a metà strada tra la capitale, Kathmandu, e la città di Pokhara, 80 km a est della cittadina.
Il terremoto ha causato – raccontano i testimoni- danni a edifici nella capitale, dove sono crollati alcuni palazzi, ed è stato avvertito fino a New Delhi in India. Non si conosce ancora il numero delle vittime.

Fonte : http://www.lastampa.it/2015/04/25/esteri/forte-terremoto-in-nepal-crollati-palazzi-nella-capitale-sdbbE8qHkEaTMAYodQ9dmK/pagina.html

……

Breaking news: Cile eruzione del vulcano Calbuco

Allerta rossa nel sud del Cile per il vulcano Calbuco, in eruzione dopo 43 anni di inattività. Le autorità hanno ordinato l’evacuazione dell’area circostante, entro un raggio di 20 chilometri. Si stima che nella zona vivano circa 1500 persone, per le quali sono stati predisposti alloggi in alberghi. Secondo la protezione civile cilena, l’eruzione rappresenta “un’alta minaccia per la popolazione”.

Alto 2.015 metri, il vulcano si trova nella regione di Los Lagos, 900 chilometri a sud da Santiago del Cile. Tutti i voli fra la capitale e la città meridionale di Puerto Montt sono stati sospesi. Il fumo e le ceneri eruttati dal vulcano sono visibili in gran parte del sud del Cile e nella vicina Argentina. L’ultima eruzione del Calbuco risaliva al 1972.

http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2015/04/23/erutta-vulcano-calbuco-allerta-rossa-cile_TpsJcCYx4mskBG2H7qDsuJ.html

Dal blog di Erik Klemetti :

http://www.wired.com/2015/04/chiles-calbuco-unleashes-dramatic-explosive-eruption/

E’ stato un anno relativamente tranquillo vulcanicamente parlando in Cile (oltre al Villarrica ) fino ad oggi, quando il Calbuco ha prodotto un impressionante eruzione esplosiva che domina la città di Puerto Montt. Calbuco è un vulcano nel sud del Cile, che non eruttava dal 1972, ma il vulcano ha scatenato una colonna di cenere torreggiante dopo poco (in qualche modo simile a 2008 eruzione del Chaiten ). Il pennacchio potrebbe aver raggiunto l’altezza di 20 chilometri (65.000 piedi – NB, questa altezza ancora non è confermata, anche se il Aires Buenos VAAC riferisce che il pennacchio di cenere ha raggiunto circa i ~ 10 km / 33.000 metri ) sul livello del mare e i flussi piroclastici avvolto la parte superiore del vulcano.

Post in continuo aggiornamento

Aprile termina con correnti settentrionali fresche, e Maggio ?

gens-0-1-174

Proiezione GFS OOZ del 22/04/2015

Consorzio Lamma : Previsioni per maggio e giugno

Secondo l’ultimo aggiornamento delle previsioni stagionali nel mese di Maggio non sono previste particolari anomalie nè a livello termico nè pluviometrico. Tuttavia a livello di circolazione sono previste una maggiore frequenza di un tipo di circolazione settentrionale (tipi di tempo 1-2) e minor presenza dell’anticiclone (tipi di tempo 4-5). Questo determinerà temperature allineate alle medie stagionali (climatologia 1981-2010) e condizioni temporaneamente instabili.

Anche per Giugno non sono attese anomalie di rilievo, non si prevedono quindi ondate di calore anomale, diversamente dalla tendenza degli ultimi 10-15 anni.

Per quanto riguarda Luglio gli elementi attualmente disponibili non permettono di elaborare una previsione. La tendenza potrà essere rivalutata nel rilascio delle previsioni di maggio alla luce della piovosità che si registrerà sull’Europa occidentale nel corso della primavera e dell’andamento del dipolo mediterraneo.

In sintesi:
  • Maggio:  temperature e giorni piovosi in media.
  • Giugno: temperature e giorni piovosi in media.
  • Luglio: gli elementi attualmente disponibili non permettono di elaborare una tendenza.

Le immagini che seguono mostrano i tre tipi di circolazione che dovrebbero alternarsi nel mese di Maggio. Per saperne di più andare alla pagina sui tipi di tempo.

NB: la climatologia di riferimento per il calcolo delle anomalie pluviometriche e termiche è quella 1981-2010. Ricordiamo che le previsioni stagionali sono un servizio sperimentale che non ha la stessa valenza predittiva del meteo a breve termine.

Il modello matematico CFSv2 sembra confermare l’analisi del consorzio Lamma. Ci attende quindi un mese di maggio perturbato e freddo, con temperature al di sotto della norma al Centro Nord, e piogge al Centro Sud ?

J. Scott Armstrong: Vi spiego perché le previsioni sul clima sono sbagliate

Professore alla Wharton School, University of Pennsylvania

Professor J. Scott Armstrong, lei insegna all’università della Pennsylvania: mi può dire cos’è un «previsore»?  

«È una persona che stabilisce cosa è probabile che accada in una determinata situazione, e come sarà. Per fornire previsioni utili i “previsori” devono usare procedure basate su prove di efficacia. Questo processo è riassunto nei 139 principi del mio libro, “Principles of Forecasting”. La conoscenza nasce dalle recensioni di 40 esperti di previsioni in vari campi in decenni di ricerca. Dal 2000 i principi sono disponibili su forprin.com”». 

 Il meccanismo della previsione funziona indipendentemente dal problema a cui viene applicato?  

«Sì, in ogni situazione. Tuttavia molti sostengono che non vale per il loro caso». 

 Le previsioni funzionano meglio in alcuni settori piuttosto che in altri?  

«Quelle del tempo sono un settore in cui se ne può fare un buon uso. Ad esempio, quando le previsioni del tempo danno per domani il 60% di possibilità di pioggia, 60 volte su 100 piove. Per contro i manager spesso usano le previsioni come strumenti motivazionali e tuttavia non seguono principi scientifici». 

 Il riscaldamento globale è anche un problema di previsioni?  

«Il problema non è cos’è accaduto nel passato. Il punto è cosa accadrà al clima nel futuro. I governi e le maggiori industrie discutono di politiche costose per fermare gli effetti del riscaldamento globale causato dall’uomo. E quindi sì: questo è innanzitutto, e soprattutto, un problema di previsioni». 

Quanto sono affidabili le previsioni sul riscaldamento?  

«Dal punto di vista scientifico non hanno nulla di valido. L’Ipcc, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (il gruppo di esperti dell’Onu), ha concluso che i mutamenti della temperatura media annuale del Pianeta non possono essere previsti, perché il clima è troppo complesso. Nondimeno si affidano a modelli elaborati al computer per esemplificare le loro supposizioni sui meccanismi climatici. Definiscono “scenari” il risultato di questi modelli e in effetti quelle dell’Ipcc sono narrazioni illustrate con l’infografica di ciò che avverrebbe, se le loro supposizioni si rivelassero corrette. Sfortunatamente, i governi trattano questi scenari come previsioni e gli scenari portano a previsioni fuorvianti. In aggiunta, le supposizioni dell’Ipcc mancano di supporto scientifico, come è stato illustrato nei tre volumi del “Climate Change Reconsidered”. Gli allarmisti del riscaldamento globale affermano che quasi tutti gli scienziati concordano sui rischi di un innalzamento delle temperature. Tuttavia citare l’opinione degli scienziati non è un sistema scientifico per fare previsioni. E l’affermazione, peraltro, non risponde al vero». 

 Allora qual è la verità sull’innalzamento delle temperature?  

«Kesten Green, Willie Soon e io siamo isolati nelle nostre posizioni. Premesso l’alto livello di incertezza sull’effetto delle emissioni di ossido di carbonio a causa dell’attività umana, nel clima vediamo solo cambiamenti naturali. Inoltre, non abbiamo previsioni a lunga scadenza, né di raffreddamento né di riscaldamento. I nostri test sull’accuratezza delle previsioni nel periodo dal 1851 al 1975 hanno accertato che, per 91 anni su 100, gli errori nelle temperature rilevate dagli scenari dell’Ipcc come “conformi” erano 12 volte maggiori di quelli del nostro modello. Nel 2007, nel tentativo di incoraggiare i meteorologi a provare l’accuratezza dei loro pronostici, avevo proposto una scommessa all’ex vice presidente degli Usa Al Gore: avevo suggerito che entrambi puntassimo 10 mila dollari da destinare in beneficenza. La sfida consisteva nel prevedere la temperatura media annua globale per i prossimi 10 anni e io scommettevo che non ci sarebbero state variazioni. Ma Gore rifiutò la scommessa. Il sito Theclimatebet.com traccia i dati sulle temperature per mostrare come sarebbe andata se Gore avesse voluto mettere in gioco il modello dell’Ipcc contro il mio». 

 Perché il dibattito sul cambiamento climatico é così aspro?  

«Gli avvocati dell’ipotesi del riscaldamento globale non vogliono affrontarla come soggetto scientifico. Rifiutano di confrontarsi con ipotesi alternative o di citare la letteratura che non concorda con la loro tesi e ribattono che gli “scettici” non sono veri scienziati, tentando di impedire che presentino le loro idee ai media». 

Fonte : http://www.lastampa.it/2015/04/12/cultura/j-scott-armstrong-vi-spiego-perch-le-previsioni-sul-clima-sono-sbagliate-wRKaPod7jnqh5MJ1pdy8vN/pagina.html