Il super telescopio registra le immagini piú dettagliate mai viste del Sole

Gli scienziati saranno in grado di analizzare sezioni di 30 chilometri della superficie solare - NSF

Ora si puó contemplare il sole in un livello di dettaglio mai visto prima. Il telescopio solare Daniel K Inouye (DKIST) nelle Hawaii ha registrato immagini che mostrano un tratto di 30 km della superficie solare….
Una dimensione impressionante rispetto alla scala della stella, che ha un diametro di circa 1,4 milioni di km e si trova a 149 milioni di km dalla Terra. Le strutture a forma di cellula hanno le dimensioni dello stato americano del Texas e mostrano la convezione (processo di trasferimento di calore) di masse di gas o plasma caldi.
I nuclei luminosi sono dove questo materiale solare è in aumento; le linee scure intorno sono dove il plasma si sta raffreddando e affondando. DKIST è un nuovo osservatorio posizionato nella parte superiore di Haleakala, un vulcano alto 3.000 metri sull’isola hawaiana di Maui. Il suo specchio principale è di 4 m, considerato il più grande al mondo per un telescopio solare. Il telescopio verrà utilizzato per studiare il funzionamento del Sole. Gli scienziati vogliono capire le dinamiche del comportamento della stella, nella speranza di poter prevedere meglio le sue esplosioni di energia e altre variabili – ciò che viene spesso chiamato “spazio meteorologico”.
È noto che le gigantesche emissioni di particelle cariche e dei loro campi magnetici danneggiano i satelliti sulla Terra, danneggiano gli astronauti, interferiscono con le comunicazioni radio e persino interrompono le reti elettriche.
“Sulla Terra, possiamo prevedere se pioverà in modo molto preciso in qualsiasi parte del mondo, e con il clima spaziale non è ancora così”, spiega Matt Mountain, presidente dell’Associazione delle Università per la Ricerca Astronomica, che gestisce DKIST.
“Le nostre previsioni sono 50 anni indietro rispetto al clima terrestre, se non di più. Ciò di cui abbiamo bisogno è capire la fisica alla base del clima spaziale, e che inizia con il Sole, che è ciò che il telescopio solare Inouye studierà nei prossimi decenni.”
DKIST è un magnifico complemento del veicolo spaziale Solar Orbiter (SolO), che sarà lanciato la prossima settimana da Cape Canaveral, in Florida.
Il veicolo spaziale Solar Orbiter sarà lanciato dalla Florida alla fine della prossima settimana - ESA
Questa sonda – una collaborazione tra agenzie spaziali europee e americane – catturerà le immagini più vicine al Sole di tutti i tempi, a soli 42 milioni di chilometri dalla superficie della stella.
Questa distanza è più vicina al Sole rispetto al pianeta Mercurio.
Sol Orbiter sarà in grado di catturare strutture con un diametro di almeno 70 km, ma rileverà una gamma molto più ampia di lunghezze d’onda rispetto al DKIST e attraverserà più livelli nell’atmosfera del Sole. La sonda seguirà anche un percorso che offre una vista senza precedenti nelle regioni polari.
“Abbiamo piani di osservazione congiunti di DKIST e Solar Orbiter, che saranno incredibili”, ha dichiarato a BBC News Louise Harra dell’Osservatorio meteorologico fisico di Davos, in Svizzera.
SAND-RIO
Hatena Bookmark - Il super telescopio registra le immagini piú dettagliate mai viste del Sole
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

2 pensieri su “Il super telescopio registra le immagini piú dettagliate mai viste del Sole

  1. Meravigliosa e affascinante stella, il nostro Sole…
    Quando l’osservavo con il mio telescopio nelle due bande, a volte era impnotizzante.
    Immagino cosa si potrà osservare con questi strumenti, date le dimensioni degli specchi.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.